Espandi menu
cerca

Tutti vogliono qualcosa

play

Regia di Richard Linklater

Con Blake Jenner, Zoey Deutch, Ryan Guzman, Will Brittain, Tyler Hoechlin, J. Quinton Johnson, Glen Powell, Wyatt Russell, Adriene Mishler... Vedi cast completo

Guardalo su
  • Prime Video
  • Prime Video
  • Prime Video
  • Prime Video
In STREAMING

Trama

Negli anni Ottanta, il giovane Jake è un promettente lanciatore di baseball che si appresta a frequentare il suo primo anno in un'università del Texas. Nuovo arrivato, nel fine settimana precedente l'inizio delle lezioni, conquista subito le simpatie della studentessa Beverly ma lo stesso non può dirsi del battitore McReynolds, che non nasconde il suo disprezzo per i lanciatori. Gli va però meglio con il resto dei compagni di squadra.

Approfondimento

TUTTI VOGLIONO QUALCOSA: UN INNO AGLI ANNI OTTANTA

Diretto e scritto da Richard Linklater, Tutti vogliono qualcosa racconta le prime ore al campus universitario del giovane Jake durante i primi anni Ottanta. Con i nuovi amici (e nemici), studenti come lui, inizierà a scoprire la libertà e le responsabilità dell'età adulta nel corso di quello che diventerà il miglior fine settimana della sua esistenza.

Con la direzione della fotografia di Shane F. Kelly, le scenografie di Bruce Curtis e i costumi di Kari Perkins, Tutti vogliono qualcosa ci riporta nei pieni anni Ottanta, un periodo in cui a partire dal settembre 1980 il mondo era in fase di transizione. Negli Stati Uniti, l'ex attore Ronald Reagan, governatore della California, era un serio sfidante del presidente in carica Jimmy Carter, mentre nell'Europa dell'Est gli operai cominciavano a organizzarsi per sfidare l'autoritario regime sovietico. In tale contesto, Linklater ambienta la storia di Jake Bradford che si prepara a vivere il primo anno all'università del Texas, prendendo spunti dalla propria esperienza. Considerato come una sorta di sequel ideale di La vita è un sogno (titolo cult di Linklater che racconta di un gruppo di liceali all'ultimo giorno di scuola nel maggio del 1976), Tutti vogliono qualcosa è un inno agli anni Ottanta e alla vita giovanile del periodo, fatta di tre passioni fondamentali: il sesso, lo sport e la musica. Il titolo, inoltre, fa riferimento alla canzone Everybody Wants Some di Van Halen, un pezzo che esprime perfettamente il senso dell'umorismo e l'ossessione per il sesso dei diciottenni di allora.

I PERSONAGGI PRINCIPALI

Protagonista principale di Tutti vogliono qualcosa è il giovane attore Blake Jenner, chiamato a rivestire i panni di Jake. Quando arriva nella squadra dei giocatori di baseball della sua facoltà, Jake non è molto gradito da Glenn McReynolds (portato in scena da Tyler Hoechlin) e dal suo amico Roper (supportato da Ryan Guzman), studenti del terzo anno. Abituato a essere ammirato per le sue capacità da campione sportivo, Jake intuisce sin da subito che non sarà facile al college imporsi e che la sua posizione da lanciatore non gli favorirà l'integrazione in squadra. Nella squadra giocano anche Willoughby (ragazzo mistico affascinato dal cosmo, supportato da Wyatt Russell), Jay Niles (una sorta di megalomane vulcanico che crede di essere la reincarazione del leggendario Nolan Ryan, con il volto di Juston Street), il giocatore d'azzardo Nesbit (impersonato da Austin Amelio), il coraggioso Billy Autry (interpretato da Will Brittain) e il carismatico oratore Finnegan (a cui presta il volto Glen Powell).

Ed è proprio Finn, mosso dalla passione per il baseball e per il sesso, che prende Jake sotto la sua ala protettiva, facendogli da mentore per l'ingresso in un mondo di libertà fino ad allora sconosciute. Il tour iniziatico di Finn comincia con una tappa nella residenza delle ragazza, dove Jake attira l'attenzione di Beverly, una studentessa di arte dello spettacolo del primo anno. Beverly (portata in scena da Zoey Deutch) è l'esatto opposto di Jake: è un'artista che sa di baseball quanto Jake sa di teatro, ovvero nulla. Tuttavia, l'attrazione è reciproca e i due hanno davanti a loro un fine settimana di tempo per esplorare la forza dei loro sentimenti prima che inizino i corsi e tutti riprendano le loro abitudini.

Commenti (9) vedi tutti

  • Nel genere collegiale questo si alza un mezzo gradino sopra alle solite americanate, ma non si eleva però a gran film. Un Linklater in tono minorissimo.

    commento di slim spaccabecco
  • Brutto brutto, sul tema c'è un mondo di meglio.

    leggi la recensione completa di tobanis
  • Storia già vista tante altre volte

    leggi la recensione completa di Furetto60
  • questa volta non basta al grande Linklater un'impeccabile ricostruzione d'epoca a far decollare un film stanco e ritrito...sulla musica: non dovrebbe bastare lo sciorinare alcune canzoni più hot del periodo per il confezionamento di una colonna sonora "memorabile"...fosse così semplice! non manca proprio nessun cliché. delusione cocente.

    commento di giovenosta
  • In questa interessante pellicola Linklater (che come il suo protagonista da giovane aspirava a diventare giocatore di baseball professionista) fissa l'intervallo (sempre problematico) che separa la spensierata giovinezza dall’età adulta, un momento di passaggio che gli permette di fissare il tempo e il suo divenire con il suo inconfondibile stile.

    leggi la recensione completa di spopola
  • L'occhio di Linklater osserva gli attimi di vita di alcuni ragazzi nel fatidico passaggio dalla spensieratezza dell'essere fanciulli alle responsabilità dell'essere adulti.

    leggi la recensione completa di IlGranCinematografo
  • secondo me la recitazione è buona,ma dato che il film non tratta di una vera e propria storia e di solo il passaggio dal liceo al college il film potreppe annoiare

    commento di GiuliaFilm
  • Recensisco questo film perché non ho assolutamente capito perché sia stato girato.

    leggi la recensione completa di SredniVashtar
  • L'età del college e il momento di far vedere quanto si vale. L'età del desiderio e del sentirci invincibili, nella cornice (perfetta e resa magnificamente) di un'America di inizio anni '80 in cui l'azzardo e l'imprudenza suggerivano la strada per l'ottenimento della realizzazione personale. Un buon Linklater per un film più serio di quel che sembra

    leggi la recensione completa di alan smithee
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

spopola di spopola
8 stelle

  …Stringi forte le dita sui tuoi vent’anni… domani finirà anche il tuo carnevale. (S. Endrigo)   Cantando a squarciagola la hit del momento (siamo nel settembre del 1980 e il brano in questione è My Sharonna dei Knack): è così che inizia questa ultima fatica di Linklater, ed è subito l’atmosfera giusta per far immergere… leggi tutto

8 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

mc 5 di mc 5
5 stelle

A pochi giorni dalla visione dell'ottimo "Conspiracy" rieccomi alle prese con un caso controverso. In quella sede mi piacque assai un film vilipeso dalla critica. Stavolta mi è accaduto l'esatto contrario. Questo film non è che sia piaciuto ai critici, no, lo hanno proprio ESALTATO; in parecchi (giuro) hanno tirato fuori il termine "capolavoro". Ora, io dopo una prima visione… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

SredniVashtar di SredniVashtar
4 stelle

Non è il genere Porky’s, non è il genere storia-d’-amore-al-college, non è il genere sportivo, pur essendo un po’ delle tre cose insieme. È abbastanza fedele all’idea (europea) che ci facciamo dei college americani. Sembra un documentario, anzi una ricostruzione simbolica per fortuna non troppo iconografica di quel che potrebbe capitare nel… leggi tutto

6 recensioni negative

2020
2020

Recensione

Speusippo di Speusippo
9 stelle

A uno sguardo superficiale “Tutti vogliono qualcosa”, presentato in anteprima al South By Southwest Film Festival nel 2016, potrebbe risultare un film alquanto trascurabile: gli anni Ottanta, la Texas University, il baseball, i tanti party studenteschi e il titolo tratto da un brano dei Van Halen sembrerebbero condurre a un mero film di genere, infatti. Chi non conosce le pellicole…

leggi tutto
2019
2019
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2018
2018
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2017
2017

Recensione

tobanis di tobanis
3 stelle

Che brutto film. Ma brutto brutto, che se non ci fosse stata la bella Zoey Deutch, sarebbe stato una vera porcheria. Ci sono questi universitari, che sono tali perché sono la squadra universitaria di baseball. Le lezioni stanno per iniziare e vedremo le loro vicende tra feste (sempre piene di fighe disponibili, ovviamente come nella realtà), scherzi idioti, battute mai riuscite (ma…

leggi tutto
Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

Furetto60 di Furetto60
4 stelle

Anni ottanta in Texas, Jake  matricola universitaria arriva  al campus, dove si appresta a cominciare il suo corso di studi. Lanciatore nella squadra di baseball dell'università, ha una camera in una casa affollata di compagni,molto più propensi a godersi la vita, che a studiare,dopo qualche iniziale incertezza,si integrerà  molto presto nel…

leggi tutto
Recensione

Recensione

movieman di movieman
4 stelle

Sorta di Dazed and Confused parte seconda, un progetto atteso e richiesto da molti fan e da molto tempo. Personalmente l'ho trovato di una banalità disarmante, una delusione totale, anche perché avevo delle aspettative abbastanza elevate. Visti i risultati, appare evidente che Linklater non avesse grandi idee per un sequel. Forse spinto da pressioni esterne, ha comunque deciso di…

leggi tutto
Recensione
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

Karl78 di Karl78
6 stelle

Di Linklater non conosco tutto, ho visto solo qualcosa, soprattutto post-2000 (School of Rock, A Scanner Darkly, Fast Food Nation, Me and Orson Welles e Boyhood. Può darsi che abbia visto in ere remote Prima dell'alba - o uno dei tre - e Suburbia ma non li ricordo). Questo Tutti vogliono qualcosa per i miei gusti è un po' troppo American Late 70s-80s, American College, American…

leggi tutto
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

TOP 10 2016

Malpaso di Malpaso

Come ogni anno pubblico qui i dieci film, usciti in Italia nel 2016, che in assoluto ho preferito. Inutile precisare che qualche grande (o piccola) uscita me la sono persa.

leggi tutto
Playlist
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
2016
2016

Recensione

Tiaz gasolio di Tiaz gasolio
3 stelle

Tutti vogliono qualcosa!! - La Recessione. Ovvero un noioso, stereotipato, banale primo anno di college Gli anni ‘80 sono il periodo più amato dallo staff della Recessione, forse perché ci ricordano quando eravamo giovani e belli. È per questo che, quando c’è un film ambientato in quel decennio, non ce lo perdiamo di certo. A ‘sto giro, a…

leggi tutto
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito