Espandi menu
cerca

No Time to Die

play

Regia di Cary Fukunaga

Con Daniel Craig, Rami Malek, Ralph Fiennes, Naomie Harris, Rory Kinnear, Léa Seydoux, Ben Whishaw, Jeffrey Wright, Ana de Armas... Vedi cast completo

Guardalo su
  • Prime Video
  • Prime Video
  • Prime Video
  • Prime Video
In STREAMING

Trama

James Bond ha lasciato i servizi segreti e si gode una vita tranquilla in Giamaica. La sua pace, però, dura poco: ben presto, al suo cospetto si palesa il vecchio amico Felix Leiter, agente della Cia, chiedendo aiuto. La missione tesa a salvare uno scienziato rapito si rivelerà molto più insidiosa del previsto e porterà Bond sulle tracce di un misterioso criminale armato di una nuova pericolosa tecnologia.

Approfondimento

NO TIME TO DIE: IL 25° FILM DI 007

Diretto da Cary Joji Fukunaga e sceneggiato dallo stesso con Neal Purvis, Robert Wade e Phoebe Waller-Bridge, No Time to Die è il 25 film basato sul leggendario agente segreto nato dalla mente di Ian Fleming. Bond ha lasciato il servizio attivo e si gode una vita tranquilla in Giamaica. La quiete però viene interrotta quando il suo vecchio amico della CIA Felix Leiter ricompare chiedendogli aiuto. La missione per liberare uno scienziato dai suoi sequestratori si rivela però molto più rischiosa del previsto, portando Bond sulle tracce di un misterioso criminale armato di una nuova e pericolosa tecnologia.

Con la direzione della fotografia di Linus Sandgren, le scenografie di Mark Tildesley, i costumi di Suttirat Anne Larlarb e le musiche di Hans Zimmer, No Time to Die inizia all'indomani di 007: Spectre, che si è concluso con Bond e Madeleine Swann, che si allontanano a bordo dell'Aston Martin DB5. Quando Bond appare per la prima volta in No Time to Die, si trova con Madeleine a  Matera, una città rocciosa dell'Italia meridionale. Secondo il produttore della serie Michael G. Wilson, la narrazione doveva ripartire dalla relazione tra Bond e Madeleine. La domanda era: a che punto? Gli ultimi quattro film hanno toccato temi come i segreti, il tradimento e la fiducia che in questo capitolo spingono la narrazione verso la sua elettrizzante conclusione. Dopo la sofferenza per la perdita di Vesper Lynd in Casino Royale, il suo rapporto altalenante con M e la MI6, e il dolore inflitto dalle rivelazioni impartite da Blofeld, Bond si è preso un altro rischio, abbassando la guardia con Madeleine e dandosi un’altra possibilità di amare. "L’impegno di Bond in una relazione, genera tante sfide emotive", ha precisato la produttrice Barbara Broccoli. "Quindi la fiducia è il tema principale di questo film; di conseguenza il tradimento è una parte importante della rottura dei suoi legami".

Sebbene si stia impegnando nella sua relazione con Madeleine, No Time to Die inizia con Bond che ha interrotto il suo rapporto più duraturo: il suo impiego nell'MI6. Il produttore associato Gregg Wilson ha osservato come il ritiro di Bond abbia aperto ai filmmaker una nuova realtà: "Abbiamo pensato a come sarebbe stata la vita di quest'uomo senza il suo lavoro quotidiano. Quando hai dedicato la tua vita ai servizi segreti, come Bond, qual è il retaggio che ti lasci dietro?".

Fukunaga, primo americano a dirigere un film di Bond, ha precisato: "Questo film arriva cinque anni dopo 007: Spectre. Da allora il mondo è cambiato, quindi con i produttori e Daniel Craig ci siamo confrontati su come rendere attuale il proseguo della narrazione, e adattarlo all'universo di Bond, che in realtà è atemporale. Inoltre, volevamo apportare qualcosa di nuovo nella storia, e onorare tutti i film di Bond in termini di leitmotiv e aspettative. La principale tra queste aspettative è l'avventura e il pericolo ad essa associato. In ogni film di Bond ci sono dei pericoli. Il protagonista si ritrova sempre a dover affrontare la cosa più spaventosa che si possa immaginare. E la partecipazione attiva di Daniel ha dato un valore aggiunto al personaggio. Ci sono complicazioni e danneggiamenti, ma anche la sua vulnerabilità che è stata insabbiata dal primo dei suoi film, quando Vesper Lynd muore. Il suo processo decisionale è fondamentale e mostra la sua ingegnosità così come i suoi difetti. Penso che la sua sia una storia davvero interessante".

"Dovendo No Time to Die riprendere la storia subito dopo gli eventi di Spectre", ha proseguito il regista, "la prima parte del film segue la luna di miele di Madeleine Swann e Bond, una volta andato in pensione. Ovviamente le cose non vanno sempre secondo i piani. I due finiscono per prendere strade diverse. Poi, lo ritroviamo cinque anni dopo, in un mondo cambiato, che è andato avanti parallelamente all'intero panorama politico. C'è una minaccia in arrivo che coinvolge la SPECTRE ed altri elementi esterni, e Bond è nuovamente chiamato ad aiutare l'MI6 per impedire che un'arma distruttiva metta in pericolo il mondo intero. È una storia affascinante con personaggi brillanti, sia classici che nuovi".

Il cast

A dirigere No Time to Die è Cary Fukunaga, regista, sceneggiatore e direttore della fotografia statunitense. Classe 1977, ha debuttato come sceneggiatore e regista di lungometraggi con l'acclamato Sin Nombre, seguito dall'adattamento cinematografico di Jane Eyre di Charlotte Bronte. Il suo terzo film Beasts of No… Vedi tutto

Commenti (20) vedi tutti

  • Deludente, prolisso, confuso, poca azione. Ana de Armas ha solo una particina. Resta una buona confezione, ma poco altro, per non parlare di alcuni sfondoni enormi (l'età del cattivo, la sua ricomparsa assurda, l'auricolare e l'emp...). Poteva finire meglio. Cmq voto 7, ma non ditemi che il prossimo 007 è una sconosciuta, donna e nera, vi prego.

    commento di ezzo24
  • Solito filmetto dell'ultimo James Bond, con esagerate scene di azione ovviamente ben fatte. Si lascia vedere, ma i problemi sono altri.

    leggi la recensione completa di olivaw
  • INdegna (o poco degna) conclusione di carriera spionistica per Craig.

    leggi la recensione completa di tobanis
  • E' morto Bond.Viva Bond.Poche trovate che restano in mente e poche locations affascinanti (a parte Matera).Un Bond in pensione tutto famiglia sostituito da una Bond nera in gonnella....vabbe',io sono romantico e continuo ad amare Connery....che volete fare ??

    commento di ezio
  • I sentimenti e l'umanità di Bond prevalgono sugli intrighi della trama e perfino sulle scene d'azione, abbastanza sottotono rispetto ad altri capitoli, se si esclude la parentesi cubana. Non mancano le location da cartolina esaltate dalla fotografia patinata e il lavoro del sonoro è ottimo, buoni anche alcuni nuovi spunti, scialbo l'antagonista.

    commento di Fanny Sally
  • 25° capitolo della saga con il superagentone e i personaggi che gli girano intorno ormai trasformati per aderire alle regole del politicamente imposto. Quello che invece non cambia mai è l'ostentazione del supposto ed immarcescibile suprematismo anglosassone. Per questo a dispetto del finale per 007 non è mai tempo per morire.

    commento di bombo1
  • Più apparenza che sostanza in questo vacuo film dove si notano solo le scene d'azione e qualche bella donna. Per la gioia del politicamente corretto non manca nessuno, tranne i soliti eschimesi, ma probabilmente è solo questione di tempo, in un prossimo futuro compariranno pure quelli.

    commento di gruvieraz
  • Avvincente.

    leggi la recensione completa di Carlo Ceruti
  • Uno dei peggiori epitaffi del cinema di sempre. In perfetto stile James Bond anni '60. Personaggio troppo fuori tempo massimo era ora che lo togliessero di mezzo. Mi auguro per sempre.

    commento di Sladkii
  • Fastidioso episodio di commiato, in cui non è Daniel Craig a vestire i panni di Bond, ma è l’agente segreto a vestire quelli dell’attore.

    leggi la recensione completa di Barone Cefalu
  • Secondo me si è suicidato.

    leggi la recensione completa di LAMPUR
  • Finisce l'era Craig nel mondo di James Bond, caratterizzata da una pentalogia che rivisita il personaggio, umano, molto umano, cinico, duro, fedele, ma anche innamorato e pronto a tutto...Un'epoca che potrebbe significare un Bond fra i Bond, passati e futuri, ma anche un nuovo modo di raccontarlo. Perché per Bond No time to die...

    leggi la recensione completa di Brett
  • L'ultimo atto di un ciclo che stravolge l'universo Bondiano. Scelta coraggiosa che perde in immediatezza ma che lascia un segno indelebile.

    leggi la recensione completa di emil
  • Da quando Daniel Craig si è appropriato del personaggio siamo stati abituati a conoscere un nuovo James Bond: più irresponsabile, più sfacciato, ma allo stesso tempo emotivo, a tratti sentimentale e soprattutto fallibile. Le caratteristiche del vecchio James diventano uno scudo, una maschera per non scoprire la verità: il mito è diventato uomo.

    leggi la recensione completa di lucasPrevitali
  • Si chiude un'era di trame rivoluzionarie e sconvolgenti interpretate da un attore, il biondo Daniel Craig, che sarà anche ruvido come James Bond ma non per questo inadatto, anzi.

    leggi la recensione completa di Marco Poggi
  • Chi l'avrebbe mai detto che l'impenitente seduttore Bond sarebbe diventato un romanticone?!? Immagino che i tradizionalisti bondiani storceranno il naso di fronte a non pochi stravolgimenti dello 007 che conoscevamo, tuttavia NoTimeToDie è un'operazione riuscita dal punto di vista dell'intrattenimento e dello spettacolo, un bel congedo per Craig.

    leggi la recensione completa di port cros
  • La serie Bond/Craig si conclude alla grande come era iniziata MALINCONICO

    leggi la recensione completa di luca826
  • Splendido epilogo dell'era Craig, la più rivoluzionaria ed impattante sull'immaginario collettivo dai tempi di Sean Connery

    leggi la recensione completa di Alvy
  • Verboso, estenuante, sentimentale, crepuscolare. Cita il passato - non manca alcun cliché - ma poi lo sconfessa, chiudendo così l'era bondiana di Craig (cominciata 4 film fa) nel segno di un politicamente corretto ormai soppesato con il bilancino, spesso perseguito in modo sbrigativo. Pur sbalestrato ha una sua logica di fondo.

    commento di Leo Maltin
  • La fondamentale importanza e urgenza di questo film, se non per altro, si cala del tutto sull'inenarrabile potenza e visionaria statuarietà dell'addominale di Daniel Craig e del suo bicipite, che è anche quello di Bond. James Bond.

    leggi la recensione completa di gaiart
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è negativa

M Valdemar di M Valdemar
4 stelle

      Un finale dolce e facile, straniante e sovversivo - per quello che sono/rappresentano canoni e tratti identitari bondiani - chiude l'era di Daniel Craig come 007. In pensione entrambi. L'impressione, netta, è che abbiano voluto - "loro", la Spectre di autori e Studios e potentati - squarciare l'outfit firmatissimo e inconfondibile che sin dalla nascita veste il… leggi tutto

5 recensioni negative

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

tobanis di tobanis
5 stelle

Come è noto, con questo film Daniel Craig cessa la sua carriera di 007 in carica. Non è un bel saluto, ci sono molte cose che non funzionano in questo film. Tante che è anche complicato riassumerle tutte. Le più importanti, direi: casting e sceneggiatura. Ma pure altre non sono granchè. Il casting, dunque. Il o la nuovo/a 007 è stato scelto proprio male.… leggi tutto

5 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

alan smithee di alan smithee
7 stelle

AL CINEMA  "We have all the time in the world  Time enough for life to unfold  All the precious things love has in store. We have all the love in the world  If that's all we have, you will find  We need nothing more" Più che la blasonata nuova hit della giovane diva statunitense Billie Eilish, è la canzone - notissima e folgorante - di chiusura,… leggi tutto

15 recensioni positive

2022
2022

Recensione

olivaw di olivaw
6 stelle

Non bastava un James Bond innamorato perso, ora ce lo ritroviamo anche padre. Una fine degna dei tempi per uno dei personaggi più politicamente scorretti anche negli anni '60, tempi in cui il pubblico si faceva certo meno masturbazioni mentali di oggi. Ma così va il mondo e di conseguenza il cinema di massa. La cosa migliore è il missile finale, che (oltre ad uccidere Ian…

leggi tutto

Recensione

simonebulleri di simonebulleri
5 stelle

James Bond scopre, nonostante la pensione, che la vita ha ancora in serbo per lui delle inattese novità. E affronterà ogni offerta del destino da par suo, con vigore, eleganza e umorismo. * Venticinquesimo capitolo della saga prodotta dai Broccoli, e quinto per Daniel Craig, sesta e ultima incarnazione dell'agente 007 uscito dalla miracolosa penna di Ian Fleming. Sembra ieri che…

leggi tutto
Recensione

Recensione

Xxx56 di Xxx56
6 stelle

Ultimo 007 per Craig, giunto a quota 5. Che dire: un bel film certo, ma credo si sia esagerato un po' nel perseguire questa rivisitazione del personaggio. Il film è molto triste e personalmente non è quel che cerco in un film di Bond anche se è encomiabile il lavoro fatto da sceneggiatori e produzione in questi film interpretato da Craig: gli episodi con Brosnan,seppur…

leggi tutto
Recensione

Recensione

tobanis di tobanis
5 stelle

Come è noto, con questo film Daniel Craig cessa la sua carriera di 007 in carica. Non è un bel saluto, ci sono molte cose che non funzionano in questo film. Tante che è anche complicato riassumerle tutte. Le più importanti, direi: casting e sceneggiatura. Ma pure altre non sono granchè. Il casting, dunque. Il o la nuovo/a 007 è stato scelto proprio male.…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
2021
2021

Best 2021

BobtheHeat di BobtheHeat

Solo per memorizzare.   Nessun consiglio, ognuno ha la propria sensibilità, i propri gusti ed attori e registi del cuore.    Conosco persone rispettabilissime che non amano per nulla Tony…

leggi tutto

Recensione

lussemburgo di lussemburgo
9 stelle

È bastato aggiungere un piccolo dettaglio al personaggio di James Bond per variarne totalmente l’impostazione e, attraverso una serializzazione spinta, inedita per la saga dell’agente 007, ridefinire completamente i contorni di una tradizione decennale per spingere il protagonista, e i relativi capitoli cinematografici, verso una complessità più moderna e…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

Carlo Ceruti di Carlo Ceruti
8 stelle

A parte il finale un po' a sorpresa, c'è tutto quello che ti aspetteresti da un film di James Bond: inseguimenti, sparatoria, azione, emozione. avventura e adrenalina. Il tutto estremamente ben gestito per dar vita a uno spettacolo al solito memorabile, mai noioso e che lascia lo spettatore incollato alla poltrona dall'inizio alla fine e con un Daniel Craig che si conferma di nuovo un…

leggi tutto
Recensione

Recensione

Barone Cefalu di Barone Cefalu
4 stelle

      Film costruito totalmente attorno all’addio di Craig che si allontana definitivamente dal personaggio che gli ha reso fortuna, con passi e gesti funerei circondato da personaggi inconsistenti e per lo più superflui, quasi volgari nelle apparizioni fredde e forzate, accompagnando come un in corteo funebre l’ultimo cammino di un one man show che non ha…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

barabbovich di barabbovich
4 stelle

Stavolta il menù offre: un inseguimento mozzafiato tra i sassi di Matera, un inseguimento in un bosco (una jeep contro auto, moto ed elicotteri), un orologio che uccide, un aereo anfibio, un inseguimento sul ghiaccio e tanta, tantissima noia. La struttura dei film con James Bond/agente 007 (stavolta declassato a cifra generica da un’agente ambiziosissima) è sempre la stessa:…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

LAMPUR di LAMPUR
4 stelle

Quando in un film l’unica cosa buona l’hai vista nel trailer, qualche pensiero ti deve pur sovvenire circa la qualità di ciò che ti stanno propinando. Che poi “buona” è pur sempre un’iperbole viste le assurdità alle quali col tempo ci ha abituato il buon Daniel Craig, il quale, di fatto, con quest’ultimo episodio ha voluto dare…

leggi tutto

Recensione

Brett di Brett
9 stelle

  Consummatum est, James Bond! Ritratto di una spia di nuovo millennio.   Quando nel 2003 uscì il terzo episodio di “Guerre Stellari”, la Vendetta dei Sith, terzo prequel della saga più fortunata del cinema, si sentenziò alla francese “et voilà, le cercle s’est fermé”. Ora, per il suo personaggio più longevo, che…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

emil di emil
7 stelle

Bond è in pensione, ma viene richiamato alle armi a causa di una nuova minaccia globale. Il malinconico epitaffio del  Bond Craighiano è scolpito nell'ipnotico e funesto titolo " No time to Die", 25esimo 007 , capitolo atteso nei cinema come non mai, non soltanto per i ritardi dovuti alla pandemia, ma anche perché annunciato come addio dell'attore al personaggio…

leggi tutto
Recensione
Utile per 10 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito