Espandi menu
cerca
https://www.referendumsiaboliamolacaccia.it/firma-digitale/
di mck ultimo aggiornamento
Playlist
creata il 24 film
Segui Playlist Stai seguendo questa playlist.   Non seguire più

L'autore

mck

mck

Iscritto dal 15 agosto 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 186
  • Post 120
  • Recensioni 704
  • Playlist 217
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
https://www.referendumsiaboliamolacaccia.it/firma-digitale/

Non la vedi, la tigre.

Non tutti i cacciatori sono bracconieri, ma tutti i bracconieri sono cacciatori.

Per la stima di uno scempio "collaterale": https://www.vittimedellacaccia.org/.     

Se avete lo SPID perché siete degli straccioni (ma dotati di un QI superiore a un acero perché siete riusciti ad averlo tramite le Poste Italiane) che come me hanno fatto il CashBack per riuscire a pakarsi la droka (e poter esibire il Green Pass ad ogni richiesta di Adolfo Benito Giuseppe Figliuolo, squadrista capo della Dittaturah!1!1! Sanitariah!1!1!), con VotaPA è un attimo, forza, ché la lista è aperta, ma soprattutto sono aperti i banchetti fisici e digitali per firmare: https://www.referendumsiaboliamolacaccia.it/firma-digitale/ (ad oggi sono state raccolte più di 200.000 firme: bisogna arrivare a 500.000 entro il 20 ottobre). 

 

Playlist film (aperta ai contributi)

Il cacciatore

  • Drammatico
  • USA
  • durata 183'

Titolo originale The Deer Hunter

Regia di Michael Cimino

Con Robert De Niro, Christopher Walken, John Savage, Meryl Streep, John Cazale

Il cacciatore
altre VISIONI

In streaming su Google Play

 

Tutti i brani seguenti sono tratti da:

Le Conquiste dell'Industria - Enciclopedia del Lavoro Umano

(diretta dal prof. ing. Egidio Garuffa)

Vol. III° - l'Aria, l'Acqua ed il Sottosuolo, con particolare riguardo alla Caccia e Pesca ed alle Coltivazioni Minerarie

(prof. Stefano Pagliani - dott. Valentino Fortini - ing. Giovanni Aichino - ing. Egidio Garuffa)

Unione Tipografico-Editrice Torinese (UTET) - 1928 [1928-1932]
(già fratelli Pomba Libraj in principio della contrada di Pò - 1796)

 

Rilevanza: 1. Per te? No

Tutta colpa del Paradiso

  • Commedia
  • Italia
  • durata 102'

Regia di Francesco Nuti

Con Francesco Nuti, Ornella Muti, Roberto Alpi, Novello Novelli, Laura Betti

Tutta colpa del Paradiso

 


Ove l'unico riferimento alla conservazione della fauna [1928] si riferisce alle bandite di ripopolamento (♦) e cattura (oggi, i cinghiali che mettono in atto il Sacco di Roma non sono quelli autoctoni, più piccoli, ma alloctoni, di razze, sottospecie e varietà più grandi, essendo stati importati dall'Europa dell'Est proprio per ragioni venatorie).

 

- http://www.rivoluzioneanimalista.it/2020/05/29/litalia-invasa-da-cinghiali-e-unicamente-colpa-nostra/

 

- https://www.romatoday.it/politica/emergenza-cinghiali-mario-tozzi-lupi-radio-radio.html (lasciar fare ai lupi, quelli veri)

 

- http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/16/Ddlpres/0/00410207/index.html

 

DISEGNO DI LEGGE d’iniziativa dei senatori PORETTI e PERDUCA (Partito Radicale, area di C-SX) - 24 marzo 2009

 

Divieto di immissione di cinghiali nel territorio nazionale - Art. 1.

1. All’articolo 21 della legge 11 febbraio 1992, n. 157, è aggiunto, in fine, il seguente comma:

«3-bis. È vietato a chiunque immettere in libertà sul territorio nazionale, sia a fini di ripopolamento sia ad ogni altro fine, esemplari di cinghiale di qualunque sottospecie o razza. Per la violazione del divieto di cui al presente comma, si applica la sanzione amministrativa da euro 500 ad euro 1.500 per ciascun esemplare».


(♦) Del resto lo stambecco oggi (epidemie di brucellosi e rogna sarcoptica a parte) ha ripopolato l'arco alpino grazie ai Savoia e alle loro riserve di caccia del Gran Paradiso.

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Dersu Uzala. Il piccolo uomo delle grandi pianure

  • Avventura
  • Urss, Giappone
  • durata 140'

Titolo originale Dersu Uzala

Regia di Akira Kurosawa

Con Maxim Manzuk, Yuri Solomine

Dersu Uzala. Il piccolo uomo delle grandi pianure

 

La caccia fu esercitata dapprima liberamente da tutti ma ben presto, col marcarsi delle differenze sociali, fu inibito ad alcune classi di persone tale diritto e fu riserbato con privilegio dei principi e dei signori che la considerano come l'unica occupazione alla quale potevano, dopo quella delle armi, dedicarsi e non consentibile al popolo che sarebbe stato distratto dal lavoro.

Oggi è roba da liberi professionisti, da pensionati e da cacciatori “della domenica” (i più pericolosi... son tutt'e tre).

 

Rilevanza: 2. Per te? No

Cacciatore bianco, cuore nero

  • Drammatico
  • USA
  • durata 119'

Titolo originale White Hunter, Black Heart

Regia di Clint Eastwood

Con Clint Eastwood, Jeff Fahey, George Dzundza, Marisa Berenson

Cacciatore bianco, cuore nero
altre VISIONI

In streaming su Tim Vision

 

La caccia, è fra i più sani e dilettevoli esercizi sportivi. Dalle grandi riunioni a cavallo con numerose mute di cani, appannaggio e lusso di ricchi proprietari, alla modesta battuta individuale, offre a tutti una distrazione adeguata alle singole risorse.

A parte l'uso sbarazzino della virgola posta alla cazzo di cane tra soggetto e predicato... Distrazione dagli altri cinque giorni della settimana, quelli feriali, nei quali vorresti sì impallinare quel tuo collega di lavoro o il tuo capo, ma c'è un'altra Legge, il Codice Penale, che te la farebbe pagare tutta (o quasi).

 

Rilevanza: 2. Per te? No

2001. Odissea nello spazio

  • Fantascienza
  • Gran Bretagna
  • durata 141'

Titolo originale 2001: A Space Odyssey

Regia di Stanley Kubrick

Con Keir Dullea, Gary Lockwood, William Sylvester, Daniel Richter, Leonard Rossiter

2001. Odissea nello spazio
altre VISIONI

In streaming su Tim Vision

 

Il primo passo fatto dall'uomo nell'industria, cioè nell'arte di volgere e trasformare a proprio profitto i tesori della terra, fu la caccia.
Le aspre fatiche dei campi, le ricchezze della foresta, i tesori della miniera, gli ottimi frutti della pastorizia, furono, dai primi abitatori della terra, conosciuti molto più tardi, e cioè soltanto quando, abbandonando la vita nomade, essi fissarono stabile dimora. Così come, nei bagliori dell'umanità, l'uomo chiese ricovero alle caverne per proteggersi contro le inclemenze del clima e contro le procelle, ricorse alla caccia, prima per difendersi dagli altri animali e per contender loro il nutrimento, poi per impadronirsi del loro vello, che fu il suo primo indumento, e delle loro ossa con le quali foggiò le sue prime armi.
Immane deve essere stata questa lotta per l'esistenza [...]. Storia di altri tempi, nelle regioni civilizzate, storia di oggi, nei paesi ove ancora non è giunto il soffio vivificatore della civiltà.

 

Rilevanza: 2. Per te? No

Primate

  • Documentario
  • USA
  • durata 105'

Titolo originale Primate

Regia di Frederick Wiseman

Primate

 

Ma il pezzo migliorment'emblematico è questo, davvero, tratto dalla sezione "la Caccia per Scopo Scientifico e le Grandi Caccie Tropicali":

Le grandi scimmie e specie l'urang-utang, si catturano cercando di scoprire ove gli animali hanno il nido per andare a dormire e quando vi si sono ricoverati, si tagliano torno torno gli alberi per precludere loro ogni fuga per la via dell'aria, indi si fanno, alla base dell'albero, dei forti fumi che valgono ad intontirli, ed infine si abbatte l'albero e si gettano sugli animali delle forti reti di corde prima che si sieno riavuti dallo spavento. Le grandi scimmie però sopportano male il mare e quando sono trasportate in Europa muoiono facilmente di malinconia.

 

Rilevanza: 1. Per te? No

Darwin

  • Biografico
  • Francia
  • durata 52'

Titolo originale Darwin

Regia di Peter Greenaway

Con Bert Svenhujsen, Jacques Bonnaffé, Barbara M. Messner, Germain Pengel, Yannick Pengel

Darwin

 

Per contro ("gran cacciatore di quaglie e di fagiani").

 

Consiglio spassionato/appassionato: Harry Thompson - “This Thing of Darkness” - 2005 (“Questa Creatura delle Tenebre”, Nutrimenti, 2006), incentrato sulla figura di Robert FitzRoy, il Capitano del brigantino Beagle, impegnato in svariate missioni di rilevamento cartografico in Sud America, dalle Falkland alle Galapagos, ospitante in uno di questi viaggi d’esplorazione militar-scientifica un giovin passeggero, tal Charles Darwin...

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Il popolo migratore

  • Documentario
  • Francia, Italia, Germania, Spagna, Svizzera
  • durata 98'

Titolo originale Le peuple migrateur

Regia di Jacques Perrin

Il popolo migratore
altre VISIONI

In streaming su iTunes

 

...[...]..., e a sera puliva con mano esperta gli uccelli variopinti che aveva ucciso, sfregando la loro pelle con polvere da sparo e riempiendoli di pallottole d'erba secca per poi riporli nelle bisacce. Schiacciava fra le pagine del quaderno le foglie degli alberi e delle piante, e rincorreva in punta di piedi le farfalle di montagna tenendo davanti a sé la camicia con entrambe le mani, parlando agli insetti con sommessi bisbigli, lui stesso un oggetto di studio. [...] Toadvine [...] gli chiese quale fosse lo scopo di tutto questo. 

[...] Qualunque cosa esista, disse. Qualunque cosa esista nella creazione senza che io la conosca esiste senza il mio consenso. [...] Accennò col capo agli esemplari che aveva collezionato. Queste creature anonime, disse, possono sembrare poco o niente nel mondo. Eppure l'esserino più piccolo può divorarci. [...] al di fuori della conoscenza umana. Solo la natura può rendere schiavo l'uomo, e solo quando l'esistenza di ciascun essere sarà snidata e denudata di fronte a lui, egli sarà davvero il sovrano feudale della terra. [...] Un sovrano feudale...è un padrone di tipo speciale : comanda anche dove altri comandano. La sua autorità revoca le sentenze locali. [...] Questo è il regno cui ho diritto , disse. Eppure in esso ci sono ovunque nuclei di vita autonoma. Autonoma. Perché esso mi appartenga non devo permettere che qualcosa vi accada senza il mio permesso.

Nessun uomo può arrivare a conoscere tutte le cose di questa terra, disse [Toadvine].

[Il giudice rispose:] L'uomo che crede che i segreti del mondo resteranno nascosti per sempre vive nel mistero e nella paura. La superstizione lo trascinerà in basso. La pioggia eroderà gli atti della sua vita. Ma l'uomo che si assume il compito di individuare nell'arazzo il filo che tutto ordisce, in virtù di questa sola decisione si fa carico del mondo, ed è soltanto facendosene carico che egli può trovare il modo di dettare i termini del proprio destino.

   Non vedo cosa c'entri questo col fatto di catturare uccelli.

   La libertà degli uccelli è un insulto per me. Li metterei tutti negli zoo.

   Bell'inferno di zoo, sarebbe.

   Il giudice sorrise. Si, disse. Proprio così.

 

Cormac McCarthy - Blood Meridian - 1985

("Meridiano di Sangue", Einaudi, 1997 - trad. di Raul Montanari)

 

Recensione.

 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No

Leviathan

  • Documentario
  • Gran Bretagna, USA, Francia
  • durata 83'

Titolo originale Leviathan

Regia di Lucien Castaing-Taylor, Verena Paravel

Leviathan

 


Caccia, e pesca.

 

Recensione.

 

Dopo un breve viaggio in continente […] un Melville gonfio di nostalgia si imbarcò a Portsmouth per New York, dove mise mano a un nuovo romanzo, questa volta spudoratamente commerciale. Sarebbe stato un “romanzo d'avventura, basato su certe strane leggende che circolano nei mari del Sud tra i cacciatori di capodogli” […]. Con quella che aveva tutta l'aria di una mossa disperata, Melville aveva deciso di attingere ai suoi trascorsi balenieri, con l'obiettivo di trarre partito da questo nuovo impero commerciale statunitense, che a sua volta sfruttava e combinava due grandi talenti dei suoi concittadini : la propensione all'eroismo e quella al consumismo.   

Philip Hoare - Leviathan  

 

La Fairtry, una nave usata in Scozia nel 1954, fu la prima a dare il via allo sfruttamento intensivo e meccanizzato dei Grandi Banchi. Rispetto agli schooner e alle barche da pesca costiera che l'avevano preceduta, era gigantesca : duemilaseicento tonnellate, e l'aspetto di un traghetto convertito. Era anche terribilmente efficace nell'eseguire ciò per cui era stata progettata – l'enorme rete da strascico che lasciava cadere da una rampa a poppa aveva una bocca di svariate decine di metri, e quando veniva trainata lungo il fondo marino la sia mandibola ponderata raccattava qualunque essere vivente si trovasse sul suo percorso : centinaia, migliaia di merluzzi bianchi di svariato peso, età, sesso e salute, ma anche ogni altro tipo di pesce e crostaceo - richiesto o meno - che si ciba o vive sui fondali. All'interno di questa nave smisurata si svolgeva tutto a gran velocità; ciò che era indesiderato veniva gettato fuori bordo; il resto veniva lavorato in maniera industriale - sfilettato, salato, surgelato, impacchettato -, mentre la rete a strascico era stata di nuovo abbassata sul fondo del mare pronta a issare altre centinaia di tonnellate di materia prima da trattare con la medesima, brutale risolutezza.

Simon Winchester - Atlantic  

 

 
-----------------------------------------------------------------
 
PS. Lepidezze postribolari.
Dovete sapere che i delfini, i globicefali e le focene massacrati da branchi di scrotocervello-sprovvisti alle Fær Øer (c'è del marcio eccetera eccetera) stuprano le aringhe, i tonni e le tartarughe marine prima di mangiarsele. Perché li esasperano (semi-cit.).
 

Rilevanza: ancora nessuna indicazione. Per te? No
Esporta lista
Aggiungi film +

Scrivi lentamente il titolo dei film che vuoi includere nella playlist. Il sistema riconoscerà automaticamente il titolo e te lo proporrà

Commento (opzionale)

Ti è stata utile questa playlist? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati