Trama

La vera storia di John Callahan, rimasto paralizzato dopo un incidente d'auto all'età di 21 anni e che si è dedicato al disegno come forma di terapia.

Approfondimento

DON'T WORRY: LA STORIA DI UNA RINASCITA

Diretto e sceneggiato da Gus Van Sant, Don't Worry racconta la vera storia di John Callahan, un fannullone di Portland, che vede la sua esistenza cambiare dopo che un incidente quasi fatale, provocato da una sbornia presa con il compagno di bevute Dexter, lo priva dell'uso delle gambe. Il tutto ha inizio quando John si sveglia confinato su una sedia a rotelle, senza alcuna intenzione di smettere di bere. Tuttavia, accetta di partecipare con riluttanza a un percorso di disintossicazione di 12 tappe gestito dal carismatico Donnie, durante il quale ha modo di ritrovare Annu, una terapista che ha conosciuto in ospedale. Con il loro incoraggiamento, John scopre di avere un innato talento per il disegno, incanalando la sua personalità maliziosa in disegni spinti, politicamente scorretti e spesso esilaranti, che presto catturano l'attenzione nazionale e gli offrono una nuova prospettiva di vita.

Con la direzione della fotografia di Christopher Blauvelt, le scenografie di Jahmin Assa, i costumi di Danny Glicker e le musiche di Danny Elfman, Don't Worry si profila come un dramma con venature divertenti incentrato su temi come la redenzione, il perdono e il potere curativo dell'arte, e si basa sull'autobiografia dello stesso Callahan. Ha dichiarato Gus Van Sant in occasione della partecipazione del film al Festival di Berlino 2018: "L'idea di realizzare un film sul vignettista Callahan mi è stata proposta più di vent'anni fa dall'attore Robin Williams, che ho diretto in Will Hunting. Genio ribelle. Williams aveva opzionato i diritti dell'autobiografia di Callahan ed era intenzionato a ricavarne un film da produrre e interpretare, di cui io avrei dovuto curare la regia. Avevo conosciuto John a Portland negli anni Ottanta: le sue vignette apparivano su un quotidiano alternativo ma anche altrove e non era difficile notarlo. A quei tempi, avevo appena iniziato a girare Drugstore Cowboy e, quindi, eravamo entrambi due artisti alle prime armi, che cercavano di farsi strada nel mondo, anche se lui è diventato famoso diversi anni prima di me. Nel 1994, Williams aveva acquistato i diritti della sua storia perché avrebbe voluto rendere omaggio con la sua interpretazione all'amico Christopher Reeve, rimasto paralizzato dopo un incidente a cavallo. Gli piaceva l'idea che Callahan avesse conservato la sua forte personalità a dispetto di tutto ciò che gli era capitato. Negli anni, si è lavorato a diverse bozze di sceneggiatura ma il progetto non è mai andato in porto. Dopo la morte di Williams nel 2014, ho deciso che dovevo provarci almeno un'altra volta, tenendo maggiormente in considerazione il materiale originale su John Callahan: in precedenza, mi ero preso molte libertà perché avevo in mente Callahan interpretato da Robin. Mi sono allora concentrato solo su uno dei capitoli della storia di John, quello in cui ripercorre come si è disintossicato grazie alla figura del motivatore Donnie".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Don't Worry è Gus Van Sant, regista e sceneggiatore statunitense. Nato nel 1952, Van Sant è stato nominato due volte agli Oscar come miglior regista grazie a Will Hunting. Genio ribelle e Milk. Il suo debutto dietro la macchina da presa risale al 1986, anno in cui presenta Mala noche, ma il primo… Vedi tutto

Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è negativa

alan smithee di alan smithee
4 stelle

FESTIVAL DI BERLINO 2018 - CINEMA OLTRECONFINE …non preoccuparti, non andrà molto lontano a piedi… Un giovane sbandato dedito all’alcolismo, durante una notte brava trascorsa assieme ad un amico di bevute tra un party alcolico e il successivo, rimane coinvolto, da passeggero, in un grave incidente d’auto ove ne esce completamente paralizzato a vita.… leggi tutto

2 recensioni negative

Recensioni

La recensione più votata delle positive

nickoftime di nickoftime
7 stelle

Don’t Worry, diminutivo italiano dell’originale e più caustico (per il riferimento alla paraplegia del protagonista) He won’t get far on foot, ristabilisce due punti fondamentali del cinema del regista Gus Van Sant.   Il primo riguarda la titolarità della sceneggiatura, che il regista non firmava in un suo film dal 2007, anno d’uscita di Paranoid… leggi tutto

3 recensioni positive

2018
2018
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 12 voti
vedi tutti

Recensione

nickoftime di nickoftime
7 stelle

Don’t Worry, diminutivo italiano dell’originale e più caustico (per il riferimento alla paraplegia del protagonista) He won’t get far on foot, ristabilisce due punti fondamentali del cinema del regista Gus Van Sant.   Il primo riguarda la titolarità della sceneggiatura, che il regista non firmava in un suo film dal 2007, anno d’uscita di Paranoid…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti

Recensione

barabbovich di barabbovich
4 stelle

Non si era mai visto al cinema uno spottone tanto lungo della Pubblicità Progresso. Ai giovani habitué della movida notturna la visione del film manda un messaggio chiaro: bevete, bevete, perché poi ci pensa la strada a farvi cappottare e a lasciarvi tetraplegici e incazzati con la vita e col mondo. Visto così, il film di Gus Van Sant, eterna promessa mai mantenuta…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

diomede917 di diomede917
8 stelle

CIAK MI GIRANO LE CRITICHE DI DIOMEDE917: DON'T WORRY Fu Robin Williams a parlare della toccante vita di John Callahan a Gus Van Sant, purtroppo il destino ha ritardato la realizzazione del film e ne ha privato del suo accreditato protagonista. Ma era scritto che il regista dovesse mettere in scena il libro Don't Worry, he won't get far on foot scritto dallo stesso Callahan ispirato alla…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

Leo Maltin di Leo Maltin
7 stelle

Prima di diventare celebre come controverso vignettista, John Callahan era alcolizzato da Guinness (battuta in omaggio al suo black humour politicamente scorretto). Rimasto tetraplegico a causa di un incidente in macchina avuto dopo una sbronza galattica, entra in terapia di gruppo, seguito da Donnie, maestro psico-spirituale a metà strada tra un filosofo cinese e il dottor Maguire…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Uscito nelle sale italiane il 27 agosto 2018
locandina
Foto
Joaquin Phoenix, Rooney Mara
Foto

Recensione

alan smithee di alan smithee
4 stelle

FESTIVAL DI BERLINO 2018 - CINEMA OLTRECONFINE …non preoccuparti, non andrà molto lontano a piedi… Un giovane sbandato dedito all’alcolismo, durante una notte brava trascorsa assieme ad un amico di bevute tra un party alcolico e il successivo, rimane coinvolto, da passeggero, in un grave incidente d’auto ove ne esce completamente paralizzato a vita.…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
locandina
Foto
locandina
Foto
Joaquin Phoenix
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito