Espandi menu
cerca

Qui rido io

play

Regia di Mario Martone

Con Toni Servillo, Maria Nazionale, Cristiana Dell'Anna, Antonia Truppo, Eduardo Scarpetta, Paolo Pierobon, Lino Musella, Roberto De Francesco... Vedi cast completo

Guardalo su
  • Prime Video
  • Prime Video
  • Tim Vision
  • Prime Video
In STREAMING

Trama

L'attore e commediografo Eduardo Scarpetta sarà considerato il re dei comici napoletani. Padre naturale di Titina, Eduardo e Peppino De Filippo, dedica tutta la sua vita al teatro, realizzando opere che diventeranno dei classici intramontabili, come Miseria e Nobiltà. Otterrà straordinari successi e sarà anche protagonista di una celebre disputa con Gabriele D'Annunzio per Il figlio di Iorio, parodia dell'opera del Vate, che sarà oggetto di un memorabile processo.

Curiosità

COMMENTO DEL REGISTA

"Per tutta la vita il grande Eduardo De Filippo non volle mai parlare di Scarpetta come padre ma solo come autore teatrale. Quando suo fratello Peppino lo ritrasse spietatamente in un libro autobiografico, Eduardo gli levò il saluto per sempre. Venne intervistato poco tempo prima di morire da un amico scrittore: “Ormai siamo vecchi, è il momento di poterne parlare: Scarpetta era un padre severo o un padre cattivo?”. La risposta fu ancora sempre e solo questa: “Era un grande attore”. Qui rido io è l’immaginario romanzo di Eduardo Scarpetta e della sua tribù".

Commenti (11) vedi tutti

  • A mio avviso un film di rara bruttezza. A parte Servillo che è a dir poco superbo, il film è una sorta di sceneggiata, condita con le peggiori macchiette del teatro popolare da me tanto detestato. Non c'è un solo attore che sembri autentico, sono tutte forzate rappresentazioni di un teatro che strappa le risate con i giochi di parole.

    commento di Bojack
  • Opera di grande qualità. Curatissima nei costumi e nelle scenografie. Ottimamente interpretata soprattutto dal più istrionico dei nostri attori. Ben sceneggiata rende appieno l'ambientazione partenopea. Pienamente godibile però solo dai napoletani. Gli altri sono un po' troppo distratti a leggere.

    commento di bombo1
  • Mario Martone rende con questo “Qui rido io” un sentito, ma non per ciò accomodante, omaggio a Eduardo Scarpetta, e più in generale al teatro e all'arte tutta. Un film magnificamente realizzato sotto tutti i punti di vista che merita assolutamente una visione.

    leggi la recensione completa di marcopolo30
  • Ottima scenografia e recitazione (direi tutti).Scarpetta ha avuto una vita sentimentale molto movimentata,ma il regista punta tutto sulla parte artistica del grande commediografo.

    commento di ezio
  • Biopic su Edoardo Scarpetta. Notevole opera di Martone. Cast strepitoso

    leggi la recensione completa di Furetto60
  • Martone dipinge un ritratto di una Napoli d'epoca fiera, vitale e nostalgica servendosi di un Servillo in stato di grazia.Il suo Scarpetta è un uomo che tra voluttà e pantagruelismi vari si muove nel palcoscenico teatrale come metafora della vita...

    commento di GIMON 82
  • Gran film! Martone è riuscito a far respirare l'atmosfera del vero teatro napoletano: sembra quasi di sentire il profumo del legno del teatro. Servillo immenso, una delle sue migliori interpretazioni. Gli altri attori uno più bravo dell'altro. Fotografia e colonna sonora perfette. Per me un vero capolavoro. Da non perdere.

    commento di living11
  • "Qui rido io" vive sulla tesi che a teatro tutto può essere rappresentato perché la vita stessa finisce spesso per essere una parodia di cosa si vorrebbe essere e non si è. Martone continua la sua opera di mescolanza tra cinema e teatro, usando un linguaggio che li armonizza in un linguaggio che compete ad entrambi. Film di attori, innanzitutto

    commento di Peppe Comune
  • La musica accompagna la recitazione per tutto il film, un legame verace come da tradizione napoletana. Attori bravissimi, su di tutti Toni Servillo. Un film per tutti ma che un napoletano riesce ad apprezzare di più. Voto 8/10

    commento di Monfr
  • E' la storia del testimone che Scarpetta ha lasciato ai posteri, il ricordo della sua arte, delle sue innovazioni, i figli celebri, una sentenza che ha fatto storia, e un film che non smette di cantare, fino all’ultimo titolo di coda.

    leggi la recensione completa di yume
  • Seppur Servillo sia un grande attore, sia napoletano, sia consapevole, in questo ruolo risulta un pò auto-compiacente, così come il film che viene letto come grande omaggio a una Napoli ottocentesca, che da Pulcinella in poi è foriera di recitazione nei secoli dei secoli. AMEN. Ormai litania nota, anche in ciò vi si scorge un aspetto di plagio

    leggi la recensione completa di gaiart
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

steno79 di steno79
8 stelle

Mario Martone torna al bio-pic dopo i buoni risultati ottenuti con "Il giovane favoloso", ma stavolta gioca in casa, a Napoli, e il film, oltre ad essere una biografia comunque non agiografica di Eduardo Scarpetta, rappresenta un sentito omaggio alla cultura napoletana. Scarpetta é ritratto dal punto di vista professionale con la rappresentazione di alcune scene tratte da "Miseria e… leggi tutto

11 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

gaiart di gaiart
5 stelle

Seppur Servillo sia un grande attore, sia napoletano, sia consapevole, in questo ruolo risulta un pò auto-compiacente, così come il film che viene letto come grande omaggio a una Napoli ottocentesca, che da Pulcinella in poi è foriera di recitazione nei secoli dei secoli. AMEN.   Ormai litania nota, anche in ciò vi si scorge un aspetto di plagio innazitutto… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

lamettrie di lamettrie
4 stelle

Noioso. Lunghissimo, due ore un quarto per un film che ha sì tanti pregi, che però vengono superati dai difetti. I pregi sono almeno quattro, non pochi. Primo, la consueta calligrafia e la ricostruzione storica di Martone, che si riversa anche in costumi, degno omaggio alla grande sartoria napoletana, e le scenografie. Secondo: la recitazione, ottima da parte di tutti. Terzo:… leggi tutto

1 recensioni negative

2022
2022

Recensione

lamettrie di lamettrie
4 stelle

Noioso. Lunghissimo, due ore un quarto per un film che ha sì tanti pregi, che però vengono superati dai difetti. I pregi sono almeno quattro, non pochi. Primo, la consueta calligrafia e la ricostruzione storica di Martone, che si riversa anche in costumi, degno omaggio alla grande sartoria napoletana, e le scenografie. Secondo: la recitazione, ottima da parte di tutti. Terzo:…

leggi tutto
Recensione

Recensione

marcopolo30 di marcopolo30
10 stelle

Prendere due piccioni con una fava non è mai stata impresa facile, si sa. Per nessuno. Mai. Da nessuna parte. Che tale eccezionale risultato balistico riesca però a qualcuno nel cinema italiano odierno, con tutte le difficoltà extra del momento, è a dir poco straordinario. Eppure ci è ben riuscito Mario Martone con il suo ultimo lavoro “Qui rido…

leggi tutto

Recensione

hallorann di hallorann
8 stelle

La tua libertà passa dalle tavole del palcoscenico è la battuta chiave con cui Eduardo De Filippo placa il fratello Peppino e lo introduce alla vita nell’arte e l’arte alla vita. Sono questi due giganti del teatro (e non solo), ritratti da bambini e testimoni oculari del padre capo-comico Eduardo Scarpetta (interpretato con misura da Toni Servillo) a restare nella…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti

Recensione

Furetto60 di Furetto60
8 stelle

Quando ero un ragazzino, mi capitava spesso di recarmi a Via Palizzi, ove abitava un vecchio zio. Non conoscendo ancora nulla del teatro, non capivo il senso di quella scritta a caratteri cubitali che campeggiava sulla parete di quel grosso edificio:” Qui rido io” tuttavia ero molto impressionato e incuriosito, chiedevo lumi ai miei genitori, i quali mi liquidavano…

leggi tutto

Recensione

mm40 di mm40
5 stelle

All'inizio del Novecento il commediografo e attore napoletano Eduardo Scarpetta, forte di un grande successo popolare, decide di mettere in scena una parodia de La figlia di Iorio, di Gabriele D'Annunzio. Sottopone così al Vate, recandosi di persona da lui, il testo del suo Il figlio di Iorio; D'Annunzio ridacchia, ma non fornisce alcun assenso esplicito alla messa in scena. Quando…

leggi tutto
Recensione

Recensione

OliviaMartinez di OliviaMartinez
10 stelle

Si l'ho saputo anch'io che il grande pubblico non l'ha gradito. Che vuoi farci. Io l'ho visto de volte. Ma non disperare, lo vedrai quando torneranno a distribuirlo perchè avrà vinto l'Oscar. E anche più di uno. Perchè se non assegnano l'Oscar a questo film significa che la giuria che gli assegna è formata da incompetenti o da venduti.  

leggi tutto
Recensione
2021
2021

Best 2021

BobtheHeat di BobtheHeat

Solo per memorizzare.   Nessun consiglio, ognuno ha la propria sensibilità, i propri gusti ed attori e registi del cuore.    Conosco persone rispettabilissime che non amano per nulla Tony…

leggi tutto

Recensione

galaverna di galaverna
8 stelle

Che bella sorpresa questo film di Mario Martone, un appassionato omaggio alla tradizione teatrale napoletana e ad uno dei suoi massimi esponenti, quell'Edoardo Scarpetta che fu capostipite di una famiglia allargata di cui erano parte integrante, seppure non ufficialmente riconosciuti, anche i fratelli De Filippo. Grazie ad una magistrale interpretazione di Toni Servillo che si trova a pieno agio…

leggi tutto

Draghi,Sindaco?Magari!!

videodrim72 di videodrim72

Osservando,con tristezza,lo sfacelo della città di Roma, mi sono chiesto perché non candidare proprio Mario Draghi come Sindaco? Già perché i mali che affliggono la Capitale, non riguardano…

leggi tutto

Recensione

Antisistema di Antisistema
8 stelle

Il teatro di Napoli non è solo il mero palcoscenico, ma l'intera città, tramite la quale Mario Martone esprime la sua visione del presente rifacendosi al passato, di cui il regista da molti decenni si propone come custode della sua memoria storica.  Aprendosi con i filmati in bianco e nero dei fratelli Lumiere, che ripresero scorci della città partenopea ad inizio 900',…

leggi tutto

Recensione

yume di yume
9 stelle

Se è vero come è vero, che “missione dell’arte è fissare il fuggevole dell’esistenza”, (Ricciotto Canudo in Reflections sur le septiéme art, 1927) il cinema, settima arte, prosegue instancabile la sua missione e con Qui rido io l’assolve egregiamente. Sullo schermo del “cinematografo”, quel nuovo diabolico strumento che…

leggi tutto

Recensione

steno79 di steno79
8 stelle

Mario Martone torna al bio-pic dopo i buoni risultati ottenuti con "Il giovane favoloso", ma stavolta gioca in casa, a Napoli, e il film, oltre ad essere una biografia comunque non agiografica di Eduardo Scarpetta, rappresenta un sentito omaggio alla cultura napoletana. Scarpetta é ritratto dal punto di vista professionale con la rappresentazione di alcune scene tratte da "Miseria e…

leggi tutto

Recensione

barabbovich di barabbovich
7 stelle

C'è Martone all'ennesima potenza in Qui rido io. C'è Napoli (Morte di un matematico napoletano, L'amore molesto, Capri-Revolution), ci sono la storia (Noi credevamo) e il racconto biografico (Il giovane favoloso), c'è il teatro (Teatro di guerra) e i copioni di Eduardo De Filippo (Il sindaco del Rione Sanità), così come ci sono gli attori di tanti suoi film…

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito