Espandi menu
cerca
Un tè con Mussolini

Regia di Franco Zeffirelli vedi scheda film

Recensioni

L'autore

bufera

bufera

Iscritto dal 19 giugno 2010 Vai al suo profilo
  • Seguaci 162
  • Post 6
  • Recensioni 756
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Un tè con Mussolini

di bufera
8 stelle

La delicata storia, in parte autobiografica per i primi anni, che Franco Zeffirelli racconta nel periodo della seconda guerra mondiale,dove vari accadimenti coinvolgono anche un gruppo di signore inglesi e americane,amanti dell'arte.

Locandina

Un tè con Mussolini (1999): Locandina

 

Ieri Franco Zeffirelli ci ha lasciato determinando un vuoto sorprendente in chi credeva di conoscerlo e stimarlo abbasta quale artista      a tutto tondo impegnato nell'allestimento di opere liriche, teatrali, televisive e cinematografiche come regista, scenografo, amante del 

bello estetico e spirituale. Per celebrarlo ho rivisto un suo film non molto noto di cui aveva curato soggetto e regia,con elementi storici    e biografici che riguardavano i suoi primi anni, nella sua Firenze e dintorni,ai tempi della seconda guerra mondiale ,Si tratta di "UN TE' CON MUSSOLINI",girato nel 1999,con un cast dominato da alcune attrici straordinarie quali Maggie Smith, JoanPlowright, Judy Dench,  LilyTomlin e Cher.

 

Siamo nel1935,Un gruppo di signore inglesi non più giovanissime, colte e dotate di senso artistico,vive a Firenze per godere dei tesori d'arte della città. Una di loro, Mary Wallace si prende cura di Luca, figlio di un commerciante di stoffe, con cui lavora e che non intende riconoscerlo perchè sposato. Lady Hester Random, vedova dell'ambasciatore inglese in italia, simpatizza per il fascismo e si fa ricevere da Mussolini che le offre un tè e le promette la sua protezione in quel difficile periodo. Arabella si dice esperta di pittura toscana e la americana Georgina è archeologa. Poi arriva l'americana Elsa, affascinante ex ballerina,collezionista di arte moderna e mangiatrice di uomini, la quale, venuta a conoscenza che il piccolo Luca è solo, non esita a costituire una rendita a favore del bambino, che viene mandato a studiare in Austria," perchè il tedesco è la lingua del futuro".

 

Quando Luca ritorna tutto è cambiato: è scoppiata la seconda guerra mondiale e i'Italia fiancheggia la Germania. Le signore inglesi sono tenute prigioniere, ritenute nemiche per la loro nazionalità, in una caserma di San Gimignano.Con l'avvento delle leggi razziali, Elsa che è ebrea, viene tradita da un amante filo-nazista che la deruba e la metterebbe in mano alla Gestapo se non fosse per Luca, ormai cresciuto, che la fa fuggire aiutato dai partigiani, utilizzando i soldi che lei gli aveva dato.....

 

 

La storia spesso si svolge con toni di commedia e a tratti assistiamo a momenti di sensibilità e generosità che addolciscono l'anima.Non si insiste sulle brutture della guerra e ci si inebria di inquadratura delle bellezze della città sia artistiche che naturali, specie dei dintorni,  e in questo l'eleganza e la sensibilità del maestro Zeffirelli lasciano l'mpronta.Ammirevole la direzione degli attori e attrici, non solo di quelli famosi ma anche di quelli meno noti o principianti. Non invadente ma sempre puntuale la colonna sonora fatta in prevalenza di musiche dell'epoca. La ricostruzione degli ambienti e i costumi  sono perfettamente adeguati al periodo: non c'è fasto, nè ridondanza    ma tanto amore,

 

Maggie Smith

Un tè con Mussolini (1999): Maggie Smith

Baird Wallace, Franco Zeffirelli

Un tè con Mussolini (1999): Baird Wallace, Franco Zeffirelli

Joan Plowright

Un tè con Mussolini (1999): Joan Plowright

 

Judi Dench

Un tè con Mussolini (1999): Judi Dench

 

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati