Trama

Reynolds Woodcock è un rinomato stilista britannico che, insieme alla sorella Cyril, conosce il massimo del successo negli anni Cinquanta vestendo la famiglia reale e l'élite che conta. Dal punto di vista sentimentale, però, ha relazioni brevi con una serie di donne fino a quando non incontra Alma, destinata a divenire la sua amata e la sua musa. Innamorandosi, per la prima volta si ritroverà a dover conciliare vita personale e professionale.

Approfondimento

IL FILO NASCOSTO: CREARE E AMARE

Diretto e sceneggiato da Paul Thomas Anderson, Il filo nascosto è ambientato nella Londra del dopoguerra, durante gli anni Cinquanta, e racconta la storia di Reynolds Woodcock, rinomato sarto per donne, che con la sorella Cyril veste l'élite della città. Reali, stelle del cinema, ereditiere, mondane, debuttanti e dame di classe indossano tutte abiti realizzati dal genio di Reynolds, che ogni giorno si confronta con donne di tutti i tipi rimanendo uno scapolo ambito. La vita del sarto viene però stravolta dall'incontro con la giovane e volitiva Alma, che in breve diviene la sua musa e amante. Sempre controllato e attento a pianificare ogni dettaglio, per la prima volta Reynolds realizzerà quale peso abbia l'amore nella sua esistenza.

Con la direzione della fotografia dello stesso Anderson, le scenografie di Mark Tildesley, i costumi di Mark Bridges e le musiche di Jonny Greenwood, Il filo nascosto fornisce il ritratto sia di un artista alle prese con il processo creativo sia delle donne che movimentano il suo mondo. "Londra, 1955. La città sta lentamente riprendendosi dai postumi della Seconda guerra mondiale. L'incoronazione della regina Elisabetta II ha ridato nuova vita al Paese infondendo ottimismo ed entuasiasmo. In tale clima, vive Reynolds Woodcock, un uomo che veste contesse, ereditiere, stelle del cinema e grandi dame. Attraverso i vestiti che crea, riesce a rendere timide le donne più coraggiose e belle quelle meno affascinanti. Relazionarsi con Woodcock, tuttavia, è a volte simile ad affrontare una battaglia contro le forze fasciste. Ha un immenso talento, è all'apice del suo personale successo ma è anche pignolo, pieno di sé e dalla personalità complessa. Nella sartoria che gestisce con la sorella Cyril, anche le regole hanno delle regole da seguire. Modelle e clienti vanno e vengono, ispirando e facendo temporaneamente compagnia al sarto mentre Cyril si occupa di gestire instancabilmente tutto il resto degli affari. Un giorno, una giovane immigrata (la cui famiglia è originaria dell'Europa dell'Est) di nome Alma irrompe nella vita di Reynolds, infrangendo il suo mondo e la sua arte meticolosamente ordinati con quella forza temibile meglio conosciuta come amore. Reynolds ne viene temporaneamente stordito dapprima e poi completamente consumato. Riuscirà a combattere la potente attrazione esercitata dall'amore rimanendo un artista impegnato e un incallito scapolo o Alma riuscirà a mostrargli come le gioie della vita siano più belle se condivise con un'altra persona? E Cyril potrà proteggere il fratello dalle buone intenzioni di Alma o scoprirà come una sartoria che non cambia sia in realtà una sartoria già morta?

Il filo nascosto è una variante del romanzo gotico ed esamina l'intimità dell'innamoramento sullo sfondo del pericoloso campo di battaglia rappresentato dalla sartoria. Nel tentativo di catturare e contenere il loro amore, Reynolds e Alma si sforzano di capirsi reciprocamente e combattono per controllare i propri istinti e gli impulsi che solo l'amore più genuino ed eccitante sa generale. Il filo nascosto, inoltre, offre performance attoriali incredibili, abiti bellissimi, ereditiere ubriache, fantasmi prepotenti e musiche composte da Jonny Greewood dei Radiohead", ha specificato Anderson.

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Il filo nascosto è Paul Thomas Anderson, regista e sceneggiatore statunitense. Per quello che è il suo ottavo lungometraggio, Anderson ha scelto di lavorare per la prima volta fuori dagli Stati Uniti e di concentrarsi sul mondo della moda nella Londra del secondo dopoguerra con una storia d'amore gotica,… Vedi tutto

Commenti (17) vedi tutti

  • Magnifico film radicalmente indifeso e vulnerabile, a suo modo (non) eritrofobico, che sa restituire allo spettatore questa sua estraneità alla contemporaneità, manifestandosi estremamente moderno e quindi senza tempo, intramontabile. Piccolo capolavoro segreto, cucito all'interno di un risvolto di...pellicola, in cui gli spettri gettano ombre.

    leggi la recensione completa di mck
  • PTA regista amato dalla critica…un po' meno dal pubblico. Bisogna farsene una ragione!!!

    commento di vjarkiv
  • Una storia d'amore atipica e non convenzionale. L'incontro tra due diverse personalità -sinceramente attratte- tra le quali si pone inesorabile il tempo, ovvero la differenza d'età tra l'uno e l'altra.

    leggi la recensione completa di undying
  • Io mi sono annoiato

    commento di Arpo05
  • Guida al presunto capovaloro "cucito su misura" per i suoi fans più accaniti.

    leggi la recensione completa di LAMPUR
  • Paul Thomas Anderson ci trasporta in un viaggio complesso, che per essere pienamente apprezzato può richiedere più di una visione. Con la bellezza visiva, le performance dei suoi protagonisti ed una colonna sonora che "cuce" insieme il tutto, riesce a confezionare un'opera elegante come un abito del suo protagonista, seppur morbosa ed inquietante.

    leggi la recensione completa di port cros
  • Un film insulso girato maledettamente bene

    leggi la recensione completa di andenko
  • Film sopravalutato. Storia semplice con un finale assurdo. Ritmo lento che lo rende noioso. Regia ottima e attori bravissimi ma non è sufficiente per farlo interessante e coinvolgente !!! voto 6

    commento di nicelady55
  • Negli anni 50 Londra era al centro della moda grazie a Reynolds Woodcock, creatore di abiti fastosi per tutta l'alta società ma prigioniero di ossessioni e manie in vista di una perfezione irraggiungibile. L'incontro con una giovane cameriera destabilizzerà la sua vita programmata.

    leggi la recensione completa di bufera
  • "se è un gioco a chi distoglie prima gli occhi, perderai..."

    leggi la recensione completa di champagne1
  • L’autore americano conferma il gesto criptico comune a tutta la sua filmografia. Il cinema, in quanto riproduzione della materialità, ha una reale possibilità di scavare a fondo nell'individuo? Lettura d'opera di una grandiosa iperbole sulle cause dell'amore, firmata Paul Thomas Anderson.

    leggi la recensione completa di Malpaso
  • Visto in lingua originale,nettamente migliore della versione italiana. Interpretazione gigantesca di Daniel Day-Lewis a mio parere da oscar. Per quanto riguarda il giudizio generale sul film: Sinceramente di una noia tremenda è un'impresa arrivare al termine.

    commento di ripley2001
  • Visto in italiano e in versione originale, da preferire in ogni caso, anche perché ci aiuta a liberarci dal birignao del fastidioso doppiatore che trasforma Reynold Woodcoock in un insopportabile snob.

    leggi la recensione completa di laulilla
  • ...inutile scrivere una recensione. Film noioso e incomprensibile. Ma, forse, se avessero parlato di filo interdentale, sarebbe andata meglio...

    commento di maurri 63
  • Attenzione SPOILER! Vuoi leggere una recensione diversa dalle altre? Ecco, l'hai trovata! Se vuoi ti puoi fare quattro risate e puoi venirmi a trovare su ilcinefilante.blogspot.com

    leggi la recensione completa di marlucche
  • Quello che domina per tutta l’opera è questo complesso rapporto tra i due personaggi principali, ostacolato e ripianato di continuo, nonostante il carattere granitico e nello stesso tempo fragile del protagonista. Come un filo nell’ago che entra ed esce dalla stoffa, che sparisce e riappare. Il filo nascosto è quello che lega due persone.

    leggi la recensione completa di michemar
  • PTA affronta il suo complesso, controverso personaggio puntando sulle ombre, anche quando si tratta di descrivere il personaggio femminile che lo mette alle corde: in fondo il fulcro del bellissimo film è il crimine, subdolo, nascosto e celato che mette a repentaglio seriamente la salute del nostro uomo, quasi come affascinante percorso espiativo.

    leggi la recensione completa di alan smithee
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

steno79 di steno79
10 stelle

Magistrale. E con questo aggettivo si potrebbe già liquidare la recensione. Chi mi segue su Film tv sa che Anderson é uno dei miei registi preferiti, ma questo film è talmente bello e ricco sia nella veste formale che nei diversi livelli di lettura della trama che può essere apprezzato con particolare entusiasmo anche da chi non avesse visto in precedenza altri film… leggi tutto

30 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

champagne1 di champagne1
6 stelle

Il famoso sarto Reynolds, i cui eleganti e perfetti abiti sono richiesti e desiderati in tutto il Regno Unito, si invaghisce della giovane e goffa cameriera Alma. La prima sera insieme tutto l'interesse che l'uomo sa mostrare alla ragazza è un a suo modo erotico gioco in cui le fa provare splendidi abiti e le prende le misure corporee, sotto il vigile sguardo (e olfatto) della propria… leggi tutto

5 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

marlucche di marlucche
2 stelle

Attenzione SPOILER! Inizia bene il filo nascosto, una qualità di cinema superiore, sembra un film in bianco e nero e invece è a colori ma suadenti, tone sur tone. C'è l'eleganza, la precisione nei gesti, negli sguardi, c'è il recupero pure dell'alta sartoria in un'epoca di industria cinese al ribasso. Oggi diremmo che lui è uno stilista ma in realtà… leggi tutto

3 recensioni negative

2018
2018
Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 7 voti
vedi tutti
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 9 voti
vedi tutti

Recensione

AlbertoBellini di AlbertoBellini
10 stelle

  Sono trascorsi poco più di sei mesi dalla prima volta in cui vidì questo film in sala. Nel frattempo le visioni sono aumentate, insieme alla difficoltà di ordinare i pensieri e costruire un commento di senso compiuto che potesse quantomeno rendere una vaga idea di ciò che è Phantom Thread (arrivato in Italia con il titolo Il filo nascosto),…

leggi tutto
Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti

Una stagione in sala (2017/18)

obyone di obyone

La stagione si è conclusa oramai da qualche settimana. Sono riuscito a vedere un discreto numero di titoli in sala (28) dove l'esperienza cinematografica rimane indiscutibilmente di un altro pianeta. …

leggi tutto
Playlist
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti

Recensione

almodovariana di almodovariana
10 stelle

Capolavoro. Un Daniel Day Lewis in stato di grazia, che tocca vette degne di un Anthony Hopkins e inquietante come se non stesse affatto recitando. Lewis dà corpo a uno dei personaggi più maniacali e affascinanti degli ultimi decenni. Sceneggiatura mozzafiato che indaga fino in fondo misteri come vita morte e passione, eros e tanathos, quei feticismi sottilissimi da essere potenti…

leggi tutto
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 8 voti
vedi tutti

Recensione

GiorgioBlu di GiorgioBlu
8 stelle

Difficile trovare il filo conduttore di questo film, e devo dire che prima del finale non lo avevo trovato, perchè il film stilisticamente ineccepibile mi sembrava un grande affresco psicologico ambientato nel mondo della moda ma che alla fine risultava stancante se non fine a se stesso. Ma per fortuna il film seppur raccontando questo aspetto scava in profondità di una relazione…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

pappolo di pappolo
7 stelle

Uno di quei film che rimangono in mente e ritornano, si scoprono lentamente nei giorni successivi alla visione, che magari mentre li guardi sei insofferente e ti fanno arrabbiare, ma poi ne riconosci il valore in quel retrogusto che rimane nel tempo, come la voglia di rivederlo per coglierne meglio i dettagli. Sarà le bellezza delle immagini o la maestria della regia. Sarà…

leggi tutto
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 12 voti
vedi tutti

Recensione

Gangs 87 di Gangs 87
6 stelle

Quando in giro non fai altro che leggere recensioni positive, credo sia più che normale aspettarsi molto. A patto che quel molto non diventi troppo. Accade con l’ultima opera di Paul Thomas Anderson che, per cause di forza maggiore, è poi diventata l’ultima opera di Daniel Day-Lewis, che ha deciso e annunciato il suo ritiro dalle scene.   Se vero è che…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 9 voti
vedi tutti

Recensione

obyone di obyone
8 stelle

  Attento indagatore delle umane pulsioni, Paul Thomas Anderson, è proprio il caso di dirlo, cuce addosso a Daniel Day-Lewis un abito raffinato che cela risvolti insospettati ed interni foderati di rara complessità psicologica. Reynolds Woodcock, a cui lo straordinario attore britannico dà alito, è il titolare di una prestigiosa sartoria le cui passioni ed…

leggi tutto

Recensione

undying di undying
7 stelle

  Londra. Metà del 1900. L'attempato stilista Reynolds (Daniel Day-Lewis), particolarmente versato nella composizione di prestigiosi abiti da sposa, incontra in un ristorante la più giovane e attraente cameriera Alma (Vicky Krieps) alla quale, chiede di posare per alcune sue realizzazioni. Tra i due, nonostante la differenza di età, si sviluppa un forte legame che…

leggi tutto

Recensione

Peppe Comune di Peppe Comune
8 stelle

Raynolds Woodcock (Daniel Day-Lewis) è uno dei sarti più ricercati d’Europa, il suo atelier veste i reali d’Inghilterra e gli esponenti dell’alta borghesia del paese fanno a gara per essere suoi clienti esclusivi. Ad aiutarlo è la sorella Cyril (Lesley Manville), una donna determinata che cura la gestione dell’atelier di famiglia con inappuntabile…

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito