Criminali da strapazzo, poliziotti imbranati, padri di famiglia in piena crisi di mezza età: sono questi gli uomini selvaggi - si fa per dire - dell’opera seconda del danese Thomas Daneskov, bizzarra favola vichinga in bilico costante tra il serio e il faceto, il gangster movie e la commedia nera, il character study e l’aguzza satira di costume.

scena
Wild Men - Fuga dalla civiltà (2021) scena

Il modello, nemmeno troppo dissimulato, è l’universo di delinquenti inetti e improvvisati inaugurato dai Coen (o, per restare in Scandinavia, le sue derivazioni boreali in stileIn ordine di sparizione), ma a Daneskov va riconosciuto il merito di un’interpretazione efficace e tutto sommato personale del canovaccio, capace di slanci surreali così come di affondi umani a loro modo commoventi. La mascolinità, si sa, è un colosso dai piedi d’argilla: tanto vale riderci su, con le giuste dosi di disincanto e benevolenza.

Autore

Maria Sole Colombo

Maria Sole Colombo è nata a Lecco, ha studiato a Bologna e vive a Roma. Si è innamorata del cinema grazie a Senso di Luchino Visconti e da allora ne parla e ne scrive su Film Tv, Spietati.it, Cinefilia Ritrovata e NeuRadio. Ama i viaggi selvatici in posti in cui nessuno parla inglese, il binge watching e lo sport (da guardare, eh, non da praticare). Ironia della sorte: se potesse salvare un unico titolo dall’apocalisse nucleare, sceglierebbe Il dottor Stranamore di Stanley Kubrick.

Il film

locandina Wild Men - Fuga dalla civiltà

Wild Men - Fuga dalla civiltà

Commedia - Danimarca 2021 - durata 104’

Titolo originale: Vildmænd

Regia: Thomas Daneskov

Con Rasmus Bjerg, Zaki Youssef, Bjørn Sundquist, Sofie Gråbøl, Marco Ilsø, Jonas Bergen Rahmanzadeh

Al cinema: Uscita in Italia il 30/11/-0001

in streaming: su iWonder Full Amazon channel Apple TV Google Play Movies Amazon Video Chili