Anni 50. Nel cinema italiano, la bellezza femminile straripa. Specialmente nei cosiddetti film artigianali, non ancora o forse mai d’autore, dove Sophia Loren è parte costitutiva della bellezza. In Ci troviamo in galleria di Mauro Bolognini (1953, Minerva Classic), togliendo il ruolo a Marisa Merlini, Sophia interpreta la soubrette bella, formosa e vanesia, capelli rossi in Ferraniacolor, corpo di ballo e corpo da sballo. L’anno precedente, in La tratta delle bianche di Luigi Comencini (Minerva Classic), Sophia nei titoli di testa si fa chiamare Sofia Lazzaro, ed è una bellezza piccina, introversa e accigliata, come poi in La domenica della buona gente di Anton Giulio Majano, sempre del 1953 (Minerva Classic) - ma quanti film si giravano allora?! - in cui, tornata Loren, ai limiti del drammatico, viene inondata di primi piani, che ben sostiene con gli occhi fissi su un pensiero lontano scolpito fuori campo.

Sophia Loren, Renato Salvatori
La domenica della buona gente (1953) Sophia Loren, Renato Salvatori

In Miseria e nobiltà (1954, TFC Premium) le toccano invece Totò in scena e Mario Mattoli dietro la cinepresa, ai quali preme soltanto la farsa, tanto che, freno a mano innescato, Sophia si mantiene impettita a contrastare gli insistiti abbracci del principe De Curtis, furbescamente oscillanti tra finzione e realtà. Altra commedia degli equivoci, Pellegrini d’amore di Andrea Forzano, ancora del 1954 (Minerva Classic), dove Sophia, pur doppiata in romanesco, si prepara alla spigliatezza blasettiana di Peccato che sia una canaglia, stesso anno, 1954 (Minerva Classic), vero e proprio manuale di istruzioni per la costruzione dell’immagine del divo. Nella sequenza finale, infatti, Marcello Mastroianni e lei, in mezzo alla strada, prima si schiaffeggiano, quindi passano ai baci con intensità tale che una piccola folla si assiepa all’intorno, le automobili frenano e spunta non si sa da dove un fotografo il quale, paparazzo ante litteram, inizia a immortalare la splendida coppia e tutta quanta la scena.

Vittorio De Sica, Sophia Loren, Marcello Mastroianni
Peccato che sia una canaglia (1954) Vittorio De Sica, Sophia Loren, Marcello Mastroianni

Grazie al genio di Blasetti, Sophia e Marcello entrano nel film da attori promettenti e ne escono divi compiuti. Nonostante l’assenza nel cast di Vittorio De Sica, la cui presenza, in Peccato che sia una canaglia, dettava il tono alla recitazione di tutti gli altri, il successivo La fortuna di essere donna, sempre di Blasetti (1956, Minerva Classic), in cui De Sica è sostituito da Charles Boyer, è comunque un successo assicurato. Negli anni 50, la bellezza e l’arte di Sophia Loren si vanno così precisando: alla spontaneità schiettamente popolare della fanciulla si affianca una spontaneità già più sofisticata della donna. Il corpo e l’anima si fondono in vista delle ciociare e Filumene Marturano, in cui la posta in gioco saranno la sensualità spasimante di Moravia e quella viscerale di Eduardo. Due madri, ma soprattutto due donne, che gli anni 50, saltando da un genere cinematografico all’altro, hanno attrezzato a dovere.

Marcello Mastroianni, Sophia Loren
La fortuna di essere donna (1956) Marcello Mastroianni, Sophia Loren

Autore

Flavio De Bernardinis

Flavio De Bernardinis ha studiato alla Sapienza di Roma quando ancora il cinema non era inserito nei piani di studio. Quindi, è un inesorabile autodidatta. Lesse allora tutti i maggiori critici disponibili, Rondi, Grazzini, Biraghi, Kezich, Fofi, che ha assimilato e dimenticato. Ricorda con grande piacere Callisto Cosulich, l’unico dei critici “storici” che si fermava a parlare coi più giovani alle proiezioni per la stampa. Ama da sempre il cinema più dei film, trovandosi così in qualche difficoltà qui, tra le pagine di Film Tv.

Sophia Loren su The Film Club

locandina Ci troviamo in galleria

Ci troviamo in galleria

Commedia - Italia 1953 - durata 94’

Regia: Mauro Bolognini

Con Nilla Pizzi, Carlo Dapporto, Mario Carotenuto, Sophia Loren, Alberto Sordi

in streaming: su Amazon Prime Video Amazon Video

La tratta delle bianche

Drammatico - Italia 1952 - durata 110’

Regia: Luigi Comencini

Con Eleonora Rossi Drago, Ettore Manni, Mark Lawrence, Vittorio Gassman, Silvana Pampanini, Tamara Lees

in streaming: su Amazon Prime Video Amazon Video

La domenica della buona gente

Commedia - Italia 1953 - durata 96’

Regia: Anton Giulio Majano

Con Maria Fiore, Sophia Loren, Carlo Romano, Vittorio Sanipoli, Renato Salvatori, Ave Ninchi

in streaming: su Raro Video Amazon Channel Amazon Video Rai Play

locandina Miseria e nobiltà

Miseria e nobiltà

Commedia - Italia 1954 - durata 95’

Regia: Mario Mattòli

Con Totò, Dolores Palumbo, Sophia Loren, Enzo Turco, Valeria Moriconi

in TV: 28/06/2024 - Rai Movie - Ore 08.50

in streaming: su Amazon Prime Video Amazon Video Rakuten TV Pluto TV Rai Play

Pellegrini d'amore

Commedia - Italia 1953 - durata 85’

Regia: Andrea Forzano

Con Sophia Loren, Alda Mangini, Enrico Viarisio, Charles Rutherford

in streaming: su Amazon Video

Peccato che sia una canaglia

Commedia - Italia 1954 - durata 95’

Regia: Alessandro Blasetti

Con Sophia Loren, Marcello Mastroianni, Vittorio De Sica

in streaming: su Amazon Prime Video Amazon Video

La fortuna di essere donna

Commedia - Italia 1956 - durata 100’

Regia: Alessandro Blasetti

Con Sophia Loren, Marcello Mastroianni, Charles Boyer, Nino Besozzi

in streaming: su Amazon Video Google Play Movies