Espandi menu
cerca

Trama

La laureanda in astronomia Kate Dibiasky (Jennifer Lawrence) e il professor Randall Mindy (Leonardo DiCaprio) fanno una straordinaria scoperta: una cometa in orbita all'interno del sistema solare. Il primo problema è che si trova in rotta di collisione con la Terra. E l'altro? La cosa non sembra interessare a nessuno. A quanto pare, avvisare l'umanità di una minaccia delle dimensioni del monte Everest rappresenta un evento scomodo da affrontare. Con l'aiuto del dottor Oglethorpe (Rob Morgan), Kate e Randall partono per un tour mediatico che li porta dall'ufficio dell'indifferente presidente Orlean (Meryl Streep) e del suo servile figlio nonché capo di gabinetto Jason (Jonah Hill), fino alla stazione di The Daily Rip, un vivace programma del mattino condotto da Brie (Cate Blanchett) e Jack (Tyler Perry). A sei mesi dall'impatto della cometa, gestire continuamente le cronache e catturare l'attenzione del pubblico ossessionato dai social media prima che sia troppo tardi risulta essere un'impresa incredibilmente comica. Cosa spingerà il mondo intero a guardare in alto?

Curiosità

INTERVISTA AL CAST

Quali sono state le fonti d'ispirazione del progetto?

Adam McKay: Il film doveva far ridere a crepapelle, non essere soltanto intelligente e graffiante, per questo mi sono ispirato alle grandi commedie come Impiegati... male!Idiocracy, che secondo me sono in grado di catturare davvero l'assurdità del mondo moderno. Questi due film di Mike Judge sono stati il mio riferimento principale, insieme a Il dottor StranamoreQuinto potereSesso e potere. Mi ha sempre incuriosito l'idea di raccontare con taglio ironico le minacce enormi che incombono sull'umanità.

Cosa vi ha convinto a partecipare?

Jennifer Lawrence: Ho sempre voluto lavorare con Adam McKay, sono una sua grande fan. E la sceneggiatura mi è sembrata subito geniale, forse la più divertente che io abbia mai letto, senza contare che cerca di trasmettere in modo sagace un messaggio importante: non dobbiamo usare la scienza per combatterci l'un l'altro, dobbiamo unirci per combattere insieme questa guerra e salvare l'umanità.

Leonardo DiCaprio: Volevo lavorare con Adam McKay da molto tempo proprio per la sua capacità di mescolare ironia e questioni estremamente attuali, come la crisi climatica di cui si parla in questo film. E poi Don't Look Up mi ha dato l'occasione unica di lavorare con un regista che lascia spazio, ascolta e apprezza molto le opinioni degli altri. Ognuno di noi ha potuto collaborare, improvvisare e interpretare la scena come meglio ha creduto.

Come vi siete preparati?

Lawrence: Ho parlato con un'astronoma brillante, Amy Mainzer. Ero curiosa di conoscere meglio la prospettiva di una donna in un ambiente prevalentemente maschile. Volevo interpretare meglio la personalità di Kate, il modo in cui si veste e si comporta. Ho anche cercato di imparare qualcosa di astronomia, ma non penso di aver assimilato molto. Leo invece sa tutto.

DiCaprio: Ho avuto centinaia di conversazioni con la nostra consulente astronoma Amy Mainzer, che mi ha aiutato come nessun altro a calarmi nella parte del dottor Randall Mindy e a "snocciolare" con sicurezza una serie di concetti scientifici. Ha preparato una specie di lezione alla Carl Sagan per spiegarmi che cos'è l'astronomia, cosa significa essere un astronomo, cosa cerca un astronomo e perché tutto questo è importante per Randall. Non avrei potuto immaginare aiuto più utile del suo per lo sviluppo del mio personaggio.

McKay: Amy è stata incredibile, un elemento chiave del film. Non ha mai smesso di verificare i fatti nella sceneggiatura e, devo essere sincero, senza di lei non ce l'avremmo fatta. E poi ha un gran senso dell'umorismo. Qualche giorno fa ho saputo che il film le è piaciuto davvero tanto e per me forse questo è il giudizio più importante di tutti. Perché negli ultimi tempi gli scienziati hanno dovuto difendersi da attacchi continui, quindi sono contento se si è sentita capita e ascoltata con questo film.

Com'è stato lavorare con Adam McKay?

Lawrence: Da sceneggiatore di commedie, Adam è abituato a improvvisare qualunque situazione ironica. È stato molto divertente sentire e interpretare una battuta esilarante dopo l'altra.

DiCaprio: Sono un suo fan dai tempi di Anchorman - La leggenda di Ron BurgundyFratellastri a 40 anni, ma non posso non nominare Vice - L'uomo nell'ombra, che per me rappresenta la svolta di Adam verso questioni politiche più complesse, sempre raccontate con il solito umorismo nero intelligente. Questo film per molti versi consacra il suo stile sia a livello di temi sia a livello di tono. Io non avevo grande esperienza in questo genere, ma Adam mi ha aiutato a trovare i giusti tempi comici del ruolo.

Avete improvvisato qualche scena?

Lawrence: Molte scene, direi, Adam ci ha dato tutta la libertà che volevamo per interpretare i nostri personaggi.

DiCaprio: Adam ci ha permesso di sperimentare, così io e Jen abbiamo costruito i nostri personaggi davanti alla telecamera, con tanta improvvisazione. Molti degli attori del film sono stati liberi di approcciare i propri personaggi come meglio credevano. Lavorare al fianco di questi talenti è stata un'esperienza incredibile.

McKay: Tutti gli attori del film hanno la grande capacità di intuire subito la natura del personaggio, ed è un talento fondamentale, perché spesso quando si improvvisa si commette l'errore di strafare, allontanandosi molto dalla sceneggiatura, dal suo stile e quindi dalla natura del personaggio. Questi interpreti possiedono invece una sorta di "bussola" emotiva che gli permette di non distruggere la realtà cinematografica. Anche se alcuni possono sembrare molto drammatici, tutti gli attori del film sono semplicemente grandi talenti dell'improvvisazione che si sono buttati nel progetto senza alcuna riserva.

Puoi fare qualche esempio?

DiCaprio: Mi ricordo quando ho visto Tyler Perry e Cate Blanchett sul set. Hanno ricreato questa dinamica da talk show come se fossero colleghi da decenni, improvvisando molte delle loro battute insieme. Non so quanto abbiano provato prima delle riprese, ma è stato fantastico vederli recitare in modo così realistico ed essere così in sintonia con i loro personaggi.

Cosa puoi dirci di Jonah Hill e Meryl Streep, che hanno condiviso molte delle loro scene?

DiCaprio: Non lavoravo con Meryl Streep da quando avevo 18 anni, quindi per me vederla recitare il suo monologo è stato un momento davvero speciale. Lei e Jonah Hill, che per me è uno dei più grandi attori di improvvisazione del mondo con cui ho avuto modo di lavorare, sono stati di grande ispirazione. Sono riusciti a interpretare in modo impeccabile due leader senza scrupoli e del tutto inaffidabili e così hanno spinto me e Jen a fare del nostro meglio nel resto del film. È stato bello poter lavorare di nuovo insieme.

Perché secondo voi l'intrattenimento e la commedia sono strumenti importanti per raccontare i problemi sociali?

Lawrence: Trasformare un argomento complesso come il cambiamento climatico in un tema leggero e divertente, facendo emergere le verità imbarazzanti di tutti noi crea uno spazio che non colpevolizza. Sposta l'attenzione sul problema e ci permette anche di riderne, senza puntare l'uno il dito contro l'altro.

McKay: Il film è stato una specie di sospiro di sollievo collettivo e un momento per ridere insieme dopo 2 (o forse 20?) anni folli. Non voglio dire che ridere sia l'unica soluzione ai momenti di difficoltà o disorientamento, ma per me questo film è per tutte quelle persone che si sono sentite travolte da questo sistema impazzito e ora vogliono semplicemente farsi una risata e forse risolvere un paio di problemi di poco conto.  Ne abbiamo tutto il diritto, no?

Commenti (30) vedi tutti

  • I dominanti sanno come perseguire i propri interessi e sono loro in genere che inventano storie a tal scopo, non come in questo stupido film dove si lasciano condurre al suicidio o all'esilio come idioti. La critica sociale poi affidata ad un gruppo di attori che affogano nei soldi è la solita operazione ipocrita americanoide. Bocciato.

    commento di bombo1
  • Opera interessante e universalmente politica. Si parla scherzosamente di una cometa che colpirà la Terra distruggendola, ma si potrebbe applicare a qualunque catastrofe che minaccia realmente il Pianeta, come l'inquinamento, il riscaldamento globale, la pandemia o… la guerra. Cast stellare e schierato, in un film pericoloso come un meteorite.

    leggi la recensione completa di lohengrin
  • Il film di cui "tutti" parlano, ma anche no.

    leggi la recensione completa di tobanis
  • Una disceta parodia dell'epoca in cui viviamo,un po' prolisso...questo si.Non perdete i titoli di coda....fino alla fine...ma proprio fino alla fine !

    commento di ezio
  • Lo si può definire un film di "fantascienza attuale". E soprattutto lo si può definire un film riuscito. Più che un tentativo di far satira, è un tentativo intelligente di spogliare l'umanità dalle proprie idiozie odierne. Riuscite anche le parti ironiche, anche se vengono del tutto abbandonate nella fase finale.

    leggi la recensione completa di silviodifede
  • Don’t Look Up è un film semplificatorio e macchiettistico che fotografa la realtà (ch'è più complessa, ma già altrettanto caricaturale e, a sua volta emulando e ricalcando un immaginario cinematografico di risulta, inconsapevolmente autoparodica di per sé) e al contempo ne è sopraffatto: l'originale rende inutile una copia conforme. Fucking Morons.

    leggi la recensione completa di mck
  • Da "Deep Impact " ai Social network.........a volte la realtà superala fantasia

    commento di ripley2001
  • «Quando il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito» recita il celebre proverbio.

    leggi la recensione completa di ndr94
  • Il Presidente vi sta raccontando un sacco di caxxate!!! (Randall)

    leggi la recensione completa di leporello
  • Scialba, noiosa, inutilmente prolissa satira dello show business, del sistema dei media e della politica contemporanea, eccessivamente centrata sulla società statunitense per risultare davvero coinvolgente o divertente. Al cast di grido sono affidati personaggi troppo finti ed esagerati con cui è difficile empatizzare e il finale è prevedibile.

    commento di Fanny Sally
  • Surreale e divertente, molto americano. Un po' troppo palese la critica alla società odierna (i negazionisti, i social, il potere delle multinazionali, la politica spettacolo, ecc.). Migliore la seconda metà della prima. Bello il finale. Comunque lo consiglio.

    commento di Artemisia1593
  • L'idiozia dei complottisti e negazionisti di ogni fatta sbertucciata da una pellicola che ha in sé qualcosa di geniale ed esilarante.

    leggi la recensione completa di alfatocoferolo
  • Della sceneggiatura, a mio parere, non sta in piedi nulla. Il finale, invece, di per sé l'ho trovato davvero forte. Deep Impact totale. Ma le barriere difensive che erigiamo per paura di "fine di mondo" (comprensibili) faran sì che anche esso sarà digerito in breve tempo.

    commento di Maria2020
  • Inutile- pretenzioso -falsamente intelligente-classica americanata....meglio guardarsi un vecchio film di Toto'(sicuramente più arguto)

    commento di rival
  • Film molto bello (NON un capolavoro, i capolavori sono 2001 Odissea nello Spazio, Blade Runner etc) con interpreti di grido e tutti in grande spolvero. Una storia con un punto di partenza antico (il cataclisma imminente) però trattato in modo contemporaneo, con chiari rimandi anche alla pandemia e al mondo che non ci meritiamo. Per ambientalisti.

    commento di simonebulleri
  • La solita inutile americanata. Forse voleva far ridere, oppure denunciare la superficialità dei media e dei politici, oppure schernire i complottismi? Non avrebbe centrato nessun bersaglio. Non basta un finale fuori dagli schemi hollywoodiani per renderlo apprezzabile.

    commento di iro
  • Vorrebbe essere satirico, ma non fa ridere né diverte. Vorrebbe sbeffeggiare i complottisti, ed è esso stesso complottista (la presidente degli USA ubbidisce supinamente al capo di una multinazionale). Vorrebbe parlare di problemi globali, ma non guarda mai oltre il cortile di casa propria (cioè gli States). Un fiasco completo. Voto: 4.

    leggi la recensione completa di California Mountain Snake
  • 2 ore e mezza per roba già vista sono davvero troppe

    commento di Sladkii
  • Bellissimo divertente geniale inaspettato! Consiglio vivamente , è un film che con la sua forte ironia, sembra trovare le chiavi per come prendere di petto la follia mondiale che dilaga di fronte alle vicende catastroFiche del pianeta. Nella grande scommessa ho apprezzato il coraggio della denuncia, ma Don’t look up supera nettamente le aspettative

    commento di Alfier
  • Grottesca rappresentazione della razza umana, del potere e dei suoi servi: i giornalisti. Purtroppo poi il risultato è che finisce tutto in una grande vaccata all'americana. Comunque sufficiente.

    commento di gruvieraz
  • La satira macchiettistica e’ esagerata, va bene per Anchorman, in questo caso si sarebbe dovuto propendere per qualcosa di più sottile.

    commento di Arpo05
  • Geniale grottesca rappresentazione della civiltà e dell'animo umano nella sua complessità. Volutamente esagerato. Similitudine pazzesca con la situazione attuale legata alla pandemia. Non perdete l'ultimissima scena dopo i titoli di coda.

    commento di lucignolo
  • Geniale e strepitosa metafora in chiave molto ironica dell'attuale società tecnologica, gestione del potere , dell'informazione e dell'emergenza. Provate a sostituire il meteorite con la pandemia e il gioco è fatto...

    leggi la recensione completa di rael64
  • All'inizio è più sconclusionato e goffo, che autenticamente surreale, ma poi prende quota, trova un suo equilibrio tra il grottesco e il drammatico, e ci fa sorridere amaramente dell'incredibile imbecillità emotiva in cui siamo immersi. Per fortuna, è arrivato il Covid a farci tornare alla realtà. Voto 7.

    commento di ezzo24
  • Una crociata contro l’umanità (senza via di scampo), ma qualcosa non funziona

    leggi la recensione completa di siro17
  • "Irresistibile"

    leggi la recensione completa di emil
  • Un DiCaprio quasi fantozziano che poi diviene Il Leo che conosciamo, trascinante nel finale, una Lawrence bella e magnetica, uno Chalamet mai così simpatico, una Blanchett femme fatale cringe iper-sensuale, una veloce regia non salvano però il film da una certa ruffianeria studiata a tavolino. Peccato.

    leggi la recensione completa di 79DetectiveNoir
  • Film acuto e godibile. Con stile da commedia, affronta temi seri e drammatici, mettendo alla berlina la politica, i media e tutto il sistema socio-economico. Grandi tutti gli interpreti

    commento di pattilucchini
  • Geniale e purtroppo attuale su alcuni aspetti

    commento di argo979
  • Sarcastica parodia della fantascienza d'azione (più Deep Impact che Armageddon) al tempo del cretinismo prodotto dai social-network. Spesso si gira a vuoto, specialmente nel mettere in ridicolo la politica-spettacolo. DiCaprio è comunque formidabile.

    commento di Leo Maltin
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

mck di mck
7 stelle

  Del cinema di Adam McKay, così come per quello di J.C.Chandor (li “accomuno”, per l’occasione, in quanto entrambi, autori molto diversi uno dall’altro - farsesco il primo, e serioso il secondo -, hanno diretto ciascuno un film sulla crisi finanziaria mondiale del 2008: “the Big Short” e “Margin Call”), di Todd Phillips (li… leggi tutto

17 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

YellowBastard di YellowBastard
6 stelle

Dopo aver sorpreso il pubblico cinematografico con la satira feroce de La grande scommessa (vincendo anche l’Oscar per la miglior sceneggiatura) e con Vice - L’uomo nell’ombra Adam McKay ritorna con una pellicola (originariamente prodotta dalla Paramount e successivamente acquistata da Netflix) disponibile al cinema dall’8 Dicembre (e sulla piattaforma streaming invece a… leggi tutto

9 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

Antisistema di Antisistema
4 stelle

Cosa è successo al caro Adam McKay, non lo so spiegare, eppure il buon Vice (2018), nonostante una regia di certo non brillantissima e qualche furberia di troppo nel suo copione, comunque dimostrava una certa argutezza e cinismo nella scrittura, ce in questo Don't Look Up (2021), viene del tutto meno, annacquandosi in un gigantesco metaforone di grana grossa sul cambiamento climatico… leggi tutto

6 recensioni negative

2022
2022

Recensione

gerkota di gerkota
9 stelle

MAI USCITO AL CINEMA VISTO SU NETFLIX NELL’APRILE 2022   In un futuro molto, ma molto, prossimo… diciamo che potremmo già esserci, insomma, l’umanità si è inabissata così tanto a livello di insensibilità e superficialità e idiozia indotte in particolare dal progresso tecnologico, da rivelarsi del tutto cieca, inscalfibile, non…

leggi tutto
Recensione
OSCAR 2022

OSCAR 2022

...esclusi "Drive My Car" e "Belfast", gli altri film non mi hanno particolarmente emozionato o rapito il cuore... per me è stata una tornata degli… segue

Post

Recensione

Ethan01 di Ethan01
6 stelle

Un professore universitario (Leonardo DiCaprio) ed una dottoranda (Jennifer Lawrence) scoprono che una cometa di dimensioni considerevoli è in rotta di collisione con il pianeta Terra. Gli scienziati prevedono che l'impatto avverrà entro sei mesi dal momento della scoperta, causando il totale annientamento della vita sulla terra. Ma ciò sembra non interessare quasi a…

leggi tutto

Recensione

lohengrin di lohengrin
7 stelle

La credibilità della scienza è in pericolo: i ricercatori sono incantati dalle sirene e dai lustrini dei (social) media, vili imprenditori vengono scambiati per visionari illuminati, i politici sono azionati come marionette dai lobbisti senza scrupoli e gli esperti del Nulla Integrale diffondono false informazioni e polarizzano un'opinione pubblica sempre più confusa,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

Mulligan71 di Mulligan71
6 stelle

Mega produzione Netflix, ipertrofica, sopra le righe, che spara un po' in tutte le direzioni, finendo ovviamente anche per centrare qualche bersaglio. Un accumulo di attori importanti, con un Di Caprio piacevolmente meno istrionico del solito, una Lawrence, pure, una gigionesca Streep, che fa un po' il verso al Nicholson presidente di "Mars Attack", e una "femme fatale" come Cate Blanchett,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

tobanis di tobanis
6 stelle

Per qualche motivo non chiaro, questo film ha rapidamente accresciuto la sua popolarità, fino ad arrivare ad essere il secondo film più visto, di sempre, su Netflix, piattaforma su cui si può ritrovare. Il soggetto è ormai noto, si tratta della scoperta di una nuova cometa, la quale è destinata a impattare con la Terra; la notizia, inizialmente, non…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

silviodifede di silviodifede
8 stelle

Cast di extra-lusso, produzione magnificente e un soggetto abbastanza sagace. Cosa può non funzionare in un film come Don't Look Up? Su una base simile solo una gestione scellerata di un regista, o magari una sceneggiatura insulsa, può portare alla delusione, ma tutto ciò non va banalizzato alla voce "successo atteso". Don't Look Up può non essere perfetto, la…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

Gangs 87 di Gangs 87
7 stelle

Durante uno dei loro studi, il professor Randall Mindy e la sua studentessa di astronomia Kate Dibiasky rilevano l'esistenza di una cometa non ancora identificata, in rotta di collisione con la Terra. I due scienziati cercano, in ogni modo, di avvertire tutti sulla Terra che il meteorite distruggerà il pianeta in sei mesi.   La nuova creatura di Adam McKay appartiene ad un genere…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

scancanensi di scancanensi
5 stelle

Un film che pare uscito da una puntata de "I Simpson", intriso di demenzialità grottesca, parodia esasperata di una società che applaude al potere, al sesso ed al denaro, e ridicolizza invece i sani principi, ma soprattutto la serietà della scienza: se avesse mantenuto queste pretese, sarebbe stato un prodotto interessante, il problema invece è che non si comprende…

leggi tutto
Recensione

Recensione

GoonieAle di GoonieAle
7 stelle

E' uno di quei film che si parla un pò ovunque. Un chiacchiericcio continuo che quasi te lo rende antipatico. Anche per come arriva: non più gente che esce dalla sala e ti dice il giorno dopo "corri al cinema a vedere..." ma per un passa parola sulla rete, divenuto virale, "su Netflix c'è ..." che io continuo a non digerire. Il film non è il capolavoro che quasi…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

Davide Schiavoni di Davide Schiavoni
6 stelle

  Evidente il rimando al delirio dell'attuale società, perdutamente alienata e sballottata nell'incontrollabile turbinio d'informazioni che, frenetiche, rimbalzano tra mass media manipolatori e onnipervasiva virtualità da social network. La carrellata di personaggi è spassosa: dal fragile e tremebondo scienziato alla dottoranda emarginata in quanto avversa allo status…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

ndr94 di ndr94
7 stelle

  «Quando il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito» recita il celebre proverbio. Con quale migliore espressione si potrebbe descrivere in breve il senso del film di McKay Un film che è tutto e il contrario di tutto. Un mainstream che strizza l'occhio al genere distopico fantascentifico e al documentaristico, affrontando tematiche tipiche del cinema impegnato…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

leporello di leporello
8 stelle

   Per poter apprezzare al massimo “Don’t Look Up” bisognerebbe anzitutto considerarlo per quello che credo sia, cioè una commedia. Un film divertente, anzi direi: buffo, molto buffo, nel senso più nobile del termine. Il fatto che prenda spunto da un catastrofismo poi non così tanto lontano, o che faccia leva sugli aspetti sociali e politici di…

leggi tutto

Recensione

alfatocoferolo di alfatocoferolo
7 stelle

Dopo aver letto ogni sorta di recensioni su questa pellicola mi son deciso a guardarla e farmi un'opinione mia. Tecnicamente credo ci sia ben poco da eccepire, il cast è straordinario, sceneggiatura, fotografia, effetti speciali e colonna sonora impeccabili e chi si lamenta probabilmente non saprebbe distinguere un film di Kubrick da una commedia di Neri Parenti. Sui contenuti il…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti

Recensione

California Mountain Snake di California Mountain Snake
4 stelle

Buona l'idea di partenza, scarsa la realizzazione. Film lentissimo e infarcito di scene assolutamente superflue, cui manca quell'ironia (vuoi demenziale e dissacrante come in Idiocracy, vuoi caustica e sofisticata come in Sesso e potere) che permette di distaccarsi e di riderci sopra. Abbiamo quindi una galleria di personaggi squallidi, uguali a quelli cui siamo abituati appena accendiamo la…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

alexio350 di alexio350
4 stelle

Una giovane dottoranda (Jennifer Lawrence) scopre una cometa che andrà a impattare contro la Terra - provocandone la totale distruzione - nell’arco di qualche mese. Lei e il professor Randal (Leonardo Di Caprio), avvisano il presidente degli Stati Uniti e i media per cercare di diffondere l’allarme, ma nessuno sembra prenderli sul serio e dare importanza alle loro…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2021
2021

Recensione

barabbovich di barabbovich
4 stelle

Un asteroide grande quanto l'Everest sta per schiantarsi sulla Terra, il che provocherebbe l'estinzione di molte specie animali e del genere umano. A scoprirlo è una dottoranda in astronomia dell'università del Michigan (Lawrence), seguita dal suo professore (DiCaprio). I due cercano di allertare le massime autorità, fino alla presidentessa degli Stati Uniti (Streep),…

leggi tutto
Recensione

Best 2021

BobtheHeat di BobtheHeat

Solo per memorizzare.   Nessun consiglio, ognuno ha la propria sensibilità, i propri gusti ed attori e registi del cuore.    Conosco persone rispettabilissime che non amano per nulla Tony…

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito