Trama

A Marsiglia, una famiglia si riunisce per la nascita della piccola Gloria. Nonostante la gioia, per tutti sono tempi difficili. Tuttavia, l'uscita dal carcere del nonno Daniel potrebbe rivelarsi salvifica quando il già precario equilibrio della famiglia viene minato da un duro colpo del destino.

Approfondimento

GLORIA MUNDI: I DANNI DEL NEOCAPITALISMO

Diretto da Robert Guédiguian e sceneggiato dallo stesso con Serge Valletti, Gloria Mundi racconta la storia di Daniel, un uomo che esce dalla prigione dove ha trascorso molti anni della sua esistenza e fa ritorno a Marsiglia. Qui, l'ex moglie Sylvie gli comunica di essere diventato nonno: la figlia Mathilda ha appena dato alla luce la piccola Gloria. Il tempo che è passato ha però minato le relazioni, ognuno ha portato avanti la proprie vita o si è reinventato del tutto. Andando a conoscere la piccola, Daniel si ritrova davanti a una famiglia che lotta con tutti i mezzi possibili per restare in piedi. Quando poi un colpo del destino spezza il già fragile equilibrio, Daniel - che non ha nulla da perdere - farà di tutto per aiutarla.

Con la direzione della fotografia di Pierre Milon, le scenografie di Michel Vandestien, i costumi di Anne-Marie Giacalone e le musiche di Michel Petrossian, Gloria Mundi è stato così presentato dal regista in occasione della partecipazione in concorso al Festival di Venezia 2019: "Parafrasando Marx: ovunque regni, il neocapitalismo ha schiacciato relazioni fraterne, amichevoli e solidali, e non ha lasciato altro legame tra le persone, se non il freddo interesse e il denaro, annegando tutti i nostri sogni nelle gelide acque del calcolo egoistico. Ecco cosa vuole dimostrare questo crudele racconto sociale attraverso la storia di una famiglia ricostituita, fragile come un castello di carte. Ho sempre pensato che il cinema dovrebbe commuoverci, a volte donandoci un esempio del mondo come potrebbe essere, altre volte mostrandoci il mondo così com'è. In breve, abbiamo bisogno sia di commedie sia di tragedie per continuare a mettere in discussione il nostro stile di vita. E dobbiamo continuare a interrogarci più che mai in questi tempi difficili, per non soccombere all'illusione che ci sia qualcosa di naturale nelle società in cui viviamo".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Gloria Mundi è Robert Guédiguian, regista e sceneggiatore francese di origine armena. Nato a Marsiglia nel 1953, Guédigian sin da giovane si è interessato alle questioni politiche e aveva appena cominciato a studiare Sociologia all'Università di Aix-en-Provence quando l'incontro con la futura moglie… Vedi tutto

Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

supadany di supadany
5 stelle

Venezia 76 – Concorso. Un clima familiare non sgorga dalla sera alla mattina, ha bisogno di tempo e cure amorevoli per attecchire e germogliare. Nel caso del cinema del regista francese Robert Guédiguian, la complicità con i suoi tre interpreti feticci - sua moglie Ariane Ascaride, Jean-Pierre Darroussin e Gérard Meylan -, che convoca ripetutamente da decenni, ha… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

alan smithee di alan smithee
4 stelle

VENEZIA 76 - CONCORSO La famiglia dei legami di vita, più che di sangue, per Guédiguiam è sempre la stessa, ma sempre un po' diversa in ogni capitolo della sua ormai puntuale saga cinematografica proletaria marsigliese. Saga di una famiglia anche cinematografica che ha avuto momenti felicissimi con un'apice sopraggiunto con Le nevi del Kilimangiaro, andandosi un po' a… leggi tutto

1 recensioni negative

2019
2019

Venezia 76

obyone di obyone

E anche quest'anno è finita. Prima che i leoni vengano assegnati meglio spendere due parole e dare le proprie indicazioni sui film. Non è stata un'edizione esaltante, per quel che ho visto, ma la mia…

leggi tutto

Recensione

supadany di supadany
5 stelle

Venezia 76 – Concorso. Un clima familiare non sgorga dalla sera alla mattina, ha bisogno di tempo e cure amorevoli per attecchire e germogliare. Nel caso del cinema del regista francese Robert Guédiguian, la complicità con i suoi tre interpreti feticci - sua moglie Ariane Ascaride, Jean-Pierre Darroussin e Gérard Meylan -, che convoca ripetutamente da decenni, ha…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti

Recensione

alan smithee di alan smithee
4 stelle

VENEZIA 76 - CONCORSO La famiglia dei legami di vita, più che di sangue, per Guédiguiam è sempre la stessa, ma sempre un po' diversa in ogni capitolo della sua ormai puntuale saga cinematografica proletaria marsigliese. Saga di una famiglia anche cinematografica che ha avuto momenti felicissimi con un'apice sopraggiunto con Le nevi del Kilimangiaro, andandosi un po' a…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Anaïs Demoustier, Robinson Stévenin
Foto
Venezia 2019: Giorno 8

Venezia 2019: Giorno 8

La 76.ma Mostra del Cinema di Venezia è quasi sulla linea del traguardo. Per garantire spazio ad altri titoli non in lotta per il Leone d'Oro, oggi… segue

Post
locandina
Foto
Ariane Ascaride, Anaïs Demoustier
Foto
Anaïs Demoustier
Foto
Anaïs Demoustier, Jean-Pierre Darroussin, Gérard Meylan, Lola Naymark, Grégoire Leprince-Ringuet, Robinson Stévenin
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito