Espandi menu
cerca
VENEZIA 76: LA CARTA VINCENTE DEL JOKER
di alan smithee ultimo aggiornamento
post
creato il

L'autore

alan smithee

alan smithee

Iscritto dal 6 maggio 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 316
  • Post 214
  • Recensioni 6387
  • Playlist 21
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

Siamo arrivati al termine anche di questa interessante edizione festivaliera, conclusasi ieri sera, sabato 7 settembre, con una premiazione dai risultati molto più assennati e condivisibili di quanto si sarebbe potuto aspettarci, soprattutto a seguito delle infuocate polemiche divampate nei primi giorni, ad inizio festival, a causa delle molto avventate dichiarazioni a bruciapelo del Presidente della Giuria, Lucretia Martel, inerenti "l'affaire Polanski", di cui sono certo note ai lettori le dinamiche. Un verdetto, quello trapelato dalla Giuria presieduta dalla cineasta argentina, che si è dimostrato tutt'altro che scontato, ma anzi in grado di stupirci, forte della sua assai coerente plausibilita', caratteristica che pareva potesse essere impossibile da raggiungere con un team diretto da una cineasta (di per sé straodinaria, per quanto mi riguarda) così determinata nelle sue posizioni talvolta a circolo chiuso ed inequivocabili.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

I due film beneficiati dei riconoscimenti più ambiti, tra l'altro - cosa rara e tutt'altro che scontata in un festival - sono gli unici ad aver entusiasmato in modo pressoché unanime tutto lo stuolo di critica ufficiale, italiana e straniera, presente quest'anno al Lido. Contento pure per la Coppa Volpi a Luca Marinelli, protagonista straordinario di Martin Eden di Pietro Marcello, e per la premiazione di Ariane Ascaride quale miglior attrice, esemplare nel suo ruolo di madre e nonna popolana travolta dagli eventi, anche stavolta pur in un film puerile e davvero non riuscito del pur lodevole autore marsigliese Robert Guédiguian.

Sono soddisfatto, inoltre, del fatto che due film generalmente osteggiati o snobbati dalla critica, come l'audace e bizzarro anime No. 7 Cherry Lane dell'estroso cinese Yonfan e About endlessness del ritroso e sarcastico Roy Andersson, abbiano ottenuto ognuno un importante riconoscimento. Non sono sicuro che, per entrambi, il premio ricevuto sia quello più appropriato, ma tant'è.... Peccato infine che l'ottimo adattamento dell'omonimo romanzo di John Maxwell Coetzee, "Waiting for the barbarians" del talentuoso regista colombiano Ciro Guerra, sia stato completamente ignorato. Per quel che mi riguarda, troverete il suo film nella classifica personale qui sotto riprodotta, in ottima posizione.

Posto inoltre che, personalmente, avrei invertito i due premi maggiori, assegnati a Joker di Todd Phillips e J'accuse di Roman Polanski, l'edizione del Concorso nr. 76 si è rivelata complessivamente più debole, a livello qualitativo, rispetto alla precedente, mentre registro un incremento qualitativo rimarchevole in capo ad alcune sezioni collaterali, come le GIORNATE DEGLI AUTORI di Giorgio Gosetti e Marina Fabbri, e soprattutto ORIZZONTI, beneficiato quest'anno di una manciata di film eccezionali (cito i premiati White on white, Atlantis, ma pure The criminal man e Giants Being Lonely) . Ho visionato in tutto, se ho contato correttamente, 64 film, inclusi alcuni stupendi restauri e senza contare un paio di cortometraggi. Sono quelli elencati qui sotto, contraddistinti per sezione e presentati seguendo il mio personale gradimento, dal più bello al meno apprezzato.

Potrete accedere alle recensioni (anche se ne mancano ancora alcune, ma le notti quasi insonni trascorse a scrivere sono bastate solo in parte a riuscire a tener testa ad una media, massacrante, ma ancora alla mia portata, di quasi 6 film al giorno), come sempre cliccando sui titoli interessati. Buona lettura.

VENEZIA 76: TEMPO DI CLASSIFICHE: *CONCORSO

-J'ACCUSE di Roman Polanski 9

-WAITING FOR THE BARBARIANS di Ciro Guerra 8.5

-AD ASTRA di James Gray 8

-ABOUT ENDLESSNESS di Roy Anderson   8

-NO. 7 CHERRY LANE di Yonfan 8

-JOKER di Todd Philips 7

-MARTIN EDEN di Pietro Marcello 7

-IL SINDACO DEL RIONE SANITÀ di Mario Martone 7

-THE LAUNDROMAT di Steven Soderbergh 7

-LA VERITÉ di Hirokazu Kore-eda 6

-MARRIAGE STORY di Noah Baumbach 6

-SATURDAY FICTION di Lou Ye 6

-LA MAFIA NON È PIÙ COME QUELLA DI UNA VOLTA di Franco Maresco 5

-BABYTEETH di Shannon Murphy 5

-A HERDADE di Tiago Guedes 5

-WASP NETWORK di Olivier Assayas 5

-GLORIA MUNDI di Robert Guédiguian 4

-GUEST OF HONOUR di Atom Egoyan 4

-THE PAINTED BIRD di Vaclav Marhoul 4

-EMA di Pablo Larrain 4

-THE PERFECT CANDIDATE, di Haifaa Al-Mansour 3

*ORIZZONTI

-WHITE ON WHITE di Theo Court 8

-ATLANTIS di Valentyn Vasyanovych 7.5

-GIANTS BEING LONELY di Grear Patterson 7

-MADRE di Rodrigo Soroyes 7

-THE CRIMINAL MAN di Dmitry Mamulya 7

-JUST 6.5 di Saeed Roustaee 7

-ZUMIRIKI di Oskar Alegria 7

-UN FILS di Mehdi M. Bersaoui 6

-BALLOON di Pema Tseden 6

-SOLE di Carlo Sironi 6

-RIALTO di Peter Mackie Burns 6

-REVENIR di Jessica Palud 6

-VERDICT di Raymund Ribay Gutierrez 6

-MES JOURS DE GLOIRE di Antoine de Bary 5

-MOFFIE di Oliver Hermanus 5

-PELICAN BLOOD di Katrin Gebbe 3

*SCONFINI

-LES EPOUVANTAILS di Nouri Bouzid 6

-AMERICAN SKIN di Nate Parker 4

*GIORNATE DEGLI AUTORI

-THEY SAY NOTHING STAYS THE SAME di Joe Odagiri 8.5

-LA LLORONA di Jayro Bustamante 8

-SEULES LES BETES di Dominik Moll 7

-YOU WILL DIE AT 20 di Amjad Abu Alala

-THE LONG WALK di Mattie Do 6

-LES CHEVAUX VOYAGEURS di Bartabas

5

-LINGUA FRANCA di Isabel Sandoval 5

-BEWARE OF CHILDREN di Dag Johan Haugeeud 4

-5 È IL NUMERO PERFETTO di Igort 4

-MIO FRATELLO RINCORRE I DINOSAURI

*CLASSICI RESTAURATI

-FRANCISCA di Manoel de Oliveira 10

-GOODBYE DRAGON INN di Tsai Ming Liang 10

-ESTASI

-SODRASBAN (NELLA CORRENTE) di Istvan Gaal 8

-CRASH di David Cronenberg 8

-VIBURNO ROSSO di Vasiky Shukshin 7

*SETTIMANA DELLA CRITICA

-ALL THIS VICTORY di Ahmad Ghossein 7

-PASSATEMPO di Gianni Amelio 7

-SCALES di Shahad Ameen 6

-FERINE di Andrea Corsini 5

*FUORI CONCORSO

-ADULTS IN THE ROOM di Costa Gavras 7

-IRREVERSIBLE - Inversion intégrale di Gaspar Noé 7

-ZEROZEROZERO di Stefano Sollima 7

-TUTTO IL MIO FOLLE AMORE di Gabriele Salvatores 6

-THE KING di David Michod 5

-MOSUL di Matthew Michaeel Carnahan 5

-VIVERE di Francesca Archibugi 4

-THE BURNT ORANGE HERESY di Giuseppe Capotondi 4

-SEBERG di Benedict Andrews 4

 

 

P.S.:Interessantissima è stata quest'anno la rassegna dedicata ai film restaurati e fuori concorso; tra quelli visti, in tre occasioni è stato davvero una bella esperienza avere in sala i relativi interpreti e autori. Eccovi qualche esempio:

 L'immagine può contenere: 2 persone, persone che sorridono

David Cronenberg alla presentazione di Crash restaurato.

L'immagine può contenere: 9 persone, persone che sorridono, persone sedute

Tsai Ming Liang e Lee Kang-sheng alla presentazione di GoodBye Dragon Inn restaurato

L'immagine può contenere: 7 persone

CASSEL/NOE/BELLUCCI  alla presentazione di Irréversible - Inversion Intégrale 

 

Ti è stato utile questo post? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati