Goliath

2016 USA Drammatico Amazon In corso
Guida episodi Cast
4 stagioni - 26 episodi
Guardala su
  • Amazon Prime Video
tutti gli STREAMING
24 voti
7.4 7.4
Scrivi recensione

Quanti episodi hai già visto?

supadany

Scheda realizzata con il contributo

di supadany

Un caso giudiziario di quelli ingombranti vede contrapposti un imponente studio legale e una multinazionale delle armi da una parte e dall'altra l’ex-socio dello studio, mal in arnese e in cerca di giustizia e rivincita, affiancato da un team improvvisato. Davide contro Golia, alta densità di ambizioni e cocciutaggine, dibattimenti infervorati e colpi di scena, con un trasversale ed elevato tasso di conflittualità.

Goliath è questo e altro ancora, ma prima di tutto è un acceso legal drama abitato da un cast importante che mette in luce un monumentale Billy Bob Thornton, premiato per la sua interpretazione ai Golden Globe 2017.

Goliath - Di cosa parla

California: le strade di Donald Cooperman (William Hurt) e Billy McBride (Billy Bob Thornton), i due soci fondatori del colosso legale Cooperman McBride, si sono divise ormai da parecchi anni. Mentre Billy ha perso quasi tutto, finendo col vivere in un motel a Santa Monica e seguendo senza troppo impegno dei piccoli casi, Donald è rimasto a capo dello studio, affiancato da Michelle McBride (Maria Bello), l’ex moglie di Billy.

Improvvisamente, le loro traiettorie tornano a intersecarsi quando Patty Solis-Papagian (Nina Arianda) coinvolge Billy in un incarico giudiziario concernente la morte di Ryan, avvenuta due anni prima in un’esplosione in mare aperto, apparentemente ricondotta a un caso di suicidio.

Rachel Kennedy (Ever Carradine), sorella del defunto, non ha mai accettato questa verità, credendo che dietro la sua, per lei inspiegabile, dipartita ci fosse la diretta responsabilità della Borns Tech, l’azienda dove l’uomo prestava servizio, strategica nella produzione di armi impiegate dagli americani in giro per il mondo e rappresentata di fronte alla legge proprio dalla Cooperman McBride. Mentre la vedova Gina Larson (Sarah Wynter) si è rassegnata all’idea che il marito si sia volutamente tolto la vita, proprio Rachel riesce a convincere Billy a impegnarsi nel caso e, dopo parecchio tempo, l’avvocato sembra poter ritrovare la motivazione smarrita, tanto più che la situazione lo mette proprio contro Donald, con il quale non corre affatto buon sangue: in questo modo il tentativo di ottenere giustizia può procedere di pari passo con la rivalsa personale.

Il caso si presenta comunque complicato, la strada da percorrere pare fin dagli inizi in salita: la Cooperman McBride può fare affidamento su risorse pressoché infinite e presentare un team legale agguerrito, che vede sugli scudi l’esperta Callie Senate (Molly Parker) e la giovane ambiziosa Lucy Kittridge (Olivia Thirlby). In più, un cliente potente come la Borns Tech può esercitare tutta la sua influenza anche al di fuori delle aule di un tribunale.

Come se la controparte non partisse già abbastanza avvantaggiata, in breve tempo Billy comincia a essere vittima d’intoppi e incidenti difficilmente riconducibili alla casualità e che appaiono studiati appositamente per convincerlo a desistere. Questa volta però Billy non ha alcuna intenzione di arrendersi pur trovandosi di fronte a pericoli tangibili e molteplici difficoltà, a cominciare dal comportamento del giudice designato Roston Keller (Harold Perreneau), desideroso di chiudere la disputa in tempi rapidi.

Forte di uno spirito ritrovato - pur senza essere esente da momenti di debolezza, panico e spaesamento - Billy non si lascia scoraggiare, mentre dall’alto della sua torre d’avorio, Donald sembra volerlo sfidare apertamente.

Personaggi

Billy McBride (Billy Bob Thornton) è stato un avvocato di successo fino a quando, in conseguenza a un evento increscioso che l’ha minato nell’anima irreversibilmente, ha perso quasi tutto, sicuramente se stesso. Nell’attualità degli eventi, si occupa di cause secondarie in proprio, beve troppo senza curarsene, fuma come un turco e incespica negli affetti. È disattento con la figlia Denise, mentre con l’ex moglie Michelle ha un rapporto sostanzialmente tranquillo. Il nuovo incarico sembra motivarlo, anche se interiormente è sempre combattuto e, ogni tanto, si rifugia sulla spiaggia di Santa Monica con la sua migliore amica: una fidata bottiglia di alcol ad alta gradazione.

Donald Cooperman (William Hurt) è a capo dello studio legale Cooperman McBride, divenuto negli anni tra i più importanti del mondo. È un uomo potente, forse addirittura più di quanto non si sappia, che vorrebbe distruggere definitivamente Billy, l’uomo che odia di più sulla faccia della terra. Non si ferma di fronte a niente, intimidisce chiunque già solo con la sua presenza e manipola le persone che lo circondano, sfruttando la sua posizione di potere. Ha la parte destra del volto sfigurata, bruciata durante la guerra del Vietnam, anche se alcune voci mormorano che sia stata colpa di Billy. Solo in casi eccezionali esce dal suo appartamento, ubicato all’ultimo piano del palazzo dove ha sede la sua società.

Michelle McBride (Maria Bello) è l’ex moglie di Billy, rimasta dopo il divorzio a occupare una posizione importante alla Cooperman McBride. Anche per questo motivo, finisce in mezzo a due fuochi. Ha mantenuto un rapporto civile con Billy, mentre le risulta più faticoso instaurare un dialogo aperto e costruttivo con sua figlia. È invece di tutt’altro tenore il rapporto che intrattiene con la collega Callie Senate.

Callie Senate (Molly Parker) è un avvocato di punta della Cooperman McBride. Sul lavoro, ma anche nella vita privata, è risoluta e determinata, facendo sentire il peso della sua posizione con una sicurezza che può assumere le forme dell’arroganza.

Lucy Kittridge (Olivia Thirlby) è una giovane avvocata operante presso la Cooperman McBride. La balbuzie ostacola la sua crescita professionale e lei prende addirittura dei medicinali per affrontare questo problema, definito di origine psichiatrica. Ciò nonostante, riceve da Donald un incarico importante: dietro il volto angelico dimostra di essere affamata di successo e molto ambiziosa, ma l’ambiente in cui si è appena affacciata presenta insidie mutevoli, decisamente gravose per le sue inesperte spalle.

Patty Solis-Papagian (Nina Arianda) lavora a fianco di Billy, anche se con lui perde spesso la pazienza, avendo un modo diverso di vedere le cose. Non è una donna facile da raggirare, è tosta e abituata a essere pratica, anche per questo è un’esperta in patteggiamenti.

Brittany Gold (Tania Raymonde) è da tempo legata a doppio filo con Billy che le chiede, non troppo gentilmente, di aiutarlo. In realtà, è una prostituta d’alto bordo e la sua avvenenza fisica tornerà utile. Ha problemi con la droga e non riesce a far quadrare i sui conti, non solo quelli di natura economica.

Gina Larson (Sarah Wynter) è la vedova di Ryan. Inizialmente non ha intenzione di rimembrare il dolore provato nel recente passato, ma il figlio adolescente non è dello stesso avviso.

Rachel Kennedy (Ever Carradine) è la sorella di Ryan, una donna ferita che vuole solamente arrivare a scoprire la verità sulla morte del fratello. Grazie alla sua pervicace determinazione, Billy accetta il caso. Tra i due nascerà un legame di sincera complicità.

Roston Keller (Harold Perreneau) è il giudice cui spetta l’onere di gestire il caso legale. Definito da Billy «un buon giudice», mal digerisce gli atteggiamenti poco ortodossi di quest’ultimo. Contemporaneamente, guarda alla sua promettente carriera, cercando di mediare tra le controparti per consentire di trovare un accordo, mentre non mancano di manifestarsi delle influenze esterne.

Denise McBride (Diana Hopper) è la figlia di Billy e Michelle. Per lei è un momento delicato, sospesa tra la madre, con cui vive, e il padre che frequenta appena ne ha la possibilità. Preoccupata per lui, gli consiglia di darsi una regolata.

Leonard Letts (Damon Gupton) è il consulente generale della Borns Tech. Spinge affinché il caso esaurisca rapidamente il suo percorso e per questo vede di cattivo occhio il comportamento di sfida tenuto da Donald. D’altronde, capisce di correre il rischio di diventare il capro espiatorio e di poter essere il primo a rimetterci le penne.

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

Billy Bob Thornton - protagonista assoluto della serie nel ruolo di Billy McBride - ha cominciato a farsi notare sul finire degli anni novanta, sia per meriti artistici, come autore, regista e interprete di Lama tagliente, sia per la vita privata, con la relazione che l’ha visto sposarsi con Angelina Jolie nel… Vedi tutto

Vedi tutto il cast

Commenti (2) vedi tutti

  • RECENSIONE IN PROGRESS... STAGIONE 1: Intensa e godibile. Voto 8- STAGIONE 2: Disturbante. Voto 7- STAGIONE 3: Luci e ombre. Voto 7

    leggi la recensione completa di andenko
  • serie prodotta da Amazon Studios, ma cmq dalla struttura abbastanza mainstream, con temi classici del legal thriller di denuncia; eppure, l'intreccio delle storie personali con la storia principale è più intrigante di quanto non sembri inizialmente, e se si sopportano alcune soluzioni narrative convenzionali merita la visione; BillyBobT ok!

    commento di carloz5
Scrivi un tuo commento breve su questa serie

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Guida agli episodi

  1. Terza stagione

    8 episodi Vedi tutto
  2. Seconda stagione

    8 episodi Vedi tutto
  3. Prima stagione

    9 episodi Vedi tutto

In streaming

La serie è disponibile in streaming su Amazon Prime Video.

Recensioni

Recensioni

La recensione più votata è positiva

andenko di andenko
7 stelle

RECENSIONE IN PROGRESS... STAGIONE 1 Nove episodi intensi e godibili. Non perfetti, certo, specialmente quando gli autori tentano di esplorare il cinema introspettivo e psicologico, che non è davvero nelle loro corde. Forse c'è qualche cliché di troppo: le multinazionali cattivone, i poliziotti corrotti, gli avvocati arrivisti e l'immancabile protagonista antieroe, con… leggi tutto

Tutte le recensioni

Produzione e ricezione

Goliath è stata ideata dal veterano del settore seriale David E. Kelly (Ally McBeal, Boston Legal), marito di Michelle Pfeiffer, e da Jonathan Shapiro che aveva già collaborato con il più noto autore in The practice e Boston Legal.

La serie è stata commissionata dalla produzione targata Amazon Studios il primo dicembre 2015, per poi essere rilasciata integralmente per la visione in streaming il 14 ottobre 2016.

Jonathan Shapiro ha sceneggiato tutti gli otto episodi della prima annata, tre in solitaria, cinque insieme a David E. Kelly. Tra i registi impegnati, Lawrence Trilling (nel suo curriculum, figurano sei episodi di Scrubs, quindici di Alias e trentotto di Parenthood) ha diretto quattro puntante, mentre il russo Alik Sakharov (I soprano, Il trono di spade) due.

La prima stagione ha avuto un riscontro critico fondamentalmente positivo: su Metacritic ha una valutazione di 65/100 sulla base di ventisei contributi, mentre su Rotten Tomatoes vanta un 77% di positività con venticinque recensioni inserite, ma anche un voto complessivo di poco superiore alla sufficienza.

Anche il pubblico ha gradito – su Imdb il voto si attesta a 8,3/10 generato da circa 10mila voti [ndr: dati rilevati al 20 febbraio 2017] - mentre Billy Bob Thornton ha conquistato il premio quale miglior attore protagonista di una serie drammatica alla 74esima edizione dei Golden Globe.

Il 15 febbraio 2017, gli Amazon Studios hanno annunciato la messa in cantiere di una seconda stagione.

Leggi tuttoLeggi meno

Le stagioni

Stagione 3

la terza stagione della serie televisiva Goliath, composta di 8 episodi da 55 minuti ciascuno, è stata interamente pubblicata in streaming su Prime Video il 4 ottobre 2019.

Vedi tutti i 8 episodi

Stagione 1

La prima stagione di Goliath è stata pubblicata sulla piattaforma streaming Amazon Video il 14 ottobre 2016, in tutti quei territori dove il servizio risultava attivo.

In Italia è disponibile dal 17 febbraio 2017 sulla piattaforma streaming Amazon Prime Video.

L’annata è composta di otto episodi di una durata media pari a circa 55 minuti cadauno.

Vedi tutti i 9 episodi
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito