Espandi menu
cerca

House of Gucci

play

Regia di Ridley Scott

Con Lady Gaga, Adam Driver, Jared Leto, Al Pacino, Jack Huston, Jeremy Irons, Camille Cottin, Reeve Carney Vedi cast completo

Guardalo su
  • Prime Video
  • Infinity
  • Prime Video
  • Prime Video
In STREAMING

Trama

Sul finire degli anni Settanta, Patrizia Reggiani, una outsider di umili origini, sposa Maurizio Gucci, rampollo della nota maison di moda italiana. La sua sfrenata ambizione innescherà una pericolosa spirale di tradimenti, decadenza, vendetta e persino morte.

Approfondimento

HOUSE OF GUCCI: I RE DELLA MODA ITALIANA

Diretto da Ridley Scott e sceneggiato da Becky Johnston e Roberto Bentivegna, House of Gucci ripercorre tre decenni della scioccante e vera storia della famiglia Gucci e in particolar modo racconta della parabola di Patrizia Reggiani, colei che ha sposato Maurizio, uno dei rampolli dell'impero della moda italiana.

Ammirato e conosciuto in tutto il mondo, l'impero Gucci è stato creato dal fondatore della maison, Guccio Gucci, che ha aperto il suo primo negozio di pelletteria di qualità a Firenze, nel 1921. Sul finire degli anni Settanta, la casa di moda attraversa un momento particolarmente critico a causa di alcune scorrettezze finanziarie, della mancata innovazione e del conseguente deprezzamento del marchio stesso. A supervisionare gli affari sono i due figli di Guccio, il colorato e scaltro Aldo e il più conservatore e distaccato Rodolfo. Il tenace Aldo non ha alcuna intenzione di cedere il controllo dell'azienda di famiglia, non di certo all'estroverso figlio Paolo, che sembra più interessato a diventare stilista. Maurizio, il timido e protettissimo figlio di Rodolfo, preferirebbe studiare legge piuttosto che prendere in mano le redini del marchio. Un giorno, però, nella sua vita tutto cambia: Maurizio si innamora della bella e ambiziosa Patrizia Reggiani e, contro la volontà del padre, la sposa.

Lo zio Aldo trova una valida alleata nell'astuta Patrizia e insieme convincono Maurizio a mettere da parte le sue ambizioni e a entrare a far parte della società, divenendone così il presunto erede, con grande disappunto di Paolo, i cui sogni superano di gran lunga il talento. Per un breve periodo di tempo, la famiglia, nonostante i dissapori, rimane unita ma, poiché i rivali della maison si stanno facendo strada nel mondo della moda minacciando la supremazia del marchio, Patrizia spinge Maurizio a mettere in atto un vero e proprio colpo di stato. Dopo aver ereditato il posto di Rodolfo in azienda, la coppia prende lentamente e furtivamente il controllo degli affari, convincendo Paolo a vendere le sue azioni con false promesse. Con l'aiuto del consulente di famiglia, Domenico De Sole, riescono a estromettere anche Aldo, dopo la sua detenzione per evasione fiscale. Da solo a capo della maison e con nuovi fondi arrivati da investitori esterni, Maurizio comincia ad apprezzare il potere e i privilegi che ne derivano. Come se il tradimento alla famiglia non bastasse, Maurizio tradisce anche Patrizia, cominciando una relazione adultera con Paola Franchie, un'amica d'infanzia.

Con le sue ambizioni smorzate e il matrimonio a pezzi, Patrizia viene presa dal panico e dalla disperazione. Quando Maurizio le chiede il divorzio, Patrizia stringe una pericolosa alleanza con una furba sensitiva, Pina Auriemma. Lavorando a un piano per portare il marchio ai vecchi fasti con l'assunzione di un talentuoso stilista americano emergente, Tom Ford, Maurizio si ritrova tra due fuochi, stretto nella morsa della tenace Patrizia da un lato e di quella degli investitori dall'altro, che tentano con la complicità di De Sole di strappargli l'azienda.

Con la direzione della fotografia di Dariusz Wolski, le scenografie di Arthur Max, i costumi di Janty Yates e le musiche di Harry Gregson-Williams, House of Gucci passa in rassegna gli scandali e le tribolazioni della famiglia, che come ogni dinastia potente o famiglia reale esercita fascino sull'opinione pubblica. La sceneggiatura prende spunto da un libro pubblicato da Sara Gay Forden nel 2001, opzionato da Ridley Scott sin da subito. A convincere Scott a farne un film è stata la moglie, la produttrice Giannina Facio, affascinata dalla storia e dalla lotta di potere in seno alla famiglia Gucci. Ha raccontato la stessa: "Avendo passato metà della mia vita in Italia e subendo il fascino della moda, ero incuriosita da quanto fosse piena di passione la tragica storia dei Gucci. Anche quando hanno commesso degli errori, tutti i protagonisti della vicenda lo hanno fatto perché spinti dalla passione". Ha aggiunto Scott: "Quella dei Gucci è una storia familiare affascinante. I Gucci erano i re dell'industria della moda italiana e la loro distruzione è stata causata da fattori interni. Come non ritenere interessante la loro vicenda? E, poi, il tradimento è sempre cinematograficamente interessante. I Gucci si tradiscono l'uno con l'altro lavorando dietro le quinte e ricorrendo a subdole manipolazioni. La sceneggiatura di Bentivegna, che ha studiato tutti i particolari della storia, è una commedia degli errori che si trasforma in tragedia, in omicidio. Come ha notato Roberto, la parabola di Maurizio somiglia a quella di un altro erede di una dinastia familiare, il Michael Corleone di Il padrino: un certo fatalismo accompagna la loro ascesa al potere, la loro condanna a prendersi cura degli affari di famiglia e la conseguente accettazione degli stessi".

Il cast

A dirigere House of Gucci è Ridley Scott regista, produttore e scenografo di origine inglese. Nato nel 1937, da figlio di ufficiale dei Royal Engineers avrebbe voluto tentare la carriera militare ma il padre lo ha invece incoraggiato a perseguire le sue aspirazioni artistiche, mostrandosi lungimirante. Assunto alla… Vedi tutto

Commenti (18) vedi tutti

  • Un buon film, forse eccessivamente lungo. Assolutamente evitabile la scena di sesso di lunga durata e troppo spinta.

    commento di Falco00
  • Artisti importanti non lo fanno scivolare nella mediocrità, ma consiglierei di calibrare le aspettative non troppo verso l'alto... due ore e mezza che non scorrono proprio fluide dove non mancano luoghi comuni sull'italianità. La vicenda della famiglia Gucci con le sue contraddizioni, i tradimenti, le bramosie, merita comunque una visione.

    commento di Lacorazzata81
  • Film che di fatto non decolla mai. Al pacino e Jeremi irons strepitosi. Jared Leto bravo anche se irriconoscibile. Lady Gaga non all'altezza.

    commento di Bladerunner76
  • Non so se il grottesco è la tendenza del momento (il che non mi dispiace), ma il personaggio di Paolo Gucci è davvero irritante. Tuttavia il film è guardabile, se si sopravvola sugli stereotipi italiani, sulle parti prese per l'assassina, sul fatto che poi la gente crede in quello che vede qui... Non del tutto una Gagata, ma non dò più di 4.

    commento di faumes
  • Non male.storia interessante e tragica. Lady Gaga ottima Leto incredibile De Niro magico Ma la sigla finale con la Chapman che duetta con Pavarotti rovina tutto. Na vergogna

    commento di Ottiperotti
  • Forse avrei visto una alternativa a Lady Gaga.comunque il film e' meglio di quanto speravo ....sicuramente sufficente,lo consiglio.

    commento di ezio
  • Il film e gradevole da vedere , anche se in alcuni punti è lento.Bravi gli attori , un po troppo di parte la storia a favore della signora Gucci , in ogni caso in alcuni punti è un po romanzato.

    commento di Alepei
  • Scorrevole ma coi soliti stereotipi sul Belpaese. Inoltre quando mai gli italiani giocano a rugby nel prato di casa? E perché la seconda figlia di Maurizio non compare?

    commento di gruvieraz
  • Il ruolo andato a Jeremy Irons era stato designato per De Niro. Che ha rifiutato, alla fine, per recitare nel nuovo film di David O. Russell e soprattutto nella prossima opera di Scorsese. Ha fatto, sostanzialmente, bene. House of Gucci, però, non è disdicevole come molta Critica ha superficialmente detto. Aggiungo inoltre che Driver è bravissimo.

    leggi la recensione completa di 79DetectiveNoir
  • Quanto mi sta su i coglioni lady gagà. Non lo guardo apposta Ma sicuramente farà cagare come la protagonista Ridley Scott sei un coglione

    commento di Pepsina
  • Senza infamia e senza lodi.......

    commento di ripley2001
  • Ha molti pregi e parecchi difetti, ma nel complesso funziona.

    leggi la recensione completa di Carlo Ceruti
  • Il peggior film di uno dei più grandi registi della storia del cinema

    leggi la recensione completa di Alvy
  • Trovo piuttosto fastidiosi i soliti stereotipi imbecilli delle prime scene tipo il gruppo di operai in calore al passaggio di una ammiccante lady Gaga/Reggiani (tra l'altro a mio parere con un un'interpretazione non da Oscar come sostengono in molti). Per non parlare di come sono stati rappresentati in maniera del tutto ridicola Aldo e Paolo Gucci

    commento di mau375
  • Anche i ricchi piangono, vita e morte di Maurizio Gucci, attraverso gli occhi ed il cuore nero di una immensa Lady Gaga alias Patrizia Reggiani, il film è lei.

    leggi la recensione completa di claudio1959
  • Un film ridicolo. Tutto qui.

    commento di BobtheHeat
  • Biografia non autorizzata di una delle dinastie che, tra allori e fango, più hanno reso grande la moda italiana a livello mondiale. Scott rispolvera l'esperienza maturata nella pubblicità e confeziona un film imperfetto ma adeguato nel descrivere lo status cafonal trash-fashion in cui sguazza Patrizia Reggiani, archetipo arrivista.

    commento di Leo Maltin
  • Anche i ricchi piangono...E si massacrano. HOG è uno dei rari casi in cui la versione doppiata risulterà più pertinente di una v.o. infarcita di esclamazioni maccheroniche e fuorvianti,figlie di quella tendenza americana che riduce a puro colore le caratteristiche di luoghi e culture distanti dalla propria.Grande cast glamour con Pacino gigantesco.

    leggi la recensione completa di alan smithee
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è negativa

Alvy di Alvy
3 stelle

      Può il regista di I duellanti aver concepito un soap opera televisiva in cui tutti - ma proprio tutti - i clichés del genere vengano messi in scena con disarmante banalità?   Può il regista di Alien non essere riuscito ad infondere un minimo di complessità tragica né a personaggi né a vicende… leggi tutto

3 recensioni negative

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

steno79 di steno79
6 stelle

Forse Ridley Scott dovrebbe smettere di interessarsi a storie italiane, visto che in questo "House of Gucci" e nel precedente "Tutti i soldi del mondo" non è riuscito a trovare un'ispirazione degna del suo gran nome, anche se non mancano buone qualità di confezione. Il film è un resoconto tutto sommato dettagliato della vicenda umana e imprenditoriale di Maurizio Gucci,… leggi tutto

11 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

claudio1959 di claudio1959
7 stelle

House of Gucci è un film di genere thriller, drammatico, biografico del 2021, diretto da Ridley Scott, con Lady Gaga e Adam Driver.Ridley Scott con encomiabile professionalità ed il suo innato stile ha girato un film, rappresentativo di una storia italiana per un pubblico americano, come loro ci vedono, dal loro punto di vista. La storia della famiglia Gucci, piena di… leggi tutto

2 recensioni positive

2022
2022

Recensione

onoxd di onoxd
6 stelle

Sembrano una di quelle storie bizzarre e forse di cui non parlarne gran chè possa portare più fortuna che non, parlando a volte di regimi e alre cose ecc, perchè parlandone delle vicissitudini quà e là  tipo la storia di versacce, anche per non ritrovarsi soli come un chicco di riso a cercare d'essere comunque forti contando come la cartastraccia…

leggi tutto
Recensione

Recensione

0372 di 0372
6 stelle

Dove si vede l'Italia in questo film, al di là dei consueti e banalotti luoghi comuni? Ecco questo mi sembra il difetto peggiore di un film, comunque, godibile per merito di Lady Gaga e Al  Pacino: la prima, a mio avviso, bravissima e calata nel personaggio, a differenza del legnoso Adam Driver (il cui successo, per me resta piuttosto inspiegabile); il secondo, immenso e l'unico a…

leggi tutto
Recensione

Recensione

ArwenLynch74 di ArwenLynch74
4 stelle

Pubblicizzato in pompa magna ancora durante le riprese, e atteso dal pubblico curioso di sapere un po' di più sull'affaire Gucci e Patrizia Reggiani. Il film è stato un successo, ma bisogna anche guardare la qualità di un opera cinematografica. Se avessero fatto una serie tv su Gucci magari diretta da Ridley Scott mi sarebbe piaciuta di più. A parte…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

emil di emil
5 stelle

La storia della famiglia Gucci raccontata da Scott ( come gli era già successo nel precedente film biografico "Tutti i soldi del mondo") in maniera scolastica, senza infamia ne lode.   Nonostante un cast di prim'ordine, il regista inglese non riesce a trasmettere il senso della tragedia alla storia, la cui consistenza si assottiglia sempre di più con il passare dei minuti…

leggi tutto

Recensione

Souther78 di Souther78
6 stelle

Chiunque pensi che, essendo regista Ridley Scott, si debba trattare di un'opera di pregio, dovrebbe ricredersi. La mano del regista c'è... ma non si vede. O, perlomeno, non si ritrova nulla dello Scott di Alien e nemmeno de Il Gladiatore. C'è una storia, che non si capisce nemmeno bene dove voglia focalizzarsi... parla dei Gucci, parla di Maurizio, parla della moglie, parla di…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

Gangs 87 di Gangs 87
6 stelle

A quasi ventisette anni dall’omicidio di Maurizio Gucci, rampollo ed erede (quasi) unico del prestigioso marchio di moda, si è detto e scritto tutto. La sua storia non è mistero a tal punto che farne un film potrebbe sembrare quasi superfluo, non per Ridley Scott, a quanto pare. Senza badare a spese, il regista americano ha deciso di prendere una manciata di attor(on)i e…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

barabbovich di barabbovich
8 stelle

Ve la ricordate Alex, la virago interpretata da Glenn Close in Attrazione fatale? Beh, potete archiviarla perché raramente al cinema si è vista una donna tanto abominevole, manipolatrice, calcolatrice e senza scrupoli come la Patrizia Reggiani (Lady Gaga) di House of Gucci. Peccato che il personaggio sia reale. La Reggiani è una parvenue che, sul finire degli anni Settanta,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

79DetectiveNoir di 79DetectiveNoir
5 stelle

  Recensione scritta (senza aver visto il film? Chissà. Allora sono veramente un genio, ah ah) tempo addietro che mi trova concorde. Sì, con me stesso. Eh eh. Ebbene, oggi recensiamo House of Gucci, nuova e attesissima opus di Ridley Scott, nuovamente e prodigiosamente sui nostri grandi schermi a distanza di soltanto due mesi dalla distribuzione nelle sale mondiali del…

leggi tutto
Recensione
2021
2021

Recensione

Malpaso di Malpaso
6 stelle

Distrutto da chiunque, l'ultimo lavoro di Ridley Scott personalmente non mi è parso tanto male. Certo, l'ennesima rappresentazione macchiettistica del Bel paese ad opera degli americani può far storcere il naso, però a conti fatti House of Gucci è un'opera di mestiere, figlia di un grande narratore quale è Scott: in poco più di due ore l'intera vicenda…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

Antisistema di Antisistema
6 stelle

Come regalo di Natale per l'utenza di Filmtv cosa c'è di meglio di un capo Gucci?    Innanzi all'invasore colonialista straniero del nostro sacro suol patrio, purtroppo ho dovuto sacrificare la visione di Diabolik dei Manetti (2021), a favore del prodotto americano che da uno sguardo estero vuole narrare un episodio di cronaca e marchio accaduto in Italia, House of Gucci di…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti

Recensione

steno79 di steno79
6 stelle

Forse Ridley Scott dovrebbe smettere di interessarsi a storie italiane, visto che in questo "House of Gucci" e nel precedente "Tutti i soldi del mondo" non è riuscito a trovare un'ispirazione degna del suo gran nome, anche se non mancano buone qualità di confezione. Il film è un resoconto tutto sommato dettagliato della vicenda umana e imprenditoriale di Maurizio Gucci,…

leggi tutto

Recensione

Carlo Ceruti di Carlo Ceruti
6 stelle

E' un film estremamente ambizioso e sontuoso, con numerosi pregi e parecchi difetti, i quali non lo rendono sempre all'altezza delle sue notevoli ambizioni. Il cast è certo un punto di forza, Adam Driver (Maurizio Gucci) con la sua interpretazione sobria e contenuta è davvero eccellente e fa da contraltare a una Lady Gaga (Patrizia Reggiani) estroversa e dirompente, efficace nel…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

honz di honz
4 stelle

Queste storie di persone che, come le sfiorano si parla di femminicidi diritti nei paesi ecc, e poi non s'accontentano mai di niente oltre ai soldi vogliono troppo dovrebbe fare comunque riflettere, finchè non ci si comprende che alcune persone hanno lo stesso potenziale e responsabilità di una moglie di un criminale   e che le persone sembrano allibite da questa gente che…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito