Espandi menu
cerca
Margherita Gauthier

Regia di George Cukor vedi scheda film

Recensioni

L'autore

bufera

bufera

Iscritto dal 19 giugno 2010 Vai al suo profilo
  • Seguaci 169
  • Post 6
  • Recensioni 893
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Margherita Gauthier

di bufera
8 stelle

Dal romanzo di Alexandre Dumas figlio, George Cukor trae un film appassionante e drammatico sullo sfondo di una Parigi, presentata con dovizia di mezzi nella sua mondanità e ottenendo il meglio da una memorabile Greta Garbo

locandina

Margherita Gauthier (1937): locandina

 

Margherita Gauthier (Camille) è un film del 1936, diretto da George Cukor, il regista delle dive, tratto dal romanzo La signora delle camelie di Alexandre Dumas figlio.La sceneggiatura è opera di Loe Akins, James Hilton e Frances Marion. Lo stessu Dumas ne ha elaborato una piece teatrale, avendo assistito alla quale Giuseppe Verdi compose l'opera lirica la Traviata.

 

il film racconta la storia drammatica dell'amore tra la cortigiana Margherita Gauthier (Greta Garbo) e il giovane Armando Duval (Robert Taylor). La donna, mantenuta dal barone Valville, era la prima delle cosiddette "donne galanti" che possedevano un certo stile, avendo studiato,letto molti libri e imparato a suonare il piano, per poter partecipare nei miglori salotti parigini a qualunque discussione senza imbarazzo.

 

Armando, perdutament innamorato, la segue ovunque senza essere considerato, finchè la donna comincia ad avvertire un sentimento d'amore mai provato prima e decide di seguirlo in una semplice casa di campagna, rinunciando alla vita brillante di mantenuta d'alto bordo. Margherita sta meglio in quell'ambiente sano, che giova alla sua salute minata dalla tisie vive felice finchè arriva il padre di Armando (Lionel Barrymore) che le chiede con insistenza di lasciare il figlio per non compromettere l'avvenire dell'altra figlia che sta per sposarsi e il buon nome della famiglia Duval.

 

Margherita, anche se ha il cuore a pezzi, promette di lasciare Armando senza che lui sospetti il motivo del suo abbandono e torna al suo mondo fatuo e al suo vecchio protettore. Durante un evento mondano Armando gioca e vince molto danaro che. di fronte a tutti,  con disprezzo consegna a Margherita e a questo insulto fa seguito un duello dove solo il conte rimane ferito. 

                                                                                                                                                                                                                        Passa del tempo e Margherita non sostiene più il suo ritmo di vita, vende tutti i gioielli e resta sola con la fida governante Nannina.La malattia la sta distruggendo e quando sta per morire arriva Armando, venuto a conoscenza del suo sacrificio e delle sue condizi,e lei quasi rifiorita, con una camelia alla cintura, si alza per cadere nelle sue braccia ed esalare l'ultimo respiro.

 

Cukor con eleganza di stile tratteggia la Parigi dell'Ottocento nei suoi ambienti, disponendo di un alto budget, ben compensato dagli incassi, ma non trascura, usando sapienti pennellate, i numerosi personaggi che circondano Margherita. Il giovane Robert Taylor fa il suo meglio a confronto di una memorabile Greta Garbo che dà vita ad una luminosa Margherita con tutte le espressioni confacenti al personaggio da passionale a fragile ma anche, se necessario, controllato.Fu candidata all'Oscar ma non le fu assegnato.  

 

Laura Hope, Lenore Ulric, Greta Garbo

Margherita Gauthier (1937): Laura Hope, Lenore Ulric, Greta Garbo

Robert Taylor, Greta Garbo, Laura Hope, Rex O'Malley

Margherita Gauthier (1937): Robert Taylor, Greta Garbo, Laura Hope, Rex O'Malley

Greta Garbo, Robert Taylor

Margherita Gauthier (1937): Greta Garbo, Robert Taylor

Lionel Barrymore, Greta Garbo

Margherita Gauthier (1937): Lionel Barrymore, Greta Garbo

Greta Garbo, Robert Taylor

Margherita Gauthier (1937): Greta Garbo, Robert Taylor

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati