Espandi menu
cerca
FESTIVAL DI VENEZIA 78 - I FILM, I PREMI, LE TAPPE DI UN VIAGGIO CINEFILO VISSUTO INTENSAMENTE (NONOSTANTE BOXOL)
di alan smithee ultimo aggiornamento
post
creato il

L'autore

alan smithee

alan smithee

Iscritto dal 6 maggio 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 302
  • Post 208
  • Recensioni 5940
  • Playlist 21
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

locandina

La scelta di Anne (2021): locandina

Boxol....famigerato fulcro della discordia. Origine di problemi, disguidi, arrabbiature e stress.

Bisogna ammetterlo. Qualcosa è andato storto quest'anno, dopo il successo di organizzazione riscontrato durante la storica (e stoica) edizione 2020. Boxol, che porta già in sé il nome che richiama un medicinale particolarmente sgradevole, è la piattaforma che, per il secondo anno consecutivo, si è presa cura (accidenti a lei) di assicurare agli accreditati del festival, la prenotazione degli accessi in sala evitando code, assembramenti e tutto ciò che non si puoi né si deve fare in periodo di pandemia non molto dissimile a ciò che accadeva lo scorso anno.

È successo di tutto, e di peggio, con epicentro di tutti i problemi occorsi, quella sorta di avventato "overbooking" di accrediti messi in vendita dagli organizzatori, senza farsi troppi scrupoli riguardo alle possibilità di accontentare i titolari dei pass, rispetto ai posti delle sale disponibili, di fatto dimezzati a causa delle normative previste per fronteggiare la pandemia.

 

Durante il festival circolavano leggende metropolitane di accreditati vaganti in pigiama per le calli veneziane che, telefono in mano alla vana ricerca del segnale telefonico insufficiente, si affannavano alle 6 e 30 minuti di ogni mattina ad assicurarsi il posto dello spettacolo delle 8.30 dei tre giorni successivi.

La cronaca di una sventura particolarmente accanita l'avete probabilmente letta nel calvario subito dall'amico obyone, il cui post riporto qui per completezza e compiutezza di racconto.

Sventure a parte, ci son stati i film, tanti, tantissimi, i premi, solo in parte azzeccati, con qualche attribuzione palesemente avventata.

È stato un viaggio che mi ha regalato, anche stavolta, nonostante tutto, emozioni intense, e un percorso di largo respiro, che conta circa 70 titoli vsionati) in grado di allontanarmi per una decina di giorni dalla caotica e al confronto banale quotidianità della vita lavorativa di sempre. Per me significa molto, forse sin troppo.

Una cosa di sicuro si può dire, confrontando due tra i maggiori festival cinematogrfici al mondo, quest'anno distanti uno dall'altro di solo poco più che un mese: qualitativamente quest'anno Venezia batte il Festival di Cannes sotto molti fronti; certamente dal punto di vista dei film in Concorso.

Ecco la sintesi del mio viaggio: un percorso che si sviscera nei premi e nei film visionati, raggruppati qui di seguito per categoria ed elencati in ordine di gradimento personale. Cliccando su ogni titolo (o quasi, compatibilmente con la possibilità di terminare le recensioni rimaste ancora scoperte entro un tempo utile), sarà possibile, come di consueto, accedere alle singole recensioni, molte delle quali scritte a caldo, tra un film e l'altro, talvolta in piedi in attesa di accedere alla sala, quasi sempre direttamente tramite smartphone, nel rispetto dei termini di embargo prescritti dall'organizzazione, come si conviene in epoca festivaliera, quando la materia è tanta ed il tempo a disposizione sempre troppo poco.

Nel ringraziare la redazione di FilmTv che mi ha permesso di partecipare anche a questa intensa esperienza di cinema, auguro a tutti gli altri buona lettura.

locandina

È stata la mano di Dio (2021): locandina

locandina

On the Job 2: The Missing 8 (2021): locandina

VENEZIA 78: il verdetto delle giurie, e il mio giudizio.

La Giuria di VENEZIA 78, presieduta da Bong Joon Ho e composta da Saverio Costanzo, Virginie Efira, Cynthia Erivo, Sarah Gadon, Alexander Nanau e Chloé Zhao, dopo aver visionato i 21 film in competizione ha deciso di assegnare i seguenti premi:

-LEONE D’ORO per il miglior film a: L’ÉVÉNEMENT di Audrey Diwan (Francia) - Voto 6/10

-LEONE D’ARGENTO – GRAN PREMIO DELLA GIURIA a: È STATA LA MANO DI DIO di Paolo Sorrentino (Italia) - Voto 5/10

-LEONE D’ARGENTO – PREMIO PER LA MIGLIORE REGIA a: Jane Campion per il film THE POWER OF THE DOG (Nuova Zelanda, Australia) - Voto 8/10

-COPPA VOLPI per la migliore interpretazione femminile a: Penélope Cruz nel film MADRES PARALELAS di Pedro Almodóvar (Spagna) - Voto 7/10

-COPPA VOLPI per la migliore interpretazione maschile a: John Arcilla nel film ON THE JOB: THE MISSING 8 di Erik Matti (Filippine) - Voto 9/10

-PREMIO PER LA MIGLIORE SCENEGGIATURA a: Maggie Gyllenhaal per il film THE LOST DAUGHTER di Maggie Gyllenhaal (Grecia, USA, Regno Unito, Israele) - Voto 4/10

-PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA a: IL BUCO di Michelangelo Frammartino (Italia, Francia, Germania) - Voto 8/10

-PREMIO MARCELLO MASTROIANNI a un giovane attore o attrice emergente a: Filippo Scotti nel film È STATA LA MANO DI DIO di Paolo Sorrentino (Italia) Vedi sopra

 

locandina

Pilgrims (2021): locandina

 

-ORIZZONTI:

La Giuria ORIZZONTI, presieduta da Jasmila Žbani? e composta da Mona Fastvold, Shahram Mokri, Josh Siegel e Nadia Terranova dopo aver visionato i 19 lungometraggi e i 12 cortometraggi in concorso, assegna i seguenti premi:

-PREMIO ORIZZONTI PER IL MIGLIOR FILM a: PILIGRIMAI (PILGRIMS) di Laurynas Bareiša (Lituania) - Voto 7/10

-PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE REGIA a: Éric Gravel per il film À PLEIN TEMPS (Francia) - Voto 7/10

PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA ORIZZONTI a: EL GRAN MOVIMIENTO di Kiro Russo (Bolivia, Francia, Qatar, Svizzera) - Voto 7/10

-PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE ATTRICE a: Laure Calamy nel film À PLEIN TEMPS di Éric Gravel Vedi sopra

-PREMIO ORIZZONTI PER IL MIGLIOR ATTORE a: Piseth Chhun nel film BODENG SAR (WHITE BUILDING) di Kavich Neang (Cambogia, Francia, Cina, Qatar) - Voto 6/10

-PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE SCENEGGIATURA a: Peter Kerekes, Ivan Ostrochovský per il film CENZORKA (107 MOTHERS) di Peter Kerekes (Repubblica Slovacca, Repubblica Ceca, Ucraina) Voto 7/10

-PREMIO VENEZIA OPERA PRIMA:

La Giuria Leone del Futuro - Premio Venezia Opera Prima “Luigi De Laurentiis” della 78. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica, presieduta da Uberto Pasolini e composta da Martin Schweighofer e Amalia Ulman assegna il LEONE DEL FUTURO PREMIO VENEZIA OPERA PRIMA “LUIGI DE LAURENTIIS” a:

-IMACULAT di Monica Stan, George Chiper-Lillemark (Romania) Voto 7/10

-GRAN PREMIO SETTIMANA INTERNAZIONALE DELLA CRITICA a ZALAVA di Arsalan Amiri, Voto 7/10

-GDA DIRECTOR'S AWARD a IMACULAT di Monica Stan e George Chipsr-Lillemark, Voto 7/10.

-QUEER LION 2021 a LA DERNIÈRE SÉANCE di Gianluca Matarrese, Voto 6/10

locandina

Il potere del cane (2021): locandina

FESTIVAL DI VENEZIA 78: circa 70 film in 12 giornate intense di cinema.

Eccoli, in ordine di gradimento, suddivisi per categoria.

-PRE-APERTURA:

*PER GRAZIA RICEVUTA di Nino Manfredi, 8/10

locandina

Dune (2021): locandina

locandina

Old Henry (2021): locandina

FUORI CONCORSO:

*TRANCHÉE di Loup Bureau, 7/10

*OLD HENRY di Potsy Ponciroli, 6/10

*ARIAFERMA di Leonardo Di Costanzo, 6/10

*HALLOWEEN KILLS di David Gordon Green, 5/10

*THE LAST DUEL di Ridley Scott, 5/10

*IL BAMBINO NASCOSTO di Roberto Andò, 5/10

*DUNE di Denis Villeneuve, 4/10

*LAST NIGHT IN SOHO di Edgar Wright, 4/10

*LES CHOSES HUMAINES di Yvan Attal, 4/10

*LA SCUOLA CATTOLICA di Stefano Mordini, 2/10

locandina

Qui rido io (2021): locandina

locandina

America Latina (2021): locandina

-CONCORSO:

*ON THE JOB: THE MISSING 8 di Erik Matti, 9/10

*IL POTERE DEL CANE di Jane Campion, 8/10

*IL COLLEZIONISTA DI CARTE di Paul Schrader, 8/10

*UN AUTRE MONDE di Stéphane Brizé, 8/10

*REFLECTION di Valentyn Vasyanovych, 8/10

*IL BUCO di Michelangelo Frammartino, 8/10

*SUNDOWN di Michel Franco, 8/10

*QUI RIDO IO di Mario Martone, 8/10

*LA CAJA di Lorenzo Vigas, 7/10

*AMERICA LATINA di Damiano e Fabio D'Innocenzo, 7/10

*MADRES PARALELAS di Pedro Almodovar, 7/10

*COMPETENCIA OFICIAL di Gaston Duprat e Mariano Cohn, 7/10

*ILLUSIONS PERDUES di Xavier Giannoli, 6/10

*L'EVENEMENT, di Audrey Diwan, 6/10

*LEAVE NO TRACES, di Jan P. Matuszynski, 6/10

*È STATA LA MANO DI DIO di Paolo Sorrentino, 5/10

*FREAKS OUT di Gabriele Mainetti, 5/10

*CAPTAIN VOLKONOGOV ESCAPED di Merkulova/Chupov, 5/10

*MONA LISA AND THE BLOOD MOON di Ana Lily Amirpour, 5/10

*SPENCER di Pablo Larra in, 5/10

*THE LOST DAUGHTER di Maggie Gyllenhall, 4/10

locandina

The Box (2021): locandina

locandina

Sundown (2021): locandina

-ORIZZONTI:

*MIRACOL di Bogdan George Apetri, 9/10

*EL GRAN MOVIMIENTO di Kiro Russo. 8/10

*PILGRIMS di Laurynas Bareusa, 7/10

*107 MOTHERS di Peter Kerekes, 7/10

*À PLEIN TEMPS di Eric Gravel, 7/10

*IL PARADISO DEL PAVONE di Lara Bispuri, 7/10

*ONCE UPON A TIME IN CALCUTTA di Aditya Vikram Senguota, 7/10

*AMIRA di Mohamed Diab, 7/10

*THE HOLE IN THE FENCE di Joaquin del Passo, 7/10

*RHINO di Oleg Sentsov, voto 7/10

*LES PROMESSES di Thomas Kruithof, 6/10

*WHITE BUILDING, di Kavich Neang, 6/10

*INU- OH di Masaaki Yuasa, 6/10

*7 PRISONERS di Alexandre Moratti, 6/10

*EL OTRO TOM di Rodrigo Pla e Laura Santullo, 6/10

*VERA DREAMS OF THE SEA di Kaltrina Krasniqi, 6/10

*ANATOMY OF TIME (WELA) di Jakrawal Nilthamrog, voo 6/10

*THE FALLS di Chung Mong-Hong, 6/10

*TRUE THINGS di Harry Wootliff, 4/10

locandina

El Gran Movimiento (2021): locandina

locandina

White Building (2021): locandina

ORIZZONTI EXTRA:

*THE BLIND MAN WHO DID NOT WANT TO SEE TITANIC di Teemu Nikki, 7/10

*LA RAGAZZA HA VOLATO di Wilma Labate, 5/10

*MAMA, I'M HOME di Vladimir Bitokov, voto 5/10

*LAND OF DREAMS di Shirin Neshat e Shoia Azaria, 3/10

locandina

Il silenzio grande (2021): locandina

locandina

Deserto particular (2021): locandina

GIORNATE DEGLI AUTORI:

*IL SILENZIO GRANDE di Alessandro Gassman, 7/10

*IMACULAT di Monica Stan e George Chipsr-Lillemark, 7/10

*OUT OF SYNC, di Juanjo Gimenez, 6/10

*MADELEINE COLLINS di Antoine Barraud, 6/10

*PIEDRA NOCHE di Ivàn Find, 6/10

*SHEN KONG di Chen Guan, 6/10

*DESERTO PARTICULAR di Aly Muritiba, 6/10

*ANATOMIA di Ola Jankowska, 6/10

*TU ME RESSEMBLES di Dina Amer, 6/10

*LOVELY BOY di Francesco Lettiera, 5/10

*GIULIA di Ciro De Caro, 5/10

locandina

Mother Lode (2021): locandina

locandina

Detours (2021): locandina

SETTIMANA DELLA CRITICA:

*ZALAVA di Arsalan Amiri, 7/10

*MOTHER LODE di Matteo Tortone, 7/10

*THEY CARRY DEATH di Helena Giron e Samuel M. Delgado, voto 7/10

*ERASING FRANK di Gabor Fabricius, 6/10

*DETOURS di Ekaterina Selenkina, 6/10

*LA DERNIÈRE SÉANCE di Gianluca Matarrese, 6/10

*KARMALINK di Jake Watchel, votp 5/10

*A SALAMANTRA di Alex Carvalho, 4/10

locandina

La santa piccola (2021): locandina

locandina

La tana (2021): locandina

BIENNALE COLLEGE CINEMA

*LA SANTA PICCOLA di Silvia Brunelli, 7/10

*AL ORIENTE di José Maria Aviles, 7/10

*MA NUIT di Antoinette Biulst, 6/10

*MON PÈRE, LE DIABLE di Ellie Foumbi, 6/10

*LA TANA di Beatrice Baldacci, 5/10

CORTOMETRAGGI:

*SHANGRI LA di Isabel Sandoval, 7/10

*NOTTE ROMANA di Valerio Ferrara, 5/10 *INCHEI di Federico Dematt?, 4/10

*L'ULTIMO SPEGNE LA LUCE di Tommaso Sant'Ambrogio, 4/10

*I AND THE STUPID BOY di Kaouther Ben Vania, 4/10

* FREIKORPERKULTUR di Alba Zari, 3/10

 

Ti è stato utile questo post? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati