Fellinopolis. Il titolo già fa intuire molto, ma permane un mistero. Di quale città, “polis” si tratta, in riferimento a Federico Fellini? La Rimini di Amarcord o la Roma di La dolce vita e del film omonimo? Ebbene no: Cinecittà invece, e neanche tutta ma una sua sola parte, la più leggendaria, il Teatro 5 dove furono interamente ricostruite le scenografie di alcuni titoli del maestro, La città delle donne, E la nave va, Ginger e Fred...

Proprio su quei set durante le lavorazioni Fellini ospitò il filmmaker Ferruccio Castronuovo che aveva avuto l’incarico dalla Cineteca nazionale di realizzare dei filmati che sarebbero poi serviti per alcuni film promozionali. Materiale in gran parte, e per lungo tempo, inedito, che la regista e produttrice Silvia Giulietti ha recuperato, rimontato e integrato con nuove interviste. Il risultato è appunto questo Fellinopolis (2021).

" data-credits=
Immagine di Fellinopolis (2020)


Un omaggio definitivo a Fellini, certo, perché il Teatro 5 vive tuttora in simbiosi con il cineasta riminese e la sua opera, ma anche un ritratto sincero, divertente e divertito di una comunità che intorno ai set del maestro è andata via via costituendosi: mestranze, comparse, star, amici e amiche a creare un mondo “fuori scena” che qui rivive nelle testimonianze degli intervistati. Tra i quali alcuni nomi eccellenti come il musicista e compositore Nicola Piovani, Lina Wertmüller (che in gioventù di Fellini fu assistente) o lo scenografo Dante Ferretti.

Toccanti le scene del funerale sempre riprese da Castronuovo e sempre “messo in scena” al Teatro 5, mentre sono purtroppo andati perduti i backstage di Il Casanova di Federico Fellini, altra opera “ricostruita” a Cinecittà, nel suo segmento più vivo. Aggiungo un ricordo personale. Nel gennaio 2016 al Teatro 5 venne organizzata la presentazione in anteprima di The Hateful Eight di Quentin Tarantino su un meraviglioso, enorme schermo, l’unico a consentire la proiezione in 70 mm del film, così come era stato girato. Fu, per tutti e per lo stesso Tarantino, un’emozione doppia proprio perché si era “ospiti” di Fellinopolis. Il tempio laico del cinema.



Autore

Mauro Gervasini

Firma storica di Film Tv, che ha diretto dal 2013 al 2017, è consulente selezionatore della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia e insegna Forme e linguaggi del cinema di genere all'Università degli studi dell'Insubria. Autore di Cuore e acciaio - Le arti marziali al cinema (2019) e della prima monografia italiana dedicata al polar (Cinema poliziesco francese, 2003), ha pubblicato vari saggi in libri collettivi, in particolare su cinema francese e di genere.

IL FILM

locandina Fellinopolis

Fellinopolis

Documentario - Italia 2020 - durata 79’

Regia: Silvia Giulietti

Al cinema: Uscita in Italia il 10/06/2021

in streaming: su MUBI Prime Video