«Try». “Provate”, “provateci”: si chiude su questa telegrafica esortazione il Manifesto del rivoluzionario Nemik, riletto da Cassian nell’incalzante finale di Andor. Non può essere un caso - perché la raffinatezza di scrittura e la consapevolezza della serie di Tony Gilroy sono di precisione affilata - che suoni (apparentemente) all’opposto di uno dei più celebri mantra di Star Wars: «Fare o non fare. Non esiste provare».

" data-credits=
Andor

In Andor, ambientata cinque anni prima dei fatti di Rogue One - e dunque di quelli di Una nuova speranza, il punto d’origine della saga lucasiana -, non ci sono spade laser né cavalieri Jedi, nessuno nomina mai la Forza e non c’è traccia di alcun membro dell’ampia famiglia Skywalker, e per arrivare effettivamente a vedere uno scontro bellico nello spazio bisogna aspettare svariate puntate - anche se poi, quando succede, sa lasciare a bocca aperta.

" data-credits=
Andor

Nel mondo di Andor, a livello del suolo, sovrastati dall’immensità delle architetture e dei mastodontici mezzi da guerra dell’Impero, soffocati dalla sua morsa sempre più totalitaria e asfissiante, tutto quello che possono fare le persone comuni, gli abitanti di questa galassia lontana lontana, è “provare”: a sopravvivere, ad adattarsi. A prosperare, perfino, a dispetto della salvezza altrui. Oppure, finalmente, a ribellarsi. Gilroy - tra gli intrighi spionistici di Jason Bourne e la passione civile di Michael Clayton - s’infila in uno dei tanti spiragli possibili dell’infinitamente espandibile universo di Star Wars, e lo prende sul serio.

" data-credits=
Andor

In senso “materiale”, tornando a dar corpo fisico e “realistico” a un world building che, nelle recenti serie tv targate Disney+, s’era affidato in modo sempre meno efficace alla totale impalpabilità di scenari digitali: Andor ha, come hanno notato quasi tutti, un’estetica “alla Blade Runner”, è una distopia cupa e tangibile, perfino nella rappresentazione della levigatissima capitale Coruscant. Ma anche in senso filosofico e politico: Andor è un saggio quadripartito sulle metodologie e le conseguenze del fascismo, sulle sue diverse facce, dal colonialismo economico all’occupazione militare, dallo sfruttamento della classe lavoratrice allo svuotamento delle strutture democratiche, dall’imposizione di uno stato di polizia a quella dello schiavismo carcerario.

" data-credits=
Andor

Questioni che esplora facendole corrispondere a quattro archi narrativi, e ad altrettanti elettrizzanti generi: una spy story, un heist movie, un prison drama, una battaglia - con la “trilogia” dell’angosciante panopticon di Narkina 5 a svettare tra le migliori storie dell’anno, grazie anche a un monumentale Andy Serkis.

" data-credits=
Andor

Il Cassian Andor di Diego Luna è insieme un testimone e un agente di radicalizzazione (anche propria), quello che meglio di tutti, perfino nel cinismo egoista dell’incipit, vede la verità: all’Impero, di te, non importa. Attorno a lui un universo composito di personaggi veri e memorabili (anche, finalmente, tra le fila dei cattivi), un brulicare di scintille che s’accende inarrestabile agli angoli più distanti della galassia, inneschi di una reazione che, in tutta la sua contraddittoria complessità, come una valanga di imperfetti tentativi confluisce in un unico esito: dal regime c’è una sola via d’uscita, e si chiama rivolta.

Autore

Alice Cucchetti

Nasce a Busto Arsizio, studia a Bologna, vive a Milano. I suoi genitori le hanno sempre detto di non guardare i telefilm, inevitabilmente indirizzandola verso un consumo appassionato e compulsivo di serialità televisiva. Tra gli autori storici di Serialmente.com e co-fondatrice di Mediacritica.it, ha curato la rubrica Cinetv di "Nocturno" e ha collaborato, tra gli altri, con Best Movie, Best Serial, Abbiamoleprove, Grazia.it, Osservatorio Tv. Ama le canzoni con i finali tristi, gli androidi paranoici, i paradossi temporali, i gatti e il cioccolato. Oltre che sulle pagine di Film Tv, dove cura le rubriche Serial Minds e Telepass, chiacchiera ai microfoni di "Pilota - Un podcast sui telefilm", il programma sulle serie tv di Querty.it.

La serie tv

locandina Star Wars: Andor

Star Wars: Andor

Fantascienza - USA 2022 - durata 50’

Titolo originale: Andor

Creato da: Tony Gilroy

Con Diego Luna, Genevieve O'Reilly, Alastair Mackenzie, Gordon Alexander, Anton Lesser, Tim Faraday

in streaming: su Disney Plus