Trama

Susie Bannon, una giovane americana, arriva nella prestigiosa accademia di danza Markos a Berlino nel 1977 nello stesso momento in cui scompare in circostanze misteriose la ballerina Patricia. Mentre fa straordinari progressi sotto la guida della rivoluzionaria direttrice Madame Blanc, Susie stringe amicizia con la ballerina Sara, che condivide con lei i suoi sospetti sui segreti oscuri e minacciosi che incombono sulla compagnia.

Approfondimento

SUSPIRIA: OMAGGIO A DARIO ARGENTO

Diretto da Luca Guadagnino e sceneggiato da David Kajganich, Suspiria racconta la storia della ballerina americana Susie Bannion che nel 1977 arriva a Berlino per entrare a far parte della prestigiosa compagnia di ballo Helena Markos. Durante il suo primo provino, Susie colpisce in maniera particolare la famosa coreografa della compagnia, madame Blanc, con il suo talento. Dopo la defezione della prima ballerina Olga che rivolge alle Madri, le donne che gestiscono la compagnia, l'accusa di essere streghe, Susie diviene la protagonista dello spettacolo che stanno per portare in scena, Volk.

 

Prima che possa fuggire, Olga viene catturata e torturata da una misteriosa forza che in qualche modo sembra collegata alla danza di Susie. Nonostante i primi allarmanti segnali, Susie va dritta sulla sua strada e, continuando le prove per Volk, forgia uno strano legame con madame Blanc, un legame che va ben oltre il ballo. Nel frattempo, l'anziano psicoterapeuta dottor Klemperer scopre un inquietante diario che teneva una sua paziente, la giovanissima Patricia, un'ex ballerina della Markos che nei suoi deliri parla di un'antica religione demoniaca praticata dalle Madri. Poiché Patricia sembra scomparsa nel nulla, il medico si rivolge alla polizia ma, di fronte a nessun risultato, opta per una soluzione più pragmatica: prende la situazione nelle mani e si avvicina alla studentessa Sara per chiederle aiuto. Dopo il loro incontro, Sara si avventura nelle profondità delle camere segrete della scuola di ballo, dove l'attenderanno orribili scoperte.

 

Con la direzione della fotografia di Sayombhu Mukdeeprom, le scenografie di Inbal Weinberg, i costumi di Giulia Piersanti e le musiche di Thom Yorke, Suspiria si basa sui personaggi creati da Dario ArgentoDaria Nicolodi per Suspiria, di cui il film è in qualche modo un remake. Ha spiegato il regista in occasione della partecipazione di Suspiria in concorso al Festival di Venezia 2018: "Avevo dieci anni. La prima cosa che notai era il sangue che si riversava dalla testa mozzata di una ballerina. Una scritta sopra diceva 'Un film di Dario Argento' mentre un'altra sotto presentava una parola dal grande potere evocativo: Suspiria. Ero a Cesenatico, nel nord dell'Italia per un campeggio estivo, e quello che vedevo era la locandina di Suspiria. Quello per me non era un periodo molto facile. Non ero popolare tra gli altri bambini, ero molto timido ma cominciavo già a coltivare due passioni insolite per un bambino della mia età: quella per il cinema e quella per tutto ciò che è disturbante. Non sapevo ovviamente di cosa parlasse il film o che il titolo fosse in latino ma conservai nel tempo l'immagine di quel poster nella mia mente.

 

A 13 anni mi sono poi imbattuto nella trasmissione del film da parte della Rai proprio mentre la mia famiglia stava per sedersi a cena. Non mangiai e sono andato a  rinchiudermi in una stanza da solo per vederlo: ero terrorizzato e al tempo stesso estasiato dalla sua folle audacia, dal coraggio della messa in scena, dalla musica e dal modo impressionante in cui evocava la stregoneria. Ne volevo sapere sempre di più, volevo rivederlo e sono persino andato in una biblioteca pubblica per cercare i giornali del periodo in cui è uscito in sala. Da quando faccio il regista, ho sempre pensato a una mia versione del film per rendere omaggio al lavoro di Argento".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Suspiria è il regista palermitano Luca Guadagnino. Cresciuto in Etiopia fino all'età di sei anni e a Palermo dopo, si è laureato all'Università La Sapienza di Roma in Storia e Critica del Cinema con una tesi sul regista americano Jonathan Demme prima di dedicarsi alla regia del suo primo lungometraggio… Vedi tutto

Commenti (12) vedi tutti

  • La sintesi, il ritmo, la dinamica che sta alla base del Suspiria di Dario Argento qui non è di casa. Guadagnino gira benissimo, ma è il contenuto che manca. Un lunghissimo, sfibrante, insieme di atti più adatti ad un palco di teatro che allo schermo di un cinema. Accademico, veterofemminista, privo di stimoli e senza ritmo.

    leggi la recensione completa di undying
  • Guadagnino nel suo Suspiria, invece di ricreare il cult di Argento, preferisce reinventarne i temi, da quello della danza, a quello del potere femminile, vincendo la sfida tramite uno stile visionario magistrale, che esplode in un eccessivo gran finale granguignolesco. Sul cast ricco di giovani star, torreggia l'eleganza statuaria di Tilda Swinton.

    leggi la recensione completa di port cros
  • Pasticciato e confuso nella scelta del registro, diviso in sei atti ed un epilogo pretestuosi e cialtronescamente uguali tra di loro, può essere visto come riflessione sul mito della Madre; più simile all'originale di Dario Argento di quanto si creda, allarga con il finale ciò che il regista romano aveva sottinteso.

    commento di maurri 63
  • Deludente, le aspettative erano altissime

    leggi la recensione completa di ROBERTO800
  • Torno adesso dalla visione ; un film suggestivo, evocativa colonna sonora, un omaggio al film di Argento, più che un remake. Una storia tutta al femminile, gli uomini fanno da corollario, quasi ridicolizzati, come il poliziotto, mentre lo psichiatra vive nel ricordo della moglie scomparsa più di 30 anni prima ed è accudito da una governante.

    commento di blualberto1966
  • Suspiria è un film visivamente splendido e dalla regia raffinata, nel quale il motivo della danza esalta la poetica di Guadagnino.

    leggi la recensione completa di Malpaso
  • Un bel film avvincente, pur avendo scene esageratamente macabre.

    commento di Falco00
  • Molti film horror vengono pubblicizzati come "il migliore degli ultimi anni". Beh, per una volta è vero.

    commento di Allep
  • Bel remake, un po' pomposo a volte.

    commento di Fiesta
  • Riuscito a metà.

    leggi la recensione completa di Carlo Ceruti
  • Il film dura ben due ore e mezza?! Stiamo scherzando? Non lo vedo nemmeno morta, non butto via due ore della mia vita per un regista furbo come Guadagnino, un vero e proprio miracolato.

    commento di valeriemanifesta
  • “Consiglio a tutti di andare uno psichiatra” esordisce in conferenza stampa, la brava attrice di Orlando, Tilda Swinton, ormai feticcio di Guadagnino.

    leggi la recensione completa di gaiart
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

supadany di supadany
8 stelle

Venezia 75 – Concorso ufficiale. Suspiria di Dario Argento è un’allucinazione non replicabile, un sussulto tanto semplice per narrativa quanto efficace nella resa, con i cromatismi esasperati di Luciano Tovoli e un’essenza del terrore che non aveva bisogno di troppi giri di parole per scaraventare all’inferno. Conquistò il mondo, basti ricordare che a… leggi tutto

19 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

Carlo Ceruti di Carlo Ceruti
6 stelle

E' difficile parlare di questo film evitando il paragone con quello di Dario Argento, nonostante se ne discosti molto su tutti i piani. L'impressione è che questo Suspiria sia riuscito a metà. La confezione è accurata, la logica narrativa, a differenza del film originale del 1977, è lineare e precisa (ma non è detto che sia un pregio), alcune invenzioni sono… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

undying di undying
2 stelle

    Dire che Suspiria 2.0 (lo chiameremo così, per distinguerlo dall'originale) è un brutto film non sarebbe giusto nei confronti di un regista che, si nota, ce l'ha proprio messa tutta. Ma si può -senza preoccuparsi del rischio di andare controcorrente- sostenere che non è un bel film. Che è altro -molto altro- dal Suspiria di Dario Argento.… leggi tutto

6 recensioni negative

2019
2019

Recensione

alexio350 di alexio350
6 stelle

Guadagnino mette mano capolavoro di Dario Argento creando un film che ha una visione e struttura autonoma. Tecnicamente impeccabile, eccellente da un punto di vista scenico e fotografico, il film sembra tuttavia girare in tondo e perdersi poco alla volta per strada, restando su come un bellissimo quadro senza cuore. Mentre la trama rimane indefinita (si capisce vagamente che c’è una…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 11 voti
vedi tutti

Recensione

GoonieAle di GoonieAle
7 stelle

Allergico al cinema di Argento, ho sempre considerato due soli capolavori nella sua filmografia, anzi, uno e mezzo! Il primo, Profondo rosso. Il mezzo, Suspiria. Questo remake di Guadagnino, coraggiosissimo, prende le distanze ed è un bene. Non copia ma crea. Buon per lui, buono per gli spettatori che non vengono avvolti, nuovamente, da colori e musica agghiacciante ma da attori e…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

La danza della realtà

jasonlavey666 di jasonlavey666

La danza della realtà, ovvero l'espressione dell'Io e dell'Es. No, non la biografia di Alejandro Jorodowsky – il mio concetto vorrebbe definire una condizione interiore, e spesso un forte…

leggi tutto

Recensione

undying di undying
2 stelle

    Dire che Suspiria 2.0 (lo chiameremo così, per distinguerlo dall'originale) è un brutto film non sarebbe giusto nei confronti di un regista che, si nota, ce l'ha proprio messa tutta. Ma si può -senza preoccuparsi del rischio di andare controcorrente- sostenere che non è un bel film. Che è altro -molto altro- dal Suspiria di Dario Argento.…

leggi tutto
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 7 voti
vedi tutti
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 78 voti
vedi tutti

Recensione

port cros di port cros
8 stelle

  Rivisitazione personale, e non mero remake, del horror di culto di Dario Argento del 1977, che afferma averlo segnato in età adolescenziale (“ero terrorizzato ed euforico per il suo coraggio folle, la sua audacia formale, la musica, il potere evocativo del concetto di streghe”) il Suspiria di Luca Guadagnino è composto di sei atti e un epilogo. La sua…

leggi tutto

Recensione

docpask72 di docpask72
1 stelle

C'è un punto di partenza essenziale di ogni possibile recensione, commento o opinione su Suspiria di Luca Guadagnino. Non è un remake della precedente opera di Dario Argento, piuttosto e semplicemente, un film molto (troppo?) liberamente ispirato alla sceneggiatura originale del Maestro italiano dell'horror e di sua moglie, l'attrice Daria Nicolodi.   In comune, solo il…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti

Recensione

fra_paga di fra_paga
8 stelle

Obiettivamente un film dai due volti. La parte peggiore è quella narrativa. Lo script non è all'altezza e la sceneggiatura manca totalmente di linearità il che, vista la durata, giustifica in parte le stroncature. La parte ottima, veramente sorprendente se la paragoniamo al terribile livello delle pellicole italiane degli ultimi anni (aiutata certamente dalle recitazioni…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

ROBERTO800 di ROBERTO800
4 stelle

Inevitabile il confronto con l'originale, di Dario Argento...Prima fra tutti la differenza tra le due città: una tranquilla Friburgo collocata ai margini della Foresta Nera (1977) contro una Berlino devastata e divisa in due (2018)...e che dire della scuola di danza, molto fredda, poco accogliente quella di Guadagnino...molto raffinata e dall'architettura gotica-art nouveau quella di…

leggi tutto
Recensione

Recensione

Badu D Shinya Lynch di Badu D Shinya Lynch
8 stelle

«Gloria e vita alla nuova carne!»     Stando alle fantasie e collisioni filmiche del sottoscritto, Suspiria sembrerebbe quasi essere l'impossibile incontro-scontro tra "The Lords of Salem" e "mother!" diretto o, meglio, dirottato da Roman Polanski. Oppure, perché no, un "Society" girato o, meglio, capovolto da David Cronenberg. Insomma, come lasciano…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti

Recensione

kubritch di kubritch
8 stelle

Cominciamo col dire che a me non è parso, affatto, un remake di Suspiria. Inoltre, ci ho visto ben poco di Dario Argento, quindi, non direi, nemmeno, che si tratti di un omaggio. E' proprio un altro film che prende in prestito il soggetto di Suspiria per costruirci sopra una visione personale, forse debitrice dell'ultime visioni cinematografiche provenienti dall'Europa orientale…

leggi tutto

Recensione

ethan di ethan
7 stelle

Nella Berlino Ovest del 1977, segnata dagli attentati della R.A.F., Susie Bannion (Dakota Johnson) arriva all'Accademia di danza Markos Tanz Company, diretta da Helena Markos (Tilda Swinton), proprio quando una ragazza, Patricia (Chloe Grace Moretz) è fuggita e, dall'anziano dottor Klemperer (Lutz Ebersdorf alias Tilda Swinton), dice che la scuola è un covo di streghe. Tra…

leggi tutto

Recensione

Malpaso di Malpaso
9 stelle

La recensione che segue la trovate anche sul mio blog.   Luca Guadagnino è un amante dei dettagli così come del cinema nelle sue molteplici sfaccettature. Non è un caso infatti che il suo perfezionismo lo abbia portato a confrontarsi col genere, per definizione, agli antipodi dall’intellettualismo visivo dietro al quale i critici altezzosi si nascondevano…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

Gangs 87 di Gangs 87
7 stelle

Premessa: non andate a vedere questo film con l’idea o l’intenzione che state per vedere l’omaggio o, come è stato erroneamente pubblicizzato, il remake del famoso e omonimo film di Dario Argento. Se riuscirete a fare questo allora vi godrete un buon film, in caso contrario la delusione sarà enorme.   Luca Guadagnino prende la trilogia delle madri di Dario…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito