Gambit

play

Regia di Michael Hoffman

Con Cameron Diaz, Colin Firth, Alan Rickman, Tom Courtenay, Stanley Tucci, Cloris Leachman, Erica LaRose, Anna Skellern Vedi cast completo

  • In TV
  • Iris
  • canale 22
  • Ore 23:35
In STREAMING

Trama

Harry Deane (Colin Firth) è un esperto d'arte che mette a punto un piano per truffare Lionel Shabandar (Rickman), un magnate inglese, collezionista compulsivo di opere d'arte. Per la riuscita del suo piano, che prevede di rifilare a Shabandar un falso Monet, Deane ha tuttavia bisogno della partecipazione di una donna, capace e seducente, che interpreti la parte della figlia di colui che avrebbe rinvenuto il dipinto alla fine della Seconda guerra mondiale. La scelta cade su PJ Puznowski, regina dei rodei texani, che si rivela una partner perfetta: anche troppo.

Approfondimento

GAMBIT: UNA PARTITA A SCACCHI

Gambit, termine che deriva dall'italiano gambetto, è la parola che nel gioco degli scacchi indica la mossa con cui, nelle fasi iniziali di una partita, si sacrifica uno o più pedoni al fine di ottenere un vantaggio strategico sull'avversario. Basato sul film Gambit. Grande furto al Semiramis del 1967 con Michael Caine e Shirley MacLaine e scritto dai fratelli Ethan e Joel Coen, Gambit è come una partita a scacchi tra due diverse culture e modi di pensare: da un lato vi è la rigidità dell'inglese Harry Deane, che sin dall'infanzia sopprime le sue varie paure, e dall'altro lato vi è l'americana PJ, donna dal carattere vulcanico e senza grandi pretese con i suoi disperati tentativi di rimanere a galla. Per la parte di Harry Dean, Michael Hoffman ha voluto Colin Firth (tornato alla commedia e letteralmente messo in mutande dopo diverse interpretazioni drammatiche) ancora prima che l'attore fosse onorato con l'Oscar nel 2011 per Il discorso del Re mentre PJ Puznowski, texana con grande passione per i rodei, è interpretata da Cameron Diaz. Giocando sulle diversità tra i due personaggi e tra inglesi e americani, i fratelli Coen hanno messo a punto una sceneggiatura che ricorda le slapstick comedy, farcite di brillanti battute, della Hollywood dei tempi d'oro.

UN CAST DI VETERANI DELLA COMMEDIA PER LO SCRIPT DEI FRATELLI COEN

L'idea del remake è da attribuire a Mike Lobell, produttore veterano di Hollywood che curiosamente aveva partecipato negli anni Sessanta alla prima londinese del Gambit interpretato da Michael Caine e Shirley MacLaine. Si deve sempre a Lobell l'intuizione nel 2003 di delegare la sceneggiatura ai fratelli Coen, accendendo l'interesse di vari attori e registi che avrebbero voluto prendere parte alla realizzazione del progetto.
Alan Rickman ha accettato il ruolo di Lord Lionel Shahbandar, datore di lavoro di Harry Deane, e sir Tom Courtenay quello di Major Wingate, collega di Harry con un talento straordinario per la falsificazione di cose diverse. Stanley Tucci ha approfittato volentieri di Gambit per dimostrare ancora una volta le sue abilità da caratterista interpretando Martin Zaidenweber, un esperto d'arte tedesco, mentre Cloris Leachman, veterana delle commedie americane, impersona Merle, la maliziosa nonna di PJ fonte di tanti guai.

TRA NEW MEXICO E LONDRA

Per le scene del torneo in Texas, la produzione ha lasciato l'Inghilterra, dove gran parte del film si svolge, per spostarsi in New Mexico, nei pressi di Albuquerque. Le riprese, svoltesi durante un reale rodeo, hanno coinvolto sia gli attori del cast sia la popolazione del posto, seduta in tribuna per il doppio spettacolo in scena e fuori scena.
La maggior parte delle azioni di Gambit si svolge nella Londra di notte, trasposta sullo schermo dallo scenografo Stuart Craig (a cui si devono gli scenari della saga di Harry Potter) e dal direttore della fotografia Florian Ballhaus. L'uso di superfici riflettenti, pioggia e materiali in vetro e acciaio ha contribuito a ricreare atmosfere che ricordano la Londra degli anni Trenta e Quaranta e che offrono il punto di vista di chi come PJ è abituata a qualcosa di molto diverso.

Leggi tuttoLeggi meno

Note

Remake dell'originale del 1967, con Shirley McLaine e Michael Caine, che funziona nei momenti da sitcom - con intrecci e scambi dialettici in ritmica escalation tra protagonisti e comprimari di lusso (Tucci e Courtenay su tutti). Peccato che, al dunque, gli esiti comici siano affidati a un karaoke per giapponesi dipinti come idioti, a Harry su un cornicione in mutande, al peto di una signora: possibile che i Coen non abbiano trovato nulla di più originale per farci ridere?

Commenti (1) vedi tutti

  • La trama è interessante, ma la comicità brilla poco. Voto 6

    commento di Brady
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

bufera di bufera
6 stelle

GAMBIT, con la regia di Michael Hoffman sarebbe un remake di un film degli anni sessanta (Gambit.Grande furto al Semiramis, 1967) ma si discosta per tanti versi dalla nota e apprezzata commedia di allora, soprattutto per la scrittura dei fratelli Coen, in apparente crisi di ispirazione e di buon gusto, al quale vengono meno ripetutamente, per strappare qualche stiracchiata risata, e neanche a… leggi tutto

7 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

BobtheHeat di BobtheHeat
7 stelle

Il dramma come sappiamo accumuna tutti e sotto ogni latitudine. E quest'anno, Il "caso" dello straziante "Amour", vincitore ovunque di premi e riconoscimenti ne è la riprova. Con la commedia è tutto il contrario: ciò che diverte alcuni può non essere compreso e/o interessare (sino ad irritare) altri. Senza contare che si tratta di un genere ampiamente sottostimato, da tenere poco in… leggi tutto

1 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle negative

miss brown di miss brown
4 stelle

Da moltissimo tempo non rivedevo GAMBIT-GRANDE FURTO AL SEMIRAMIS dell'inglese Ronald Neame, grande direttore della fotografia e solido regista (da IL GIARDINO DI GESSO a POSEIDON, da WHISKY E GLORIA a DOSSIER ODESSA). E' un grazioso giallo-rosa del 1967, datato ma ancora divertente, e sono andata a ripescare il dvd in occasione dell'uscita di questo remake di ben 45 anni dopo. Protagonisti… leggi tutto

4 recensioni negative

2020
2020
Trasmesso il 19 settembre 2020 su Iris
Trasmesso il 16 settembre 2020 su Iris
Trasmesso il 28 agosto 2020 su Rete 4
Trasmesso il 29 gennaio 2020 su Iris
Trasmesso il 1 gennaio 2020 su Iris
2019
2019
Trasmesso il 7 dicembre 2019 su Iris
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Trasmesso il 15 settembre 2019 su Iris
Trasmesso il 12 settembre 2019 su Iris
Trasmesso il 5 settembre 2019 su Iris
Trasmesso il 5 maggio 2019 su Iris

Dipinti e folli ... disegni

giulmar di giulmar

Quadri colorati, in bianco e nero, che raffigurano paesaggi, persone , animali, quadri dove puoi ammirare quello scorcio tra mari e monti, quell’angolo di città che non puoi dimenticare, la notte stellata;…

leggi tutto
Playlist
Trasmesso il 6 marzo 2019 su Iris
Trasmesso il 27 febbraio 2019 su Iris
Trasmesso il 10 febbraio 2019 su Rete 4
2018
2018
Trasmesso il 15 dicembre 2018 su Iris
Trasmesso il 10 ottobre 2018 su 20
Trasmesso il 9 ottobre 2018 su Iris
Trasmesso il 30 settembre 2018 su Iris
Trasmesso il 21 agosto 2018 su Iris
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito