Blade Runner 2049

play

Regia di Denis Villeneuve

Con Ryan Gosling, Harrison Ford, Jared Leto, Sylvia Hoeks, Ana de Armas, Robin Wright, Dave Bautista, Mackenzie Davis, Carla Juri... Vedi cast completo

  • In TV
  • Sky Cinema Max
  • Ore 05:05
altre VISIONI

Trama

2049. Incaricato di recuperare un vecchio modello di replicante, l'ufficiale K (Ryan Gosling), un blade runner appartenente alla polizia di Los Angeles, riporta in luce un segreto a lungo sepolto che ha il potenziale di far precipitare nel caos ciò che è rimasto della società. La scoperta lo porta a dover scovare Rick Deckard (Harrison Ford), un ex blade runner scomparso da trent'anni.

Approfondimento

BLADE RUNNER 2049: IL SEGUITO DI UN CULT

Diretto da Denis Villeneuve e sceneggiato da Hampton Fancher e Michael Green, Blade Runner 2049 è il seguito del cult fantascientifico Blade Runner e ne prosegue la storia trent'anni dopo quando un nuovo blade runner, K, ufficiale della polizia di Los Angeles, scopre un segreto a lungo nascosto che ha il potenziale per immergere nel caos quel che resta della società. La scoperta porta K a mettersi sulle tracce di Rick Deckard, ex blade runner scomparso da tre decenni.

Con la direzione della fotografia di Roger Deakins, le scenografie di Dennis Gassner, i costumi di Renée April e le musiche di Jóhann Jóhannsson, Benjamin Wallfisch e Hans Zimmer, Blade Runner 2049 si ispira liberamente ai personaggi del romanzo Il cacciatore di androidi, pubblicato nel 1968 da Philip K. Dick, e si interroga, in ultima analisi, su cosa definisca un essere umano e cosa no, prendendo in esame la direzione che l'umanità potrebbe prendere in un futuro distopico. La stessa domanda, del resto, era già al centro di Blade Runner, il capolavoro visionario di Ridley Scott che ha aperto la strada al neo-noir cyberpunk e che ha avuto impatto non solo nel mondo del cinema ma anche in quello della televisione, della musica, dell'arte, della moda e persino delle università. Ricorda Denis Villeneuve, regista di Blade Runner 2049: "Ricordo perfettamente quando ho visto per la prima volta Blade Runner e lo stupore che mi ha suscitato quella sequenza di apertura che sorvola la Los Angeles del 2019, il cui paesaggio è segnato dalle industrie del petrolio. Ridley Scott ci ha allora fornito un'immagine forte di quello che poteva essere in nostro futuro, allo stesso tempo seducente e spaventoso. Blade Runner è stato rivoluzionario perché ha mescolato due generi che, a prima vista, non vanno molto d'accordo: la fantascienza e il noir. Era qualcosa di mai visto prima e che, devo ammetterlo, mi ha profondamente influenzato negli anni a venire". Blade Runner raccontava la storia di un ex blade runner di nome Rick Deckard che, richiamato in azione per ritrovare quattro replicanti fuggiti via dalle colonie extramondo, accetta la missione prima di innamorarsi inaspettatamente di Rachael, una giovane e bella donna che si rivela essere un replicante. Il loro rapporto costringe allora Rick a rimettere in discussione le proprie convinzioni sui replicanti e a confrontarsi con la propria umanità.

Blade Runner, inoltre, è stato in anticipo sui tempi presentando una serie di preoccupazioni sociali che negli anni avrebbero assunto sempre più rilevanza. Ha trattato infatti di temi come il decadimento urbano, il cambiamento climatico, l'ingegneria genetica, la sovrappopolazione e le diversità generate dalla stratificazione socio-economica.

In Blade Runner 2049 a raccogliere il testimone di Rick Deckard è l'agente K, un blade runner che, per ragioni molto diverse, metterà in dubbio il divario tra le persone e i replicanti, tra l'umanità e la tecnologia: un'azione che potrebbe condurre a uno stato di anarchia o addirittura a una guerra. A volere un seguito a trent'anni di distanza è stato il produttore Bud Yorkin, uno dei componenti del team di produzione del primo film, che ha coinvolto sin da subito nel progetto la moglie (produttrice) Cynthia Sikes Yorkin e il regista Ridley Scott, eccitato all'idea di espandere le vicende da lui raccontate. Scott, che ha però voluto mantenere solo il ruolo di produttore esecutivo, ha allora contattato lo sceneggiatore Hampton Fancher, con cui aveva scritto Blade Runner, invitandolo a scrive un nuovo soggetto. La sceneggiatura, limata e completata da Michael Green, ha poi posto l'attenzione sul tema principale di Blade Runner 2049: la qualità di una vita. "In entrambi i film ci sono esseri umani e ci sono replicanti che, per certi aspetti, si comportano in maniera simile. Hanno però origini diverse: gli umani sono stati creati dalla natura mentre i replicanti sono stati creati dall'uomo. La società ovviamente dà più valore agli umani perché si crede che siano dotati di anima. Ma chi ci dice che l'anima sia qualcosa di unicamente umano?", ha sottolineato Green.

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Blade Runner 2049 vi è Denis Villeneuve, regista, sceneggiatore e montatore di origine francocanadese. Nato nel 1967 nel Québec, Villeneuve ha esordito nel 1998 con Un 32 août sur terre, opera presentata al Festival di Cannes nella sezione Un certain regard e amata in altri 35 festival cinematografici… Vedi tutto

Commenti (41) vedi tutti

  • Oscar alla fotografia come minimo. Ma non è di moda darlo ai film di fantascienza. ottimo film, paragonarlo al primo è totalmente insensato.

    commento di Johncoffee
  • Sequel del capolavoro di Scott,è un buon film di fantascienza,ma di gran lunga inferiore al suo illustre predecessore.

    leggi la recensione completa di Furetto60
  • Assolutamente degno seguito. Apprezzabili gli effetti e la continuità di atmosfere e trama (marchi compresi). Avrei dato 8 se avessero mantenuto il capolavoro dei Vangelis in tutto il film. Grande Ford, meravigliosa la de Armas, per fortuna niente spiegoni da quattro soldi. Voto 7.

    commento di ezzo24
  • Non credevo l'avrei scritto, ma è un valideo sequel dell'originale.

    leggi la recensione completa di tobanis
  • Prevedibilmente noioso o noiosamente prevedibile

    leggi la recensione completa di fuzzy
  • Difficile dar vita al sequel di un mito, eppure Denis Villeneuve supera a pieni voti l'esame regalandoci un film visivamente straordinario e che mantiene intatto tutto il senso di poesia presente nell'originale di Ridley Scott. Un film da vedere, possibilmente su grande schermo.

    leggi la recensione completa di marcopolo30
  • Sequel impossibile portato a casa con personalità da Villeneuve. Però oltre alle perplessità e al frastuono mi è rimasto ben poco. 6 IMPOSSIBILE

    leggi la recensione completa di luca826
  • operazione nostalgia, operazione commerciale. operazioni riuscite. nostalgia per un film eccezionale, imitato copiato vilipeso con una gran operazione commerciale. imitazione troppo compiaciuta dell'originale.

    leggi la recensione completa di il drugo
  • L’identità, la coscienza, la maternità, sono temi che si sposano con la fantascienza esistenzialista, un genere che adoro e che anche in questo "Blade Runner 2049" non mi è dispiaciuto, anche se da questo seguito tanto atteso mi aspettavo di più.

    leggi la recensione completa di chapluz
  • Blade Runner 2049 anela alla grandezza del primo inarrivabile capitolo senza tuttavia raggiungerla, schiacciato dalla sua natura derivativa e da una sceneggiatura non al livello dell'eccellente impatto visivo messo in piedi da Denis Villeneuve e Roger Deakins. Tuttavia, rimane un notevole esemplare di cinema di fantascienza.

    leggi la recensione completa di George Smiley
  • Opera suggestiva al massimo.

    commento di Fiesta
  • Naaa, troppo lungo in primis, poi K doveva esser ritirato la prima volta che era stato beccato con dekart, non serviva più, invece l'hanno lasciato vivo pure una seconda, non si sa il perché. Peccato.

    commento di Sladkii
  • Sul noir del prototipo prevale il poliziesco e il raggio si estende dalla Los Angeles del futuro alle rovine di Las Vegas.

    leggi la recensione completa di IlGranCinematografo
  • Un film irrilevante.

    leggi la recensione completa di SredniVashtar
  • Distante anni luce dal capolavoro di Ridley Scott.

    commento di Nobre
  • Film non riuscito, estetizzante Il peggio lo dà nell'accompagnamento musicale, e nel grand ingegnere figl. di putt. megagalattico (Leto) Appiattisce la ricchezza del primo, consegna bocconi insapori di futuribile, rivoluzioni piccoloborghesi degli androidi, uccide il padre Philip Dick La storia lo rivaluterà (in peggio)

    commento di filobus
  • Riuscito l’intento di riannodare i fili con il film di R. Scott. Visivamente grandioso, enfatizza le atmosfere rarefatte, la percezione dilatata del tempo, un malinconico senso di straniamento. Replicanti di nuova generazione, dotati di autoconsapevolezza e capaci di riprodursi, cercano ancora una parvenza di umanità in un cupo futuro di solitudine

    commento di Estonia
  • a parte l'ottima scenografia e fotografia il film risulta estremamente noioso, troppo intimista, malgrado l'impegno e la buona recitazione degli attori. l'ho visto alle 10 di sera e ho fatto veramente fatica a rimanere quasi 3 ore sveglio!. assolutamente sconsigliato a chi pensa di trovare un minimo di suspense e/o azione.

    commento di giulmar
  • Un film noioso e troppo lungo. Carina la trama, ma mi aspettavo più suspanse

    commento di iiuma8288
  • Un sequel che non tradisce. Ricuce alcuni fili della vecchia trama e ne presenta di nuovi. Interessanti e utili a rendere piacevole la visione del film. Alcune scene d'azione sono una riproposizione del film precedente. Ma la vera novità, a mio avviso, sono le figure femminili.

    leggi la recensione completa di manorti1
  • Villeneuve non delude, vincendo la sua scommessa impossibile, rendendo giustizia all'originale e sfornando un gioiello policromo.

    leggi la recensione completa di RiZ@L72
  • Esseri sintetici, droni a comando vocale, macchine volanti, avatar digitali innamorati. Ma la tecnologia è impotente di fronte ai cari, vecchi tergicristalli.

    leggi la recensione completa di ROTOTOM
  • Spettacolare e affascinante.

    commento di mosez78
  • Terribile e soporifero.

    commento di fetuffo
  • da vedere, perchè mi pare riuscito il tentativo di mostrare continuità formale con l'originale, per quasi due ore il risultato è affascinante, ma la trama nel finale si complica e lo sviluppo lascia spazio a un finale da blockbuster, più che d'autore

    commento di carloz5
  • Difficile fare il sequel di un grande film. Questo ha il pregio della coerenza con l'originale e dell'intensità dell'immagine. Troppo lungo.

    commento di ENNAH
  • Fortunatamente, questo Blade Runner 2049, è stato all'altezza delle aspettative e del film precedente.

    leggi la recensione completa di Carlo Ceruti
  • Prodotto da Ridley Scott ma non diretto da lui e si vede eccome!!! Trooppo lungo ( quasi due ore e quaranta) troppo noioso!!! Troppo serioso, troppo tutto, eccessivo visualmente, sonoramente...

    leggi la recensione completa di ArmaLetale75
  • L'umanità non ha bisogno dei Replicanti.

    leggi la recensione completa di blualberto1966
  • La perduta umanità.

    leggi la recensione completa di Immorale
  • Condizionato dal primo capolavoro di Scott, ho apprezzato il sequel provando emozioni diverse . Non la poesia e il tono malinconico ma la tensione esistenziale e filosofica dei personaggi alla ricerca della verità, inquietudine e quasi paura per i luoghi labirintici e desolati ( futuro dell'umanità?).L effetto ipnotico ne colma la freddezza.

    commento di alfbester
  • Ci sono due opere in uno stesso film: sequenza di scene che parlano da sole, tanto che si potrebbe vederlo anche muto; dialoghi scritti in stato di grazia, tanto che si potrebbe assistere ad occhi chiusi. Due parti complementari e magnificamente supplementari.

    leggi la recensione completa di michemar
  • In ogni ricordo c'è sempre qualcosa di autobiografico.

    leggi la recensione completa di champagne1
  • Non un tracollo, non il "Padrino parte seconda" del 21mo secolo, ma un'occasione mancata a causa di seri problemi formali

    leggi la recensione completa di BigSur
  • Gli androidi ricordano pecore elettriche?

    leggi la recensione completa di ValeB
  • Più che un sequel, sembra un... replicante! Tanta forza, tanta tecnica, ben poca fantasia. Sorge il legittimo sospetto che Scott abbia prodotto il film solamente perché si tornasse a parlare del suo Blade Runner. Parafrasando la celebre frase: ho visto cose che perfino io avrei potuto immaginare, senza bisogno di andare al cinema.

    leggi la recensione completa di andenko
  • Come perdere 152' della propria vita per vedere una immane cazzata!!!

    leggi la recensione completa di vjarkiv
  • Il sequel che non avrei voluto vedere sorprende per la storia, il nuovo protagonista e i colpi di scena. Peccato non sia un noir come l'originale.

    leggi la recensione completa di Marco Poggi
  • Blade runner 2049 ha bisogno di tempo, quello che oggi non è più dato di avere, al cospetto di una frenesia onnipresente, che divora ogni cosa solo per il gusto di deglutire senza fare caso ai sapori. Automaticamente, assume la forma di un rifugio: se il futuro annienta l’umanità, non c’è niente di cui sorprendersi.

    leggi la recensione completa di supadany
  • Non siamo qui per decidere se farà parte della storia del cinema futura, ma semplicemente se in questo momento ci potrà lasciare qualche microchip emozionale. La risposta all'interno.

    leggi la recensione completa di Mike.Wazowski
  • Un sequel che rispetta , onora e arricchisce il precedente Blade Runner. Da non mancare .

    leggi la recensione completa di malkmus
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è negativa

EightAndHalf di EightAndHalf
4 stelle

Sono passati 35 anni da quando Deckard è scappato dalla città con Rachael, e sono 35 anni che è rimasto sospeso e indefinito l'enigma dell'unicorno. 35 anni che il mondo dei replicanti è stato afflitto da un coatto inconscio collettivo, inteso come l'installazione di memorie prelevate da esseri umani realmente esistiti, ricordi talmente nitidi e perfetti da non… leggi tutto

6 recensioni negative

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

Eric Draven di Eric Draven
5 stelle

  Ora, esco ancora “sbiadito” da questa visione ma non riesco, nonostante debba metabolizzarlo, a capacitarmi di come una nutritissima schiera di persone, in primis la Critica americana, che sarà ora ridimensionassimo, poiché estremamente fallace oramai sentenzia spesso per promuovere l’industria, abbia potuto definire questo “seguito” un… leggi tutto

17 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

amandagriss di amandagriss
10 stelle

    è ancora tempo di morire       Tripudio di gemme visive incastonate dentro un racconto intimistico rarefatto, commovente e bellissimo, che si prende il tempo necessario, rallentandolo e dilatandolo, per parlare a noi di noi, di come eravamo e di come siamo adesso, sospesi tra il passato e i suoi ricordi nebulosi che i sentimenti, alla base… leggi tutto

39 recensioni positive

Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 7 voti
vedi tutti
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 8 voti
vedi tutti
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 8 voti
vedi tutti
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 7 voti
vedi tutti

Recensione

Furetto60 di Furetto60
7 stelle

Dopo una serie di violente rivolte e di scontri, tra umani e replicanti, nel 2020, gli androidi,fabbricati dalla Tyrell,ritenuti pericolosi o difettosi, che dir si voglia, sono stati "ritirati"in modo per cosi dire sbrigativo. Intanto un grande "black out" ha distrutto quasi completamente ogni dato digitale del pianeta, e profondi cambiamenti climatici hanno causato una…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti

Recensione

mmciak di mmciak
6 stelle

"Blade Runner 2049" diretto da Denis Villeneuve, devo dire che mi ha lasciato perplesso. La storia si svolge nel 2049 e racconta l'ufficiale K è Incaricato di recuperare un vecchio modello di replicante, un blade runner appartenente alla polizia di Los Angeles, riporta in luce un segreto a lungo sepolto che ha il potenziale di far precipitare nel caos ciò che è…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Alcuni film da evitare

giansnow89 di giansnow89

B-movies, film artatamente beatificati dalla critica, film riusciti male, film pretenziosi, o anche solo lavori teneramente ignobili: il panorama dei film brutti è variegato, nonché, come è…

leggi tutto

Recensione

axe di axe
8 stelle

Ambientata alcuni decenni dopo la storia del primo Blade Runner, questo sequel racconta di un "miracolo". Nella California del 2049, un "Blade Runner" di nuova generazione, nel corso di una missione di "ritiro" di una vecchia unità, rende possibile la scoperta di un evente creduto impossibile. Alcuni decenni prima, una replicante era riuscita ad avere dei figli. Sulle tracce di tale…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 17 voti
vedi tutti

Recensione

tobanis di tobanis
8 stelle

Per ogni appassionato di SF il solo parlare di un seguito di Blade Runner suona eretico ben più di un rutto in chiesa. Dunque, l’operazione era ad altissimo rischio, super altissimo. Ma a priori avevano fatto le scelte giuste. Una, un regista che sta piazzando via via un film più bello dell’altro, Denis Villeneuve, a cui ho dato volti alti per Sicario, Arrival,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Oscar 2018: I premi

Oscar 2018: I premi

La 90ª edizione degli Academy Awards è finalmente arrivata. La lunga notte in diretta dal Dolby Theatre di Los Angeles coincide per uno… segue

Post
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 14 voti
vedi tutti
Il meglio del 2017
2017

Recensione

EightAndHalf di EightAndHalf
4 stelle

Sono passati 35 anni da quando Deckard è scappato dalla città con Rachael, e sono 35 anni che è rimasto sospeso e indefinito l'enigma dell'unicorno. 35 anni che il mondo dei replicanti è stato afflitto da un coatto inconscio collettivo, inteso come l'installazione di memorie prelevate da esseri umani realmente esistiti, ricordi talmente nitidi e perfetti da non…

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 2 ottobre 2017
Il meglio del 2016
2016

In sala nel 2017

cinefox di cinefox

L'anno che verrà! Come di consueto propongo una lista di film interessanti in uscita nell'anno nuovo... quanti di questi valgono l'attesa o quantomeno il prezzo del biglietto?

leggi tutto
Il meglio del 2015
2015
Il meglio del 2003
2003
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito