Dopo essere stato presentato in anteprima alla 18ª edizione della Festa del Cinema di Roma, esce anche in sala (dal 30/11 distribuito da 01 Distribution) l’atteso Diabolik - Chi sei?. Che non solo è un gran titolo, a maggior ragione perché si riferisce all’ultimo capitolo di una trilogia (in che senso chi è Diabolik? Al terzo film me lo vuoi dire? Così mi intrighi, mascalzonə) – e questo è già un ottimo inizio (seppur non vincolante a un buon risultato finale) per qualsiasi film che aspiri a essere memorabile; ma è anche una domanda più che valida, visto il cambio in corsa, tra primo e secondo film, del protagonista che presta i suoi occhi di ghiaccio al ladro più manzo, ganzo e spietato che la storia dell’intrattenimento italiano ricordi.

Lorenzo Zurzolo
Diabolik - Chi sei? (2023) Lorenzo Zurzolo

Per il titolo – e non solo, anche se è pura tautologia – bisogna ringraziare le sorelle fantascientifiche provenienti da 30 anni nel futuro Angela e Luciana Giussani, rispettivamente autrice/editrice di Diabolik e co-sceneggiatrice di tutti gli albi a parte i primi tredici, le quali l’avevano usato nel dicembre del 1982 per l’omonimo albo che ha ispirato questo episodio conclusivo dell’ambiziosa saga cinematografica creata, sceneggiata (in collaborazione con Michelangelo La Neve) e diretta dai Manetti Bros. Per quanto riguarda il cambio di attore protagonista, gli occhi che emergono come fari terrificanti dalla – e il corpo tonico che si cela (per finta) sotto alla – tutina nera attillata del James Bond che crede nella monogamia continuano ad appartenere allo statuario italo-canadese bilingue Giacomo Gianniotti (Grey’s Anatomy), che in occasione del secondo capitolo Diabolik - Ginko all’attacco! aveva sostituito Luca Marinelli, protagonista del primo film. Torna anche tutto il resto del cast, da Miriam Leone (Eva Kant) a Monica Bellucci (Altea di Vallenberg), senza dimenticare la presenza salvifica di Valerio Mastandrea nei panni dell’ispettore Ginko, che nel terzo capitolo ricoprirà un ruolo ancora più fondamentale e intimo rispetto a quanto siamo stati abituati.

Valerio Mastandrea
Diabolik - Chi sei? (2023) Valerio Mastandrea

La bellezza di dover aspettare fino al terzo film per sapere qualcosa in più sul nostro antieroe, a pensarci bene, è assolutamente coerente con la natura algida, spietata e cool di Diabolik. Se fossimo ancora negli anni 90 – quelli che permettevano l’esistenza di film come Gigolò per sbaglio – si direbbe che tutti gli uomini vorrebbero essere come lui e tutte le donne vorrebbero andare con lui. Entrambe evenienze impossibili, visto che Diabolik è irraggiungibilmente impeccabile e completamente devoto alla sua anima gemella e socia alla pari Eva Kant. Ma l’energia che emana è proprio quella, e sembra giusto, per noi comuni mortali, che l’accesso ai suoi ricordi più preziosi debba essere guadagnato con la costanza.

Miriam Leone
Diabolik - Chi sei? (2023) Miriam Leone

In questo terzo capitolo, sia Ginko sia Diabolik sono alle prese con una grossa grana: Clerville è presa di mira da una inedita banda di criminali che l’ispettore non esita a definire perfino più famelici e spietati rispetto alla sua nemesi per eccellenza. Guardia e ladro decidono, separatamente, di indagare sui nuovi arrivati: l’onesto Ginko per consegnarli alla giustizia, l’ineffabile Diabolik per sgraffignare tutto quello che hanno rapinato sinora. Dopo essere riusciti a trovare, in tempi diversi, il covo della banda, però, entrambi vengono catturati per poi essere rinchiusi e incatenati, uno di fronte all’altro, nella stessa cella. Mentre all’esterno Eva e la duchessa Altea si muovono per salvare i rispettivi compagni, Ginko approfitta della prigionia per fare a Diabolik una domanda che premeva da tempo: chi sei? Il ladro, convinto come l’ispettore che ormai ogni speranza sia persa, racconta al rispettato e leale arci-nemico la storia delle proprio origini. Dove e quando tutto è iniziato. In attesa di sapere cosa finirà e come finirà.

Autore

Nicola Cupperi

Scrive per FilmTv perché gliel'ha consigliato il dottore. Nel tempo libero fa la scenografia mobile. Il suo spirito guida è un orso grigio con le fattezze di Takeshi Kitano.

Il film

locandina Diabolik - Chi sei?

Diabolik - Chi sei?

Giallo - Italia 2023 - durata 124’

Regia: Antonio Manetti, Marco Manetti

Con Giacomo Gianniotti, Miriam Leone, Lorenzo Zurzolo, Andrea Arru, Valerio Mastandrea, Alessio Lapice

Al cinema: Uscita in Italia il 30/11/2023