Espandi menu
cerca
Joker

Regia di Todd Phillips vedi scheda film

Recensioni

L'autore

alan smithee

alan smithee

Iscritto dal 6 maggio 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 271
  • Post 174
  • Recensioni 4169
  • Playlist 21
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Joker

di alan smithee
7 stelle

locandina

Joker (2019): locandina

VENEZIA 76 - CONCORSO - LEONE D'ORO

"Spero che la mia morte abbia più senso della mia vita".

Dentro a questa frase tremenda, forte di un pessimismo assoluto di stampo leopardiano, è racchiuso il dramma senza fine che ha ridotto un ragazzo sfortunato, ingannato e deriso da tutti, fino a trasformarsi nella maschera ghignante del Joker, ovvero colui che diventerà il nemico più acerrimo di Batman, presso la metropoli devastata dalla violenza e dalla ribellione, come è Gotham City. Arthur ha vissuto soggiogato da continue menzogne e ha reagito dimenticando i traumi e le violenze - fisiche e morali - più truci alle quali è stato sottoposto da bambino.

Joaquin Phoenix

Joker (2019): Joaquin Phoenix

Joaquin Phoenix

Joker (2019): Joaquin Phoenix

Ostentando a tal fine, nei momenti di difficoltà, una reazione che gli provoca una incontrollabile risata nervosa, sforzata, innaturale, quasi impossibile da trattenere o controllare. Da bizzarro ma pacato clown di strada, il ragazzo finisce per imparare ad assaporare la soddisfazione della vendetta, iniziando a reagire con pari impeto alle violenze prima semplicemente sopportate: e imparando a trarre piacere dall'infliggere sanguinose e definitive punizioni a coloro che si prendono gioco di lui.

Joaquin Phoenix

Joker (2019): Joaquin Phoenix

Tre di costoro, yuppies del mondo della finanza, giustiziati in metro' da quel clown furente, attizzano inoltre una rivolta cittadina che diviene una sorta di lotta di classe, di rivendicazione anticapitalistica contro sperequazioni portate avanti cinicamente dalla base capitalistica e disumana che fa da motore all'economia cittadina e globale. Lo spin-off dedicato al più famoso vilain della DC Comics assieme a Lex Luthor, oltre ad essere scritto con grande meticolosità come un prequel prezioso atto a dar vita ad una nuova futura serie dedicata ad un eroe particolarmente fortunato al cinema quale è Batman, contestualizza, concepito così accuratamente come appare, un quadro socio-economico di grande ed allarmante attualità.

Joaquin Phoenix

Joker (2019): Joaquin Phoenix

Joaquin Phoenix

Joker (2019): Joaquin Phoenix

Ma la formula vincente di questo riuscito adattamento, oltre alla sceneggiatura ben scritta è la regia matura che trasforma un regista spigliato e furbo come Todd Philiph, anche piuttosto avvezzo o appiattito a crogiolarsi tra i successi della commedia ironica e cameratesca dai tratti rozzi e faciloni (la serie "Una notte da leoni" parla da sé), in un cineasta indirizzato verso una maturità che riesce finalmente ad esaltarne le doti.

Ma certo la vera fortuna di Joker è concentrata nel suo interprete: se il relativo ruolo ha sempre riservato chances di gloria ai celebri attori chiamati ad interpretare il pagliaccio disadattato e maligno (si pensi al Nicholson di Burton, ma pure al dannato Heat Ledger che grazie a lui divenne divo assuto e Premio Oscar postmortem), stavolta la scelta di un immenso (lo è davvero, non si tratta di un aggettivo buttato li per caso) Joaquim Phoenix, si rivela come l'elemento cardine per garantire entusiasmi e consensi unanimamente positivi sulla pellicola.

Joaquin Phoenix

Joker (2019): Joaquin Phoenix

L'affiancare a tale carismatico e un po' maledetto attore (fratello di River, che fece una tragica, prematura fine non dissimile alla tragedia che costò la vita a Heat Ledger, il Joker precedente di cui sopra), con il divo Robert De Niro in versione simil "Re per una notte", ma stavolta già famoso, si rivela un'altra carta vincente di questo buon adattamento.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati