Espandi menu
cerca

Trama

Paul Atreides, giovane brillante e di talento nato con un grande destino che va oltre la sua comprensione, dovrà viaggiare verso il pianeta più pericoloso dell'universo per assicurare un futuro alla sua famiglia e alla sua gente. Mentre forze maligne si fronteggiano in un conflitto per assicurarsi il controllo esclusivo della più preziosa risorsa esistente sul pianeta (una materia prima capace di sbloccare il più grande potenziale dell’umanità), solo coloro che vinceranno le proprie paure riusciranno a sopravvivere.

Approfondimento

DUNE: DAL CAPOLAVORO DI HERBERT

Diretto da Denis Villeneuve e sceneggiato dallo stesso con Jon Spaihts ed Eric Roth, Dune ha al centro della storia il giovane Paul Atreides, erede al trono del più importante pianeta dell'universo conosciuto, Arrakis. Suo padre, il duca Leto, governa il pianeta desertico la cui principale risorsa naturale è una droga - soprannominata la spezia - in grado di conferire a chi la usa poteri sovraumani. Tale caratteristica rende Arrakis bersaglio di violente battaglie e fa sì che vi sia una costante minaccia di tradimenti politici. Sebbene abbiano bisogno dell'aiuto del popolo Fremen, gli Atreides insistono nel voler mantenere la loro autonomia e nell'affrontare da soli gli arci nemici Harkonnen e i giganteschi e spietati vermi della sabbia. Cresciuto in una sorta di bolla tra mille privilegi, Paul si ritroverà presto a doversi preparare per raccogliere l'eredità del padre e per l'inevitabile battaglia che verrà.

Con la direzione della fotografia di Greig Fraser, le scenografie di Patrice Vermette, i costumi di Jacqueline West e le musiche di Hans Zimmer, Dune è l'adattamento dell'omonimo romanzo di Frank Herbert e segue l'epopea di Paul, giovane che il destino metterà al centro di una lotta di potere intergalattica. Figlio dell'amato re Leto e di Lady Jessica, potente sacerdotessa e combattente, Paul dovrà superare le sue paure e spingersi inesorabilmente verso il deserto del pianeta Arrakis, abitato dai Fremen e chiamato da loro Dune. Pubblicato nel 1965, il lavoro di Herbert è considerato uno dei libri più influenti del XX secolo ed è stato fonte di ispirazione per molti film. "Ho scoperto il libro quando ero adolescente e sono rimasto totalmente affascinato dalla sua poesia e dal suo modo di parlare della natura, la vera protagonista della storia", ha sottolineato Villeneuve. "All'epoca, studiavo scienze ed ero indeciso su cosa fare da grande: il regista o il biologo. Improvvisamente, l'approccio di Herbert all'ecologia mi ha dato una nuova prospettiva, più potente e più ricca. Ha saputo magistralmente creare magnifici ecosistemi dal nulla. La sua esplorazione dell'impatto e del caos generato dal colonialismo era una metafora del XX secolo, valida ancora oggi. Ed è in tale contesto che ha ambientato la storia di un giovane alle prese con la sua identità e alla ricerca del proprio posto nel mondo, proprio come ero io allora".

"L'iniziazione di Paul avviene sullo sfondo di rivalità familiari, conflitti tribali, oppressione sociale e disastro ecologico su un pianeta austero", ha proseguito il regista. "Da quando faccio il regista, sognavo di adattare il lavoro di Herbert. Per me, è stata una vera sfida riuscire a individuare i misteri della trama, le debolezze dei personaggi e i loro punti di forza, così come tutte quelle caratteristiche che rendono accattivante una storia dalla vasta portata drammatica. Herbert è andato ben oltre la fantascienza e ha costruito anche un esemplare rapporto tra padre e figlio, che mi ha spinto a voler raccontare la vicenda dal punto di vista di ognuno dei componenti della famiglia Atreides, tutti chiamati ad affrontare il loro destino, sia psicologicamente sia politicamente. Herbert studiò storia e viaggiò per l'intero pianeta Terra: assistendo in prima persona a diversi eventi, prese ispirazione da essi pur ambientando il tutto in lande sconosciute e desertiche. Poi ci sono tantissimi altri aspetti dell'opera da non sottovalutare: la questione sociale, il rapporto madre-figlio, i forti personaggi femminili... seppur figlio degli anni Sessanta, il romanzo di Herbert trasuda un'incredibile modernità e urgenza, rivelandosi quasi senza tempo e visionario"

Leggi tuttoLeggi meno

Curiosità

COMMENTO DEL REGISTA

"Adattarsi o morire. Questo era il mio mantra durante la lavorazione di Dune. Il deserto ha i suoi modi per riportarti al tuo vero io, e liberarti dalle abitudini marce. Devi evolvere per sopravvivere all’esperienza. La realizzazione di questo film è la risposta a una vecchia chiamata, con radici più profonde di quanto immaginassi. Riguardava il destino, la fede e l’istinto, l’alienazione coloniale e il libero arbitrio. Ho parlato di Frank Herbert come il mio nuovo profeta, e del suo romanzo come la mia Bibbia. La natura era il mio Dio. Il silenzio, il mio Spirito Santo. I venti della realtà spostano le sabbie, scolpiscono nuovi paesaggi, cancellano i punti di riferimento: ho pregato per evitare di perdermi. Grazie a Frank, sono tornato vivo. Di ritorno dall’erg, faccio il gioco della profezia. Dune è stato sognato e approntato per l’esperienza cinematografica. Il grande schermo non è semplicemente un altro format, è il centro del linguaggio cinematografico. La forma originale. Quella che resisterà alla prova del tempo".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Dune è Denis Villeneuve, regista, sceneggiatore e montatore di origine francocanadese. Nato nel 1967 nel Québec, Villeneuve ha esordito nel 1998 con Un 32 août sur terre, opera presentata al Festival di Cannes nella sezione Un certain regard e amata in altri 35 festival cinematografici di tutto il… Vedi tutto

Commenti (6) vedi tutti

  • Secondo me un grande film. Sì, a volte calco la mano nella seguente mia recensione ma più passa il tempo e più questo film mi cresce dentro. Grandioso, maestoso, epico, sensazionale, prodigioso, oserei dire principesco e gigantesco.

    leggi la recensione completa di 79DetectiveNoir
  • Consigliato?! Per chi vuole qualcosa di nuovo e autorialmente fatto bene, allora sì. Anche perchè si preannuncia una nuova saga. Un po' come il Signore degli Anelli per intenderci.

    leggi la recensione completa di imperiormax89
  • Denis Villenueve si concentrata sulla prima parte del primo romanzo della saga di "Dune", mettendo in campo, come fece David Lynch a suo tempo, un cast di attori noti al pubblico. L'inizio è lento (serve, però, a presentare il giovane protagonista, i personaggi di contorno e gli antagonisti della vicenda); poi, arrivano i tradimenti e si combatte.

    leggi la recensione completa di Marco Poggi
  • Splendido, sia da punto di vista tecnico (costumi, paesaggi, fotografia, effetti speciali, musica) sia per la regia e la sceneggiatura che si prendono tutto il tempo per farci conoscere i vari personaggi e ci permettono di apprezzare la bellezza dei paesaggi e degli ambienti interni. Da vedere rigorosamente in sala.

    commento di mosez78
  • scespiriano

    commento di sfrisolo
  • Un kolossal generazionale.

    leggi la recensione completa di Malpaso
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

supadany di supadany
7 stelle

Gli immaginari condivisi e cristallizzati su larga scala, quelli che hanno segnato un determinato settore diventando una fonte di ispirazione - sia diretta, sia indiretta -, qualora vengano ripresi e aggiornati, presentano vantaggi e svantaggi, richiedendo di essere maneggiati con una cura estrema. Da una parte, le aspettative, inevitabilmente elevate, condizionano il giudizio e ogni scelta… leggi tutto

6 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

EightAndHalf di EightAndHalf
6 stelle

Penetrare nella mitologia di Dune immergendovisi come grossi vermoni che trasformano il deserto nell’oceano, in un modo lento e improvvisamente essenziale. Si potrebbe ritrovare in Dune il classico motivo di Villeneuve, un elogio dello svuotamento, un mito post-apocalittico, il senso di una leggenda ridotto a un sembiante nei suoi ultimi spasmi, un incubo post-colonialista di un uomo alla… leggi tutto

3 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

alan smithee di alan smithee
4 stelle

FESTIVAL DI VENEZIA 78 - FUORI CONCORSO Sul pianeta di Arrakis, conosciuto anche come Dune per la  presenza di un infinito ed inospitale deserto ondivago di sabbie poco favorevole alla vita umana ed animale, oltre la "spezia" c'è di più. Lo comprende a fine film il nostro Paul Atreides che in questa sontuosa versione firmata Villeneuve assume una figura messianica che… leggi tutto

3 recensioni negative

2021
2021

Recensione

79DetectiveNoir di 79DetectiveNoir
7 stelle

  Ebbene, presentato in pompa magna, con tanto d’interminabile e fastoso red carpet maestoso, nella sezione Fuori Concorso alla 78.a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, è finalmente uscito nelle sale nostre italiane, precisamente nel giorno di giovedì 16 settembre dell’anno ovviamente corrente, il magniloquente ma forse non del…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

Barkilphedro di Barkilphedro
1 stelle

Quanto impegno e dispiegamento di mezzi per un filmetto! La solita storia di scontri tra "mondi" mascherata da una patina da film d'autore. La maggior parte delle saghe per me non sono narrativamente interessanti, specialmente quelle fantasy, dove tutti i nodi narrativi vengono risolti grazie a sogni, previsioni, predizioni, persone col terzo occhio etc.. etc.. Villeneuve non si discosta da…

leggi tutto

Recensione

imperiormax89 di imperiormax89
8 stelle

FINALMENTE, dopo circa sessant'anni, è arrivata una trasposizione del capolavoro letterario di Frank Herbert che mette d'accordo critica e pubblico in maniera più positiva che negativa. Nulla da ridire sulla versione di David Lynch del 1984, tecnicamente ben fatto nelle musiche, scenografie, effetti speciali e nella messinscena delle parti oniriche come il regista ben sa' fare, ma…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

YellowBastard di YellowBastard
6 stelle

Portare al cinema un racconto come Dune non è certo una cosa semplice. E trasportare su schermo le pagine scritte da Frank Herbert divenute negli anni un classico intramontabile della fantascienza, senza contare in passato del tentativo fallito di una prima trasposizione ad opera di Alejandro Jodorowsky (come documentato dal regista Frank Pavich nel recente Jodorowsky’s Dune) e il…

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti

Recensione

Marco Poggi di Marco Poggi
7 stelle

Il regista francese Denis Villenueve non ha fretta di raccontare e si concentrata sulla prima parte del primo romanzo della saga di "Dune", scritto da Frank Herbert mettendo in campo, come fece David Lynch a suo tempo, un cast di attori noti al pubblico. L'inizio è lento (serve, però, a  presentare il giovane protagonista, i personaggi di contorno e gli antagonisti della…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

Malpaso di Malpaso
9 stelle

La recensione che segue la trovate anche sul mio blog.   Non è semplice raccontare il Dune di Denis Villeneuve. Tralasciando il discorso sull’odissea produttiva del titolo, che già può far intuire le dimensioni ed annesse difficoltà di un progetto di tale portata, l’opera in sé non si presenta esclusivamente come un grande…

leggi tutto
Recensione
Utile per 8 utenti

Recensione

obyone di obyone
7 stelle

    Di “Dune”, ormai, sappiamo tutto. Da quando sono trapelate le prime indiscrezioni di una possibile nuova realise del regista canadese Denis Villeneuve gli articoli si sono moltiplicati in tutta la rete. Opera dello scrittore americano Frank Herbert che ne pubblicò un’edizione a puntate dal 1963 al 1965 sul pulp magazine "Analog", fu editata in un unico…

leggi tutto

Recensione

Tex Murphy di Tex Murphy
4 stelle

Eccitante come l'episodio pilota di una serie (pallosa) su Dune, in confronto il Dune di Lynch è un capolavoro. Mi dispiace molto che Denis Villeneuve, regista che amo, abbia preso il triste filone dei remake fantascientifici di cult movie anni 80, primo perchè sono semplicemente inarrivabili (Blade Runner su tutti), e secondo perchè non sono nemmeno potabili (i suoi…

leggi tutto
Recensione

Recensione

supadany di supadany
7 stelle

Gli immaginari condivisi e cristallizzati su larga scala, quelli che hanno segnato un determinato settore diventando una fonte di ispirazione - sia diretta, sia indiretta -, qualora vengano ripresi e aggiornati, presentano vantaggi e svantaggi, richiedendo di essere maneggiati con una cura estrema. Da una parte, le aspettative, inevitabilmente elevate, condizionano il giudizio e ogni scelta…

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 13 settembre 2021

Recensione

EightAndHalf di EightAndHalf
6 stelle

Penetrare nella mitologia di Dune immergendovisi come grossi vermoni che trasformano il deserto nell’oceano, in un modo lento e improvvisamente essenziale. Si potrebbe ritrovare in Dune il classico motivo di Villeneuve, un elogio dello svuotamento, un mito post-apocalittico, il senso di una leggenda ridotto a un sembiante nei suoi ultimi spasmi, un incubo post-colonialista di un uomo alla…

leggi tutto

Recensione

port cros di port cros
5 stelle

  78ma MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA 2021 – FUORI CONCORSO   Cellulari obbligatoriamente spenti e impacchettati per la prima veneziana del remake di Denis Villeneuve del classico della fantascienza già portato sullo schermo nel 1984, opera che si contraddistingue negativamente per essere l'unico film di David Lynch che io non abbia adorato. Ero abbastanza curioso…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti

Recensione

alan smithee di alan smithee
4 stelle

FESTIVAL DI VENEZIA 78 - FUORI CONCORSO Sul pianeta di Arrakis, conosciuto anche come Dune per la  presenza di un infinito ed inospitale deserto ondivago di sabbie poco favorevole alla vita umana ed animale, oltre la "spezia" c'è di più. Lo comprende a fine film il nostro Paul Atreides che in questa sontuosa versione firmata Villeneuve assume una figura messianica che…

leggi tutto
Venezia 2021: Giorno 3

Venezia 2021: Giorno 3

Tocca oggi a un altro film italiano tenere alta la bandiera di casa nostra alla  78ma Mostra del Cinema di Venezia: si tratta dell’ultimo lavoro… segue

Post
locandina
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito