Trama

La storia di un uomo che si sente felice solo quando è infelice. Dipendente dalla tristezza, ha talmente bisogno della pietà altrui che è disposto a tutto pur di provarla. La sua è la vita di una persona che vive in un mondo non abbastanza crudele per i suoi canoni.

Commenti (6) vedi tutti

  • L'uomo che si compiaceva del proprio soffrire, che lo poneva al centro delle attenzioni "pietose" del suo prossimo, incrudelito dall'individualismo e dall'indifferenza.

    leggi la recensione completa di laulilla
  • il film di Makridis risulta interessante ed equilibrato, almeno fino a quando decide di sterzare e calcare la mano, fino a giungere a un finale fin troppo inesorabile e piuttosto telefonato. anche gli spunti musicali tratti da Mozart mixati a bomba alla lunga stancano e vengono meno all'effetto desiderato. Lanthimos ha una marcia in più.

    commento di giovenosta
  • "Pity" è un film cupo che fa dell'aridità dei sentimenti il suo punto forte. Il vuoto può e deve essere riempito da una mancanza. Questo è il paradossale assunto che avvolge la vita di un uomo, che riesce ad essere felice solo quando la sua infelicità gli procura la compassionevole pietà degli altri. Un'altro film insolito dal vitale cinema greco.

    commento di Peppe Comune
  • Perdere un dolore. Perdere il vuoto che riempiva la vita.

    leggi la recensione completa di OGM
  • "No, non è colpa della gente se hanno smesso di compatirmi. Non è colpa loro se si stancano, o se qualcosa di ancora più tragico li ha distratti. E' colpa mia". Film sorprendente.

    commento di leporello
  • Originalissimo script di Efthymis Filippou. Questo, che d’altro canto è lo stesso sceneggiatore di Lanthimos, deve avere dei seri traumi connessi a perdite e lutti, elaborati non del tutto o forse troppo, che lo rendono apotropaico in tutto quello che fa e trasferisce. Non a caso la critica lo ha premiato con il premio Fipresci al 36 TORINO FILM FE

    leggi la recensione completa di gaiart
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

laulilla di laulilla
7 stelle

Babis Macridis è il regista greco di questo lungometraggio, il secondo per lui. Più giovane e perciò meno noto di Avranas o Lanthimos, i suoi conterranei e pestiferi colleghi, condivide con loro la predilezione per il racconto nerissimo e grottesco delle insensate contraddizioni in cui l’umanità si dibatte senza scampo: non per caso per entrambi i suoi film si… leggi tutto

4 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

OGM di OGM
6 stelle

Nostalgia di un dolore. Di un fedele compagno, che ci omaggia con la costante compassione della gente. Tanto meglio se la sofferenza resta quotidianamente ancorata ad un tormento sempre identico e senza fine, come l’angoscia provata davanti ad una situazione disperata ma stabile, dagli sviluppi del tutto sconosciuti. Un padre di famiglia è in pena per la giovane moglie, caduta in… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

2019
2019

Recensione

laulilla di laulilla
7 stelle

Babis Macridis è il regista greco di questo lungometraggio, il secondo per lui. Più giovane e perciò meno noto di Avranas o Lanthimos, i suoi conterranei e pestiferi colleghi, condivide con loro la predilezione per il racconto nerissimo e grottesco delle insensate contraddizioni in cui l’umanità si dibatte senza scampo: non per caso per entrambi i suoi film si…

leggi tutto

Recensione

Leo Maltin di Leo Maltin
6 stelle

Visto in lingua originale con sottotitoli   Per Aristotele, la pietà è «una sorta di dolore per un male capace di distruggere e di arrecare sofferenza che capita a chi non lo merita, male che anche il soggetto potrebbe inoltre temere di patire, o che possa patirlo qualcuno dei suoi simili o vicini». Invece Efthymis Filippou, fido sodale di Lanthimos, propina a…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Uscito nelle sale italiane il 21 ottobre 2019
Pianto greco

Pianto greco

Come una grande palpebra meccanica la persiana elettrica della stanza di Giannis si apre tutte le mattine alla stessa ora sul cielo e sul mare blu della… segue

Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti

Recensione

OGM di OGM
6 stelle

Nostalgia di un dolore. Di un fedele compagno, che ci omaggia con la costante compassione della gente. Tanto meglio se la sofferenza resta quotidianamente ancorata ad un tormento sempre identico e senza fine, come l’angoscia provata davanti ad una situazione disperata ma stabile, dagli sviluppi del tutto sconosciuti. Un padre di famiglia è in pena per la giovane moglie, caduta in…

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 7 voti
vedi tutti
2018
2018

Recensione

alan smithee di alan smithee
7 stelle

TFF 36 - CONCORSO La vita ordinaria, agiata, ma quasi asettica di uno stimato avvocato greco, viene scossa quando la moglie rimane vittima di un incidente che la riduce in coma profondo. Da quel momento, l'atteggiamento di commiserazione che caratterizza tutti coloro che, in qualche modo, vengono in contatto con il professionista e il resto della sua famiglia (un giovane figlio abilissimo a…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

supadany di supadany
8 stelle

Torino Film Festival 36 – Concorso Torino 36. Per quanto un dolore dovuto a una morte o a una malattia sia devastante, alla lunga si finisce per rassegnarsi all’evidenza, anche perché è lampante come non ci sia nient’altro da fare che resistere e tentare di andare avanti. In ogni caso, quando le abitudini quotidiane sono stressate fino a provocare un cambiamento…

leggi tutto

Recensione

gaiart di gaiart
8 stelle

LA PARTITA A SCACCHI   Originalissimo script di Efthymis Filippou. Questo, che d’altro canto è lo stesso sceneggiatore di Lanthimos, deve avere dei seri traumi connessi a perdite e lutti, elaborati non del tutto o forse troppo, che lo rendono apotropaico in tutto quello che fa e trasferisce. Non a caso la critica lo ha premiato con il premio Fipresci al 36 TORINO FILM…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito