Wildlife

play

Regia di Paul Dano

Con Carey Mulligan, Ed Oxenbould, Bill Camp, Jake Gyllenhaal, Lexi Anastasia, Zoe Margaret Colletti, Travis W Bruyer, Mollie Milligan... Vedi cast completo

Guardalo su
  • Netflix
  • iTunes
  • PS Store
  • iTunes
In STREAMING

Trama

Joe, sensibile sedicenne, è l'unico figlio di Jeanette e Jerry, una casalinga e un giocatore professionista di golf che vivono in una cittadina del Montana negli anni Sessanta. Quando perde il suo lavoro, Jerry decide di unirsi agli uomini che stanno cercando di spegnere un violento incendio scoppiato nei boschi vicino al confine canadese, lasciando da soli moglie e figlio. Ritrovatosi improvvisamente n divenire adulto, Joe è testimone della relazione extraconiugale della madre con un uomo più anziano.

Note

Da un romanzo di Richard Ford.

Commenti (9) vedi tutti

  • la cosa migliore del film è come rende davvero quello spirito proprio di una certa letteratura americana "contemporanea", non solo Richard Ford, un'umanità sconfitta per definizione, ma in fondo tristemente a suo agio nell'essere minore (il figlio, un piccolo Paul Dano)

    commento di carloz5
  • Film con pochi elementi.. parte lento e noioso.. cresce e migliora nella seconda parte..ottimo la interpretazione di Ed Oxenbould .. voto 6

    commento di nicelady55
  • Dramma familiare.Trasposizione del romanzo "Incendi " di Richard Ford.Ottimo esordio, come regista, di Paulo Dano

    leggi la recensione completa di Furetto60
  • Un bel ritratto di famiglia in caduta libera,ben recitato e con un finale che non e' da buttare.Consigliatissimo e premiato a Torino.

    commento di ezio
  • Joe soffre ma non lo dà a vedere, capisce più di quello che i suoi occhi vedono, soffre per l’assenza del padre, si tormenta per l’evoluzione di carattere e di comportamento della madre, dallo sguardo assente e che si adopera affinché possa trovare una buona sistemazione per sé e per il figlio, accettando compromessi morali.

    leggi la recensione completa di michemar
  • niente da dire su Paul Dano, che è un ottimo attore. come regista invece è ancora un po' acerbo, non tecnicamente, ma piuttosto come comunicatore di poesia. nel suo film tutto sembra al posto giusto, troppo. rimane un discreto esordio senza particolari guizzi, mancante di quell'energia di solito presente nella sue interpretazioni.

    commento di giovenosta
  • "Ritratto di famiglia" attraverso l'occhio sensibile di un figlio adolescente..Paul Dano esordisce alla regia con un bellissimo racconto di crescita e maturazione tra le pieghe disgregate di una giovane famiglia...

    commento di GIMON 82
  • Buon esordio per un Paul Dano che cura molto la sua bambina, la sua regia appena nata e che vince Torino come Miglior film in Concorso al Festival. Nitida fotografia che immortala scenari anche apocalittici dello stato del Montana degli anni '60, cristallizzando o sgretolando assieme, natura e società, famiglia e lavoro.

    leggi la recensione completa di gaiart
  • Notevole esordio alla regia per l'attore Paul Dano, che firma il dramma emozionante di un disfacimento familiare ambientato nel Montana dei primi anni 60, visto con gli occhi del figlio adolescente. L'ottimo cast è la colonna portante del film.

    leggi la recensione completa di port cros
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

supadany di supadany
8 stelle

Torino Film Festival 36 – Concorso Torino 36. Per quanto sia possibile pianificare progetti a lungo termine, conquistare un metro alla volta e arrivare a fare touchdown, soddisfacendo i canoni di quell’equilibrio che la società caldeggia, per non dire impone(va), una scossa destabilizzante è sempre in agguato. Prima o dopo, chiunque deve farci i conti, districandosi… leggi tutto

5 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

gaiart di gaiart
6 stelle

Buon esordio per un Paul Dano che cura molto la sua bambina, la prima regia appena nata e che vince Torino come Miglior film in Concorso al Festival. Nitida fotografia che immortala scenari anche apocalittici dello stato del Montana degli anni '60, cristallizzando o sgretolando assieme, natura e società, famiglia e lavoro. Il punto di vista di questo sfacelo è quello di un… leggi tutto

4 recensioni sufficienti

2021
2021

Recensione

alexio350 di alexio350
6 stelle

Quando Jerry (Jake Gyllenhaal) perde il lavoro, attraversa una crisi esistenziale che si ripercuoterà anche su sua moglie e sul loro unico figlio. Abbandona la famiglia per unirsi a una squadra di uomini che devono domare un incendio; nel frattempo però sua moglie - stanca di tutto - inizia una relazione adulterina con un affascinante signore di mezza età.   …

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2020
2020

Recensione

mm40 di mm40
5 stelle

Stati Uniti, 1960. Lui parte per un lavoro lungo e poco redditizio, lei si consola tra le braccia di un uomo maturo e ricchissimo, sotto gli occhi del figlio adolescente. Al ritorno del marito, la coppia naturalmente salta in aria. A 34 anni Paul Dano decide di passare alla regia e lo fa con questo Wildlife, tratto dal romanzo omonimo di Richard Ford con una sceneggiatura dello stesso Dano e…

leggi tutto

Recensione

Furetto60 di Furetto60
7 stelle

La storia è ambientata nel Montana agli inizi degli anni ’60, in un quartiere residenziale e ci racconta della relazione all’inizio idilliaca, tra due coniugi, vista dalla prospettiva del figlio, un ragazzo di 14 anni, Joe che diventa poi testimone suo malgrado, della progressiva dissoluzione del matrimonio dei suoi genitori. Il padre, Jerry lavora in un campo da golf, i suoi…

leggi tutto
Recensione
Utile per 8 utenti

Recensione

michemar di michemar
7 stelle

Ho visto una foto del set in cui Paul Dano, arrivato alla regia - un passo inevitabile per come ho sempre immaginato la vita e la carriera di questo giovanotto dall’aria diversa da tutti gli altri della sua generazione - che mi ha immediatamente portato nell’atmosfera di un film dove lui è in un genere di ruolo sui generis che gli tocca spesso. Il film è Prisoners…

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti
2019
2019
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

leporello di leporello
6 stelle

Una storia pulita, d'animo nobile e leggera. Un bel trittico con un lui, una lei ed un figlio, perno ed epicentro della narrazione. Tutti gli interpreti sono molto bravi,  ma credo che la regia abbia voluto insistere troppo sul voler mostrare l'infinita ed esagerata aria di stupore mista a smarrimento con la quale il giovanissimo Joe assiste all'evolversi delle vicende, in maniera…

leggi tutto
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
2018
2018

Recensione

supadany di supadany
8 stelle

Torino Film Festival 36 – Concorso Torino 36. Per quanto sia possibile pianificare progetti a lungo termine, conquistare un metro alla volta e arrivare a fare touchdown, soddisfacendo i canoni di quell’equilibrio che la società caldeggia, per non dire impone(va), una scossa destabilizzante è sempre in agguato. Prima o dopo, chiunque deve farci i conti, districandosi…

leggi tutto

Recensione

gaiart di gaiart
6 stelle

Buon esordio per un Paul Dano che cura molto la sua bambina, la prima regia appena nata e che vince Torino come Miglior film in Concorso al Festival. Nitida fotografia che immortala scenari anche apocalittici dello stato del Montana degli anni '60, cristallizzando o sgretolando assieme, natura e società, famiglia e lavoro. Il punto di vista di questo sfacelo è quello di un…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
locandina
Foto
Carey Mulligan, Jake Gyllenhaal
Foto

Recensione

port cros di port cros
7 stelle

71° FESTIVAL DEL CINEMA DI CANNES (2018) - SEMAINE DE LA CRITIQUE     Notevole esordio alla regia per l'attore Paul Dano, che firma il dramma di un disfacimento familiare ambientato nel Montana dei primi anni 60, visto con gli occhi, delusi ed impotenti, di un adolescente, Joe (Ed Oxenbould ), testimone del progressivo allontanamento dei genitori Jerry (Jake…

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito