Espandi menu
cerca
A Weegee Sho(o)t : In Serie (30) : "BoardWalk Empire", stag. 5 (ultima e completa) : Desidera l'Arcobaleno, Considera la Pioggia.
di mck ultimo aggiornamento
post
creato il

L'autore

mck

mck

Iscritto dal 15 agosto 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 200
  • Post 121
  • Recensioni 833
  • Playlist 249
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

A Weegee Sho(o)t : In Serie (30) : "BoardWalk Empire", stag. 5 (ultima e completa) : Desidera l'Arcobaleno, Considera la Pioggia. 

1884, 1897 e 1931 collassano in una singolarità, responsabilizzano il libero arbitrio e disarmano le giustificazioni...


Attenzione : sono presenti spoiler ( ben segnalati ) nel capitolo ''Miscellanea", ed inoltre si prega di leggere bene ( e subito, ora, adesso, prima del resto e prima che sia troppo tardi ) la nota finale (°) d'avvertimento. 
 
- "From bellboy to Deputy Sheriff."
- "Every story has a beginning, Sir."
Dialogo tra il suocero e Nucky (1897) 
 
“Io non conosco italiani: napoletani, calabresi [, siciliani]…”   
Al Capone a Lucky Luciano (1931) 
 
“I, for one, refuse to be ruled by fear.” 
Nelson Van Alden a Eli Thompson (1931) 
 
"Quanto?" 
Sally al mondo intero (1931) 


• Definire "BoardWalk Empire" : una serie che racconta un tratto di storia statunitense in modo tanto evenemenziale quanto interdisciplinare in cui anche i momenti comici - in linea con lo scorrer della vita - sono destabilizzanti, tremendi. Come terrificante - in un'altra accezione del termine -, in questa single camera production i cui executive si chiamano Terence Winter ( il creatore e showrunner, cresciuto nella fucinante factory di David Chase, ovvero "the Sopranos", al fianco di Matthew Weiner, ovvero "Mad Men" ), Howard Korder (primo sceneggiatore e co-showrunner), Mark Wahlberg, Martin Scorsese (che ha diretto il pilot) e Tim Van Patten (primo regista al fianco di Allen Coulter ), è il comparto musicale : le musiche originali ( oltre alla composizione dei titoli di testa, "Straight Up and Down", ad opera di the Brian JonesTown Massacre ) sono di David Yazbek e - questi ultimi anche presenti come attori performanti sulla scena - Vince Giordano and the NightHawks ( con vari contributi e reinterpretazioni, nel corso delle varie stagioni, da parte di Regina Spektor, Martha Wainwright, Norah Jones, Elvis Costello, etc...), mentre quelle non originali sono recuperate e scelte dal music supervisor della serie, l'immenso Randall Poster ( Vinyl, Mozart in the Jungle, Mildred Pierce, Lost, e poi, ancora : M.Scorsese, D.Fincher, R.Linklater, T.Haynes, W.Anderson, H.Korine, S.Mendes, J.Reitman, L.Clark, M.Romanek, N.Nourizadeh...) : alla fine si contano - e soprattutto si ascoltano, si ballano, ci scuotono - in un'eterogenea congerie delucidante all'incirca 150 pezzi suddivisi per gli otto episodi in un profluvio di jazz e swing : Bing Crosby, Duke Ellington ( con i suoi Washingtonian e i Whoopee Makers, in zona Cotton Club ), Louis Armstrong, Rudy Vallee, Clyde McCoy, the Boswell Sisters, etc... - ed è un ''etc." pesante...). 
   
Son cubano : mi corazón en Cuba. 
“Como Esta Miguel” - Sexteto Habanero


1a ( 12 ep.)  :  2010  :  1920 
2a ( 12 ep.)  :  2011  :  1921 
3a ( 12 ep.)  :  2012  :  1922 
4a ( 12 ep.)  :  2013  :  1924 
5a ( 8 ep.)  :  2014  :  1884 - 1897 - 1931
 
Di andare ai cocktails con la pistola 
Non ne posso più. 
Piña Colada e Coca-Cola: 
Non ne posso più. 
 
1 (49) - “Golden Days for Boys and Girls”, scritto da Howard Korder e diretto da Tim Van Patten. 
2 (50) - “the Good Listener”, scritto da Terence Winter e diretto da Allen Coulter. 
3 (51) - “What Jesus Said”, scritto da Cristine Chambers e Howard Korder e diretto da Ed Bianchi. 
4 (52) - “Cuanto”, scritto da Howard Korder, Cristine Chambers e Terence Winter e diretto da Jake Paltrow. 
5 (53) - “King of Norway”, scritto da Steve Kornacki e diretto da Ed Bianchi. 
6 (54) - “Devil You Know”, scritto da Howard Korder e diretto da Jeremy Podeswa. 
7 (55) - “FriendLess Child”, scritto da Riccardo DiLoreto, Cristine Chambers e Howard Korder 
e diretto da Allen Coulter. 
8 (56) - “Eldorado”, scritto da Howard Korder e Terence Winter e diretto da Tim Van Patten.   
 
Tre episodi chiudono sul piccolo Nucky ( tanti quanti sono quelli che si chiudono s'un cadavere ) : il primo, il quarto, e l'ultimo ( con altro cadavere annesso ). Quattro, col Nucky adulto del terzo. 
Il Secondo s'un ennesimo cadavere; il Terzo sul Nucky adulto ( il reincontro con Margareth ); il Quinto su Chalky ( il reincontro con Daughter ) - e ce ne sarà un altro a lui dedicato-; il Sesto s'un Cadavere, un'eco di “Dream a Little Dream of Me” [ Margot Bingham, accompagnata da Vince Giordano e i Nighthawks ] e una puntina che salta, finiti tutti i solchi a disposizione; e il Settimo su Gillian, sul boardwalk, pp.p. frontale demmeiano.


3a stag. : 
(In) Serie - Mash-Up / 1 : //www.filmtv.it/playlist/51046/in-serie--un-mash-up---i/#rfr:user-47656
 
4a stag. : 
– FareWell Daddy Blues : //www.filmtv.it/post/30732/farewell-daddy-blues--in-serie--boardwalk-empire-4a-stag--p/#rfr:user-47656
– Our Man in Harlem : //www.filmtv.it/post/30762/our-man-in-harlem---iyesbsirbi---in-serie--boardwalk-empire/#rfr:user-47656
 
Chissà le facce...sapessero di agitarsi 
S'una polveriera. 
 
"Shout Sister, Shout" - Eva Taylor


• 5a stag. :   
Desideri l'arcobaleno? Considera di pigliarti un sacco di pioggia, intanto. 
Gli anni -[ quelli di Herbert "va tutto bene, è tutto a posto" Hoover, 31° presidente degli U.S.A., repubblicano e anticomunista, convinto fautore dell'interventismo politico-economico e dell'isolazionismo militare, portato alla vittoria sulle anabolizzate spalle di una bolla finanziaria che doveva spalancare nuovi orizzonti verso il futuro ma che in realtà di quel futuro si rimpinzava anzitempo, divorandone ogni speranza; quelli di Al Capone e di Lucky Luciano, dei vari Masseria, Maranzano, Torrio & Co., di Eliot “andrò a bere un bicchiere” Ness, di Jimmy Malone e di tutti gli agenti, infiltrati e no ( Mike D'Angelo/Malone - Jimmy Malone/Martin Lahart ), di Joseph P.(atrick) "Joe" Kennedy Sr., di J. Edgar Hoover, co-prot. della stagione precedente, e di Franklin Delano Roosevelt ]-, cambiano, i cani passano, ma l'osso è lo stesso.    


Nucky ha mai smesso di rimpiangere l'Oceano, quella distesa amniotica che per interposta persona del Commodoro gli donò la prima gratificazione esaudente il suo (non) bisogno di rapacità, possesso, conquista, controllo e potere a suon di tintinnanti ( e fruscianti ) esche ( copertine di NeverMind ) amo-dotate, quando, proprio nel pieno del tracollo post '29, nel forte della picchiata ascendente delle Dust Bowl umane [ siamo, come detto, nel '31, e l'anno dopo ( quello in cui verrà eletto F.D.Roosevelt alla presidenza, mentre il Proibizionismo verrà abolito - Repeal - nel '33 ) gli U.S.A. videro dimezzarsi l'indice della loro produzione industriale rispetto al Giovedì/Martedì Nero di tre anni prima : da lì in avanti si poteva solo scavare, ma un certo New Deal decise ch'era venuto il momento di provare ad arrampicarsi ], lo ritroviamo ( per esempio a Cuba - con L'Avana ricostruita sfruttando set reali a New York... -, che nondimeno Atlantico è ) ripensare assorto sempre più spesso al tempo in cui l'impregnante vernice impermeabilizzante del boardwalk atlantino er'ancor fresca e non corrosa dalla salsedine – e il pontile s'ergeva semi-barzollo a testimoniare sulla Terra le gesta e l'impronta che il Commodoro vi aveva lasciato sino ad allora : una passerella di quattro traversine messe in croce, incatramate e inchiodate alla bell'e meglio, e di rialzi e false facciate che vi gettano l'ombra, una passeggiata per lasciarsi ammirare dal proscenio, vestito con l'uniforme del cittadino modello e così intabarrato svettante sull'assito della veranda a prua della magione come fosse il cassero di un veliero arenato e fusosi con la costa, mentre la processione delle umane genti fluisce inarrestabile e cerimoniosa a chieder consiglio, aiuto, benedizione –, e tutto poteva accadere ( anche il peggio, come un aborto spontaneo, e successive, future ricadute, per il primo amore della sua vita sancito dal matrimonio ), e accadde : la scelta presa in quel dato istante ( di campi e controcampi mess'in scena da Allen Coulter e Tim Van Patten perseguendo il preciso canovaccio di Howard Korder e Terence Winter ) - ma non certo frutto del caso ( e che lo spettatore conosce sin dalla prima stagione ) - di consegnare agli appetiti del Commodoro [ vedi qui ↓ sotto un frame dall'album (delle prede) di famiglia ] la carne, il futuro e la vita di Gillian, la sposa bambina, portandola in dote all'orco, gli restituiranno il credito di una carriera quasi spianata tra politica ed illegalità, regalandogli alla fine la contropartita di un debito da saldare nei confronti dell'Arcobaleno Verde che nasce da una pentola di dollari in terra d'Eldorado, a guisa di Pioggia di Piombo.    


Un "ideale" passaggio di testimone, con l'aiuto di Margaret nata Rohan ex Schroeder in Thompson (Kelly Macdonald), accadrà - contemporaneamente - con l'avvento sulla scena politico-economica degli U.S.A. di Joe Kennedy ( antisemita..."moderato", lobotomizzatore di figlie, evasore fiscale e speculatore borsistico, amico di Charles Lindbergh, alleato di Joseph McCarthy e padre di John F. "Jack" e Robert F. "Bobby" ) : il New Deal ( la sua imago sul nascere ) s'apprestava ad aprire nuovi orizzonti e a rinforzare le fondamenta verso un futuro di "magnifiche sorti, e progressive" (la 'bolla' finanziaria del 2008...), quand'ecco che nuove, insospettate e più solide basi d'ingordigia precursiva e percussiva del far soldo col soldo, invece...  


E ancora, prima di Batista ('40-'44 e '52-'59), Machado ('25-'33)... 
"Quanto?", chiede Sally Wheet, testa di ponte di Nucky in quel di Cuba, rimasta in loco a trattare con la Bacardi Rum Company ed altri "trafficanti e rifugiati", ad un federale, che le risponde : "Lei va in giro durante il coprifuoco, offrendo del denaro, e armata. E' in affari con un uomo che paga un peso al giorno per tagliare canna da zucchero finché le mani non sanguinano. E pensa davvero che io voglia solo ubriacarmi? Voialtri siete il male di Cuba".  


Mentre Capone, nel frattempo, a una manciata di centinaia di km di distanza verso nord, nel proprio quartier generale, interpone la propria ombra sulla traiettoria del fascio di luce generato dal proiettore personale, si volta, e non si muove. Le immagini cinematografiche e cinegiornalistiche che lo mettono in scena traslandone la figura si stemperano e si sovrappongono al suo corpo reale : l'ocolinguevole pubblico è pronto, il tribunale: pure. Diamo alla Democrazia modo di autocelebrarsi.    
   
“Se avessimo fatto i barbieri, Ralphie...”
“Si?”
“Saremmo stati a dormire, ora.”
Al Capone - ricoperto d'altrui sangue e materia cerebrale - al fratello maggiore.    

E a sorvegliare il tutto, come sempre - prima, durante e dopo -, Abraham Lincoln, sullo sfondo...


La stagione è ''compressa'' tra gli scatti [ di un freddo, netto, lucido, metallico, sanguinolento B/N ballardiano ( nel senso di Lucien : ma pure Nicholas Musuraca – il cui suffisso deonomastico risulta più ostico ) e - beninteso : antiteticamente - battagliesco/ero/ante ( nel senso di Letizia ] di Arthur Usher "Weegee" Fellig [ re-immessi sulla scena dal...vivo, all'inizio del 7° e penultimo ep. ( mentre le valvole dei trasmettitori e dei ricevitori radiofonici si scaldano per il discorso pubblico del procuratore distrettuale aggiunto per il distretto meridionale Robert Hodge : “Miei cari concittadini, siamo in guerra” ) : shot!, shot!, shot! ], il fotografo di nera innestatosi nel corpo delle crime story kubrick-ellroyane, e la nascita della ''televisione'' – una versione beta-test elettro-meccanica ( il prossimo passo evoluzionistico di Nucky verso il futuro potrebbe essere "a Century of Progress", l'Esposizione Universale (World Fair) svoltasi a Chicago due anni dopo, nel '33 - ch'è pure la co-protagonista del magnificentemente inesausto di meravigliosi domínii di conoscenza romanzo di Richard Powers, "Prisoner's Dilemma", del 1988 -, ma per esser compiuto, un passo, necessita di segnali bio-elettrici ) –, invenzione i cui primi vagiti vengono rappresentati con un momento ontologicamente epifanico-catartico ( girato da DIO : sembra di essere piombati in un film di fantascienza esistenziale tra Tarkovski e Kubrick, Roeg ed Herzog, Sokurov e Glazer ) che vede protagonista Nucky : e qui il ''corto-circuito'', l'innesco, il meta-testo e la multi-medialità raggiungono un climax rimarchevole di senso ulteriore : mentre il Codice Hays entrava in vigore ( come se Proibizionismo e Grande Depressione non fossero sufficienti a raggiungere un adeguato livello di ottuso malcontento bigotto e, raggiuntolo, prosperare ) nasceva la televisione, e a proposito di metalinguaggi, seguiamo anche noi per un momento l'ancella-sirena-entreneuse che ci scosta il drappo e ci accompagna dentro la nuovissima attrazione della fiera sul boardwalk : una delle serie televisive ( HBO, ma fosse NetFlix sempre tele-visiva sarebbe ) più cinematografiche... 


-{ ma si, per una volta cadiamo allegramente ed in piena consapevolezza anche noi ( nel senso d'io e voi ) nella trappola della dicotomica contrapposizione, ché invece ben sappiamo quanto tutto sia cinema : quello una tantum dei lungo-medio-cortometraggi e quello seriale, l'home-movie amatoriale e quello a 4K e 3D, il supporto digitale, analogico e su pellicola a manovella, le lastre scorrevoli dipinte a mano delle (bergmaniane) Lanterne Magiche e le ombre proiettate dalle braci dei tizzoni ardenti nei focolari dell'immaginazione sul fondo della Caverna Platonica -[ e di quelle più concrete e tangibili ed altrettanto importanti e fondamentali per l'epigenesi e la mitopoiesi della Civiltà Umana che sono le volte e le pareti dipinte delle ( herzoghiane : "Cave of Forgotten Dreams"; ma si considerino anche ''l'Ornitologo" di Joao Pedro Rodrigues, e i lavori di Albert Serra, Ben Russell, Ciro Guerra, Apichatpong Weerasethakul, etc...) grotte preistoriche affrescate ( roccia sbriciolata, fango impastato, henné essiccato e macinato ) con le pitture rupestri ( dalle impronte di mani - io sono - alle scene di caccia - io ho, io faccio ) ]-, l'Occhio Umano e la Camera Obscura...}-   


...racconta il proprio nascere : Nucky si proietta nel futuro ( eccolo, qui ↑ sopra, restituirsi lo sguardo, gettandolo oltre la propria eredità : JFK, Berlusconi, Trump : giganti, nani e ballerine del Circo Barnum : ché a volte il futuro è solo una baracconata, e ''prolessi'' e ''catalessi'' divengono sinonimi...) : il cinema nacque con insita una vocazione anarchica ed autoriale, pur muovendosi per forza di cose entro i confini del recinto esteso atto a portare a casa la pagnotta ( insieme che comprende Van Gogh, Shostakovich e Proust...), vedi ad esempio la United Artist di Chaplin-Pickford-Griffith-Fairbanks, le serie tv invece sono nate con l'handicap del mezzo, che le costringeva in una gabbia (pseudo-dorata) in cui l'autorialità e l'anarchia creativa di uno stile proprio, personale e propellente senso erano bandite, in un contesto ''creativo'' in cui gli inserzionisti pubblicitari la facevano da incontrastati padroni non mecenati, intenti solo a dettare svilenti regole non solo di ''censura'' ma pure di ''grammatica'' ( un esempio classico : gli a nero pubblicitari ), e solo intorno alla fine degli anni '80 ed all'inizio dei '90, in terra U.S.A. come altrove, hanno potuto usufruire della libertà concessa dai vari - esemplifico al massimo - David O. Selznick di turno, sotto forma di HBO & C. ( imprescindibili ''eccezioni'' : R.W.Fassbinder - Berlin AlexanderPlatz, I.Bergman - Scene da un Matrimonio/Sarabanda, E.Reitz - Heimat 1-4-fragmente/die Fraune, R.Altman - Tanner '88, Kieslowski - il Decalogo, qualche lodevole produzione RAI anni '70-'80, etc...), creando NYPD ed Oz ( Steven Bochco, David Milch e Tom Fontana, in un certo senso i figli adulti di Norman Lear, i fratelli maggiori e coetanei dei vari D.Chase, M.Weiner, T.Winter, D.Simon, N.Pizzolatto, A.Sorkin e i giovani genitori delle nuove leve della Terza Età dell'Oro...). 
A ognuno il proprio Eldorado.    
  
• Welcome Home, Margaret ( un Florilegio Iconografico ).    
     
-- 1884 :

-- 1897 :
https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/originals/82/f1/7e/82f17e3664cb301236bec968c8c0510a.jpg   

 --1931.

 Joe Kennedy (Matt Letscher) e Margaret Thompson (Kelly Macdonald) :    

Margaret e Nucky :   

Chalky White (Michael Kenneth Williams) :   

Al Capone (Stephen Graham) :   

Lucky Luciano (Vincent Piazza) :   

Valentin Narcisse (Jeffrey Wright) e Daughter Maitland (Margot Bingham) :   

Valentin Narcisse e Lucky Luciano :   

BodyGuard e TuttoFare [ da Eddie Kessler (Anthony LAciura), R.i.P., ad Arquimedes (Paul Calderón), R.i.P. ] :   

Nelson Van Alden (Michael Shannon) :   



• Miscellanea ( con SPOILER a Tradimento ). 
 
Scrivevo, in epoca non sospetta ( Stag. 2, Ep. 12, “To the Lost” - Dic. '12 ), qui [ //www.filmtv.it/playlist/49281/mi-sfugge-il-quadro-della-sua-comprensione-mentale-faccio-f/#rfr:film-43422 ], così : “...e il figlio di Jimmy, con 'nonna' Gretchen Mol : pronto per J. Edgar Hoover, Norman Bates, John Dillinger?”
Ecco, un bel miscuglio di tutt'e tre, n'è uscito...   
   
La morte di Van Alden, scritta da H.Korder e diretta da J.Podeswa, può attirare qualche facile critica di telefonat(t)itudine, ma in realtà è-''così''-che-doveva-andare-punto.

E noi così vogliamo ricordarlo, sempre sul pezzo e padrone di sé stesso :  
Eli - E tu, cosa farai? 
Nelson - Prima di tutto non mi farò comandare dalla paura. 
Sigrid - Ma-ri-to?!! 
Nelson - Arrivo cara! 


Mentre quella di Chalky White è preceduta da un atto di compromesso, sacrificio e speranza, con Narcisse che esercita tutto il potere rimastogli per fare/non fare qualcosa nei confronti del futuro di Daughter Maitland e figlia ( il rapporto Narcisse/Daughter è assimilabile - tra i mille esempi possibili - a quello LittleFingher/Sansa in GoT ). Dream a Little Dream of Her...  


Una meritoria nota a parte e di merito senz'altro la merita - ridondante reiterazione appropriata per questo sdoppiamento, anzi triplicazione di...personalità : ché sono non solo tre differenti età quelle messe in scena in BwE.5 ma proprio una triade di temperamenti diversi e nature differenti - l'impressionante mimesi di Marc Pickering nei panni di Nucky Thompson nel 1897 : la somiglianza è accentuata dal trucco, ma i gesti, i tic, gli atteggiamenti della caratterizzazione creata per il personaggio lungo questi 5 anni da Steve Buscemi sono ricalcati con estrema naturalezza, ed ogni espressione - nonostante tutto in sottrazione - è sorprendente.  


Inutile rimarcare la messe di citazioni [ diegetiche : espressamente inserite nei dialoghi, con i personaggi che discutono direttamente delle pellicole ["the Front Page"(*), '31, L.Milestone, N.Watt, B.Hetch, C.MacArthur, A.Menjou, P.O'Brien, M.Brian], o attraverso la presenza in campo degli attori ''stessi'', reinterpretati per l'occasione ( Paul Muni nel quartier generale di Al Capone, durante la resa dei conti con Nelson Van Alden, Eli Thompson e Mike D'Angelo/Malone ) ed ''extra''-diegetiche, reinscenando le varie sequenze ], omaggi, derivazioni e tributi relativa a Underworld ['27, J. von Sternberg, (A.Rosson,) H.Hathaway, B.Hetch, G.Bancroft], Little Caesar ('31, M.LeRoy, E.G.Robinson, D.Fairbanks Jr.), the Public Enemy ('31, W.A.Wellman, D.F.Zanuck, J.Cagney, J.Harlow), Scarface ('32, H.Hawks, R.Rosson, H.Hughes, B.Hetch, P.Muni, A.Dvorak, G.Raft), Angels with Dirty Faces ('38, M.Curtiz, J.Cagney, H.Bogart), the Roaring Twenties ('39, R.Walsh, J.Cagney, H.Bogart), etc... 

Esempio - ReCap : "Little Caesar", da 01'40'' ("Spaghetti and Coffee for Two" ) : 

E Gyp Rosetti, dalla 3a stag. ( ep. 2 : "Spaghetti & Coffee" ) : "Spaghetti and MeatBalls. Tell Me About That" :


Qui invece lo stesso discorso ( scaffali virtuali di libri di cellulosa e non di pellicole di celluloide ), ma dal PdV delle opere letterarie ( dal blog della New York Public Library, sezione "Biblio File - 24 Frames per Second - BookShelves" ) : https://www.nypl.org/blog/2012/06/01/bookshelves-boardwalk-empire


E Gillian, arruffata adolescente fuggita dall'orfanotrofio, al giovane sceriffo Nucky che l'ha catturata ed ora le chiede di restituire anche il libro ritrovato in suo possesso assieme al resto della roba infagottata nel rifugio sotto al boardwalk : “Il libro l'ho comprato”.
Gillian che rivendica la proprietà di "il Giro del Mondo in 72 Giorni" di Nellie Bly (pseudonimo giornalistico e nome d'arte di Elizabeth Jane "Pinky" Cochran Seaman, autrice anche di "10 Days in a MadHouse" : sempre a proposito di Gillian...) spezza e riempie il cuore.
http://www.nellieblyonline.com/

• The Time of Our Singing ( Press Play n. 21 ).   
   
Dream a Little Dream... Ancora, ancora, ancora... ( stag. 4 e 5 ) E ancora... 

-- FareWell Daddy Blues :

-- St. Louis Blues ( stag. 4, ep. 6 ) :

-- EveryBody Loves My Baby ( stag. 4, ep. 7 ) :


----------------------------------------------------------------------------------------------------------- 
 
Note.    
   
BoardWalk Empire, stag. 5  :  * * * * ½ - * * * * ¾  ( 9 - 9½ ).

{*}
The Front Page [ https://www.youtube.com/watch?v=2P7kQoQCFIY ].  
Spumeggiante e cinico kammerspiel destrutturato, esploso ed esplorato dalle carrellate e dalla sapienza compositiva dello sguardo di Lewis Milestone ambientato e rinchiuso nella sala stampa (una prosaica wunderkammer) di un tribunale con annesso carcere con vista sul patibolo (e sulle prove dell'impiccagione) in cui è riunito un muliebre ed eterogeneo melting pot (una temporanea multi-redazione composita e a suo modo affiatata nonostante sia formata da elementi -vecchie conoscenze- in lotta tra loro per uno scoop da prima pagina...che se non c'è si può sempre inventarlo) di rappresentanti delle colonne di cronaca nera e giudiziaria (quindi...di costume) appartenenti a varie testate giornalistiche nazionali che, rincorrendo e dando rifugio ad un fuggiasco scampato alla forca, cercano - oltre alle spicciole questioni di vita e morte - di affrontare e risolvere anche problematiche legate all'amore, all'amicizia, alla carriera e alla morale (Adolphe Menjou, Pat O'Brien e Mary Brian sono le punte di diamante di un cast d'eccezione, affiatato e delizioso). 
Prima trasposizione cinematografica della commedia del '28 di Ben Hetch e Charles MacArthur (dialoghi impareggiabili) che può vantare almeno altri due capolavori da essa tratti: "His Girl Friday" di Howard Hawks del '40 (una frenetica e parossistica screwball -con cambio di sesso del(la) protagonista annesso- degna di "Bringing Up Baby", con Cary Grant, Rosalind Russell e Ralph Bellamy) e "the Front Page" di Billy Wilder (e I.A.L. Diamond) del '74 (tarda, imprescindibile, disincantata e frizzante opera maestra con Jack Lemmon, Walter Matthau e Susan Sarandon).  


{°}
Spoiler ( Keyser Söze è quello col gilet ).  
Molti di voi avranno quasi certamente già assistito al finale di questa serie, trasmessa tempo fa dai canali a pagamento e ancor prima reperibile per vie traverse percorse da muli guadanti torrenti. E proprio a voi questo post – contenenti spoiler – è dedicato e indirizzato. Per quegli utenti che invece sol'ora s'accingono a gustarsi la quinta ed ultima stagione di “BoardWalk Empire” che Rai4 sta trasmettendo in seconda/terza serata in questi giorni ( ragione per cui ho deciso di pubblicare adesso questi pezzi: sto scrivendo in data 14-08-'16, e la messa in onda - in chiaro e free - del finale di stagione è prevista per Venerdì 19 Agosto ) s'intende qui ribadire l'avviso posto in esergo al post - “Attenzione! - Presenti Spoiler!”, seppur modesti - e tramutarlo in un vivo e diretto consiglio: leggete questa pagine a visione seriale ultimata. Qualsiasi lamentela ( del tipo: "Questa è una nota che andrebbe messa all'inizio del post!". Risposta: "Ma se vi ho messo una nota alla nota!" ) verrà immediatamente girata a Sigrid Muller.  
PS. La versione in lingua originale è d'obbligo, punto.   


Ora vado a cercarmi un po' di fresco, nel futuro presente del BoardWalk orbitale : http://www.nasa.gov/multimedia/imagegallery/index.html

Ti è stato utile questo post? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati