Espandi menu
cerca
The Meyerowitz Stories

Regia di Noah Baumbach vedi scheda film

Recensioni

L'autore

bufera

bufera

Iscritto dal 19 giugno 2010 Vai al suo profilo
  • Seguaci 164
  • Post 6
  • Recensioni 771
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su The Meyerowitz Stories

di bufera
6 stelle

Noah Baumbach racconta in forma di comedy-drama le vicende di una grande famiglia disfunzionale in una New York prettamente intellettuale e artistica.

 

Dopo aver visto quasi tutti i film di  Noah Baumbach, compreso il recente Storia di un matrimonio , mi sono resa conto che avevo rimosso “The Meyerowitz Stories.New and Selected” ( 2017) e l’ho recuperato  al fine di constatare quale effetto mi facesse a distanza di due anni. A parte un cast stellare e la divisione in capitoli, il regista continua a suggerire echi alleniani in un comedy-drama dove una numerosa famiglia di origine ebraica si relaziona episodicamente, in occasioni specifiche, attraverso fatti  ben analizzati e dettagliati in un contesto tipico newyorkese con pretese artistiche .

 

 

 Al centro troviamo  Harold (Dustin Hoffmann ) anziano scultore che non ha mai avuto una grande fama, si è sposato quattro volte e ha avuto tre figli da madri diverse, Danny( un eccezionale Adam Sandler ) potenziale musicista, con scarsa fiducia in se stesso ma molto umano, Matthiew (Ben Stiller, non stralunato come di solito ) che si è fatto strada negli affari, Jean ( Elizabeth Marvel) slavata zitella che sembra vivere all’ombra di Danny, perdente come lui. All’opposto c’è la figlia di Danny , Eliza che ha talento per il cinema e gira strani cortometraggi osè, ma solo per sè,. almeno  per il momento.

 

La  personalità  di Harold  incombe con prepotenza  sul resta della famiglia colpevole di non essere composta da artisti sui quali proietta  le sue frustrazioni.Tra confronti di stampo affettivo ma con rinfacci e colpevolizzazioni  i due fratelli si conoscono meglio e a modo loro si affezionano   

 

 

Accade che Harold si ammala gravemente e in tale circostanza i figli allestiscono una mostra dei suoi lavori dove ciascuno parla o meglio straparla commuovendosi entrambi. L’ultima moglie Maureen ( Emma Thompson irriconoscibile) vuole vendere la casa e le opere e mentre Matthew, cinico come è, concorda, Danny invece non se la sente per motivi sentimentali.Harold sopravvive ma la storia continua come se non si volesse mai finirla……..

 

 

I dialoghi intelligenti e fulminanti sono una caratteristica di Baumbach sceneggiatore, e portano lentamente lo spettatore a empatizzare con i componenti di questa famiglia disfunzionale. La direzione dei numerosi e validi artisti è notevole come sempre, accompagnata dall’esaltazione dei dettagli. Il film si lascia vedere bene ma non è all'altezza dei migliori.

 

 

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati