Espandi menu
cerca

La fiera delle illusioni

play

Regia di Guillermo Del Toro

Con Bradley Cooper, Cate Blanchett, Rooney Mara, Toni Collette, Willem Dafoe, Ron Perlman, Holt McCallany, David Strathairn, Jim Beaver... Vedi cast completo

Guardalo su
  • Disney+
  • Infinity
  • Tim Vision
  • Prime Video
In STREAMING

Trama

Il giovane e ambizioso giostraio Stanton 'Stan' Carlisle ha la straordinaria capacità di manipolare le persone ricorrendo all'uso di poche parole ben scelte. La sua esistenza avrà una svolta inaspettata quando incontrerà la psichiatra Lilith Ritter, ancor più pericolosa e affamata di denaro di lui.

Approfondimento

LA FIERA DELLE ILLUSIONI: ASCESA E CADUTA DI UN MANIPOLATORE

Diretto da Guillermo del Toro e sceneggiato dallo stesso con Kim Morgan a partire da un romanzo di William Lindsay Gresham, La fiera delle illusioni racconta la storia del carismatico ma sfortunato Stanton Carlisle che, stringendo amicizia con la chiaroveggente Zeena e il suo ex marito Pete, un mentalista, sfrutta la situazione a suo vantaggio per sfruttare la ricca élite della New York degli anni Quaranta. Con la virtuosa Molly lealmente al suo fianco, Stanton trama per truffare un pericoloso magnate con l'aiuto di una misteriosa psichiatra, che potrebbe rivelarsi il suo avversario più temibile.

Con la direzione della fotografia di Dan Laustsen, le scenografie di Tamara Deverell, i costumi di Luis Sequeira e le musiche di Nathan Johnson, La fiera delle illusioni permette al regista Guillermo del Toro di cimentarsi con il genere cinematografico del noir, muovendosi in un contesto di shock e meraviglie, come quello del mondo delle fiere di inizio Novecento. Al centro del racconto c'è un uomo che vende la sua anima all'arte della truffa: Stanton Carlisle è un imbroglione alla deriva che si trasforma in uomo di spettacolo e manipolatore così abile che crede con la sua astuzia di poter superare anche il destino andando incontro a una delirante ascesa. Pubblicato nel 1946, il romanzo di Gresham ha attratto il regista per il modo in cui esplora i confini tra illusione e realtà, disperazione e controllo, successo e tragedia, intravedendovi un monito sul lato oscuro del capitalismo americano. Ha dichiarato il regista: "Ero molto interessato a una storia sul destino e sull'umanità. Stanton Carlisle è un uomo a cui vengono dati tutti gli elementi per cambiare la sua vita. Ha persone che credono in lui, che lo amano e si fidano ciecamente. Eppure, la sua spinta e la sua arroganza sono talmente forti da farlo presto deviare dai suoi binari. Questo è il primo dei miei film che, pur avendo un'atmosfera magica, non è lontano dal mondo reale: è infatti ambientato in una realtà identificabile e immediata. Nessun uomo può sfuggire a se stesso: è questo uno dei temi portanti del romanzo, che ho visto come autobiografico e fatalistico".

"All'interno di La fiera delle illusioni - ha proseguito - si mostrano corruzione, vizio, seduzione, avidità, lussuria, tradimento e assurdità varie mentre Stanton impara a sfruttare cinicamente il bisogno umano di credere in qualcosa che vada al di là dell'uomo stesso e del mondo in cui vive. Ho voluto che la storia, classica, fosse rese in modo molto vivo e contemporaneo. Volevo che il pubblico avesse la percezione di guardare all'ascesa di Stanton come a qualcosa di contemporaneo. Per tale ragione, il film assume l'urgenza di una favola morale, con il destino pronto a chiedere il conto. La caduta è tutto ciò che fa paura quando si seguono le vicende di un uomo in ascesa e può davvero essere con il botto, di grande impatto emotivo".

Il cast

A dirigere La fiera delle illusioni è il regista, produttore e sceneggiatore messicano Guillermo del Toro. Del Toro ha sempre avuto la passione di impaurire e incantare allo stesso tempo il pubblico. Nato nel 1964 a Guadalajara, in Messico, sin da ragazzo si è cibato di misteriose storie di fantasmi, film con i… Vedi tutto

Commenti (14) vedi tutti

  • Ben confezionato e curato, anche se l'argomento poi alla fine è banale. Bravi gli attori.

    commento di gruvieraz
  • L'illusione di vedere un film con risvolti e significati profondi, è stata davvero tanta. Alla fine è diventata disillusione, eppure molte situazioni e dialoghi potevano portare a pensare così. Bellissima l'atmosfera dark e misteriosa, ma anch'essa alla fine ha contribuito alla disillusione. Del Toro non si discosta dall'originale di Goulding. 6.

    commento di GabryLed
  • Mi e' piaciuta molto l'interpretazione di Bradley Cooper. Il film non mi ha entusiasmato, troppo lungo, trama sempliciotta, finale stupido. Ottima la fotografia e l'atmosfera dei tempi andati. voto 6

    leggi la recensione completa di filmista
  • Un buon film,forse eccessivamente prolisso,ho preferito la prima parte alla seconda.Comunque assimilabile ai classici del genere.

    commento di ezio
  • Ne avevo letto benissimo. Me lo sono sparato alla grandissima ma non mi è piaciuto tantissimo. Lo spettacolo vale il prezzo del biglietto per le immagini e per Toni Collette, al solito nel ruolo della zoccola distinta. Ho detto distinta, non di carnale istinto. Ma se è una zoccola? Ah ah.

    leggi la recensione completa di 79DetectiveNoir
  • Il film coinvolge fin dall'inizio e ci conduce lungo una discesa agli inferi da parte del protagonista, che da "mentalist" dalle non comuni abilità, va oltre i confini di un comportamento moralmente accettabile e,ignorando i consigli che da più parti lo invitano a fermarsi, corre incontro al suo destino.Belle atmosfere cupe e fotografia suggestiva

    commento di pattilucchini
  • Il tratto più interessante de "La fiera delle illusioni" sta nell'evidenziare il come il cinema fondi una parte consistente del suo fascino nel farsi attraverso dei trucchi esibiti. L'illusione è quindi, non solo fine narrativo, ma anche mezzo dell'artificio manifesto. La venatura dark confluisce fascino all'intera storia. Peccato per la durata.

    commento di Peppe Comune
  • Bel film, pulito, lineare, godibile dall'inizio alla fine...anche se meno poetico de "La forma dell'acqua"... con una fotografia veramente splendida. Ottimo tutto il cast. Perfino Bradley Cooper offre una performance decisamente apprezzabile.

    commento di xale78x
  • Del Toro riduce alla forma essenziale il suo Cinema e realizza uno dei film più maturi della sua carriera.

    leggi la recensione completa di Malpaso
  • Film senza pretese sviluppato bene. Cooper magistrale, bellissima la ricostruzione culturale degli anni '40. Unico neo la lunghezza. Non sono più pensabili film così lunghi in epoca moderna, a prescindere dal contenuto

    commento di Sladkii
  • Nonostante il cast sfavillante ed un alto livello tecnico e scenografico, ancora una volta manca a Guillermo del Toro il colpo di genio o la profondità che porti il suo film oltre la seppur buona media. Forse il limite maggiore è uno sviluppo narrativo troppo semplice e lineare per un film sull'inganno e la manipolazione.

    leggi la recensione completa di port cros
  • Grande film noir, in salsa horror di Guillermo Del Toro, grande regista degno erede dei maestri degli anni quaranta, film obbligatorio per i cinefili puri.

    leggi la recensione completa di claudio1959
  • Un bel racconto, una favola nera in bilico tra weird e mainstream. Un cinema per certi versi semplice, senza che questo sia un difetto, anzi, diventa atto d'amore. Forse non il miglior Del Toro, ma uno "spettacolo" godibilissimo

    commento di BenKenobi
  • Un altro capolavoro da parte di un artista che ama il mezzo cinematografico tanto quanto è disposto a polemizzare sulle tendenze di un’industria cinematografica sempre più complicata da inquadrare. Da non perdere e da non sottovalutare.

    leggi la recensione completa di Leman
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

supadany di supadany
6 stelle

Chi si accontenta gode, almeno così si vocifera in giro. Peccato che questa regola, non scritta ma suggerita, venga spesso riproposta per essere subito dopo violata, tradita senza ripensamenti, in quanto la natura umana è bulimica ed equipaggiata con un’inconsulta sicumera, che esorta a porsi ulteriori traguardi da tagliare, a volere sempre di più compiendo il fatidico… leggi tutto

5 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

Leman di Leman
10 stelle

  L’industria dell’arte e dell’intrattenimento vive di artifici, illusioni nate con la finalità di manipolare lo spettatore controllando la natura più inconscia della sua psiche per conquistare la sua fiducia e la sua ammirazione. Lo spettatore probabilmente vive con alle spalle un rimpianto, un dolore, una sorta di cicatrice che non riesce a cancellare… leggi tutto

9 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle negative

marco l di marco l
4 stelle

Remake dell'omonimo film degli anni '50, questa opera, che di certo si apprezza per ambientazione e pedigree del cast, non riesce a graffiare. La parte più interessante sta nell'aver disvelato alcuni antri segreti dell'arte delle illusioni e della magia, però manca il resto. Manca il ritmo, la forza delle interpretazioni, una chiave di originalità che in qualche modo… leggi tutto

1 recensioni negative

2022
2022

Recensione

marco l di marco l
4 stelle

Remake dell'omonimo film degli anni '50, questa opera, che di certo si apprezza per ambientazione e pedigree del cast, non riesce a graffiare. La parte più interessante sta nell'aver disvelato alcuni antri segreti dell'arte delle illusioni e della magia, però manca il resto. Manca il ritmo, la forza delle interpretazioni, una chiave di originalità che in qualche modo…

leggi tutto
Recensione

Recensione

barabbovich di barabbovich
7 stelle

Avido, ambiziosissimo, manipolatore, narcisista, malvagio e senza scrupoli e con un complesso edipico abnorme, Stan Carlisle (Cooper) comincia la sua attività di mentalista in una fiera delle illusioni dove conosce Molly (Mara), vittima come tutti dei suoi artifici seduttivi. Con lei va a cercare fortuna in città e le cose sembrano girare benissimo soprattutto all'indomani…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

filmista di filmista
6 stelle

Magia o illusione ?     Questo film ci dice ( come tutti sanno ), che la magia non esiste, esistono sono degli abili truffatori.  E Stan Carlisle (Bradley Cooper ), in questo film si arricchisce prendendo in giro la gente, inscenando anche finti mentalismi.  Fino a quando non vuole superare se stesso con un numero davvero impressionante, ma le cose non vanno…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

Andreotti_Ciro di Andreotti_Ciro
7 stelle

Stan Carlisle è un imbonitore che lavora nel circo gestito da Clem Hoatley ove apprende tutti i trucchi che gli permettono di leggere la mente altrui. Passati due anni Stan decide di vivere assieme alla sua collega Molly e a esibirsi in coppia nel ruolo del “Grande Stanton”. Una sera, nel corso di uno spettacolo, una psicologa gli si avvicina domandandogli di scoprire cosa…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

steno79 di steno79
7 stelle

Guillermo Del Toro double Bill Il regista messicano torna alle sue atmosfere predilette con questo "Nightmare Alley" che è il secondo adattamento di un romanzo Noir/thriller psicologico di William Lindsay Gresham poco conosciuto in Italia, che già fu adattato per lo schermo nel 1947 con Tyrone Power protagonista. La trama del romanzo presenta sorprendenti affinità con…

leggi tutto

Recensione

axe di axe
7 stelle

Sul finire degli anni '30, il giovane vagabondo Stanton Carlisle, detto Stan, entra in una compagnia di giostrai. Sin da subito si dimostra intraprendente; s'impegna per carpire la conoscenza circa le tecniche di manipolazione mentale, delle quali l'anziano artista Pete, ormai decaduto e dedito all'alcool, è esperto. Lavora con la sua ex-moglie, la chiromante Madame Zeena, ma è…

leggi tutto

Recensione

79DetectiveNoir di 79DetectiveNoir
5 stelle

  Ebbene, oggi recensiamo la nuova opus di Guillermo del Toro (Il labirinto del fauno, La forma dell’acqua). Ovvero La fiera delle illusioni - Nightmare Alley, pellicola pregevole dalla durata indubbiamente spropositata, cioè due ore e trenta minuti onestamente eccessive data la particolarità d’un film che, per tematiche e sviluppi piuttosto precisi, sarebbe…

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti

Recensione

Malpaso di Malpaso
9 stelle

La recensione che segue la trovate anche sul mio blog.   Scrivere e visualizzare mondi contaminati dagli spettri dell'horror e del fantastico, quasi a nascondere l'amore per un modo "letterario" di fare cinema, fedele a certe strutture prestabilite della tradizione gotica; quindi ribaltarle, farle portatrici di una poetica personale, capace di raccontare l'uomo e le conseguenze dei…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti

Recensione

YellowBastard di YellowBastard
7 stelle

Alla sua undicesima pellicola, e dopo l’incetta di Oscar con la sua precedente opera cinematografica, Guillermo Del Toro decide di adattare (non poi così fedelmente, in realtà) il romanzo del 1946 Nightmare Alley di William Lindsay Gresham già trasportato al cinema nel’47, ad appena un anno dalla pubblicazione, da Edmund Goulding con Tyron Power nel ruolo del…

leggi tutto
Recensione
Utile per 11 utenti

Recensione

diomede917 di diomede917
8 stelle

CIAK MI GIRANO LE CRITICHE DI DIOMEDE917: LA FIERA DELLE ILLUSIONI   Il cinema di Guillermo Del Toro è sempre stato caratterizzato dalla commistione tra il reale e l’ultraterreno, tra gli orrori che ci circondano nella vita di tutti i giorni e la fuga nel mondo dei sogni come ancora di salvezza, tra le mostruosità del genere umano e i mostri generati e violentati…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti

Recensione

port cros di port cros
6 stelle

    Nel 1939 Stanton “Stan” Carlisle (Bradley Cooper), dal passato oscuro, trova lavoro in un luna park itinerante, gestito dal cinico approfittatore Clem (Wilelm Dafoe). Stan fa amicizia con molti dei saltimbanchi, tra cui la coppia di chiaroveggenti (Toni Colette e David Strathairn) da cui apprende i segreti per fingere capacità di spiritismo attraverso un…

leggi tutto

Recensione

alan smithee di alan smithee
6 stelle

AL CINEMA La bella presenza aiuta spesso a farsi strada, e il giovane ed affascinante Stan di percorso ne deve fare per guadagnare posizione dal basso in cui il suo stato sociale lo ha fatto partire. La società da scalare si trova all'interno di una sorta di luna park ove si esibiscono fenomeni viventi o presunti tali; dove si pratica magia o trucchetti lesti per simularla, e…

leggi tutto

Recensione

claudio1959 di claudio1959
9 stelle

La fiera delle illusioni U.S.A 2022 - LA TRAMA: Siamo negli Stati Uniti d’America alla fine degli anni trenta, sono gli anni della grande depressione e del conflitto mondiale in arrivo, un uomo senza arte né parte trova lavoro in un circo come illusionista. Trafugando un libro di istruzioni ad un altro mago mentalista, acquisisce una certa dimestichezza ed abilità,…

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito