Espandi menu
cerca
A Son

Regia di Mehdi Bersaoui vedi scheda film

Recensioni

L'autore

alan smithee

alan smithee

Iscritto dal 6 maggio 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 278
  • Post 180
  • Recensioni 4528
  • Playlist 21
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su A Son

di alan smithee
6 stelle

locandina

A Son (2019): locandina

VENEZIA 76 - ORIZZONTI Tunisia 2011: coppia francese di origini tunisine con figlio decenne al seguito, è in vacanza e trascorre in armonia quei sereni momenti di distensione prima di tornare alle responsabilità dei reciproci incarichi professionali. Un giorno, in viaggio nel deserto, i tre rimangono vittime di un attentato ordito dai ribelli della cosiddetta "primavera araba" ad una camionetta della polizia passata poco distante dalla loro rotta, ed il figlio viene ferito gravemente dalle raffiche di proiettili da cui viene investita la loro jeep.

Sami Bouajila, Najla ben Abdallah

A Son (2019): Sami Bouajila, Najla ben Abdallah

Trasportato al più vicino ospedale, il piccolo risulterà in condizioni critiche, col fegato spappolato, e bisognoso di un trapianto. A quel punto, come se non bastasse, una amara sorpresa giungerà nuovamente a mettere in ulteriore repentaglio il già naufragato equilibrio di quella famiglia fino a poche ore prima apparentemente perfetta. Opera prima in regia del montatore tunisino Mehdi Barsaoui, Un fils intreccia con sensibilità e buon piglio narrativo, tematiche svariate che, innestate in un periodo caldo dei conflitti che si svilupparono quasi un decennio orsono lungo tutto il Nord Africa, alternano il dramma degli affetti familiari traditi, a quello dell'urgenza ad intervenire per salvare un figlio morente, sino alla vergogna del traffico di organi.

Najla ben Abdallah, Sami Bouajila

A Son (2019): Najla ben Abdallah, Sami Bouajila

Sami Bouajila

A Son (2019): Sami Bouajila

Tematiche urgenti certo, ma anche rischiose se affastellate senza criterio o il giusto tatto narrativo, che tuttavia il film dimostra di padroneggiare, s acciando inutili approcci moralistici o fastidiosamente melodrammatici. Ottimo nel ruolo da protagonista, l'affidabile Sami Bouajila, affiancato dalla bella e dolce Najla ben Abdallah, nei panni della consorte che si trova di punto in bianco a serbare un segreto inconfessabile, riemerso a causa della grave situazione contingente.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati