Espandi menu
cerca
LOL. Pazza del mio migliore amico

Regia di Lisa Azuelos vedi scheda film

Recensioni

L'autore

bufera

bufera

Iscritto dal 19 giugno 2010 Vai al suo profilo
  • Seguaci 163
  • Post 6
  • Recensioni 812
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su LOL. Pazza del mio migliore amico

di bufera
4 stelle

Di LOL ( Lot Of Laughs),non se ne fanno molte nè si comprende il perchè di  questo remake all'americana di un recentissimo film francese, della stessa regista, Lisa  Azuelos. Non posso fare confronti,non conoscendo l'altro film, ma certo che la fotografia per definizione luci e colori viranti sul bluastro lascia molto a desiderare. In compenso la colonna sonora, piena di ritmo e di qualche buona esibizione di band costituite da alcuni interpreti, è un elemento positivo e conduttore del film. Certo l'orizzonte dell'impegno intellettuale e del patrimonio di ideali dei ragazzi e ragazze,che frequentano la scuola ,è vuoto e piuttosto il loro scopo di vita è chattare in internet, al cellulare (iPhone in esclusiva) e pensare nei modi più buffi e disparati all'amore e al sesso, anche se sono in realtà bravi ragazzi, solo un po' troppo immaturi e massificati. Lol ( Myley Cyrus), la protagonista non fa eccezione e per giunta ci si chiede come abbia fatto ad avere questo ruolo, così ordinaria nel fisico e scarsa nelle recitazione. Poi c'è il rapporto con la madre, divorziata non convinta, come del resto non lo è di niente,se non di tentare di stabilire un dialogo serio che finisce in un patetico dialogo alla pari, con la figlia alla quale non fa che ripetere, ricambiata, "ti voglio bene," (molto americano e poco concludente), Anche questo rapporto non interessa minimamente se non un po' per vedereche fine ha fatto Demi Moore,dopo lunga  latitanza e le x plastiche per tenersi il marito- bambino. Il suo personaggio non l'aiuta e si ripete il clichè della ricerca dell'amore nei giovani. Cosa c'entrava questo taglio nel film, non lo capisco, comunque l'ambiente giovanile, i voti e relativi ricatti dei genitori, la gita Parigi con i compagni di scuola, dove si vedono più stanze da letto e comunque case degli ospitanti, oltre al sommo disgusto per i piatti francesi...sono di repertorio.Ci si chiede se per sbaglio non si sia finiti su un canale televisivo,dove queste storielle a lieto fine momentaneo abbondano.Invece no,è un film distribuito in sala, apprezzato giustamente(?) dalle masse di giovani e meno giovani, acritiche e spensierate, che pensano che questa è la vita e questi i suoi problemi, mentre dove guardi, vedi solo accessori firmati, macchine europee di grossa cilindrata e case bellissime. Forse ci tappa la bocca la constatazione che è un film per teenagers e c'è di peggio.Ma non basta.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati