Espandi menu
cerca
Libr(iccin)i A(ni)mati - 63: “Ornitologia Insubrica” di Maurizio Monti (1845) - Codici di Geometria Esistenziale.
di mck ultimo aggiornamento
Playlist
creata il 30 film
Segui Playlist Stai seguendo questa playlist.   Non seguire più

L'autore

mck

mck

Iscritto dal 15 agosto 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 206
  • Post 133
  • Recensioni 1087
  • Playlist 316
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Libr(iccin)i A(ni)mati - 63: “Ornitologia Insubrica” di Maurizio Monti (1845) - Codici di Geometria Esistenziale.

La riservatezza delle cose rare è titolo per la loro bellezza, ma, quando - cogliendolo dalla mia biblioteca - ho rivisto e riapprezzato l'Ornitologia Comense, mi sono detto: questa rarità deve essere divulgata. L'ottimo amico ed editore Dominioni ha operato il resto.
Questo, più che un “catalogo” come lo ha con estrema modestia denominato l'autore, potrebbe benissimo essere considerato un autentico trattato scientifico condensato e corredato di notizie locali sia sistematiche che di colore («arricchire la mente di belle ed utili notizie» scrive nella sua prefazione il prof. M. Monti), così da renderlo piacevole alla lettura e utile per i raffronti dalla metà dell’Ottocento ad oggi; sotto questo profilo è un’autorevole pietra miliare con citazioni precise, circostanziate con relative date e nominativi.

[Dalla presentazione di Pierluigi Nessi, “cacciatore emerito” e speleologo.]

Oggi chi tratta di scienze sembra farlo in modo quasi distaccato, con un linguaggio asettico imposto da codificate formalità, con un vaglio spietato che era inesistente nel passato. E proprio la presenza nel testo qui ristampato, di particolari e aneddoti che appaiono a tratti quasi inopportuni per uno studioso moderno, ci permette oggi di avere un più complessivo quadro del passato non solo dal punto di vista ornitologico, ma anche ambientale e sociale.
I contenuti dell’opera, letti in chiave di indicatori biologici, riconfermano i grandi cambiamenti ormai da tempo intervenuti nell’assetto del nostro territorio: alcune specie indicate nel testo sono oggi scomparse oppure, nell’ipotesi più benigna, sopravvivono in un ben diverso rapporto numerico.

[Dalla nota dell’Assessore alle Risorse e Gestioni Ambientali della Provincia di Como, leghista, Mario Colombo (l’eventuale ghost-writer non so).]

Negli scrittori di memorie patrie sono oltremodo scarse le notizie su gli uccelli nostrani. Ne parlavano per caso e non sempre con accuratezza. Voleva la moda universale dei tempi che si occupassero di studj classici, e si onorava di più chi scriveva una pagina di latino imitando gli antichi autori e d’ordinario sopra argomenti rettorici, che chi avesse dato opera efficace a illustrare qualche ramo delle naturali scienze. Per al presente la moda ha cambiato. La lingua latina è negli specchi delle scuole più che nella mente degli uomini, ed ho sentito persone di non comune senno a dolersene, e con ragione. L’Europa si è volta alle scienze naturali, e sembra che solo dallo studio di queste si possa giudicare il valore delle persone. Altro errore della moda.
[…]
Dirò da ultimo chi mi ha giovato. […] E se più persone mi avessero assistito sarebbe riuscito meno imperfetto il mio lavoro. ché le notizie positive se l’uccello è di passaggio e in qual tempo, se stazionario, se nidifica o no, e così del resto, non s’inventano, ma bisogna verificarle con assiduità e pazienza.

[Dalla prefazione dell’autore, Maurizio Monti, professore di fisica e matematica, storico, erudito e arciprete comasco.]



Colophon.
Maurizio Monti - Catalogo e Notizie Compendiose degli Uccelli di Stazione e di Passaggio nella Città, Provincia e Diocesi di Como e loro Comasca Sinonimia - Tipografia Figli di C.A. Ostinelli, stampatori provinciali - Como - 1845 [“Questo schizzo d’ornitologia fu pubblicato per la prima volta negli anni 1843 e 1844 nel Manuale o Almanacco della Provincia di Como” (dalla prefazione dell’autore) e poi riedito come Ornitologia Insubrica – Catalogo degli Uccelli delle province di Como, Lecco, Sondrio, Varese e Canton Ticino (1843) da Dominioni Editore, Lipomo (Como), nel 2002 e, in seconda edizione, sulla quale è stata redatta questa playlist, nel 2021; il libriccino consta di 94 pagg. così suddivise: la sezione moderna comprende VIII pagg. introduttive/conclusive e 16 pagg. con illustrazioni (poste all’interno del testo classico) e la sezione classica/originale è composta da XII pagg. introduttive e da 58 pagg. di testo vero e proprio, raggruppate in 5 sezioni che suddividono gli Aves in altrettanti gruppi più intuitivi che propriamente scientifici: uccelli di rapina (rapaci diurni e notturni), silvani (foresticoli), razzolatori (granivori e insettivori al suolo e in aria), di ripa (limicoli) e di acqua (anatre)].

Le splendide illustrazioni fuori testo presenti ad integrazione del volumetto (16 inserite all’interno del libro e una utilizzata copertina) sono tratte dal Coloured Illustrations of British Birds and their Eggs (7 voll., Londra, 1842-1850) di Henry Leonard Meyer: https://www.biodiversitylibrary.org/bibliography/61160.

Dedico questa playlist all’otarda, alla gallina prataiola, al pollo sultano, al gallo cedrone (l’urogallo di Rigoni Stern), al chiurlottello, al gobbo rugginoso, alla moretta tabaccata, all’occhione, alla gru, al falco della regina, al falco pescatore, al lanario, all’avvoltoio monaco, al capovaccaio, al grifone, al gipeto. 

- Libri A(ni)mati

- Libr(iccin)i A(ni)mati

Playlist film

Gli uccelli

  • Thriller
  • USA
  • durata 115'

Titolo originale The Birds

Regia di Alfred Hitchcock

Con Tippi Hedren, Rod Taylor, Jessica Tandy, Veronica Cartwright, Suzanne Pleshette

Gli uccelli

IN TV Sky Cinema Collection

canale 303 vedi tutti

 

• Corvo Comune (Corvus frugilegus).

Comune. Ci viene dalle parti boreali nel principio d'inverno, e di primavera va di nuovo insettentrionandosi.

Un cinquant'anni fa entro piccola stamberga che sorgeva in vicinanza al laghetto di Montorfano venne uno stuolo di corvi sorpreso da un contadino, che chiusasi dietro la porta si mise col bastone a menar colpi all'impazzata per ucciderli. I corvi niente avviliti lo assaltarono, ferirono nella faccia, e se spalancando la porta non schiudeva il varco a tanta furia, forse v'incontrava la morte.

 

• Gazza (Pica pica)

Volg. Berta, Cecca. Comune, e nidifica su gli alberi alti. Il sig. F. Taroni, delle tre Pievi parlando, mi afferma che la gazzera non fu mai veduta su la sponda destra del lago, e che nel vicino piano di Colico è comunissima; né di ciò si saprebbe assegnarne la causa. Si domestica, ma è un ladro di professione. Involando i tizzoni ardenti può appiccare il fuoco alle case.

 

• Succiacapre (Caprimulgus europaeus).

Ital. Nottolone. Volg. Tettavach. È comune, e nidifica da per tutto sì al monte che al piano. L'inverno lo passa in Africa. Crede il volgo, che se egli si attacca alle poppe delle vacche, tanto sugga, che s'insanguina a loro il capèzzolo. La qual cosa per le informazioni che ho desunte, pongo tra le favole.

 

• Cinciallegra (Parus major).

È comune, e nidifica. D'autunno ne sopravvengono dal settentrione. Audacissima la cincia assale la stessa mano dell'uccellatore e si ribella contro la rete, il vischio, la gabbia.

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Che strazio nascere uccelli

  • Animazione
  • USA
  • durata 21'

Titolo originale It's Tough to Be a Bird

Regia di Ward Kimball

Che strazio nascere uccelli

 

• Cesena (Turdus pilaris).

Ital. Viscardo. Volg. Viscarda. [...] Nel 1824 sì pel rigore della stagione che per l'alta neve questo selvaggio uccello osò avvicinarsi alle abitazioni dell'uomo, e ne fu fatta strage. La loro magrezza era estrema, e parevano scheletri rivestiti di penne.

 

• Tordo Bottaccio (Turdus philomelos, già Sylvia musica).

Nidifica sui più aspri monti della Diocesi. In settembre comincia il passo, e i roccoli ne fanno ricchissime prede. Anche d'inverno e più di primavera nel ripasso se ne pigliano colle reti o col fucile. Ma il suo numero va sempre diminuendo. Una carta del 1652 obbligava i contadini del convento di s. Donato, vicino a Como, a stare per certe ore del giorno al tempo della maturanza delle uve a battere di tamburo fuori pel vigneto, e spaventare i tordi, che vi distruggevano la vendemmia. I roccoli di Capiago, di Montorfano e di quelle vicinanze sono tuttavia celebri per la presa dei tordi. Nella mattina del 12 ottobre 1843 il roccolo Al Pioppo, che è in sul lembo della pineta Giovio a Verzago, prese, me presente, 85 tordi. Non di rado passa i cento.

 

• Gruccione (Merops apiaster).

Volg. Apiaster. È raro. A Colico ne uccise il sig. Fr. Taroni. Ne vidi uno nel museo Rezia caduto a un colpo di fucile presso Dervio. Apparteneva a un branchetto di sedici individui che svolazzavano colle rondini, e tutti li predò il cacciatore. Opina il Balsamo che nidifichi sul colle di S. Colombano alla foce del Lambro. Fanno le meropi una crudel guerra alle pecchie ed altri insetti, e perciò diconsi Piavespe nel basso milanese.

 

• Fagiano di Monte (Lyrurus tetrix).

Volg. Fasan, Gall de montagna. È comune nei siti selvaggi delle Alpi, e vi nidifica. Un bell'individuo ucciso nei monti di Rezzonico è nel museo Rezia. Nel novembre e dicembre del 1842 su le alture della valtellinese Carona con trentacinque lacci lungo le viuzze di quei pineti si presero ventisei fagiani, e altri sette vennero rubati insieme ai lacci. Uno che si pesò, ed era di età adulta, diede libbre due e once nove di Milano. I lacci (artifizio prima ignoto in quelle fiere montagne) divennero lo sterminio del Fagiano.

 

• Pavone (Pavo cristatus).

Vive allo stato selvaggio nell'Inda settentrionale, ed è fama che Alessandro Magno lo abbia introdotto nell'Europa. È bello per le piume, buono per le carni, spiacevole per la voce.

 

• Gru Cenerina (Grus grus).

È un uccellone di passaggio, e che d'inverno va ad immergersi nell'Africa più profonda. Fu ucciso sì nei piani di Colico e di Magadino, che in Valtellina, ed or fa pochi anni che uno stormo di Gru, probabilmente stanco dei lunghi viaggi, si posò sui monti di Pona nella Valle Intelvi, e da chi per caso si trovava vicino fu inseguito a colpi di bastone.

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

L'airone e la gru (The Heron and the Crane)

  • Animazione
  • URSS
  • durata 10'

Titolo originale Tsaplya i zhuravl

Regia di Yuriy Norshteyn

Con Innokentiy Smoktunovskiy

L'airone e la gru (The Heron and the Crane)

 

“Se è vero che sono tanto minacciate [le gru] come mai sono così numerose?”

“Prima si posavano lungo tutto il Big Bend: duecento e più chilometri. Ora i chilometri sono ridotti a un centinaio, e diminuiranno ancora. Lo stesso numero di uccelli stipati in metà spazio. Malattie, stress, ansia. Peggio che a Manhattan.”

 

Richard Powers  -  the Echo Maker  -  2006  (trad. Giovanna Granato - Mondadori)

 

[Recensione.]

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Chiamami Aquila

  • Commedia
  • USA
  • durata 103'

Titolo originale Continental Divide

Regia di Michael Apted

Con John Belushi, Blair Brown, Allen Garfield, Carlin Glynn, Tony Ganios, Val Avery

Chiamami Aquila

 

• Aquila Reale (Aquila chrysaetos).

Nelle alture del passo di Livigno a Cernetz il mio amico sig. Carlo Ostinelli tipografo correndo il luglio 1836 ebbe la singolare ventura d'incontrarsi a pochi passi coll'aquila e contemplarne il maestoso remeggio delle ali. Arrestatisi di repente come tocchi da paura i cavalli, la guida gridò "L'orso!" e nel mentre videro l'aquila alzarsi lenta dal terreno, rivolgersi davanti a loro in ampie ruote, poi salendo spaziare per le limpide regioni di quel bellissimo cielo. Aveva la guida dato di piglio allo schioppo, ma gli restò inerte nelle mani, assorta com'era in quel nuovo e sublime spettacolo.

 

• Avèrla Maggiore (Lanius excubitor).

La famiglia delle Avèrle è sparsa su tutto il globo e per l'istinto sanguinario forma un anello tra gli uccelli di preda ed i silvani.

 

• Avèrla Piccola (Lanius collurio).

Strangòssola, Gattasc, Dragoss, Goga, Becase, Scavesacoll. Ci giunge nell'aprile, nidifica e riparte verso al settembre. Non è maraviglia che abbia tanti nomi presso noi questo coraggioso uccelletto. I nomi volgari degli uccelli variano qualche volta da paese a paese, e in cambio qualche altra gli uccelli della stessa famiglia o degli affini ottengono in bocca al popolo uno stesso e medesimo nome. Ma è ben maraviglia che gli Ornitologi abbiano di maniera, e per lusso d'ingegno, moltiplicati i nomi tecnici che dinotano lo stesso individuo, che se non vi si mette riparo, come ha di già insinuato col Nomenclator Zoologicus il celebre Agassiz di Soletta, si riprodurrà per questa parte nobilissima della storia naturale la confusione di Babele.

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Ladyhawke

  • Fantasy
  • USA
  • durata 116'

Titolo originale Ladyhawke

Regia di Richard Donner

Con Matthew Broderick, Michelle Pfeiffer, Rutger Hauer, Leo McKern, Ken Hutchison

Ladyhawke

In streaming su Amazon Video

vedi tutti

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

L'incredibile volo

  • Avventura
  • USA
  • durata 106'

Titolo originale Fly Away Home

Regia di Carroll Ballard

Con Jeff Daniels, Anna Paquin, Dana Delany, Terry Kinney, Holter Graham

L'incredibile volo

In streaming su Amazon Video

vedi tutti

 

• Rondine (Hirundo rustica).

La rondine sverna in Africa, e qui rivola dopo la metà di marzo, e nidifica in mezzo le abitazioni dell'uomo e fino nell'interno delle stanze in cui si dorme. I contadini dicono che la rondine è l'uccello della Madonna, ed è peccato ucciderlo. Quindi la rispettano, e sarebbe causa di suscitare delle liti serie in più di un villaggio, se l'imprudente cacciatore volgesse contro a lei il suo schioppo. Ubbia popolare che ci è vantaggiosa, poiché le rondini distruggono a miriadi gl'insetti. Se cessa la rondine di porre il nido in una casa, la superstizione subito grida, che da quella casa si è dipartita la buona fortuna.

Al principiar d'autunno nel ripasso raccolgonsi a stormi, e di notte o nelle fitte nebbie vanno rondini a posarsi sulle vette delle canne di padule. Un anno i contadini lungo il lago di Montorfano poterono di tal maniera pigliarne a centinaia colle mani, e spennacchiatele alquanto, le venderono in Como per passerotti. A Colico si scoperse non è molto una nidiata di sei rondinotti tutti bianchi qual latte, e gli occhi color rosso rubino.

 

• Beccafico (Sylvia borin, che no, non è una procace barista di Rovigo).

L'inverno se lo gode al di là del Mediterraneo.

 

• Cincia dal Ciuffo (Lophophanes cristatus).

Quando la neve è alta e che ne sono incappellate fino alle piante vedesi questa vivacissima cincia incantarsi e baloccarsi in mezzo al verno contenta di lui.

 

• Ortolano (Emberiza hortulana).

Nell'agosto comincia a pensare a clima più caldo.

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Il popolo migratore

  • Documentario
  • Francia, Italia, Germania, Spagna, Svizzera
  • durata 98'

Titolo originale Le peuple migrateur

Regia di Jacques Perrin

Il popolo migratore

In streaming su Apple TV

vedi tutti

 

...e a sera puliva con mano esperta gli uccelli variopinti che aveva ucciso, sfregando la loro pelle con polvere da sparo e riempiendoli di pallottole d'erba secca per poi riporli nelle bisacce. Schiacciava fra le pagine del quaderno le foglie degli alberi e delle piante, e rincorreva in punta di piedi le farfalle di montagna tenendo davanti a sé la camicia con entrambe le mani, parlando agli insetti con sommessi bisbigli, lui stesso un oggetto di studio. [...] Toadvine [...] gli chiese quale fosse lo scopo di tutto questo. 

[...] Qualunque cosa esista, disse. Qualunque cosa esista nella creazione senza che io la conosca esiste senza il mio consenso. [...] Accennò col capo agli esemplari che aveva collezionato. Queste creature anonime, disse, possono sembrare poco o niente nel mondo. Eppure l'esserino più piccolo può divorarci. [...] al di fuori della conoscenza umana. Solo la natura può rendere schiavo l'uomo, e solo quando l'esistenza di ciascun essere sarà snidata e denudata di fronte a lui, egli sarà davvero il sovrano feudale della terra. [...] Un sovrano feudale...è un padrone di tipo speciale : comanda anche dove altri comandano. La sua autorità revoca le sentenze locali. [...] Questo è il regno cui ho diritto , disse. Eppure in esso ci sono ovunque nuclei di vita autonoma. Autonoma. Perché esso mi appartenga non devo permettere che qualcosa vi accada senza il mio permesso.

Nessun uomo può arrivare a conoscere tutte le cose di questa terra, disse [Toadvine].

[Il giudice rispose:] L'uomo che crede che i segreti del mondo resteranno nascosti per sempre vive nel mistero e nella paura. La superstizione lo trascinerà in basso. La pioggia eroderà gli atti della sua vita. Ma l'uomo che si assume il compito di individuare nell'arazzo il filo che tutto ordisce, in virtù di questa sola decisione si fa carico del mondo, ed è soltanto facendosene carico che egli può trovare il modo di dettare i termini del proprio destino.

  Non vedo cosa c'entri questo col fatto di catturare uccelli.

  La libertà degli uccelli è un insulto per me. Li metterei tutti negli zoo.

  Bell'inferno di zoo, sarebbe.

  Il giudice sorrise. Si, disse. Proprio così.

 

Cormac McCarthy  - Blood Meridian  -  1985  (trad. Raul Montanari - Einaudi).

 

[Recensione.]

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

La terra degli uomini rossi

  • Drammatico
  • Italia, Brasile
  • durata 108'

Titolo originale Birdwatchers

Regia di Marco Bechis

Con Claudio Santamaria, Chiara Caselli, Matheus Nachtergaele, Leonardo Medeiros

La terra degli uomini rossi

In streaming su Apple TV

vedi tutti

 

[Recensione.]

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Il Regno di Ga' Hoole. La leggenda dei guardiani

  • Animazione
  • USA, Australia
  • durata 97'

Titolo originale Legend of the Guardians: The Owls of Ga'Hoole

Regia di Zack Snyder

Il Regno di Ga' Hoole. La leggenda dei guardiani

In streaming su Amazon Video

vedi tutti

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Rio

  • Animazione
  • USA
  • durata 96'

Titolo originale Rio

Regia di Carlos Saldanha

Rio

In streaming su Disney Plus

vedi tutti

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Un anno da leoni

  • Commedia
  • USA
  • durata 100'

Titolo originale The Big Year

Regia di David Frankel

Con Jack Black, Owen Wilson, Steve Martin, Rashida Jones, Jim Parsons, Rosamund Pike

Un anno da leoni

In streaming su Disney Plus

vedi tutti

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Guida tascabile per la felicità

  • Commedia
  • USA
  • durata 88'

Titolo originale A Birder's Guide to Everything

Regia di Rob Meyer

Con Ben Kingsley, Kodi Smit-McPhee, James LeGros, Alex Wolff, Briana Marin, Daniela Lavender

Guida tascabile per la felicità

In streaming su Amazon Video

vedi tutti

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

L'infinita fabbrica del Duomo

  • Documentario
  • Italia
  • durata 74'

Regia di Massimo D'Anolfi, Martina Parenti

L'infinita fabbrica del Duomo

 

• Codirosso Spazzacamino (Phoenicurus ochruros).

Vive sui monti e si crede che nidifichi. De Filippi l'osservò abitare su l'Arco della Pace in Milano.

 

• Svasso Collorosso (Podiceps grisegena).

Raro. Un individuo preso in sul Lario si conserva nel museo del Municipio. E qui mi sia concesso esprimere un voto. Aspetta quel Museo una mano pietosa che lo ordini e lo renda degno in tutto di questa letteratissima città, di maniera che serva a nostra istruzione e mostrare si possa senza vergogna al forestiero.

 

[Recensione.]

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

David Attenborough: Una vita sul nostro pianeta

  • Documentario
  • USA
  • durata 83'

Titolo originale David Attenborough: A Life on Our Planet

Regia di Alastair Fothergill, Jonathan Hughes, Keith Scholey

Con David Attenborough

David Attenborough: Una vita sul nostro pianeta

In streaming su Netflix

vedi tutti

 

• Quaglia (Coturnix coturnix).

Qui viene di primavera la quaglia, occupa i campi e i prati, ma più al piano che al monte, e vi colloca il nido. Nell'autunno rivola a climi più temperati.

Le vaste pianure di Colico, giustamente famose per cacce e uccellagioni, abbondano di quaglie, e talvolta in un sol giorno può uccidere venti e più un buon cacciatore. Ma le quaglie quivi una volta più abbondanti sono da alcuni anni molto diminuite per la vergognosa caccia che loro si fa nei tempi del nido colle cantajuole, col quagliere e con una rete, che per altro si usa con maraviglioso diletto, conosciuta col nome di Copri-erba.

[...] Colico è una immensa uccellaia, e lungo l'anno e più di autunno vi concorrono, sto per dire, da tutte le parti del mondo gli abitatori dell'aria dal più piccolo uccellinuzzo al voluminoso pellicano. A ciò maravigliosamente contribuisce, con esempio forse unico nelle Alpi italiane, la qualità del terreno, che oltre all'essere esteso e feracissimo, si spiega in lame e paludi, o in campi coltivati, praterie e boschi; e oltre ciò la positura geografica dello stesso terreno che cade appunto dove si rannodano in un solo centro i tre grandi avvallamenti del Lario, dell'Adda, e della Mera che propinquo a Chiavenna riceve dalla Spluga il Liro, altro insigne avvallamento. Il Lario in due rami spartito mette al fertil piano della Lombardia, e gli altri avvallamenti finiscono ai più elevati gioghi delle Alpi Retiche. Il settentrione per più strade si unisce per tal modo al mezzodi dell'Europa, e Colico è il centro della unione.

Le paludi diseccate dai benemeriti Sacco e Rousselin, l'abassamento del lago pei lavori sotto a Lecco, e il taglio che si farà dell'Adda presso al forte di Fuentes, ponno del resto slontanare da Colico molti degli uccelli di stazione. Noi di ciò non dobbiamo dolerci, perché viene migliorato il clima e la coltivazione dei campi. Fu dei nostri tempi asciugato nella Valcuvia uno sterminato paludaccio, detto il Carreggio, e già popolatissimo di trampolieri di uccelli di e acqua, la qual cosa non si era potuto ottenere ai tempi feudali o delle cacce riservate; e adesso, oltre a non esservi attuose come pel passato le febbri, vi si raccoglie negli anni buoni tanta quantità di grano turco, che basta a tre dei vicini villaggi.

Intorno al 1600 era feconda di fiere e di uccelli la pianura che giace tra mezzodi e ponente della città di Como. "Tutto questo paese", scrive Roberto Rasca, "è ornato di ameni colli, apriche spiagge, pianure grandi, di selve, boschi, fiumicelli, d'animali selvaggi, come lepri, cavrioli, cervi e uccelli d'ogni sorta." [...] Scomparvero i caprioli e i cervi, e scarso vi è l'uccellame. Narra il Giovio, che all'età sua, cioè verso il 1500, i monti di Palanzo, Lemna e Molina albergavano armenti di cervi. Leggiamo le parole di lui: - Per quos (i detti monti) pastoribus sæpissime agmina cervorum occurrunt. [...] Ora di cervi il territorio comasco non può mostrare che quelli che il marchese Carcano alimenta nel dovizioso parco di Anzano. 

 

• Germano Reale (Anas platyrhynchos).

Arriva a stuoli numerosi sul fine di autunno, e non è raro vedere lunghi tratti dei nostri laghi popolati da lei. È il tipo dell'Anatra comune e di tutte le sue varietà. Nidifica nelle tre Pievi. L'inverno del 1825 sarà sempre memorabile negli annali della caccia. Un'immensa turba di anatre si affollò sui piani di Colico, e alcune, probabilmente logorate dal digiuno, si lasciarono prendere dal bracco anziché spiegare il volo. L'unico mezzo di cacciarle è l'archibugio. Si tentarono le reti e l'amo, ma con infelice riuscita.

Aveva nell'Almanacco già stampato queste parole quando il sig. don M. Taroni mi scrisse in data 19 gennaio 1845 che nel presente inverno si è tentata con buon esito la caccia del Germano reale mediante le reti denominate Altane, le quali servono alla pesca della Trota. "Queste reti", prosegue egli, "per la prima volta nello scorso dicembre furono poste dai pescatori di Gera orizzontalmente sopra i canneti delle paludi di Colico, del piano di Spagna e del lago di Mezzola ove vanno a posarsi le Anatre in cerca di cibo. In questa stagione sono da noi numerosissime, e colle Altane se ne pigliarono fino a due dozzine in una sola volta. Eccovi gli effetti del secolo del Progresso anche per la caccia..."

 

[Recensione.]

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Il giardino del piacere

  • Drammatico
  • Gran Bretagna, Germania
  • durata 75'

Titolo originale The Pleasure Garden

Regia di Alfred Hitchcock

Con Virginia Valli, Carmelita Geraghty, Miles Mander, John Stuart, Ferdinand Martini

Il giardino del piacere

 

• Gabbiano Comune [Chroicocephalus (Larus) ridibundus].

Frequente. È fama che l'abbondanza di questo uccellaccio sul lago di Como sia stata causa che si chiamasse il lago Lario. [...] Dispiace [...] che tra le radici del nome Lario si adduca il nome latino di un trivialissimo uccello, quale è il Gabbiano.

 

- - - → - - - ↓ - - - Lario e Dintorni - - - ↓ - - - ← - - -

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Rocco e i suoi fratelli

  • Drammatico
  • Italia, Francia
  • durata 180'

Regia di Luchino Visconti

Con Alain Delon, Renato Salvatori, Annie Girardot, Roger Hanin, Katina Paxinou

Rocco e i suoi fratelli

In streaming su Rai Play

vedi tutti

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Segni particolari: bellissimo

  • Commedia
  • Italia
  • durata 90'

Regia di Castellano & Pipolo

Con Adriano Celentano, Federica Moro, Gianni Bonagura, Simona Mariani, Tiberio Murgia

Segni particolari: bellissimo

In streaming su Rai Play

vedi tutti

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

C'era una volta in America

  • Drammatico
  • USA
  • durata 220'

Titolo originale Once Upon a Time in America

Regia di Sergio Leone

Con Robert De Niro, James Woods, Elizabeth McGovern, Tuesday Weld, Treat Williams, Joe Pesci

C'era una volta in America

In streaming su Netflix

vedi tutti

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Star Wars - Episodio 2 - L'attacco dei cloni

  • Fantascienza
  • USA
  • durata 135'

Titolo originale Star Wars: Episode II - Attack of the Clones

Regia di George Lucas

Con Ewan McGregor, Natalie Portman, Hayden Christensen

Star Wars - Episodio 2 - L'attacco dei cloni

In streaming su Disney Plus

vedi tutti

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Ocean's Twelve

  • Commedia
  • USA, Australia
  • durata 120'

Titolo originale Ocean's Twelve

Regia di Steven Soderbergh

Con Brad Pitt, Catherine Zeta-Jones, George Clooney, Julia Roberts, Matt Damon, Andy Garcia

Ocean's Twelve

In streaming su Netflix

vedi tutti

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Casino Royale

  • Spionaggio
  • USA, Germania, Gran Bretagna, Repubblica Ceca
  • durata 144'

Titolo originale Casino Royale

Regia di Martin Campbell

Con Daniel Craig, Eva Green, Mads Mikkelsen, Judi Dench, Jeffrey Wright, Giancarlo Giannini

Casino Royale

In streaming su Amazon Video

vedi tutti

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No
Ti è stata utile questa playlist? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati