Trama

L'Avana, inizio degli anni Novanta. René González, un pilota cubano, ruba un aereo e scappa da Cuba, lasciandosi alle spalle l'amata moglie Olga e la figlia. Inizia così una nuova vita a Miami. Altri disertori cubani seguono presto il suo esempio e danno poi vita a una rete di spionaggio. La missione del gruppo è quella di infiltrarsi nelle organizzazioni anti-Castro violente, responsabili degli attacchi terroristici sull'isola.

Approfondimento

WASP NETWORK: I FRATELLI IN SOCCORSO DI CUBA

Diretto e sceneggiato da Olivier Assayas, Wasp Network segue le vite sempre più complesse di un gruppo di dissidenti cubani dopo le inevitabili conseguenze economiche dovute al crollo dell'Unione Sovietica negli anni Novanta. La vicenda prende avvia nel dicembre del 1990 quando René Gonzalez, pilota di una compagnia aerea, ruba un velivolo e fugge da Cuba, nazione che sta collassando economicamente a causa della fine del comunismo sovietico. Dopo aver abbandonato la moglie Olga e la figlia, René vive a Miami ed è considerato un codardo e un traditore, sebbene nelle lettere a casa scriva di combattere per una Cuba più giusta e di essere un importante membro dell'organizzazione attivista Hermanos al Rescate (in italiano, Fratelli in soccorso). Insieme al compagno d'esilio e pilota Juan Pablo Roque, René diventa pian piano sempre più consapevole dei compromessi morali che gli Hermanos accettano per portare avanti il loro lavoro e di quanto la CIA sia coinvolta nel sostegno delle attività contro il regime di Fidel Castro.

Con la direzione della fotografia di Yorick Le Saux e Denis Lenoir, le scenografie di François-Renaud Labarthe, i costumi di Jürgen Doering e le musiche di Eduardo Cruz, Wasp Network è un thriller politico che, affondando nella realtà, approfondisce una pagina di Storia tristemente fraintesa. Tracciando i percorsi di diversi dissidenti cubani dagli anni Novanta in poi, fa luce su eventi di enorme importanza che aiutano a capire e comprendere meglio le moderne forme di terrorismo, commercio di droga e relazioni internazionali. Colpi di scena, intuizioni e personaggi ben delineati permettono ad Assayas di esplorare gli intricati modi in cui il privato e il politico si intreccino, portando alle volte verso un miglioramento e altre volte verso la rovina. Ha spiegato il regista in occasione della partecipazione in concorso al Festival di Venezia 2019: "La politica, come Shakespeare scrisse a proposito della vita, è un racconto narrato da uno stolto, pieno di rumore e furore, che non significa nulla. Ma è di questa passione che gli uomini vivono. E muoiono. I conflitti della Guerra Fredda hanno definito la mia generazione e delineato i contorni del presente. Le ceneri sono ancora accese e ci si può facilmente bruciare. Tuttavia, mi pare che oggi la distanza storica permetta di discuterne. Non certo con distacco, ma con la libertà e il rigore di un'analisi magnanima, seppur prudente. Senza farsi ingannare dalle maschere dell'ideologia. Mi interessa la storia moderna vista attraverso la lente della sua umanità, per come rivela nei suoi attori l'intima verità che definisce le azioni, la fede e gli errori. C'è un motivo per cui facciamo ciò che facciamo? Chi può essere giudice? Trascinati dalla ruota della storia, preda di demoni e illusioni, ma anche vittime di entrambi, gli attori nel dramma della politica sono nostri fratelli, così come noi siamo loro complici".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Wasp Network è Olivier Assayas, regista e sceneggiatore francese. Nato a Parigi nel 1955, Assayas ha mosso i primi passi come pittore e graphic designer prima di cominciare a realizzare cortometraggi e a lavorare come redattore per Cahiers du Cinema dal 1980 al 1985. Nel 1986 ha realizzato il suo primo… Vedi tutto

Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è negativa

supadany di supadany
4 stelle

Venezia 76 – Concorso. Sarà anche vero che mentire non è azione né buona né giusta ma, come in tutti i campi, esistono delle eccezioni alla regola. Infatti, la dedizione a una causa può costringere a dire il falso e conservare dei segreti, tranciando dei rapporti fondamentali per costruirne altri attraverso una facciata completamente dicotomica rispetto… leggi tutto

1 recensioni negative

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

alan smithee di alan smithee
5 stelle

VENEZIA 76 - CONCORSO Cuba 1990: con lo sfaldarsi dell'Urss, l'isola caraibica caposaldo del comunismo si ritrova senza risorse a causa dell'embargo Usa, col popolo alla fame. Un pilota dell'aviazione di nome Réné Gonzales lascia la moglie e ruba un aereo, e volando a bassa quota raggiunge Miami per chiedere asilo politico e collaborare con la CIA, divenendo in patria un simbolo… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

2019
2019

Venezia 76

obyone di obyone

E anche quest'anno è finita. Prima che i leoni vengano assegnati meglio spendere due parole e dare le proprie indicazioni sui film. Non è stata un'edizione esaltante, per quel che ho visto, ma la mia…

leggi tutto

Recensione

supadany di supadany
4 stelle

Venezia 76 – Concorso. Sarà anche vero che mentire non è azione né buona né giusta ma, come in tutti i campi, esistono delle eccezioni alla regola. Infatti, la dedizione a una causa può costringere a dire il falso e conservare dei segreti, tranciando dei rapporti fondamentali per costruirne altri attraverso una facciata completamente dicotomica rispetto…

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti

Recensione

alan smithee di alan smithee
5 stelle

VENEZIA 76 - CONCORSO Cuba 1990: con lo sfaldarsi dell'Urss, l'isola caraibica caposaldo del comunismo si ritrova senza risorse a causa dell'embargo Usa, col popolo alla fame. Un pilota dell'aviazione di nome Réné Gonzales lascia la moglie e ruba un aereo, e volando a bassa quota raggiunge Miami per chiedere asilo politico e collaborare con la CIA, divenendo in patria un simbolo…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
Venezia 2019: Giorno 4

Venezia 2019: Giorno 4

La 76ma Mostra del Cinema di Venezia, al suo quarto giorno, infrange un tabù: per la prima volta, un cinecomic è in concorso per il Leone… segue

Post
locandina
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito