Espandi menu
cerca
Stanno tutti bene

Regia di Giuseppe Tornatore vedi scheda film

Recensioni

L'autore

marcopolo30

marcopolo30

Iscritto dal 1 settembre 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 109
  • Post 3
  • Recensioni 2800
  • Playlist 11
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Stanno tutti bene

di marcopolo30
7 stelle

La prima uscita post-Oscar di Tornatore è questa sorta di dramma on-the-road che sa tanto di omaggio a Fellini. La storia tiene bene e contiene momenti davvero toccanti (oltre ad uno stratosferico Marcello Mastroianni), ma l'eccesso di inserti onirici danneggia il ritmo del racconto.

Fresco reduce dagli onori ricevuti a livello internazionale grazie all'Oscar per “Nuovo Cinema Paradiso”, Giuseppe Tornatore torna in campo giocando questa volta a fare il Fellini con questo dramma on the road (on the railways, più correttamente) intitolato “Stanno tutti bene”. Dicevo 'fare il Fellini' in quanto Tornatore riempie, rimpilza la pellicola di inserti onirici e di stupende immagini apparentemente disgiunte dal racconto che non possono non far pensare ad un omaggio al Maestro riminese, scena del televisore inteso come elettrodomestico su tutte. Sfortunatamente tale cambio di registro rispetto alle sue opere anteriori (il già citato “Nuovo Cinema Paradiso” e ancor più l'iper-realista “Il camorrista”) finisce con lo snaturare il film, rallentando oltremodo il ritmo di un dramma comunque davvero toccante. Per quel che riguarda le interpretazioni, Marcello Mastroianni da qui vita a quel che potrebbe facilmente definirsi uno one-man-show, e lo fa alla grande, come di consueto. Ennio Morricone compone infine la colonna sonora -eccellente come di consueto- ed appare per l'occasione pure in un cameo come direttore d'orchestra (guarda tu il caso...) nella scena alla Scala di Milano. Nel complesso, non uno dei migliori film di Tornatore ma certamente un'opera che merita una visione. Vanta già due remakes: uno, passabile, realizzato da Kirk Jones nel 2009 con protagonista Robert De Niro, l'altro, Made in China, uscito pochi mesi fa (quest'ultimo non ho avuto modo di visionarlo).

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati