Trama

Il cadavere della bella Anna, giovane giocatrice di hockey, viene ritrovato nudo sulle rive di un lago della provincia friulana. Il caso viene affidato al commissario Giovanni Sanzio, afflitto da dubbi e da drammi personali e familiari. Poco a poco, con costanza e tenacia, Sanzio inizia a dipanare un mistero che presenta parecchie zone d'ombra...

Note

Molaioli parte da un romanzo della norvegese Karin Fossum e ne trae un noir "d'autore": c'è qualche imperfezione, non tutti i nodi psicologici sono risolti, ma si respirano una freddezza e una tensione da poliziesco d'alta classe, con un occhio a Dürrenmatt e uno a Simenon.

Commenti (35) vedi tutti

  • È veramente un buon film , all’inizio non l’avevo capito bene ... ma poi l’ho rivalutato ! Veramente bello , poi gli attori sono ottimi !

    commento di arwen88
  • Buon thriller sorretto da un cast di attori all'altezza dei loro ruoli.

    commento di Fanny Sally
  • L'ambientazione è suggestiva, Servillo bravissimo, sul thrilling (beh Hitchcock è un'altra cosa)

    commento di Arpo05
  • Bello. Atmosfera rarefatta e grande intensità...Servillo sempre bravissimo.voto 7/8

    commento di Paolabibi
  • Finalmente un poliziesco "alla Derrick"! Proprio così mi immagino il mio ispettore Belafatti (tranne per l'accento napoletano, beninteso)!

    commento di andenko
  • Un finale misero e insulso, anche abbastanza improbabile, rovina un film ben strutturato e mai noioso. Uno si aspetterebbe un esito più intrigante, e invece...

    commento di Zarco
  • L’opera è intensa e convincente, lontanissima dagli stereotipi di derivazione televisiva che inquinano una buona fetta della produzione nostrana. Un onesto ma prezioso manufatto tutt’altro che scevro da difetti, soprattutto negli snodi finali, ma la tensione è quella giusta e tutti i caratteri sono definiti con insolita precisione introspettiva.

    leggi la recensione completa di spopola
  • Film provocatoriamente minimalista, tutto costruito sulle atmosfere e sul dettaglio introspettivo. La fotografia e le musiche ellittiche suggeriscono una trasparenza cristallina che solo gli ambienti disadorni, i paesaggi senza orizzonte e le finestre costantemente senza tende riescono a sottolineare e ad evocare. Finale incostante. Voto 6.

    commento di ezzo24
  • Un onesto ma prezioso manufatto tutt’altro che scevro da difetti, soprattutto negli “snodi” finali forse un po’ troppo repentini, ma la tensione è quella giusta e tutti i caratteri sono definiti con insolita precisione introspettiva. Il tracciato è quello dell’indagine poliziesca, ma con un’attenzione privilegiata per le atmosfere e i personaggi.

    leggi la recensione completa di spopola
  • La provincia dell'estremo nord est è lo sfondo di questo interessante noir attraversato da venature drammatico-psicologiche, in cui un Commissario afflitto da una situazione familiare piuttosto difficile affronta una indagine scottante.

    leggi la recensione completa di GIANNISV66
  • Non male,ma certo che è lento lento lento lento…lento..

    commento di Blue Velvete
  • ennesimo aborto italiano acclamato dalla critica. una vergognosa scopiazzatura di twin peaks con una spiegazione finale da dementi che non sta nè in cielo nè in terra. evitatelo come la peste.

    commento di Santo degli Assassini
  • Sarebbe ottimo se non fosse per il finale.

    commento di fatso
  • Giallo psicologico che con i suoi tempi riesce a disegnare bene i personaggi e a fare entrare lo spettatore nei meccanismi della storia. Ottima anche la fotografia. Sempre bravo Toni Servillo. Voto 7

    commento di jeffwine
  • Film di classe e per nulla di routine, ben diretto e interpretato: un noir un po' alla Simenon, in cui emergono in modo decisivo i valori umani e ambientali. Sconsigliato ai tarantinati.

    commento di fornarolo
  • 7

    commento di arcarsenal79
  • Un buon film che ti tiene sulla corda. Ottima la location. Paesaggi e fotografia eccezionali. Trattato bene il tema delle sofferenze causate dalle malattie che affliggono i familiari.

    commento di felixvad
  • Mi sto sbellicando dalle risate a leggere la recensione di Film TV, subito dopo aver visto il film…almeno abbiate pietà cineasti italioti riuniti, gli attori che non sanno neanche parlare doppiateceli !

    commento di Tex Murphy
  • Bel film, con un grande Toni Servillo! Belle anche le musiche.

    commento di luanizza
  • ambizioso ma impalbabile, troppo recitato e con poche idee. il commissario doveva essere un settentrionale non il solito banale sfigatone del sud che non crede più in nulla. bella e insolita l'ambientazione,

    commento di fatherson
  • Curato,anche nei dettagli,lento,atmosfere fredde,ma mai noioso.Un film giallo tutto italiano,ambientato in un anonimo paesaggio di montagna,senza scene action.Riuscito,proprio perche'non necessita di colpi di scena.

    commento di caciotta
  • Film bello per alcuni aspetti, troppo lento e asfittico per altri. Finale impensabile ma troppo, troppo farraginoso, troppo ministeriale. Diciamo che vale come un compitino ben svolto.

    commento di sillaba
  • Il Twin Paeks italiano. Voto: 7-

    commento di max.vit
  • Beh … devo dire che Valeria Golino dopo i due capolavori famosi "hot shots" & "hot shots 2" , per idea di Andrea Molaioli creano entrambi un thriller noir assolutamente brutto e noioso. VOTO : 4/6/10

    commento di Super Film
  • Concordo con chi mi ha preceduto. Dopo tutti quei David mi aspettavo chissà cosa. Mi sembra sinceramente sopravvalutato, anche se nell'insieme è un film ben fatto.

    commento di Cleopatra
  • pesante e palloso… niente di che

    commento di danandre67
  • Giallo con ambizioni d'autore, con venature improntate alla freddezza dei luoghi, dei sentimenti, dei rapporti familiari. Grandi attori e finale forse non pienamente convincente.

    commento di HarryLime
  • Voto 7!

    commento di Mr Blonde
  • film d'autore con qualche pecca ma che da giallo diventa un film sui padri e sulle loro difficoltà…di taglio molto fine…bella la povera anna…bravo il commissario…

    commento di sir
  • 6,5/10

    commento di alex77
  • Forse incompiuto ed imperfetto, ma comunque vale il biglietto. E poi c'è l'immenso Servillo…

    commento di mandolinos
  • Buon film. Regia e fotografia accurate e d'atmosfera, recitazione efficace, qualche lacuna narrativa ma senza troppi intoppi. Nel complesso il film è godibile, anche se senza Servillo non sarebbe stata la stessa cosa.

    commento di fefy
  • Un ottimo noir italiano, dalle atmosfere cupe e rarefatte; il contenuto magari lascia a desiderare ma la forma e la sostanza sono le cose migliori di questo film oltre ad un Toni Servillo sempre più bravo.!

    commento di battista82
  • Una storia troppo italiana,interessante ma provinciale.

    commento di COOL
  • La trama ricorda un po'"Twin Peaks", lo stile del noir è quello alla Maigret.E'un bel film, con un ottimo Toni Servillo.A Venezia meritava di essere in concorso.

    commento di revoute
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Viola96 di Viola96
8 stelle

Ricreare la magica atmosfera del giallo italiano,indagando nelle fondamenta dell'anima umana e nella nitidezza dei particolari.Questa la difficile missione di Andrea Molaioli e Sandro Petraglia,rispettivamente regista e sceneggiatore di questo lento e intenso melodramma giallo,che sembra una contraddizione in lettere e invece è l'unica vera possibile descrizione per il film di cui stiamo… leggi tutto

46 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

Ferro 3 di Ferro 3
6 stelle

Dopo anni di lavoro come aiuto regista a fianco di cineasti italiani del calibro di Mazzacurati e Moretti, Andrea Molaioli si mette ai comandi dell’ambita direzione registica de La ragazza del lago, film estrapolato da un romanzo mystery della scrittrice norvegese Karin Fossum. In novanta minuti buoni Molaioli condensa un neo-noir ambientato nei grigi e desolati paesi friulani, sfaccettato… leggi tutto

18 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

Dying Theatre di Dying Theatre
4 stelle

L'esordiente Molaioli deturpa come Meglio non si potrebbe una sceneggiatura di per sè ricchissima di suggestioni. Questa favola asfissiante e palustre di bambini Mai Voluti, o Voluti Troppo, agitata da fantasmi innocenti, o da essi cullata, umidissima e asciutta, finisce per morire annegata dalla maestria-d'-accademia del prototipo del regista/studente/modello che è, evidentemente, Molaioli.… leggi tutto

16 recensioni negative

Trasmesso il 12 luglio 2018 su Rai Movie
Trasmesso il 21 marzo 2018 su Rai Movie
Il meglio del 2016
2016

Recensione

GIANNISV66 di GIANNISV66
7 stelle

  In un nebbioso lembo dell'estremo nord est italiano il ritrovamento del cadavere di una ragazza sulla sponda di un lago è lo spunto per delineare una vicenda complessa che il regista tratteggia in bilico tra i toni del noir e quelli più consoni a un film drammatico. Giovanni Sanzio (uno straordinariamente misurato Toni Servillo) è il commissario incaricato…

leggi tutto
Il meglio del 2015
2015

Recensione

Ferro 3 di Ferro 3
6 stelle

Dopo anni di lavoro come aiuto regista a fianco di cineasti italiani del calibro di Mazzacurati e Moretti, Andrea Molaioli si mette ai comandi dell’ambita direzione registica de La ragazza del lago, film estrapolato da un romanzo mystery della scrittrice norvegese Karin Fossum. In novanta minuti buoni Molaioli condensa un neo-noir ambientato nei grigi e desolati paesi friulani, sfaccettato…

leggi tutto
Disponibile dal 2 gennaio 2015 in Dvd a 7,55€
Acquista
Il meglio del 2014
2014
Il meglio del 2012
2012

Recensione

zombi di zombi
8 stelle

ottimo il giallo montano del buon moloaioli. visto una seconda volta a distanza di anni, si apprezza anche di più. il regista si muove sinuoso tra le viuzze e le stradine di quel piccolo borgo ai piedi della maestosità dei monti cercando un colpevole ad uno dei tanti fatti tragici e apparentemente senza motivo che funestano lo stivale. una giovane vittime di un gesto insano. fatti che si…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
Il meglio del 2011
2011

Recensione

Viola96 di Viola96
8 stelle

Ricreare la magica atmosfera del giallo italiano,indagando nelle fondamenta dell'anima umana e nella nitidezza dei particolari.Questa la difficile missione di Andrea Molaioli e Sandro Petraglia,rispettivamente regista e sceneggiatore di questo lento e intenso melodramma giallo,che sembra una contraddizione in lettere e invece è l'unica vera possibile descrizione per il film di cui stiamo…

leggi tutto
Recensione
Utile per 21 utenti
Il meglio del 2010
2010

Toni Servillo.

Peppe Comune di Peppe Comune

Credo fermamente che Toni Servillo sia uno dei pochi attori viventi capace di reggere sulle sue spalle il peso di un intero film. Estremamente colto e raffinato, oscilla tra cinema e teatro con la naturalezza di un…

leggi tutto

Recensione

Mattafix80 di Mattafix80
10 stelle

Un film giallo in cui più che l'identità dell'assassino conta l'ambientazione ed il rapporto tra i personaggi, alquanto problematico e spesso disfunzionale. La scena in cui si scopre chi ha ucciso la ragazza ed il suo movente lascia abbastanza indifferenti, passa quasi inosservata, come un elemento marginale. L'indagine sulla morte misteriosa (che poi è l'anima del film)…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2009
2009

Recensione

pazuzu di pazuzu
4 stelle

La ragazza del lago è un giallo classico alla Agatha Christie con un omicidio e tanti sospettati, in cui la storia evolve di pari passo con le indagini del commissario di turno. Un cinema medio per scelta i cui pregi vanno ricercati in una certa pulizia del racconto e nella recitazione come al solito impeccabile di Toni Servillo, oltre a quelle di Valeria Golino e Fabrizio Gifuni. Ma, a…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Il meglio del 2008
2008

Sbirri....

bradipo68 di bradipo68

La figura dello sbirro è una delle piu'esplorate nella storia del cinema....qui ricordo qualche figura che sfugge alle regole del genere....

leggi tutto

Recensione

Dying Theatre di Dying Theatre
4 stelle

L'esordiente Molaioli deturpa come Meglio non si potrebbe una sceneggiatura di per sè ricchissima di suggestioni. Questa favola asfissiante e palustre di bambini Mai Voluti, o Voluti Troppo, agitata da fantasmi innocenti, o da essi cullata, umidissima e asciutta, finisce per morire annegata dalla maestria-d'-accademia del prototipo del regista/studente/modello che è, evidentemente, Molaioli.…

leggi tutto
Il meglio del 2007
2007

Il Giurato LorCio

LorCio di LorCio

Dall’8 al 16 novembre, il vostro LorCio ha ricoperto il ruolo di giurato a “Scrittura e Immagine – 17° Chieti Film Festival”, come rappresentante del Liceo Scientifico di Francavilla al Mare. Grazie a questa…

leggi tutto
Playlist

Recensione

spopola di spopola
8 stelle

MI RENDO CONTO DI ESSERE IN GENERE TROPPO "LOQUACE" NELL'ESPRIMERE I MIEI PENSIERI IN LIBERTA' (ED E' ACCADUTO ANCHE PARLANDO DI QUESTO FILM). MI SONO CHIESTO UNA VOLTA TANTO COME AVREI POTUTO SINTETIZZARE IL TUTTO OVE AVESSI AVUTO LA FORTUNA DI ESERCITARE IL MESTIERE DEL CRITICO E FOSSI STATO CONDIZIONATO DAL RISPETTO DEL NUMERO DI BATTUTE.... ECCO, IL RISULTATO E' QUESTO E MI E' SEMBRATO…

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 10 settembre 2007
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito