Russian Doll

2019 Commedia Netflix In corso
Guida episodi Cast
1 stagioni - 8 episodi
In streaming
  • Netflix
tutti gli STREAMING
8 voti
7.7 7.7
Scrivi recensione

Quanti episodi hai già visto?

Una commedia sui loop temporali? Un thriller ripetitivo? Un nuovo modo di interpretare “Il giorno della Marmotta”? Russian Doll, serie ideata da Natasha Lyonne, Amy Poehler e Leslye Headland, è questo ma anche il contrario di tutto ciò. Una commedia drammatica grottesca e surreale, dalle sfumature dark e con una protagonista che rivive la sua morte all’infinito e in modi sempre più surreali.

Russian Doll - Di cosa parla

È il giorno del tuo compleanno e ti ritrovi a una festa a casa della tua migliore amica. Sei nel suo bagno a rinfrescarti, bussano alla porta. Amici e conoscenti in ogni angolo, un senso crescente di ansia ti pervade e ne conosci anche il motivo: qualunque cosa farai in questo giorno, morirai… e tutto ricomincerà da capo.

L’incipit di Russian Doll è spiazzante, anche se per alcuni potrebbe, forse, sembrare banale. Il primo richiamo è senz’altro a Ricomincio da capo (Groundhog Day, 1993) con Bill Murray alle prese con l’infinito ripetersi del Giorno della Marmotta e tutte le complicazioni che ne possono derivare. Le similitudini, però, finiscono qui e sono quasi tutte legate al primo episodio, quello con i maggiori elementi comedy, che introduce Nadia (Natasha Lyonne) e il suo infinito loop temporale accompagnato nel suo “riavvio” dal sottofondo di Gotta Get Up, di Harry Nilsson.

Il confronto con opere simili è scontato, ma Russian Doll rielabora il noto incipit narrativo, mostrando una struttura originale ben definita. La prima differenza sostanziale con Ricomincio da capo è il modo in cui viene scatenato il riavvio del loop, ossia la morte. Per certi versi infatti Russian Doll ha analogie con film più recenti come Edge of Tomorrow - Senza domani (2014), Auguri per la tua morte (2017) e Prima di domani (2017), in ognuno dei quali il protagonista rivive la propria morte più e più volte. A differenza di questi ultimi, però, Russian Doll è narrato (inizialmente) con toni da commedia e il risultato è una sorta di mix omogeneo di tutte le opere precedenti.

I primi episodi, utili a introdurre la protagonista e lo spettatore nel loop, sono quelli più leggeri. Alcuni plot twist vanno a modificare gradualmente il tono che assume dapprima note grottesche, con un piccolo accenno all’horror, per poi mostrare il lato drammatico.

In particolare il primo colpo di scena, che introduce il personaggio comprimario di Alan (interpretato da Charlie Barnett), inizia a tracciare il segno tra Russian Doll e altre opere simili.

Vengono inoltre analizzati alcuni aspetti sci-fi della vicenda in maniera comprensibile e semplice, ma non semplicistica e soprattutto senza buchi di scrittura.

La breve durata degli episodi ne fa un prodotto da guardare facilmente in binge watching che, nonostante le apparenze (e il loop), risulta tutt’altro che ripetitivo. L’espediente della morte che resetta la giornata fornisce casualità alla narrazione e permette di inscenare gag surreali (tutte le morti sulle scale in primis, ma anche altre trovate esilaranti).

Potrebbe spiazzare inizialmente la natura sovvertita degli stereotipi del machismo, con personaggi femminili forti e personaggi maschili che appaiono quasi come caricature, più funzionali alla trama e alla protagonista che a loro stessi. Tutto ciò è presumibilmente spiegato dal fatto che Russian Doll è scritta, diretta e interpretata per la maggior parte da donne, ma questo non ne fa una serie femminista. Il genere infatti viene quasi messo in secondo piano: la protagonista, ad esempio, nasconde la propria fragilità dietro atteggiamenti da “macho” che ben rendono l’idea di una trentaseienne single a New York, cinica e disillusa, con un passato difficile e soprattutto intrappolata in una situazione al limite della comprensione umana. La crescita personale della protagonista coincide con lo sviluppo della sottotrama che pian piano diventa a tutti gli effetti la trama principale.

Se da una parte infatti è bene analizzare Russian Doll come qualunque altra serie, è anche giusto sottolineare come si tratti quasi di un “One Woman Show”, con Natasha Lyonne che fornisce una magnetica prova attoriale, quadrata e mai sopra le righe e soprattutto, ripetitiva (per la storia) ma mai realmente ripetitiva (al punto da annoiare).

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

Natasha Lyonne è l'attrice statunitense che interpreta la protagonista Nadia. Lyonne ha iniziato a recitare già in tenera età prendendo parte a molti film, seppur con ruoli minori e il primo ruolo da protagonista è arrivato con L'altra faccia di Beverly Hills (1998). Ha raggiunto la notorietà con il ruolo di… Vedi tutto

Vedi tutto il cast
Consigli su cosa vedere on demand?
Scopri ON, la prima guida alla TV in Streaming

Commenti (1) vedi tutti

  • Che bella serie. Ogni tanto Netflix regala delle gemme.

    commento di silviodifede
Scrivi un tuo commento breve su questa serie

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Guida agli episodi

  1. Prima stagione

    8 episodi Vedi tutto
    1. 1x08 - Arianna
    2. 1x07 - La via più facile
    3. 1x06 - Riflesso

In streaming

Disponibile in streaming su Netflix.

Recensioni

Non ci sono ancora recensioni per la serie. Scrivine una tu!

Produzione e ricezione

Ideata da Natasha Lyonne, Amy Poehler e Leslye Headland, Russian Doll è stata annunciata da Netflix il 20 settembre 2017 mentre il 14 dicembre 2018 ne è stata comunicata la distribuzione a partire dal 1° febbraio 2019.

Headland e Lyonne figurano anche come sceneggiatrici e registe, in particolare la Lyonne è alla prima esperienza dietro la macchina da presa (nell'ultimo episodio della prima stagione).

Russian Doll è stata acclamata dalla critica: sull'aggregatore di recensione Rotten Tomatoes l'indice di gradimento è del 98% con un voto medio di 8./10, basato su 58 recensioni.

Anche il pubblico ha dimostrato di apprezzare la serie, come dimostra il punteggio ottenuto su IMDB di 8.1/10 basato su 14.968 voti.

Leggi tuttoLeggi meno

Le stagioni

Stagione 1

La prima stagione, composta di 8 episodi da circa 25 minuti ciascuno, è stata interamente pubblicata su Netflix, in tutti i paesi dov'è disponibile, l'1 febbraio 2019.

Vedi tutti i 8 episodi
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito