Trama

Inghilterra, inizio del XVIII secolo. La regina Anna vede il suo rapporto con la sua consigliera e amante clandestina Sarah Churchill, la duchessa di Malborough, sconvolto dall'arrivo di Abigail, la giovane cugina della duchessa. Ben presto, gli equilibri di potere tra le tre donne finiranno per influenzare anche i rapporti tra la sovrana e la corte.

Approfondimento

LA FAVORITA: INTRIGHI A PALAZZO REALE

Diretto da Yorgos Lanthimos e sceneggiato da Deborah Davis e Tony McNamara, La favorita porta ai primi anni del XVII secolo. L'Inghilterra è in guerra contro la Francia. Ciò nonostante, le corse delle anatre e il consumo di ananas vanno per la maggiore. Una fragile regina Anna siede sul trono mentre l'amica intima Lady Sarah Churchill governa il Paese in sua vece e, al tempo stesso, si prende cura della cattiva salute e del temperamento volubile della sovrana. Quando l'affascinante Abigail Masham arriva a corte, si fa benvolere da Sarah, che la prende sotto la sua ala protettiva. Per Abigail è l'occasione di tornare alle radici aristocratiche da cui discende. Mentre gli impegni politici legati alla guerra richiedono a Sarah un maggiore dispendio di tempo, Abigail si insinua nella breccia lasciata aperta, diventando la confidente della sovrana. Grazie all'amicizia sempre più stretta con Anna, Abigail ha la possibilità di realizzare tutte le sue ambizioni e non permetterà a niente e a nessuno – donna, uomo, politica o coniglio – di intralciarle la strada.

Con la direzione della fotografia di Robbie Ryan, le scenografie di Fiona Crombie e i costumi di Sandy Powell, La favorita prende spunto da una storia vera, ambientata nel mondo velato della regina Anna, l'ultima (e storicamente meno nota) discendente della casa regnante britannica degli Stuart. Sebbene Anna soffrisse di gotta, fosse timida e non godesse di particolare considerazione, durante il suo regno la Gran Bretagna si affermò come potenza globale. Attraverso le intricate relazioni della sovrana con due donne scaltre e ambiziose — Lady Sarah, l'amica di tutta una vita e consigliera politica, e Abigail, la cugina povera di Sarah che si rivela un'arrampicatrice sociale –, il film si immerge in un vortice di manipolazioni ed emozioni che definiscono il termine "intrighi di palazzo" con i suoi toni cupi ma anche comici. Ha spiegato il regista in occasione della partecipazione del film in concorso al Festival di Venezia 2018: "Il mio interesse maggiore era osservare questi tre personaggi, il potere e la fragilità nei loro rapporti, e analizzare il modo in cui i comportamenti di così poche persone alterino il corso di una guerra e il destino di un paese. Per me si tratta di una storia d'amore piuttosto allegra e vivace, che poi diventa cupa".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere La favorita è Yorgos Lanthimos, regista e produttore greco. Nato nel 1973 ad Atene, ha diretto diversi video di danza in collaborazione con alcuni coreografi greci, oltre a vari spot televisivi, video musicali, cortometraggi e rappresentazioni teatrali. Kinetta, il suo primo film, è stato presentato ai… Vedi tutto

Commenti (2) vedi tutti

  • Uscito da un quadro di Francesco Mazzola, molto più noto come Parmigianino, con un uso inesorabile, elegantissimo e convesso del grandangolo, come lo stesso autoritratto allo specchio di Vienna, il film di Lanthimos, parla dei giochi di potere tra tre donne, intervallando piani sequenze elegantissime in una carrellata come fossero grandi dipinti d’

    leggi la recensione completa di gaiart
  • Nell'ultimo film Lanthimos torna ai fasti dei suoi lavori migliori

    leggi la recensione completa di yume
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

supadany di supadany
7 stelle

Venezia 75 - Concorso ufficiale. Ogni tipo di equilibrio sottoposto alla paludosa natura umana, non può mai ritenersi completamente impermeabile alle sollecitazioni e a nessuno è concesso il lusso di sentirsi realmente al sicuro, anche quando insediato in una posizione privilegiata. La guardia deve essere sempre alta e non è detto basti per evitare spiacevoli disarcionate,… leggi tutto

5 recensioni positive

Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti

Venezia 75

obyone di obyone

"Primo uomo" e primo film alla Mostra n. 75. Armstrong apre il festival sognando la luna. Ma per il momento c'è un bel sole ed è meglio approfittarne per godersi qualche ora di spiaggia ed un'acqua…

leggi tutto
Playlist
locandina
Foto

Recensione

yume di yume
8 stelle

  Inghilterra, corte della regina Anna, ultima erede degli Stuart (1702-1707).  Il Paese è in guerra con la Francia, il conflitto ha quasi prosciugato le finanze statali, ma nel palazzo reale si gozzoviglia come sempre. Lady Sarah Churchill Marlborough (Rachel Weisz) è la favorita e anche amante di Anna (Olivia Colman) che, con diciassette gravidanze interrotte,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 8 utenti
Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

gaiart di gaiart
10 stelle

Lanthimos Power games: Never underevaluate a blonde!   Uscito da un quadro di Francesco Mazzola, molto più noto come Parmigianino, con un uso inesorabile, attraente e convesso del grandangolo, come lo stesso autoritratto allo specchio di Vienna, il film di Lanthimos, parla dei giochi di potere tra tre donne, intervallando piani sequenze elegantissime in una carrellata come fossero…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

alan smithee di alan smithee
8 stelle

VENEZIA 75 - CONCORSO - GRAN PREMIO DELLA GIURIA - COPPA VOLPI MIGLIOR ATTRICE A OLIVIA COLMAN Il potere è donna... molto più di quanto possa ufficialmente apparire. In passato a maggior ragione, a dispetto dell'etichetta e dei maschilismi più consolidati. Il gran regista greco Yorgos Lanthimos, impegnato nella sua terza coproduzione internazionale e per la terza volta…

leggi tutto
Recensione
Utile per 10 utenti

Recensione

supadany di supadany
7 stelle

Venezia 75 - Concorso ufficiale. Ogni tipo di equilibrio sottoposto alla paludosa natura umana, non può mai ritenersi completamente impermeabile alle sollecitazioni e a nessuno è concesso il lusso di sentirsi realmente al sicuro, anche quando insediato in una posizione privilegiata. La guardia deve essere sempre alta e non è detto basti per evitare spiacevoli disarcionate,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 11 utenti
Venezia 2018: Giorno 2
Spaggy di Spaggy

Venezia 2018: Giorno 2

Al suo secondo giorno di proiezioni per stampa e pubblico Venezia 75 comincia a calare gli assi nella manica, sfoderando in concorso due titoli su tre che… segue

Diario Venezia 75. Giorno 2

Diario Venezia 75. Giorno 2

Inizio giornata in maniera classica: primo film, 8.30, sala Darsena, "Roma" di Alfonso Cuaròn, in concorso. Per questo film la formazione di Filmtv.it… segue

Post

Recensione

Spaggy di Spaggy
8 stelle

Con la macchina speciale che solo il cinema sa pilotare, Yorgos Lanthimos accetta di lavorare su commissione a una storia non sua e ci porta alla corte inglese dei primi anni del Settecento con La favorita. Sul trono siede la regina Anna Stuart, una fragile figura tormentata dalla gotta che i libri di storia (inglese e non) hanno sempre evitato di approfondire. Di lei ci si ricorda per il fatto…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito