Trama

Jack Malik vorrebbe trovare il successo come cantautore nella sua piccola città sulla costa ma i suoi sogni di fama sembrano svanire lentamente, nonostante l'appoggio e il sostegno della migliore amica Ellie. Dopo uno strano incidente d'autobus durante un misterioso blackout globale, jack si risveglia e scopre che i Beatles non sono mai esistiti. Decidendo di suonare le loro canzoni in un mondo che non le ha mai ascoltate (e con l'aiuto di Debra, agente dalla tempra di ferro), Jack trova il successo ma rischia di perdere per sempre Ellie, l'unica persona che ha sempre creduto in lui.

Approfondimento

YESTERDAY: I BEATLES E L'AMORE

Diretto da Danny Boyle e sceneggiato da Richard Curtis (a partire da una storia di Jack Barth), Yesterday racconta la storia di Jack Malik, un giovane cantautore in difficoltà che vive in una minuscola città balneare inglese. I suoi sogni di agguantare il successo stanno rapidamente svanendo a causa delle difficoltà incontrate, nonostante il sostegno e la devozione di Ellie, la sua miglior amica d'infanzia. Tuttavia, in seguito a uno strano incidente d'autobus durante un misterioso blackout globale, Jack un giorno si risveglia realizzando che i Beatles non sono mai esistiti. Nessuno ha mai ascoltato una canzone della più grande band della storia della musica e ciò pone Jack davanti a un grosso dilemma: cosa succederebbe se cominciasse lui a spacciare per proprie le loro canzoni? Con l'aiuto dell'agente americana Debra e del suo tecnico Rocky, Jack vede finalmente la sua fama esplodere. Mentre la sua stella comincia a risplendere nel firmamento degli artisti, Jack rischierà di perdere Ellie, colei che ha sempre creduto in lui e nelle sue potenzialità.

Con la direzione della fotografia di Christopher Ross, le scenografie di Patrick Rolfe, i costumi di Liza Bracey e le musiche di Daniel Pemberton, Yesterday è una commedia con al centro la musica dei Beatles, i sogni, l'amicizia e soprattutto l'amore (con le sue strade spesso lunghe e tortuose). Ha sottolineato a proposito il regista Danny Boyle: "Sebbene i miei film sembrano lontani da quelli di Richard Curtis (il suo Quattro matrimoni e un funerale è l'antitesi del mio Trainspotting), entrambi abbiamo qualcosa che ci accomuna: parliamo entrambi di britannicità e di un certo modo di essere. E chi è più britannico dei Beatles? Una volta ricevuta la sceneggiatura di Yesterday, l'ho letta tutta d'un fiato e non ho avuto dubbi sull'accettarne la regia. Dopotutto, come non accettare la sfida di rappresentare un mondo in cui non esistono i Beatles?".

"Yesterday è la mia prima commedia romantica", ha continuato il regista. L'ho accettata solo perché ammiro profondamente il mondo in cui Curtis riesce a innestare romanticismo e commedia, risultando sempre credibile e mai esagerato nelle dosi. Credere nei Beatles è per ogni inglese come credere nell'amore. Qualcuno si è divertito a sottolineare come la parola amore compaia più nelle canzoni dei Beatles che nella Bibbia!".

Ha aggiunto Boyle: "Yesterday, dunque è una doppia storia d'amore: amore per la musica del gruppo, che appartiene oramai alla cultura mondiale, e amore inaspettato tra due amici che rischiano di rimanere separati per sempre. La musica dei Beatles ha fatto da colonna sonora al momento in cui il mondo è uscito da mezzo secolo di guerre mondiali per rinascere. Con loro, la gente ha riacquistato fiducia e gioia di vivere. Un po' come accade a Jack, il protagonista del film".

Tra le canzoni dei Beatles scelte e reinterpretate nel film si trovano: Yesterday, In My Life, Back in the USSR, The Long and Winding Road, Penny Lane, Eleanor Rigby, Strawberry Fields Forever, Here Comes the Sun, While My Guitar Gently Weeps, Hey Jude, Help! e All you Need is Love.

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Yesterday è Danny Boyle, regista e sceneggiatore inglese. Nato a Radcliffe nel 1956 da genitori di origini irlandesi, ha studiato Drammaturgia alla University College of North Wales prima di cominciare a lavorare nel mondo del teatro e occuparsi dell'allestimento di alcune opere di stampo shakespeariano.… Vedi tutto

Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

alan smithee di alan smithee
5 stelle

CINEMA OLTRECONFINE Il "bug" tanto profetizzato ad aprire nel disordine più totale le porte del nuovo millennio, sembrava una ipotesi azzardata e catastrofista fine a se stessa... almeno fino a quando essa accade per davvero, seppur in sordina e in netto ritardo rispetto alla vera ricorrenza. Un bizzarro blackout fugace ma generalizzato, che oscura per qualche secondo… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

2019
2019

Recensione

alan smithee di alan smithee
5 stelle

CINEMA OLTRECONFINE Il "bug" tanto profetizzato ad aprire nel disordine più totale le porte del nuovo millennio, sembrava una ipotesi azzardata e catastrofista fine a se stessa... almeno fino a quando essa accade per davvero, seppur in sordina e in netto ritardo rispetto alla vera ricorrenza. Un bizzarro blackout fugace ma generalizzato, che oscura per qualche secondo…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
locandina
Foto
locandina
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito