Espandi menu
cerca
In Serie (80) - Guilty Pleasure (13) : "Savage Beauty" (2022, stag. 1) - Ruby ter, ovvero: un "click" xhosa per ogni occasione.
di mck ultimo aggiornamento
Playlist
creata il 32 film
Segui Playlist Stai seguendo questa playlist.   Non seguire più

L'autore

mck

mck

Iscritto dal 15 agosto 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 192
  • Post 120
  • Recensioni 800
  • Playlist 244
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
In Serie (80) - Guilty Pleasure (13) : "Savage Beauty" (2022, stag. 1) - Ruby ter, ovvero: un "click" xhosa per ogni occasione.

 

Super-cafona, iper-etnica, poli-ginica e ultra-marxista: “Savage Beauty”, creata per Netflix South Africa da Lebogang Mogashoa, è una tamarrata sesquipedalica in 6 episodi da 45 minuti l’uno che si conclude con un cliffhanger (ad oggi la serie è ancora in attesa di un eventuale rinnovo).

 


Comunque un merito indiscutibile – oltre ad insegnare che un “click” xhosa può essere anche un insulto pesante, a sdoganare l’espressione “(selling your) pussy for peanuts” e a ricordar(ci) che il mondo è pieno di Ruby, mogli n. 3 – ce l’ha, “Savage Beauty”: ti lascia addosso un’insopprimibile voglia di correre a comprare una Jaguar.

 


Sì, poi si potrebbe ulteriormente argomentare che anche prodotti come questo servono a dimostrare che il razzismo è diventato un problema secondario in tutto il SudAfrica, dalla suburba di Johannesburg ai frangenti marosi di Cape Town, in quanto le persone sono tutte talmente uguali dal PdV epidermico (e non certo da quello economico) che anche i possessori di un alto livello di melanina possono essere ritratti come cattivi duri e puri senza rimedio alcuno, ma il vero punto è che – oltre a Dumisani Mbebe, Nthati Moshesh, Mpho Sebeng, Jesse Suntele, Oros Mampofu, Nambitha Ben-Mazwi, Angela Sithole e John Ncamane, poi – c’è, oh!, lei: Rosemary Zimu

 


* * ½/¾ - 5.25


Guilty Pleasure precedente: "From" (2022, stag. 1) - "Not Penny's Boat".     

Playlist film

Assalto al treno

  • Western
  • USA
  • durata 11'

Titolo originale The Great Train Robbery

Regia di Edwin S. Porter

Con A.C. Abadie, Gilbert M. 'Broncho Billy' Anderson, George Barnes, Justus D. Barnes

Assalto al treno

 

Florilegio minimo di cinema sudafricano (che, dopo una prima espansione da metà anni '80, a partire dalla fine degli anni '90 e poi lungo tutto il corso degli anni zero ha espresso un crescendo continuo, giungendo sino ad un primo acme, prodromo alla "iper"-produzione odierna, nel 2009 con "District 9" di Neill Blomkamp).

 

"The Great Kimberley Diamond Robbery" ("Die Groot Diamantroof van Kimberley"), aka "The Star of the South" (1911), di R.C.E. Nissen.

 

Rilevanza: 1. Per te? No

Yankee Zulu

  • Commedia
  • Sudafrica
  • durata 88'

Titolo originale Yankee Zulu

Regia di Gray Hofmeyr

Con Leon Schuster, John Matshikiza, Wilson Dunster, Terri Treas

Yankee Zulu

 

Gray Hofmeyr & Leon Schuster (There's a Zulu On My Stoep, aka Yankee Zulu).

 

Rilevanza: 1. Per te? No

District 9

  • Fantascienza
  • USA, Sudafrica, Nuova Zelanda
  • durata 112'

Titolo originale District 9

Regia di Neill Blomkamp

Con Sharlto Copley, David James, Jason Cope, Mandla Gaduka, Vanessa Haywood, Kenneth Nkosi

District 9
altre VISIONI

In streaming su Netflix

Rilevanza: 1. Per te? No

Mama Africa

  • Documentario
  • Finlandia, Germania
  • durata 91'

Titolo originale Mama Africa

Regia di Mika Kaurismäki

Con Miriam Makeba

Mama Africa
altre VISIONI

In streaming su Google Play

 

Miriam Makeba (Johannesburg, 4 marzo 1932 – Castel Volturno, 9 novembre 2008).

 

 

In my native village, in Johannesburg
There is a song that we always sing when a young girl gets married
It's called The Click Song by the English
Because they can't say Ngqothwane... 

 

 

Xhosa: Ngqothwane, aka the "Click" Song.

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Gaia

  • Horror
  • Sudafrica
  • durata 96'

Titolo originale Gaia

Regia di Jaco Bouwer

Con Monique Rockman, Carel Nel, Alex van Dyk, Anthony Oseyemi

Gaia

 

Apostolo del contagio piuttosto che della cura, l’Uomo Finferlo, misticante luddista scatenato, va alla conquista del mondo ingabbiato, ovvero: quando sulle carni umane fruttificano arcimboldescamente gli ascocarpi.

 

L’Ophiocordyceps unilateralis è un fungo ascomicete che parassita principalmente le formiche del genere Camponotus, e in particolare la specie leonardi: una volta che le spore sono penetrate negli stigmi (le tubuliformi aperture - spiracoli tracheali - che collegano l’ambiente aereo esterno con la circolazione linfatica interna atta allo scambio ossigeno/anidride carbonica) dell’involontario e inconsapevole ospite iniziano a rilasciare degli enzimi che ne corrodono l’esoscheletro rendendolo terreno di coltura per le ife del micelio (apparato vegetativo fungino) che, crescendo all’interno del corpo dell’imenottero, dopo un paio di giorni ne prende il totale controllo a livello nervoso facendolo allontanare dalla colonia e indirizzandolo verso un luogo più umido adatto alla crescita e fruttificazione del micete obbligandolo ad ancorarsi sul posto serrando le mandibole s’una foglia o s’un picciolo e bloccandogliele permanentemente.

- https://www.microbiologiaitalia.it/micologia/ophiocordyceps-unilateralis/
- https://www.mentedigitale.org/il-parassita-zombificatore-ophiocordyceps-unilateralis/
- https://www.microbiologiaitalia.it/micologia/l'ultimo-morso-delle-formiche-zombificate-dal-fungo-parassita/
- https://www.nationalgeographic.com/animals/article/cordyceps-zombie-fungus-takes-over-ants


Ma lasciamo la parola a David Attenborough...    

 

 

«Per conoscere il futuro dell’umanità osserva le scimmie in cattività: l’accumulo aggressivo di risorse limitate, l’imposizione gerarchica attraverso la violenza sessuale: l’habitat umano assomiglia sempre più a una gabbia.»

 

Monster Movie di alloctona (qui autoctona) disseminante invasione singola («the Thing»), virulenta (la saga di «Alien») e più gradualmente progressiva («Monsters»), IperOggetto & Zona del Cambiamento («Annihilation») – un Tempo del Sogno figlio del bush (arbusteto) australiano che qui si sposta dalle EverGlades (paludi salmastre) floridensi (ecozona neartico-subtropicale) alle foreste continentali (temperato-montane) sudafricane, sull’orlo sud della Grande Scarpata, affacciato sui due oceani, il Cape Fold Belt/Mountains –, Post-Apocalittico («the Survivalist»), qui declinato col prefisso «pre», Horror micorrizico («In the Earth») di parassitismo autoctono («the Bay», «November», «the Head Hunter», «the Beach House») e body invasion (qui alloctono e abduttivo: «HoneyMoon»), con ulteriori eterogenee assonanze quasi puramente figurative («AntiChrist», «Hagazussa», «MidSommar»), e meno dirette dal PdV contenutistico (dall’elaborazione del lutto per la perdita di un figlio da parte dei genitori a quella verso una moglie e madre, entrambe «streghe»), «Gaia», l’opera d’esordio nel lungometraggio cinematografico (dopo alcuni cortometraggi, episodi di serie e film tv, fra i quali l’immediatamente precedente «Rage») di Jaco Bower, scritta dal sodale Tertius Kapp e da loro prodotta col collaboratore Jorrie van der Walt, che firma (passando dal 4:3 al 16:9 e viceversa, a seconda del mood) anche la direzione della fotografia (mentre il montaggio è di Leon Visser e le ottime musiche sono di Pierre-Henri Wicomb: ed entrambi, assieme a parte del quartetto componente il cast ristretto in piena epoca d'espansione epidemica del SARS-CoV-2 – e mi riferisco in particolare alla brava, ma con qualche incertezza da condividere con la regìa sul set, Monique Rockman, e all’ottimo Carel Nel, reso Abramo dalla Dea Madre/Moglie, ché invece il giovane e - nonostante la conseguente isacchitudine del suo personaggio - promettente Alex van Dyk e il ben più navigato Anthony Oseyemi sono alla loro prima esperienza con la crew –, completano una squadra che lavora di concerto da tempo), girata in parchi, riserve e santuari forestali sudafricani, con una capatina a Cape Town, e parlata per la gran parte del tempo in afrikaans, è un horror di soft-sf sui generis che assembla/combina, racchiude e proviene da diverse fonti, e nel farlo perde un po’ di peculiarità, senza però pagare un prezzo troppo caro in fatto di usurante reiterazione di tematiche - veicolate attraverso atmosfere (effetti speciali prostetici di Clinton Smith e gradevole uso diegetico dei droni nel prologo) non ottusamente gore/splatter - legate alla fantascienza ambientalista.

 

 

Apostolo del contagio piuttosto che della cura, l’Uomo Finferlo, misticante luddista scatenato, va alla conquista del mondo ingabbiato, ovvero: quando sulle carni umane fruttificano arcimboldescamente gli ascocarpi.     

 

Recensione (completa di immagini). 

 

Rilevanza: 2. Per te? No

Jungle Fever

  • Drammatico
  • USA
  • durata 126'

Titolo originale Jungle Fever

Regia di Spike Lee

Con Wesley Snipes, Annabella Sciorra, Spike Lee, Ossie Davis

Jungle Fever

 

Florilegio minimo di letteratura sudafricana.

 

"City Lovers" (1982), mediometraggio scritto e diretto da Barney Simon, tratto dall'omonimo racconto di Nadine Gordimer (1943-2014) pubblicato sul New Yorker del 13 ottobre 1975.

 

Rilevanza: 1. Per te? No

Waiting for the Barbarians

  • Drammatico
  • USA
  • durata 104'

Titolo originale Waiting for the Barbarians

Regia di Ciro Guerra

Con Mark Rylance, Johnny Depp, Robert Pattinson, Gana Bayarsaikhan, Greta Scacchi

Waiting for the Barbarians
altre VISIONI

In streaming su Prime Video

 

J. M. Coetzee - "Waiting for the Barbarians" - 1980

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Mad Max: Fury Road

  • Azione
  • Australia, USA
  • durata 120'

Titolo originale Mad Max: Fury Road

Regia di George Miller

Con Tom Hardy, Charlize Theron, Nicholas Hoult, Hugh Keays-Byrne, Nathan Jones, Zoë Kravitz

Mad Max: Fury Road
altre VISIONI

In streaming su Tim Vision

 

Charlize Theron, così.

 

Rilevanza: 1. Per te? No

Invictus. L'invincibile

  • Biografico
  • USA
  • durata 133'

Titolo originale Invictus

Regia di Clint Eastwood

Con Matt Damon, Morgan Freeman, Scott Eastwood, Robert Hobbs, Bonnie Henna, Langley Kirkwood

Invictus. L'invincibile
altre VISIONI

In streaming su Prime Video

 

E poi, Clint (che 'n do' lo metti, sta).

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Gomorra

  • Drammatico
  • Italia
  • durata 135'

Regia di Matteo Garrone

Con Toni Servillo, Gianfelice Imparato, Maria Nazionale, Salvatore Cantalupo

Gomorra
altre VISIONI

In streaming su Tim Vision

 

Assonanze/Consonanze (psico-famigliari, socio-economiche ed etnico-politiche, non di genere cinematografico).

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Scappa - Get Out

  • Thriller
  • USA
  • durata 103'

Titolo originale Get Out

Regia di Jordan Peele

Con Daniel Kaluuya, Allison Williams, Bradley Whitford, Catherine Keener, Caleb Landry Jones

Scappa - Get Out
altre VISIONI

In streaming su Tim Vision

 

Recensione.

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No
Ti è stata utile questa playlist? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati