«Di rosso mia moglie ha solo i capelli, e non sono veri nemmeno quelli!» così diceva Desi Arnaz per fugare l’ombra dell’appartenenza della consorte e sodale Lucille Ball al partito comunista: era il 1953 e la notizia, lanciata in radio mentre il maccartismo falciava carriere, pendeva come una spada di Damocle sul destino della coppia più amata d’America. Sorkin, per la sua opera terza da regista, condensa con licenza poetica in una sola, cruciale settimana non soltanto il caos creato dall’accusa di essere sul lato sbagliato della Guerra fredda, ma anche i sospetti di Lucille sull’infedeltà di Desi e la decisione del duo di modellare la nuova stagione di Lucy ed io sulla reale gravidanza di Ball, in un’epoca in cui mostrare in tv una donna incinta era impensabile. Sette giorni, dalla lettura del copione alla registrazione, per realizzare un singolo episodio di Lucy ed io, la serie che scolpì i canoni della sitcom e modificò le abitudini del pubblico statunitense; sette giorni per convincere l’America che Lucille Ball non era comunista (si era iscritta al partito, in gioventù, come tributo al nonno sinistrorso); sette giorni per salvare un matrimonio in crisi.

" data-credits=
Lucille Ball in Lucy ed io

Una struttura a orologeria in cui il Sorkin scrittore sguazza, muovendosi in territori doppiamente congeniali: quelli della serialità televisiva di cui è stato nome fondamentale dagli anni zero, e quelli della meta-serialità, ossia il disvelamento del backstage caotico e straripante di egomaniaci che sta dietro alla creazione di un prodotto di qualità, già esplorato in Studio 60 on the Sunset Strip e in The Newsroom.

Parte del fascino di Being the Ricardos sta proprio nella rappresentazione galoppante ed enfatica della lavorazione della sitcom seminale di cui - il film parla chiaro - Ball era vera e propria autrice, con l’ultima parola sui dettagli della messa in scena; Nicole Kidman (nel ruolo che molti volevano di Debra Messing e che per qualche mese è stato di Cate Blanchett) porta in dote l’assertività della sua statura divistica, mettendo subito Lucille (brillante, sarcastica, lungimirante) nel rango degli altri geni sorkiniani un po’ sprezzanti e infallibilmente più avanti del proprio tempo, da Mark Zuckerberg a Steve Jobs.

Nicole Kidman, Javier Bardem
Nicole Kidman, Javier Bardem

Una donna geniale in uno showbusiness che non era (lo sarà mai?) pronto a riconoscerla come tale, e che Sorkin (sceneggiatore migliore del regista che sta provando a diventare) cesella con intelligenza: determinata e contraddittoria, ambiziosa, scartata dalla RKO perché «troppo vecchia» (a 39 anni...), costretta a sentirsi spiegare che non è il caso di palesare in pubblico il proprio ruolo dominante rispetto al marito, sottoposta allo scrutinio incessante del pubblico (cruciale in questo senso la figura speculare della co-protagonista della sitcom, la “bruttina” Vivian Vance) eppure desiderosa di una normalità e serenità familiare che non poteva vivere se non nella finzione di Lucy ed io. Condannata ad avere l’amore perfetto solo dentro una sitcom, come nella struggente WandaVision, la miniserie Marvel che da Lucille Ball partiva; e il cerchio si chiude.

Recensione pubblicata su Film Tv n° 01/2022

Autore

Ilaria Feole

Ilaria Feole è nata nell’anno di Il grande freddo, Il ritorno dello Jedi e Monty Python – Il senso della vita e tutto quello che sa l’ha imparato da questi tre film. Scrive di cinema e televisione per Film Tv e Spietati.it. È autrice della monografia Wes Anderson - Genitori, figli e altri animali edita da Bietti Heterotopia.

Aaron Sorkin al cinema e in tv

locandina Molly's Game

Molly's Game

Biografico - USA 2017 - durata 140’

Titolo originale: Molly's Game

Regia: Aaron Sorkin

Con Jessica Chastain, Idris Elba, Kevin Costner, Michael Cera, Chris O'Dowd, Jeremy Strong

Al cinema: Uscita in Italia il 19/04/2018

in TV: 07/10/2022 - Sky Cinema Drama - Ore 18.40

in streaming: su RaiPlay Tim Vision Prime Video

Regista e sceneggiatore
locandina Il processo ai Chicago 7

Il processo ai Chicago 7

Drammatico - USA 2020 - durata 129’

Titolo originale: The Trial of the Chicago 7

Regia: Aaron Sorkin

Con Sacha Baron Cohen, Jeremy Strong, Eddie Redmayne, Alex Sharp, John Carroll Lynch, Yahya Abdul-Mateen II

Al cinema: Uscita in Italia il 30/09/2020

in streaming: su Netflix

Regista e sceneggiatore
locandina A proposito dei Ricardo

A proposito dei Ricardo

Biografico - USA 2021 - durata 131’

Titolo originale: Being the Ricardos

Regia: Aaron Sorkin

Con Nicole Kidman, Javier Bardem, J.K. Simmons, Nina Arianda, Jake Lacy, Alia Shawkat

in streaming: su Prime Video

Regista e sceneggiatore
locandina The West Wing

The West Wing

Drammatico - USA 1999 - durata 45’

Titolo originale: The West Wing

Creato da: Aaron Sorkin

Con Allison Janney, Spencer Garrett, John Spencer, Marco Martínez, Ana Gasteyer, Bradley Whitford

in streaming: su

Creatore
locandina Studio 60 on the Sunset Strip

Studio 60 on the Sunset Strip

Commedia - USA 2006 - durata 45’

Titolo originale: Studio 60 on the Sunset Strip

Creato da: Aaron Sorkin

Con Amanda Peet, Aaron Sorkin, Bradley Whitford, Steven Weber, D.L. Hughley, Sarah Paulson

Creatore
locandina The Newsroom

The Newsroom

Drammatico - USA 2012 - durata 55’

Titolo originale: The Newsroom (2012)

Creato da: Aaron Sorkin

Con Jeff Daniels, Aaron Sorkin, Daniel Hall, J. Francisco Rodriguez, Emily Mortimer, Shaun J. Brown

in streaming: su Sky Go NowTV Chili

Creatore