Espandi menu
cerca
Inseminoid. Un tempo nel futuro

Regia di Norman J. Warren vedi scheda film

Recensioni

L'autore

undying

undying

Iscritto dal 10 giugno 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 124
  • Post 41
  • Recensioni 3003
  • Playlist 58
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Inseminoid. Un tempo nel futuro

di undying
3 stelle

Produzione inglese di certo rilevo (per dire che non si tratta di un low budget) che riprende le idee di Alien (Ridley Scott, 1979) tentando di riproporle in versione "audacemente" sleazy. Dirige modestamente Norman J. Warren, regista di una manciata d'horror diventati di culto nonostante la loro irraggiungibile bruttezza... proprio come questo.

 

81m7sh-ZKu-L-AC-UF1000-1000-QL80

 

Durante l'esplorazione di un pianeta sconosciuto, un componente dell'equipaggio spaziale viene infettato da un misterioso virus finendo per compiere una serie di azioni irrazionali che lo porteranno alla morte. Nonostante lo spiacevole contrattempo, la missione prosegue. Benché l'aria sia irrespirabile e solo muniti di apposite tute e respiratori sia possibile spingersi verso l'esterno, ai componenti della base spaziale diventa presto evidente che qualche strana forma di vita domina quell'infernale pianeta: lo scopre suo malgrado Sally (Judy Geeson), quando viene aggredita e ingravidata da una creatura aliena. La gestazione procede in maniera accelerata, mentre Sally perde gradualmente la sua identità terrestre finendo per diventare un pericolo mortale per ogni componente della sventurata missione.

 

review-inseminoid

Inseminoid. Un tempo nel futuro: Judy Geeson

 

Fanta-horror inglese nato sulla scia del clamoroso successo di Alien (Radley Scott, 1979), dal quale preleva soprattutto, riproponendola in chiave sleazy, l'idea di una creatura aliena che "penetra" nel corpo umano (qui in senso letterale, essendo vittima una donna). L'idea è da attribuire al regista (Norman J. Warren), autore di un soggetto (in forma di plagio al testo di Dan O'Bannon) poi sviluppato in sceneggiatura da Nick Maley. Produce Richard Gordon con la sua Village Roadshow Pictures e appare ben evidente come il regista sia stato costretto a gestire un set - realizzato in maggior parte nelle miniere inglesi di Chislehurst - con un budget assolutamente non equiparabile a quello del precedente kolossal a stelle e strisce. Le scenografie appaiono datate, rimandano infatti a quelle di serie televisive tipo Spazio 1999 (1975) o, più ancora indietro nel tempo, Terrore nello spazio (Mario Bava, 1965) ma, benché sia da tutti ritenuto un low budget (e di fatto lo sembri), in realtà Inseminoid è costato qualcosa come 2.000.000 di dollari (per rendere l'idea, in Italia con questa cifra si giravano decine di film). Ma il vero problema di Inseminoid, lungometraggio più celebre e apprezzato di quel che in realtà merita, è una sceneggiatura che non ha sviluppo, costringendo i protagonisti a correre da una stanza all'altra senza soluzione di continuità mentre pronunciano infiniti e ripetitivi dialoghi prevedibili e poco o nulla fantascientifici. Quando si passa all'azione, e bisogna attendere davvero tanto se si esclude un incipit in parte riuscito, la realizzazione della creatura aliena (con testa fallica) fa completamente sfiorire il climax di tensione e mistero facendo precipitare nel trash l'intera operazione. Che procede, inevitabilmente, verso il ridicolo con le urla inarrestabili della povera Judy Geeson, attrice ingravidata nella finzione, fatta partorire di una coppia gemellare di cazzuti (falliformi di testa) pupazzetti alieni e poi costretta a fare smorfie e facce spastiche per oltre 20 minuti abbondanti. La regia di Warren, as usual, è veramente mediocre e il tutto viaggia lentamente in una dimensione temporale dilatata all'inverosimile. Lo dimostra l'inutile coda, quando la missione spaziale di recupero s'imbatte nel relitto della stazione: una sequenza che sembra non finire più benché sia sostanzialmente un excipit che dura una decina di minuti.

 

pic-00046

Inseminoid. Un tempo nel futuro: Judy Geeson 

 

Curiosità  (letteralmente dall'imdb)

 

Norman J. Warren ha dichiarato in un'intervista che questo non era un tentativo di imitare Alien (1979). In effetti, lui e gli scrittori Nick e Gloria Maley non avevano nemmeno visto Alien quando hanno iniziato la pre-produzione. Warren ha detto che alla fine sono andati a vedere il film di Scott e sono rimasti molto sorpresi dalla somiglianza con la sceneggiatura che stavano per girare. Ha detto che sono rimasti ancora più sorpresi quando gli studi Fox hanno scritto loro chiedendo di vedere Inseminoid una volta finito. 

 

Norman J. Warren ha affermato che molti spettatori hanno frainteso la sequenza dell'inseminazione, dove compare una specie di tubo di plastica che penetra Judy Geeson. Non si tratta del pene dell'alieno, ma di un'attrezzatura per l'inseminazione artificiale. Quella sequenza è stata girata in modo molto surreale, facendola apparire simile a un sogno per evitare successivi problemi in censura. 

 

MV5-BYz-A0-YWJl-N2-Et-MDJi-ZS00-Ym-M5-LTll-MTQt-Yz-Yw-ZDYw-MWU2-OTI5-Xk-Ey-Xk-Fqc-Gde-QXVy-MTMz-MDE1

Inseminoid. Un tempo nel futuro: scena 

 

Visto censura 

 

Con divieto ai minori di 14 anni, in data 21 dicembre 1982, Inseminoid ottiene v.c. n. 78409, senza ricorrere in tagli o manipolazioni.

 

Sinossi estratta dal verbale allegato al nulla osta 

Attenzione: SPOILER 

 

"Una spedizione archeologica a bordo di un Esploratore Spaziale, sta studiando le origini di una civiltà scomparsa di un lontano pianeta. Durante una ricognizione improvvisamente si manifestano delle esplosioni che portano alla luce degli strani cristalli che generano un campo energetico. Alcuni componenti dell'equipaggio rimangono vittime, mutilati e altri muoiono. Sandy, la protagonista del film, viene assalita da una 'creatura aliena' e posseduta. Contaminata, aggredisce ed uccide i suoi compagni. Sandy darà alla luce due gemelli alieni, mentre viene uccisa da uno dei suoi compagni... Lo sguardo avido e cattivo dei 'gemelli alieni' segue la nave spaziale, ora tornata a riprendere il proprio equipaggio, mentre si allontana verso la Terra".

 

tumblr-dc5e7dc32582a13d648fdafdcc232ecf-c9d60fe9-500

Inseminoid. Un tempo nel futuro: scena

 

"Per quanto possa sembrare strano, tutte le nostre sensazioni, visive, uditive o altre hanno un'esistenza solo terrestre; se si potessero avere contatti con esseri di altri pianeti, ci si accorgerebbe dell'impossibilità di intendersi con loro direttamente, in quanto avrebbero un modo del tutto diverso di percepire oggetti ed entità: per esempio non capirebbero nulla, se si parlasse loro di un colore. Quel che noi chiamiamo sensazione serve per il nostro pianeta particolare."

(Rudolf Steiner)

 

Trailer 

 

F.P. 05/05/2024 - Versione visionata in lingua italiana su Amazon Prime Video (durata: 91'55")

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati