Espandi menu
cerca

Trama

Nel 2006, quando il Regno del Bhutan stava iniziando la sua transizione verso la democrazia, lo statunitense Ronald Coleman arriva nel paese asiatico con un missione apparentemente improbabile: ritrovare un prezioso fucile antico. Mentre è impegnato nella sua ricerca, l'occidentale incontra un giovane monaco che vaga per le pacifiche montagne, incaricato dal suo insegnante di aggiustare le cose e farle tornare com'erano prima.

Trailer

Commenti (4) vedi tutti

  • Godibilissimo film, ben diretto e pervaso di sottile ed delicato humor all'inglese. La storia narra di uomini e fucili, ma soprattutto di buddisti pacifisti nel 2006, quando il re decise di abdicare. Voto

    commento di puntafram
  • Film piacevole, con una storia bizzarra e divertente, in ambientazione inedita e affascinante. Voto: 4 stelle (2024)

    commento di robynesta
  • A parte il titolo italiano tristissimo ed incolore, il film con poche scene azzeccate nonche' leggere ed ironiche riesce a divertire e a trasmettere i messaggi base della cultura di quel popolo.. in poche parole, occhio al proprio karma! :)

    commento di LordClam
  • Dopo una prima parte farraginosa, The Monk and the Gun si assesta in una seconda nulla più che godibile: a farla da padrona, prima e dopo, è un'ironia grottesca che lavora discretamente sull'incompatibilità tra due istanze culturali pressoché opposte.

    leggi la recensione completa di pazuzu
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

obyone di obyone
6 stelle

    Officine Ubu l’ha ribattezzato “C’era una volta in Bhutan” forse perché i vertici della casa di distribuzione hanno visto nel fucile un omaggio al nostro Sergio Leone o forse perché il “working title”, “Once upon a time in Bhutan” era, a loro modo di vedere, più attraente del titolo internazionale in inglese… leggi tutto

3 recensioni sufficienti

2024
2024

Recensione

obyone di obyone
6 stelle

    Officine Ubu l’ha ribattezzato “C’era una volta in Bhutan” forse perché i vertici della casa di distribuzione hanno visto nel fucile un omaggio al nostro Sergio Leone o forse perché il “working title”, “Once upon a time in Bhutan” era, a loro modo di vedere, più attraente del titolo internazionale in inglese…

leggi tutto
Recensione
Utile per 8 utenti
Uscito nelle sale italiane il 29 aprile 2024
2023
2023

Recensione

pazuzu di pazuzu
6 stelle

    FESTA DEL CINEMA DI ROMA 2023 - CONCORSO PROGRESSIVE CINEMA «Il buddismo in Bhutan non è solo un percorso spirituale, ma un modo di vivere». Non si può non partire da questa affermazione del regista Pawo Choyning Dorji per comprendere quanto traumatica possa esser stata per la popolazione, nel 2006, la scelta del re di abdicare per permettere…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti

Recensione

EightAndHalf di EightAndHalf
6 stelle

In Bhutan nel 2007 si tennero le prime elezioni democratiche del paese per volere del Re abdicante. Il paese è impreparato e deve essere allenato a votare, nonché a partecipare alla pratica del dibattito politico; dei commissari addetti indicono in un villaggio fra i monti una simulazione d’elezione, con indicazioni pratiche su come si vota. Le fazioni politiche si limitano a…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito