Espandi menu
cerca
Freaks Out

Regia di Gabriele Mainetti vedi scheda film

Recensioni

L'autore

alan smithee

alan smithee

Iscritto dal 6 maggio 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 287
  • Post 192
  • Recensioni 5349
  • Playlist 21
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Freaks Out

di alan smithee
5 stelle

scena

Freaks Out (2021): scena

FESTIVAL DI VENEZIA 78 - CONCORSO

 Roma 1943. L'Italia è in mano ai tedeschi e le deportazioni di ebrei, persone con handicap e altre categorie considerate non omologabili, era all'ordine del giorno.

Un piccolo circo portato avanti da un paterno titolare di origini ebree, non smette di incantare il suo sparuto pubblico grazie alle doti singolari dei suoi quattro saltimbanchi, dotati di poteri degni dei mutanti della Marvel.

Quando il titolare propone al gruppo di partire per le Americhe, riuscendoli a convincere e si offre di andare ad organizzare il viaggio raccogliendo tutti i risparmi accumulati dai quattro individui, ecco che poi non fa più ritorno, lasciando sconcertati i dipendenti, oltre che in balia dei bombardamenti e delle razzie ariane perpetrate sulla popolazione.

Claudio Santamaria, Pietro Castellitto, Aurora Giovinazzo

Freaks Out (2021): Claudio Santamaria, Pietro Castellitto, Aurora Giovinazzo

Pietro Castellitto, Giorgio Tirabassi, Aurora Giovinazzo, Claudio Santamaria, Giancarlo Martini

Freaks Out (2021): Pietro Castellitto, Giorgio Tirabassi, Aurora Giovinazzo, Claudio Santamaria, Giancarlo Martini

Temevo parecchio questo ambizioso progetto che ha occupato per anni il volonteroso e coraggioso Mainetti in questa sua seconda prova inevitabilmente d'appello.

Sognavo atmosfere poetiche e fantasy alla Jeunet (et Caro, bien-sûr), ma più che altro mi sembra di trovarci di fronte ad una riproposizione degli X-Men de noantri, in cui Mainetti gioca al Brian Singer, più che al Tod Browning a cui invitava a pensare già solo il titolo.

Non siamo, intendiamoci, di fronte ad un film brutto od imbarazzante, ma la tentazione di trovarci in mezzo ad un progetto riuscito a metà invece molto.

Tecnicamente sorretto da scene anche sontuose ed impressionanti (il bombardamento iniziale col crollo del campanile) e la scena di apertura, si distinguono per la maestria e il senso scenico, oltre che poetico, con cui sono concepite.

Pietro Castellitto, Claudio Santamaria

Freaks Out (2021): Pietro Castellitto, Claudio Santamaria

Claudio Santamaria, Pietro Castellitto, Giancarlo Martini

Freaks Out (2021): Claudio Santamaria, Pietro Castellitto, Giancarlo Martini

Poi la storia corre per la sua strada, tra nazisti e partigiani, supereroi problematici che pare di trovarci in una produzione di Salvatores del suo Ragazzo Invisibile.

Volere con coraggio e potere solo in parte, con molte ambizioni rimaste un po' appiccicate alle intenzioni (il viaggio nel tempo dei cellulari) per l'eccessivo sovraccarico di materia che crea accumulo e disordine.

Insomma tanto di cappello per il coraggio ed il gran lavoro, per il cast piuttosto all'altezza (penso a Santamaria in versione Chewbecca, a Castellitto jr e gli insetti, alla Giovinazzo che pare La Fenice, a Tiranasdi che convince a prescindere), ma Freaks Out pare più un film alieno che un prodotto destinato ad aprirci le porte del mercato senza confini geografici.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati