Trama

Christian Wolff, un genio matematico che ha più affinità con i numeri che con le persone, lavora sotto copertura in un piccolo studio come contabile freelance per alcune delle più pericolose organizzazioni criminali del pianeta. Nonostante abbia la Divisione anti-crimine del Dipartimento del Tesoro alle costole, Christian accetta l'incarico di un nuovo cliente: una società di robotica dove una delle contabili ha scoperto una discrepanza nei conti di milioni di dollari. Ma non appena Christian inizia a svelare il mistero e ad avvicinarsi alla verità, il numero delle vittime inizia a crescere.

Approfondimento

THE ACCOUNTANT: QUANDO I CONTI NON TORNANO

Diretto da Gavin O'Connor e sceneggiato da Bill Dubuque, The Accountant racconta la storia di Christian Wolff, un giovane esperto di matematica che, dietro la copertura di un piccolo ufficio, lavora come contabile freelance per conto delle organizzazioni criminali più pericolose del mondo. A suo agio più con i numeri che con le persone e graziato da un passaparola positivo, Wolff ha alle costole la Divisione anticrimine del Dipartimento del Tesoro e, per distogliere l'attenzione degli agenti, accetta come nuovo cliente una "normale" società di robotica (operante nel campo delle protesi di ultima generazione), i cui conti - a detta di Dana, una delle contabili - mostrano discrepanze di alcuni milioni di dollari. Avvicinarsi alla verità non sarà però semplice e molto sangue scorrerà prima che Christian scopra cosa sia realmente successo al denaro mancante prima che i conti della società diventino pubblici.

Con la direzione della fotografia di Seamus McGarvey, le scenografie di Keith Cunningham, i costumi di Nancy Steiner e le musiche composte da Mark Isham, The Accountant mette in evidenza la dualità che è insita in ognuno di noi: a detta del regista, è sempre interessante quando qualcuno nasconde un segreto mostrandosi per quello che non si è e qualcun altro lo scopre. Ciò si adatta alla perfezione a Christian Wolff, all'apparenza semplice contabile di provincia dall'esistenza ordinaria. Nessuno immagina infatti che Wolff abbia come clienti usuali i più potenti criminali del mondo e che il suo comportamento mite e il suo aspetto innocuo in realtà celano un uomo che può divenire il più pericoloso di tutti. Chiunque incaselli Christian non conosce quanto la sua personalità sia sfaccettata e quanto la sua dimestichezza con i numeri sia stata importante per forgiare la sua esistenza e farlo divenire chi è. Il suo lavoro di contabile è nell'opinione comune abbastanza banale e convenzionale ma Christian non ha come clienti delle società tradizionali, ha semmai a che fare con cartelli della droga e boss mafiosi a cui fare i conti e mostrare che fine fanno le eventuali perdite. A renderlo inoltre speciale è il fatto che rientra tra coloro che per la scienza hanno disturbi dello spettro autistico.

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

Regista di The Accountant è Gavin O'Connor, che dopo Jane Got a Gun si cimenta con un'altra sceneggiatura non sua. Di solito sceneggiatore dei suoi film sin dal suo esordio con Confortably Numb nel 1995, O'Connor ha legato il suo nome a opere apprezzate come Pride and Glory - Il prezzo dell'onore e Warrior, che è… Vedi tutto

Commenti (9) vedi tutti

  • Insipido e di una lunghezza sproporzionata,uguale a mille altri thriller (a parte l'idea di partenza.

    commento di ezio
  • Ben Affleck, l'attore esatto per questo tipo di film: serio, calmo, taciturno, genio della matematica e privo di relazioni sociali. Tutti elementi caratterizzanti l'autismo ad alto funzionamento. Ben Affleck riveste bene i panni della duplice figura del genio matematico e del killer professionista. Anche un pò di ironia non nuoce. Consigliato. 7

    commento di Mr Andrew
  • Bel film! Puro intrattenimento ma fatto come si deve, un po' esagerato come trama, ma il tutto scorre via benissimo, si fa guardare molto volentieri e credo che ben afflek sia perfetto per questa parte con la sua espressione monofaccia

    commento di Sladkii
  • film senza molto senso e troppo lungo ma che si lascia vedere. Affleck e' cosi' impassibile che non riesce nepure ad essere impassibile. Simmons e' sprecato e l'incontro tra i due e' patetico, eppure nonostante inutili e prolissi spiegoni, nonostante la prevedibilita' del colpone di scena, e' un thriller sufficientemente divertente.

    leggi la recensione completa di il drugo
  • Thriller molto accattivante....girato bene (anche se con mirati scopi di incassi al botteghino) come del resto altri titoli del regista e con , Ben Affleck interpreta con maestria la parte del killer autistico anche se in certi momenti scivola verso il "supereroe"........

    commento di ripley2001
  • L'aggressività, se correttamente diretta, supplisce a molte carenze.

    leggi la recensione completa di champagne1
  • Affleck ci prova ma non ci riesce: un film con un buon attore ma senza trama rimane comunque un brutto film. Trama scollegata e poco chiara fanno sì che in 2 ore di film lo spettatore rischi di addormentarsi.

    leggi la recensione completa di ElvistoPolliniAmbarocco
  • Il film e' 'Ben Affleck'.L'attore,perfettamente aderente al ruolo,e' affascinante e straordinario.

    leggi la recensione completa di rosario
  • Storia si azione e di possibilità. Quando la diversità può trasformarsi in arma vincente.

    leggi la recensione completa di luabusivo
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

amandagriss di amandagriss
5 stelle

  L’assassino di pietra   Potrebbe essere un’idea nient’affatto malvagia quella di ingaggiare un esercito di individui autistici-geni della matematica (spesso le due cose vanno a braccetto) per combattere la dilagante, purulenta piaga dell’evasione fiscale. Il debito pubblico ne gioverebbe, la popolazione ne risentirebbe positivamente ed anche i fondi cassa… leggi tutto

7 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

dollyfc di dollyfc
8 stelle

Negli ultimi tempi è raro per me restare affascinata da un film d'azione , ancora di più se il protagonista è Ben Affleck , attore che spesso mi lascia insoddisfatta o , nel migliore dei casi ,  indifferente  .   L'utilizzo del disagio psichico  nella costruzione di sceneggiature è stato più volte sfruttato e ovviamente la capacita degli… leggi tutto

11 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle negative

alan smithee di alan smithee
4 stelle

FESTA DEL CINEMA DI ROMA 2016 - SELEZIONE UFFICIALE  Un thriller ad alto tasso di tensione avente come fulcro il problema dell'autismo: premessa intrigante per l'ultima fatica del prolifico e versatile Gavino O'Connor, presentato qui in anteprima alla Festa romana. La tematica è  sviscerata in termini piuttosto accurati, niente da obiettare; peccato che, come spesso capita… leggi tutto

2 recensioni negative

Trasmesso il 26 febbraio 2018 su Rsi La1

Recensione

barabbovich di barabbovich
7 stelle

Christian Wolf (Affleck) è un quarantenne autistico col pallino dei numeri, che fa il contabile freelance per conto di organizzazioni criminali. Su di lui comincia a indagare un agente del Dipartimento del Tesoro (Simmons) proprio nel momento in cui Wolf si mette a servizio del presidente di una società di robotica (Lithgow) nella quale cominciano a verificarsi strane morti. Ben…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2017
2017
Disponibile dal 22 febbraio 2017 in Dvd a 15,43€
Acquista
Il meglio del 2016
2016

Recensione

amandagriss di amandagriss
5 stelle

  L’assassino di pietra   Potrebbe essere un’idea nient’affatto malvagia quella di ingaggiare un esercito di individui autistici-geni della matematica (spesso le due cose vanno a braccetto) per combattere la dilagante, purulenta piaga dell’evasione fiscale. Il debito pubblico ne gioverebbe, la popolazione ne risentirebbe positivamente ed anche i fondi cassa…

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 24 ottobre 2016
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito