Espandi menu
cerca
Far East Film Festival - Udine: La storia, dal 1999 a oggi
di supadany ultimo aggiornamento
post
creato il

L'autore

supadany

supadany

Iscritto dal 26 ottobre 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 403
  • Post 189
  • Recensioni 5850
  • Playlist 118
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

Era il lontano 1999 quando, con il nuovo millennio ormai alle porte, a Udine fu inaugurato un festival con una mission ben chiara: esplorare il cinema asiatico nelle sue innumerevoli forme e declinazioni. Veniva così affrontata, offrendo un’ampia visuale, una realtà artistica e produttiva sempre più influente e meritevole di attenzione, non solo verso quegli autori già riconosciuti da qualunque cinefilo di ogni latitudine.

Stiamo ovviamente parlando del Far East Film Festival, la cui nuova edizione avrà luogo dal 21 al 29 aprile 2017, una manifestazione che porta per una decina di giorni la multiforme realtà cinematografica asiatica nel cuore dell’Europa, un avvenimento in costante crescita – nel 2016 ha contato circa 60mila spettatori - che richiama un pubblico affezionato proveniente da tutto il vecchio continente ma anche dall’Asia stessa, assicurandosi nel corso degli anni la posizione di centro privilegiato per gli incontri tra buyer europei e agenti asiatici. Da sempre, l’avvenimento si contraddistingue per la proposta di anteprime mondiali e internazionali – quasi scontato aggiungere come la quasi totalità delle opere sia inedita in Italia -, avendo anche cura di predisporre retrospettive articolate, mentre non possono mancare l’atteso contest dedicato ai cosplayer e una serie di appuntamenti connessi e dislocati nel centro di Udine. L’anno scorso, tra concorso principale e retrospettive, sono state proposte più di 70 opere e, per ribadire una volta di più l’importanza internazionale del Feff, un autore del calibro di Johnnie To ha curato il trailer di presentazione, debuttando nell’animazione accompagnato dalle sonorità di Lim Giong (The assassin). 

In aggiunta, senza andare troppo indietro nel tempo (per essere completi servirebbe un libro di testo più di un articolo), in corrispondenza del Festival, sono sempre arrivate a Udine star orientali di primaria importanza: ad esempio, nel 2015 è stata la volta del compositore Joe Hisaishi (video dell’incontro con la stampa), storico collaboratore dello Studio Ghibli e di Takeshi Kitano, e di Jackie Chan (video dell’incontro con la stampa), mentre nel 2016 Sammo Hung ha ritirato il Gelso d’oro alla carriera presentando The bodyguard. Andando oltre le note di campo, il Feff è protagonista anche di una collana, prevalentemente home video, interamente dedicata al cinema orientale, scaturita dalla collaborazione tra la Tucker Film e la CG Home video (link al sito web). Questo costante impegno ha permesso di editare in Italia opere transitate dal Festival, con edizioni in dvd e bluray che guardano anche all’approfondimento tematico, riportando materiale video originale – backstage, making of, interviste al cast -, note testuali e anche interviste ai massimi esperti di cinema e cultura asiatica.

Per concludere questo (primo) spazio perlustrativo del passato, e quindi introduttivo alla prossima edizione ormai alle porte, che ricordiamo nuovamente avrà luogo dal 21 al 29 aprile 2017 (con programma disponibile in aprile), riassumiamo i riconoscimenti assegnati dalla prima edizione. Come si può notare, a fianco di tante (possibili) scoperte, non mancano nomi riconosciuti a livello globale, fin dal 1999 quando trionfò Hero never dies di Johnnie To (recensione di bradipo68), passando per Kim Ji-won (The foul king, recensione di Bradipo68) e Park Chan-wook (Joint security area, recensione di Andrea Venuti) nel 2001, il popolare Infernal affairs nel 2003 (recensione di Stefano L) e anche titoli di cui si è discusso a lungo su queste pagine come Departures di Takita Yojiro premiato con l’Oscar al miglior film straniero nel 2009 (recensione di Ethan), Castaway on the moon di Lee Hey-jun nel 2010 (recensione di Marcello del Campo), Confessions di Nakashima Tetsuya nel 2011 (recensione di pazuzu) e Thermae Romae di Hideki Takeuchi nel 2012 (recensione di Rototom). Cliccando sull’edizione, potete recuperare l’elenco completo dei titoli presentati in ognuna, estratti direttamente dal sito web della manifestazione.

 

FEFF 18 – 2016 - PREMIO DEL PUBBLICO 1) A melody to remember, Lee Han (Corea del Sud) - 2) Sori: Voice from the earth, Lee Ho-jae (Corea del Sud) - 3) The Mohican comes here, Okita Shuichi (Giappone) - PREMIO BLACK DRAGON 1) The Mohican comes here, Okita Shuichi (Giappone)

FEFF 17 – 2015 - PREMIO DEL PUBBLICO - 1) Ode to My Father, Jk Youn (Corea del Sud) - 2) The Royal Tailor, Lee Won-suk (Corea del Sud) - 3) My Brilliant Life, E J-yong (Corea del Sud) - PREMIO BLACK DRAGON - 1) The Last Reel di Sotho Kulikar (Cambogia)

FEFF 16 - 2014 - PREMIO DEL PUBBLICO - 1) The Eternal Zero, Yamazaki Takashi, 2013 (Giappone) - 2) The Attorney, Yang Woo-seok, 2013 (Corea del Sud) - 3) Barber's Tale, Jun Robles Lana, 2014 (Filippine) - PREMIO BLACK DRAGON - 1) The Attorney, Yang Woo-seok, 2013 (Corea del Sud) - 2) The Eternal Zero, Yamazaki Takashi, 2013 (Giappone) - 3) The Terror Live, KIM Byung-woo, 2013 (Corea del Sud) - PREMIO MYMOVIES - Thermae Romae II, Takeuchi Hideki, 2014 (Giappone)

FEFF 15 - 2013 - PREMIO DEL PUBBLICO - 1) How To Use Guys With Secret Tips, Lee Won-suk, 2013 (Corea del Sud) - 2) Countdown, Nattawut 'Baz' Poonpiriya, 2012 (Tailandia) - 3) Ip Man - The Final Fight, Herman Yau, 2013 (Hong Kong) - PREMIO BLACK DRAGON - 1) Touch of the light, Chang Jung-chi, 2012 (Taiwan) - 2) A Story of Yonosuke, OKITA Shuichi, 2013 (Giappone) - 3) Countdown, Nattawut 'Baz' Poonpiriya, 2012 (Tailandia) - PREMIO MYMOVIES - It's Me, It's Me, Miki Satoshi, 2013 (Giappone)


FEFF 14 - 2012
PREMIO DEL PUBBLICO
- 1) Silenced, Hwang Dong-hyuk, 2011 (Corea del Sud) - 2) One Mile Above, (Kora), DU Jiayi, 2011 (Cina) - 3) The Front Line, Jang Hun, 2011 (Corea del Sud)
PREMIO BLACK DRAGON - 1) Silenced, Hwang Dong-hyuk, 2011 (Corea del Sud) - 2) The Front Line, Jang Hun, 2011 (Corea del Sud) - 3) Punch, Lee Han, 2011 (Corea del Sud)
PREMIO MYMOVIES - Thermae Romae, Takeuchi Hideki, 2012 (Giappone)

FEFF 13 - 2011
PREMI DEL PUBBLICO
- 1) Aftershock, Feng Xiaogang, 2010 (Cina) - 2) Under the Hawthorn Tree, Zhang Yimou, 2010 (Cina) - 3) Here Comes the Bride, Chris Martinez, 2010 (Filippine)
PREMIO BLACK DRAGON - 1) Confessions, Nakashima Tetsuya, 2010, (Giappone) - 2) Aftershock, Feng Xiaogang, 2010 (Cina) - 3) The Man from Nowhere, Lee Jeong-beom, 2010 (Corea del Sud)
PREMIO MY MOVIES - Confessions, Nakashima Tetsuya, 2010, (Giappone)
PREMIO TECHNICOLOR ASIA - A Crazy Little Thing Called Love, Puttipong Promsakha Na Sakonnakorn & Wasin Pokpong, 2010 (Thailandia)

FEFF 12 - 2010
AUDIENCE AWARDS
- 1) Castaway on the moon, Lee Hey-jun, 2009 (Korea) - 2) Accidental Kidnapper, Hideo Sakaki, 2010 (Japan) - 3) The Dreamer, Riri Riza, 2009 (Indonesia)
BLACK DRAGON AUDIENCE AWARDS 1) Castaway on the moon, Lee Hey-jun, 2009 (Korea) - 2) City of Life and Death, Lu Chuan, 2009 (China) - 3) Accidental Kidnapper, Hideo Sakaki, 2010 (Japan) - MY MOVIES AUDIENCE AWARD - Bandage, Takeshi Kobayashi, 2010 (Japan)

FEFF 11 - 2009

AUDIENCE AWARDS - 1) Departures, Takita Yojiro (Japan) - 2) Scandal Makers, Kang Hyeong-chul (South Korea) - 3) The Rainbow Troops, Riri Riza (Indonesia)
BLACK DRAGON AWARDS - 1) Departures, Takita Yojiro (Japan) - 2) 4BIA, Yongyoo Thongkongtoon, Paween Purijitpanya, Banjong Pisanthanakun, Parkpoom Wongpom (Thailand)  - 3) Connected, Benny Chan (Hong Kong) 
MY MOVIES AUDIENCE AWARD  - One Million Yen Girl, Tanada Yuki (Japan)

FEFF 10 - 2008
AUDIENCE AWARDS
- 1) Gachi Boy, Koizumi Norihiro (Japan) - 2) Adrift in Tokyo, Miki Satoshi (Japan) - 3) Fine, Totally Fine, Fujita Yousukea (Japan)
BLACK DRAGON AWARDS - 1) Mad Detective, Johnnie To & Wai Ka Fai (Hong Kong) - 2) Fine, Totally Fine, Fujita Yousuke (Japan) - 3) Crows zero, Miike Takashi (Japan)

FEFF 9 - 2007  - AUDIENCE AWARDS - 1) No Mercy For The Rude, Park Chul-hee (South Korea) - 2) After This Our Exile, Patrick Tam (Hong Kong) - 3) Memories Of Matsuko, Tetsuya Nakashima (Japan)

FEFF 8 – 2006 - AUDIENCE AWARDS - 1) Welcome To Dongmakgol, Park Gwang-hyun (South Korea) - 2) Always - Sunset on third street, Yamazaki Takashi (Japan) - 3) Linda Linda Linda, Yamashita Nobuhiro (Japan)

FEFF 7 – 2005 - AUDIENCE AWARDS - 1) Peacock, Gu Changwei (China) - 2) Kamikaze Girls, Nakashima Tetsuya (Japan) - 3) Someone Special, Jang Jin (South Korea)

FEFF 6 – 2004 - AUDIENCE AWARDS - 1) Twilight Samurai, Yamada Yoji (Japan) - 2) Tae Guk Gi, Kang Je-gyu (South Korea) - 3) Nuan, Huo Jianqi (China)

FEFF 5 – 2003 - AUDIENCE AWARDS - 1) Infernal Affairs, Andrew Lau & Alan Mak (Hong Kong) - 2) Shangri-la, Miike Takashi (Japan) - 3) The Way Home, Lee Jeong-hyang (South Korea)

FEFF 4 – 2002 - AUDIENCE AWARDS - 1) Love Undercover, Joe Ma (Hong Kong) - 2) Guns and Talks, Jang Jin (South Korea) - 3) Hi, Dharma!, Park Chul-wan (South Korea)

FEFF 3 – 2001 - AUDIENCE AWARDS - 1) The Foul King, Kim Jee-woon (South Korea) - 2) Joint Security Area, Park Chan-wook (South Korea) - 3) Steal Happiness, Yang Yazhou (China

FEFF 2 – 2000 - AUDIENCE AWARDS - 1) Ex aequo: The Shower, Zhang Yang (China) & My Heart, Bae Chang-ho (South Korea) - 3) Running Out of Time, Johnnie To (Hong Kong)

FEFF 1 – 1999 - AUDIENCE AWARDS - 1) Hero Never Dies, Johnnie To (Hong Kong) - 2) Tutor, Li Hong (China) - 3) The Quiet Family, Kim Jee-woon (South Korea)

 

Guardando al futuro prossimo, quest’anno sarò presente con Alan Smithee per l’intera durata del festival, e qualche altro amico/utente ha già manifestato interesse, per cui chiunque legga, sia presente e voglia farsi riconoscere non deve far altro che farsi sentire (sui vari post che saranno aperti o, se preferite, tramite messaggio privato).

 

 

Per chiudere, pubblichiamo due link fondamentali per rimanere costantemente aggiornati sulle attività del festival.

Canale Youtube Far East Film - Home page evento - Pagina Facebook

Ti è stato utile questo post? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati