Espandi menu
cerca
Il gobbo di Notre Dame

Regia di Wallace Worsley vedi scheda film

Recensioni

L'autore

bufera

bufera

Iscritto dal 19 giugno 2010 Vai al suo profilo
  • Seguaci 164
  • Post 6
  • Recensioni 793
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Il gobbo di Notre Dame

di bufera
8 stelle

Liberamente tratto dal romanzo" Notre-Dame de Paris "di Victor Hugo. il film, girato nel 1923, "Il Gobbo di Notre Dame", è l'unico muto e viene giudicato il secondo per valore, rispetto a numerosi altri con lo stesso soggetto. In realtà emoziona e offre una gigantesca prestazione attoriale da parte di Lon Chaney come il deforme Quasimodo.

locandina

Il gobbo di Notre Dame (1923): locandina

 

Il gobbo di Notre Dame(The Hunchback of Notre Dame) è un film muto del 1923, diretto da Wallace Worsley e interpretato nel ruolo    di Quasimodo da Lon Chaney.Tratto liberamente dal romanzo di Victor Hugo "Notre Dame de Paris", pubblicato nel 1831,gli eventi  narrati  nella storia si svolgono a Parigi, dieci anni prima della scoperta dell' America da parte di Cristoforo Colombo, come si legge  nella prima didascalia del film, in cui si fa precedere ogni episodio da uno scritto che guida la visione, sottolineata da musiche di vari autori. Quest'opera è considerata il secondo più celebre adattamento cinematografico del romanzo, rispetto al "Notre Dame" del 1939, non più muto,diretto da William Dieterle e in cui Quasimodo era interpretato da un grandissimo Charles Lauhgton.

 

 

il film è notevole per il grande set che ricostruisce la Parigi del XV secolo e per lo spettacolare trucco di Lon Chaney nei panni del tormentato e deforme campanaro di Notre Dame,che con questo ruolo divenne una star di Hollywood. Inoltre la pellicola creò lo standard per molti film successivi, tra cui Il fantasma dell'Opera del 1925,con lo stesso Chaney.

 

 

Siamo nel 1482, una tribù di zingari si è stabilita nella periferia di Parigi, occupando il territorio chiamato La Corte dei Miracoli,e incantano la popolazione locale con danze, trucchi e magie, guadagnandosi da vivere e spesso rubando. Di questa tribù fa parte Esmeralda, creatura incantevole, rapita da piccola ad una nobile famiglia e adottata da Clopin, il capo degli zingari che l'ama come    una figlia. 

           

 

 Quasimodo è un essere deforme, gobbo e malformato anche del volto e negli arti, da tutti schernito o evitato, che fa il campanaro 

della cattedrale di Notre Dame e soffre della sua deformità e sordità dovuta al suono delle campane, ma è di animo buono e gentile.

Il suo padrone è Jehan Frollo, un arcidiacono corrotto,che, invaghitosi di Esmeralda, decide di rapirla con l'aiuto di Quasimodo ma intervengono le guardie del re Luigi XI, despota crudele, e Quasimodo viene condannato alla  pubbica fustigazione. Esmeralda si impietosce di fronte a quel supplizio e gli offre da bere, facendolo innamorare perdutamente, mentre lei è sensibile al fascino del bel capitano delle guardie Phoebus,con il quale ha un incontro romantico, durante il quale Frollo lo pugnala.Esmeralda viene imprigionata per omicidio e stregoneria, dopo averla torturata e averla così fatta confessare.Condannata all'impiccagione mentre il corteo la porta    alla forca, Quasimodo riesce a liberarla e portarla dentro Notre Dame dove gode il diritto d'asilo.

 

 

 A questo punto i finali sono almeno tre.Quello della versione vista su una cassetta VHS è abbastanza lieto:Phoebus,che non è morto,

si ricongiunge con Esmeralda, mentre si scatena una guerra, senza risparmio di colpi, tra i poveri della Corte dei Miracoli e le guardie    del re.Frollo,dopo una lotta feroce,viene strangolato da Quasimodo che poi lo lancia giù dalla cattedrale e, mentre suona le campane   per la felicità, muore. Gli altri ve li risparmio anche se sono scritti in alcune fonti da me consultate.

 

 

Il cinema muto è indubbiamente tra i miei preferiti, perchè puntando sulle immagini,richiede una recitazione che entra nel cuore dello spettatore e ne stimola la fantasia. Ce ne sono di notevoli e altri meno, dipende dal regista, dagli attori e dalla storia. In questo film il Quasimodo di Lon Chaney è perfetto,espressivo e commovente,agile e quasi acrobatico quando si aggrappa alla facciata della chiesa    o si attacca alle corde per suonare le campane,nonostante la deformazione posturale. Esmeralda (Patsy Ruth Miller) è molto bella e credibile nel ruolo della gitana,buona e innamorata e così via anche per Clopin(Terence Torrence),il capitano Phoebus(Norman Kerry)

e altri. Sono state reclutate 400-500 comparse impiegate per le scene di massa e di guerra, ben gestite nonostante la numerosità.La fotografia in uno splendido B/N è stata curata da vari personaggi. Definito come film di genere drammatico,storico,epico e orrore lo spettatore ne viene coinvolto e si emoziona, almeno a mio avviso.

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati