Espandi menu
cerca
In Serie (86) - “A Friend of the Family” (2022, miniserie) - Leggere "Lolita" a Pocatello, Idaho, ovvero: Bullet for a BadMan.
di mck ultimo aggiornamento
Playlist
creata il 45 film
Segui Playlist Stai seguendo questa playlist.   Non seguire più

L'autore

mck

mck

Iscritto dal 15 agosto 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 204
  • Post 135
  • Recensioni 1098
  • Playlist 319
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
In Serie (86) - “A Friend of the Family” (2022, miniserie) - Leggere "Lolita" a Pocatello, Idaho, ovvero: Bullet for a BadMan.

  

Lolita” senza Humbert Humbert e dal punto di vista di Clare Quilty.  

  


E infatti, ad un certo punto, l’agente metodista dell’F.B.I. porge una pistola alla madre mormone di Jan Broberg, riferendosi a Robert Berchtold, l’uomo ("falsamente importante, falsamente bello, falsamente intelligente e falsamente attraente"; op. cit.) che a quel punto della vicenda, a metà anni ‘70, le ha rapito la figlia per ben due volte nel corso del tempo, abusando psicologicamente e sessualmente di lei, oltre ad aver avuto una tantum rapporti sessuali con entrambi i genitori della bambina e poi ragazzina: “It's a personal piece. If you must go, take it. Mary Ann, it's for protection. Please, don't just shoot him.” 

 


Per fortuna, grazie al dio dei mormoni o a quello dei pastafariani, Ryan Murphy è stato (tenuto) lontano dal progetto di “A Friend of the Family” (2022), la miniserie (9 episodi da 50 minuti l'uno) creata per PeaCock da Nick Antosca – già autore degli horror “Channel Zero” (SyFy, 2016) e “Brand New Cherry Flavor” (Netflix, 2021) e dei true-crime, genere cui appartiene il lavoro preso qui in esame, “the Act” (Hulu, 2019) e “Candy” (Hulu, 2022) – e da lui sviluppata e scritta con altri 9 sceneggiatori (ma il copione risultante non è sfilacciato né discontinuo) basandosi su “Stolen Innocence: the Jan Broberg Story” (2003) e “the Jan Broberg Story: the True Crime Story of a Young Girl Abducted and Brainwashed by a Friend of the Family” (2022), due libri di memorie firmati il primo dalla sola Mary Ann Broberg e il secondo assieme alla figlia Jan, e ad “Abducted in Plain Sight” (Netflix, 2017), il documentario di Skye Borgman, anch’ella specializzata in Giorn’in Pretura del Disagio, cosicché alla fine il tutto può dirsi più che apprezzabile, con un esito complessivo di molto superiore, ad esempio, out of Ryan Murphy (il confronto coi suoi prodotti sarebbe impietoso), ad un recente/coevo lavoro di Hannah & Macmanus, “the Girl from Plainville” (Hulu, 2022), appartenente allo stesso sotto-genere narrativo.

 


Le regìe sono affidate a degli sguardi attenti e interessa(n)ti e con un’impronta stilistica tanto omo quanto eterogenea: Eliza Hittman (“It Felt Like Love”, “Beach Rats”, “Never Rarely Sometimes Always”), Rachel Goldberg (“Mayans M.C.”), Steven Piet (“Uncle John”), Jamie Travis (“For a Good Time, Call…”) e Lauren Volkstein (“the Strange Ones”). 

 


Gli attori, assieme ai copioni e alle regìe, sono un, se non il, punto di forza della mini-serie: Jake Lacy / Robert Berchtold (“Significant Other”, “the White Lotus: Hawaii”), Anna Paquin / Mary Ann Broberg (“the Piano”, “25th Hour”, “the Squid and the Whale”, “True Blood”, “Margaret”, “Alias Grace”, “the Affair”, “the Irishman”), Colin Hanks / Bob Broberg (“Mad Men”, “Dexter”, “Fargo”), Lio Tipton / Gail Berchtold (“Viral”, “In Dubious Battle”, “Golden Exits”), Mckenna Grace / Jan Broberg a 13-16 anni (“the Haunting of Hill House”, “Troop Zero”, “the Handmaid’s Tale”, “Ghostbusters: Afterlife”), Hendrix Yancey / Jan Broberg a 10-12 anni (“Unbelievable”, “Stranger Things”), Austin Stowell / agente F.B.I. (“Catch-22”, “Three Women”), Patrick Fischler / procuratore distrettuale (“Mad Men”, “Lost”, “Mulholland Drive”, “Ghost World”, “the Black Dhalia”, “Twin Peaks 3: the Return”), Philip Ettinger / Joe Berchtold (“First Reformed”) e la stessa Jan Broberg, che di professione fa l’attrice, nei panni della psicologa di famiglia (e che in due scene ur-metacinematografiche parla prima con “sé stessa” e poi con “suo padre”).

 


Le eccellenti, consone, valevoli di per loro e ben utilizzate musiche sono della iperproduttiva e stakanovista Ariel Marx (“Shiva Baby”), mentre fra le tante canzoni preesistenti vanno rimarcate, anche perché ottimamente inserite e adoprate, entrambe nell’episodio finale, “Childhood’s Ends” dei Pink Floyd (David Gilmour) da “Obscured by Clouds” del 1972, la colonna sonora di “la Vallée” di Barbet Schroeder (al ballo scolastico) e “Always See Your Face” dei Love da “Four Sail” del 1969 (sui titoli di coda, con le prime e uniche immagini di repertorio e, tra le altre, un paio di didascalie: “He [Robert Berchtold] killed himself shortly afterward” e “Jan still love to act”).

 


* * * ¾

La lista s’intende chiusa, ma la tematica (psichiatricamente e codicepenalmente esistono varie suddivisioni per età coinvolte, che qui per amor di specie umana non staremo ad elencare), purtroppo, è sterminata.   

Playlist film

Lolita

  • Drammatico
  • USA, Gran Bretagna
  • durata 152'

Titolo originale Lolita

Regia di Stanley Kubrick

Con James Mason, Peter Sellers, Sue Lyon, Shelley Winters, Gary Cockrell, Jerry Stovin

Lolita

IN TV Sky Cinema Drama

canale 308 vedi tutti

 

Come caso clinico Lolita diventerà senz'altro un classico negli ambienti psichiatrici. Come opera d'arte il libro trascende i propri aspetti espiatori; e ancor più importante, per noi, del significato scientifico e del valore letterario è l'impatto etico che esso dovrebbe avere sul lettore serio; giacché in questa tormentata analisi di un caso individuale si cela una lezione universale; la bambina traviata, la madre egoista, il maniaco ansimante - questi non sono soltanto i vividi personaggi di una storia unica nel suo genere: essi ci segnalano tendenze pericolose; ci indicano potenziali catastrofi. Lolita dovrebbe far si che tutti noi - genitori, assistenti sociali, educatori - ci applichiamo con ancora maggior vigilanza e perspicacia al compito di allevare una generazione migliore in un mondo più sicuro.

John Ray Jr., Ph.D., WidWorth, Massachusetts, 5 agosto 1955

Vladimir Nabokov - "Lolita" (Prefazione) - 1955 (traduzione di Giulia Arborio Mella, Adelphi, 1993)

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

In un altro libro di Nabokov, La vera vita di Sebastian Knight, il fratello di Sebastian scopre, nella biblioteca del fratello morto, due quadri che a prima vista fanno a pugni: uno ritrae un bel bambino riccioluto che gioca con un cane, e l'altro un cinese mentre viene decapitato. In realtà i due quadri hanno un tratto comune: entrambi ci ricordano lo stretto rapporto tra banalità e brutalità, che Nabokov definisce con una parola russa: pošlost', volgarità.
Poslost', spiega, «non è solo ciò che è banalmente mediocre ma soprattutto ciò che è falsamente importante, falsamente bello, falsamente intelligente e falsamente attraente».

Azar Nafisi - "Leggere Lolita a Teheran" - 2003 (traduzione di Roberto Serrai, Adelphi, 2004)

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

 

"Ms. Broberg, are you familiar with the book "Lolita"? You should read it. You're a dead ringer for the mother." 

 

L'avvocato difensore di Robert Berchtold a Mary Ann Broberg, la madre di Jan, paragonandola alla Charlotte Haze nabokoviana ("dead ringer" è un'espressione della lingua inglese che sta per "copia conforme", "duplicato identico" e - si consideri a tal proposito il titolo che David Cronenberg diede al suo film del 1988 con Jeremy Irons e Geneviève Bujold - "separati alla nascita"). E no, non è un complimento.

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Tabù

  • Drammatico
  • USA
  • durata 80'

Titolo originale Tabù

Regia di F.W. Murnau, Robert J. Flaherty

Con Matahi, Reri, Hitu, Jean (II), Jules, Kong Ah

Tabù

 

Cannibalismo, omosessualità, blasfemia, incesto, pedofilia, necrofilia, omicidio, stupro, eccetera eccetera eccetera: non tutti i tabù sviluppati dalla specie Homo s. sapiens continuano ad avere un senso riconosciuto come condiviso nella struttura delle società umane contemporanee, e a ragione, altri invece sì, e a ragione.

La guerra, quella invece non è, mai, stata un tabù (per lo meno per chi guida, governa e comanda i popoli, le nazioni e gli stati).

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Morte a Venezia

  • Drammatico
  • Italia
  • durata 130'

Regia di Luchino Visconti

Con Dirk Bogarde, Silvana Mangano, Björn Andresen, Romolo Valli, Marisa Berenson

Morte a Venezia

In streaming su Amazon Video

vedi tutti

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Eyes Wide Shut

  • Drammatico
  • USA, Gran Bretagna
  • durata 159'

Titolo originale Eyes Wide Shut

Regia di Stanley Kubrick

Con Tom Cruise, Nicole Kidman, Sydney Pollack, Leelee Sobieski, Rade Serbedzija

Eyes Wide Shut

IN TV Sky Cinema Due

canale 302 vedi tutti

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Amabili resti

  • Thriller
  • USA, Gran Bretagna, Nuova Zelanda
  • durata 136'

Titolo originale The Lovely Bones

Regia di Peter Jackson

Con Saoirse Ronan, Stanley Tucci, Mark Wahlberg, Rachel Weisz, Rose McIver, Susan Sarandon

Amabili resti

In streaming su Amazon Video

vedi tutti

 

Recensione.

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Polisse

  • Poliziesco
  • Francia
  • durata 134'

Titolo originale Polisse

Regia di Maïwenn Le Besco

Con Maïwenn Le Besco, Riccardo Scamarcio, Karin Viard, Marina Foïs, Nicolas Duvauchelle

Polisse

In streaming su Apple TV

vedi tutti

 

Recensione.

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Cape Fear. Il promontorio della paura

  • Thriller
  • USA
  • durata 118'

Titolo originale Cape Fear

Regia di Martin Scorsese

Con Robert De Niro, Nick Nolte, Jessica Lange, Juliette Lewis, Robert Mitchum, Gregory Peck

Cape Fear. Il promontorio della paura

In streaming su Amazon Video

vedi tutti

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

L'ultima eclissi

  • Drammatico
  • USA
  • durata 130'

Titolo originale Dolores Claiborne

Regia di Taylor Hackford

Con Kathy Bates, Jennifer Jason Leigh, Christopher Plummer, David Strathairn

L'ultima eclissi

In streaming su Amazon Video

vedi tutti

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Lolita

  • Drammatico
  • USA, Francia
  • durata 133'

Titolo originale Lolita

Regia di Adrian Lyne

Con Jeremy Irons, Dominique Swain, Melanie Griffith, Frank Langella

Lolita

In streaming su Amazon Video

vedi tutti

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Ingannevole è il cuore più di ogni cosa

  • Drammatico
  • USA, Gran Bretagna, Francia, Giappone
  • durata 97'

Titolo originale The Heart Is Deceitful Above All Things

Regia di Asia Argento

Con Asia Argento, Jimmy Bennett, Dylan Sprouse, Cole Sprous, Peter Fonda, Ornella Muti

Ingannevole è il cuore più di ogni cosa

In streaming su Amazon Video

vedi tutti

 

Recensione.

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Il sospetto

  • Drammatico
  • Danimarca
  • durata 106'

Titolo originale Jagten

Regia di Thomas Vinterberg

Con Mads Mikkelsen, Thomas Bo Larsen, Annika Wedderkopp, Lasse Fogelstrøm, Susse Wold

Il sospetto

In streaming su Nexo Plus

vedi tutti

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Il club

  • Drammatico
  • Cile
  • durata 98'

Titolo originale El Club

Regia di Pablo Larrain

Con Roberto Farías, Antonia Zegers, Alfredo Castro, Alejandro Goic, Alejandro Sieveking

Il club

In streaming su Amazon Video

vedi tutti

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No
Ti è stata utile questa playlist? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati