Forse non credete all’esistenza del diavolo o del delitto perfetto, ma approfondendo la crisi degli oppioidi negli Stati Uniti potreste vacillare: negli anni 90 la Purdue Pharma brevetta l’OxyContin, un potente antidolorifico a base di ossicodone, sorta di equivalente della morfina, ma a differenza di prodotti simili concorrenti riesce a farselo approvare dalla FDA (l’organismo federale di controllo dei farmaci) come sostanzialmente «non assuefacente». È falso: la dipendenza da OxyContin, anzi, è simile a quella da eroina, ma forte della dicitura ufficiale la Purdue lancia una campagna iper aggressiva che da un lato mira a modificare la percezione pubblica del dolore e dall’altro a incentivare tra medici e ospedali la prescrizione del farmaco anche per disturbi relativamente lievi.

E quali territori migliori, per cominciare, se non le zone operaie degli Stati Uniti centrali, i monti Appalachi e la Rust Belt dell’industria metalmeccanica in rapido disarmo, che pullulano di uomini e donne affetti da dolori cronici causati da lavori usuranti, i quali non possono permettersi nemmeno un giorno di malattia a causa di crisi economica e disoccupazione dilagante? Un’America generalmente povera e tendenzialmente considerata “irrilevante” anche da politici e media, che infatti ci metteranno ben più di un decennio a occuparsi di un’epidemia di tossicodipendenza che velocemente si diffonde inarrestabile e trasversale per età, genere, occupazione, sgretolando comunità già infragilite e moltiplicando esponenzialmente morti per overdose, povertà e criminalità.

Will Poulter, Michael Keaton
Will Poulter, Michael Keaton

Danny Strong, ex giovane attore (Buffy l’ammazzavampiri, Una mamma per amica) da una quindicina d’anni specializzato in sceneggiature di impegno civile tratte da storie vere (Recount, Game Change, The Butler - Un maggiordomo alla Casa Bianca), decide di ripercorrere la vicenda attraverso un andirivieni temporale che, se inizialmente può disorientare, dà infine la misura di un affare intricato, complesso e soprattutto imponente, che si propaga e ramifica come, appunto, un’epidemia.

Rosario Dawson
Rosario Dawson

Sceglie gruppi di protagonisti esemplari che si muovono in parallelo - la giovane minatrice infortunata sul lavoro, il medico di provincia animato dalle migliori intenzioni, il rampante rappresentante lentamente divorato dai rimorsi, l’agente della DEA e i procuratori distrettuali che cercano giustizia sbattendo continuamente contro vicoli ciechi di collusione, e naturalmente il mefistofelico artefice dell’operazione, il presidente di Purdue Richard Sackler -, tutti interpretati da attori praticamente perfetti (su cui svetta Michael Keaton, in zona Il caso Spotlight ma con un personaggio molto più contraddittorio); e intreccia così anche diversi generi narrativi, dal procedurale investigativo al thriller giudiziario al dramma sociale. La metafora è limpida, magari pure didascalica, ma non per questo meno dura: a essere dopato è l’intero sistema, un capitalismo la cui compulsiva dipendenza da utili sempre più iperbolici si consuma nell’inesorabile condanna del 99% di noi.

Pubblicato su Film Tv n° 01/2022

Autore

Alice Cucchetti

Nasce a Busto Arsizio, studia a Bologna, vive a Milano. I suoi genitori le hanno sempre detto di non guardare i telefilm, inevitabilmente indirizzandola verso un consumo appassionato e compulsivo di serialità televisiva. Tra gli autori storici di Serialmente.com e co-fondatrice di Mediacritica.it, ha curato la rubrica Cinetv di "Nocturno" e ha collaborato, tra gli altri, con Best Movie, Best Serial, Abbiamoleprove, Grazia.it, Osservatorio Tv. Ama le canzoni con i finali tristi, gli androidi paranoici, i paradossi temporali, i gatti e il cioccolato. Oltre che sulle pagine di Film Tv, dove cura le rubriche Serial Minds e Telepass, chiacchiera ai microfoni di "Pilota - Un podcast sui telefilm", il programma sulle serie tv di Querty.it.

La serie

locandina Dopesick

Dopesick

Drammatico - USA 2021 - durata 62’

Titolo originale: Dopesick

Creato da: Danny Strong

Con Michael Keaton, Peter Sarsgaard, Dan Matteucci, Glynnis O'Connor, Trevor Long, Mike Stanley

in streaming: su Disney+