Trama

La vita di J. Edgar Hoover, direttore dell’FBI per oltre mezzo secolo, è caratterizzata da un lato dal suo operato pubblico e dall’altro dalla complessa e chiacchierata vita privata. Circondato sempre dalla fedele segretaria Helen e consigliato dalla rigida madre Anne Marie, Hoover contribuisce a creare il mito dell’organizzazione investigativa federale americana, occupandosi in prima persona di riorganizzarne struttura e metodi applicativi e di condurre la lotta contro il mondo dei gangster. Mentre il suo potere cresce a dismisura, fino a intimorire anche i presidenti americani, molte voci cominciano a insinuare dubbi sul vero legame che intercorre con il braccio destro Tolson, sospettato di essere il suo amante.

Curiosità

Fin dalla prima settimana di proiezione il film ha ottenuto ottimi risultati al botteghino, riuscendo facilmente a coprire le spese di produzione. Ciononostante l'opinione di recensori e del pubblico non è stata omogenea, andando quasi a dividersi equamente tra chi ha reputa il film appena sufficiente e chi ne è restato affascinato, elogiando la prestazione di DiCaprio.

Il film, come noto, racconta la carriera da direttore dell'FBI di J. Edgar Hoover, ma, nonostante l'idea alla base, sono molti gli aspetti diversi rispetto alla reale biografia di Hoover. In generale non si fa nota della sua influenza su stampa e importanti politici, ottenuta anche grazie a relazioni personali (omesse nel film) con esponenti della mafia quali Frank Costello e Meyer Lansky. Un altro aspetto diverso dalla realtà è che Hoover supportava McCarthy condividendone completamente le idee e gli unici ad averlo messo in grave difficoltà furono i fratelli Kennedy.

Leggi tuttoLeggi meno

Note

Una seduta spiritica, ecco cos’è J. Edgar, ennesimo capolavoro dell’autunno eastwoodiano. Il grande libro dei morti di Clint s’arricchisce di una pagina fondamentale, dove si affronta di petto il cuore di tenebra che ha dato vita a Dirty Harry. In una vertigine nella quale la memoria si ripiega su stessa, dove la verità diventa indistinguibile dalla realtà, il gesto filmico di Eastwood tocca vette d’inaudita libertà.

Commenti (11) vedi tutti

  • Bel film biografico

    leggi la recensione completa di Furetto60
  • Con grande finezza psicologica, Eastwood narra il travaglio interiore dell’uomo che non voleva essere se stesso, conducendo un’indagine sull’indagatore per eccellenza, lavorando con scarti temporali tra passato e presente, vita giovanile e avventure dispotiche, inserti di cronaca, documenti di archivio.

    leggi la recensione completa di Marcello del Campo
  • Polpettone. DiCaprio sembra essere ormai abbonato a questi film. Emozioni zero e facce da clown. Clint Eastwood non riesce a dare un tocco personale al film.

    commento di movieman
  • Uno dei film di Eastwood meno "ispirati" degli ultimi anni e anche la vantata "interpretazione" di DiCaprio si vede solo a tratti.

    leggi la recensione completa di mexicanrevenge
  • Tema troppo arduo e complesso da trattare nonostante la bravura di Eastwood, che è riuscito a toccare punte di intensa introspezione e magistrale ricostruzione, ma con molti punti deboli, dall’eccesso di flashback al trucco per invecchiare i protagonisti non propriamente convincente. Non mi ha entusiasmato.

    commento di Maciknight
  • Film severamente impegnativo, perché il personaggio oggetto del racconto fu una figura molto ingombrante, scomoda, antipatica, dura, contrapposta ai poteri politici. Esso stesso era un potere politico in senso lato. Non risultò conciliante con alcuno degli otto presidenti degli Stati Uniti che incontrò nel suo percorso quarantennale di diretto.

    leggi la recensione completa di michemar
  • Interessante l'argomento ed anche originale, il film è dinamico e ben fatto. (Notevole).

    leggi la recensione completa di Robinet
  • Girato benissimo con uno strepitoso Leonardo DiCaprio!!!

    commento di vjarkiv
  • Altro film del grande e mitico Clint da catalogare tra le ultime opere più importanti e significative del regista stesso. Mio voto 8/10…

    commento di Marco M
  • perchè un film di eastwood deve ancor prima di uscire essere a forza di cose un capolavoro? Boh,anche questa storia che poco importa specialmente al pubblico europeo l'ho trovata alquanto noiosa 

    commento di grob
  • tecnicamente parlando un bel film nulla da dire eccetto per il pessimo trucco dei due protagonisti da anziani veramente poco credibile e per l'ostentazioe volutamente forzata di un certo tipo d'ideologia americana

    commento di Roberto80
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

lorenzodg di lorenzodg
10 stelle

“J Edgar” (id., 2011) è il trentatreesimo lungometraggio del regista di San Francisco.           Film cupo, sporco, deviante, angosciante, serrato, intimista e pieno di sterco.       Un’opera cadenzata di livore e di amore verso il proprio paese; senza nessuno sconto, la storia di Edgar è la storia degli Stati Uniti. L’altra faccia della medaglia (ma anche la stessa) ritratta… leggi tutto

52 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

OGM di OGM
6 stelle

Né eroe, né antieroe. Né pedina del sistema, né self-made man. Eppure, in un certo senso, entrambe le cose. Il John Edgar Hoover di Clint Eastwood è protagonista di una storia indefinibile,  apparentemente rigorosa, eppure inopinatamente sopra le righe. Una biografia disumanizzata, costruita intorno a quello che, più che un personaggio storico, sembra l’icona dell’efficienza… leggi tutto

23 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

marlucche di marlucche
2 stelle

Edgar J. Ricetta: ingredienti e procedimento. Prendete il feticcio scorsesiano Di Caprio e sostituitelo con Tiziano Ferro dopo l'outing. Costa di meno, è identico e nessuno noterà la differenza, tanto da credere che che in effetti sia Di Caprio con le lenti a contatto scure. Prendete la vita di Edgar J. Hoover, uno dei più grossi bastardi della storia americana contemporanea,… leggi tutto

12 recensioni negative

Trasmesso il 30 giugno 2018 su Iris
Trasmesso il 14 giugno 2018 su Iris

Alcuni film da evitare

giansnow89 di giansnow89

B-movies, film artatamente beatificati dalla critica, film riusciti male, film pretenziosi, o anche solo lavori teneramente ignobili: il panorama dei film brutti è variegato, nonché, come è…

leggi tutto
Il meglio del 2017
2017

Recensione

jonas di jonas
6 stelle

La vita di John Edgar Hoover, dal 1919 fino alla morte nel 1972, si identifica con la sua carriera all’interno del FBI: un uomo paranoico, ossessionato dai comunisti, sociopatico, sessualmente represso (causa una terrificante madre castratrice), vanesio, collezionista di dossier confidenziali, che ha usato il rapimento Lindbergh per ottenere maggiori poteri. Eastwood imbastisce la solita…

leggi tutto
Il meglio del 2016
2016

Recensione

ZigoZagor di ZigoZagor
8 stelle

Credo non si possa definire un film puramente biografico. È una tragica e amara canzonatura del potere reale e dei metodi decisamente sporchi, quali il dossieraggio, di cui Hoover fu sulfureo maestro. Ma la gioia del potere ricercato così ossessivamente è poca cosa se deve essere scontata con la propria natura/cultura repressa, anche sessualmente, e Hoover diventa lo…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2015
2015

Recensione

Mangano di Mangano
8 stelle

J. Edgar Hoover è un personaggio molto controverso e complesso interpretato egregiamente da Di Caprio in tutte le sue versioni. Da una parte c'è l'Hoover perfezionista e che non si fa intimidire dai vari presidenti degli Stati Uniti, e dall'altra c'è l'Hoover balbettante e succube della madre. Il rapporto con la madre infatti determina molti aspetti del suo carattere e…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Disponibile dal 2 gennaio 2015 in Dvd a 7,99€
Acquista
Il meglio del 2014
2014
Il meglio del 2013
2013

Recensione

spopola di spopola
8 stelle

Su J. Edgar Hoover avevamo già disponibile la rivisitazione poco ortodossa fatta da Larry Cohen nell’ormai lontano 1978 (The Private Files of J. Edgar Hoover)da noi purtroppo mai passata sugli schermi e circolata solo in versione sottotitolata sulle pay-tv e quindi semi-sconosciuta ai più. Un film - se il ricordo non mi tradisce - fortemente penalizzato da un budget troppo limitato oltre che…

leggi tutto
Il meglio del 2012
2012

Recensione

lorenzodg di lorenzodg
10 stelle

“J Edgar” (id., 2011) è il trentatreesimo lungometraggio del regista di San Francisco.           Film cupo, sporco, deviante, angosciante, serrato, intimista e pieno di sterco.       Un’opera cadenzata di livore e di amore verso il proprio paese; senza nessuno sconto, la storia di Edgar è la storia degli Stati Uniti. L’altra faccia della medaglia (ma anche la stessa) ritratta…

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 2 gennaio 2012
Il meglio del 2011
2011

Recensione

OGM di OGM
6 stelle

Né eroe, né antieroe. Né pedina del sistema, né self-made man. Eppure, in un certo senso, entrambe le cose. Il John Edgar Hoover di Clint Eastwood è protagonista di una storia indefinibile,  apparentemente rigorosa, eppure inopinatamente sopra le righe. Una biografia disumanizzata, costruita intorno a quello che, più che un personaggio storico, sembra l’icona dell’efficienza…

leggi tutto

Appuntamenti 2012

BobtheHeat di BobtheHeat

Dopo aver assaporato, uno dopo l’altro, due grandi film come “Una Separazione” e “Miracolo a Le Havre”, posso dire di sentirmi momentaneamente sazio ed appagato. In attesa di vedere nelle prossime settimane…

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito