Trama

Il professor Capadis si lancia dalla finestra della sua aula davanti agli occhi dei suoi studenti. Quasi tutti gli allievi sono terrorizzati, ad eccezione di sei di loro, che rimangono stranamente impassibili. Pierre Hoffman, il supplente di francese, nota lo strano comportamento dei sei che, insolitamente intelligenti e precoci, diffondono ostilità e paura in tutta la scuola. Pian piano, Pierre si ritrova ossessionato dalla loro rabbia e la sua vita si trasforma in incubo quando scopre quanto estremo e pericoloso sia il loro obiettivo.

Approfondimento

L'ULTIMA ORA: IL DIVARIO TRA ADULTI E ADOLESCENTI

Diretto da Sébastien Marnier e sceneggiato dallo stesso con Elise Griffon, L'ultima ora è un thriller psicologico che esplora il lato più oscuro dello spirito dei Fridays for Future in un crescendo di suspense e con un colpo di scena finale che lascia a bocca aperta. La vicenda è ambientata in una scuola superiore, dove un professore si getta dalla finestra sotto gli occhi atterriti degli studenti. Il supplente chiamato a sostituirlo, Pierre, nota da subito qualcosa di strano nella sua classe: un gruppo di sei alunni, molto uniti e dotati di un'incredibile intelligenza precoce, ha un atteggiamento ostile verso chiunque e sembra stia preparando un piano misterioso. Pierre inizia a essere ossessionato da questi sei adolescenti, fino a venire risucchiato nel loro gioco sinistro.

Con la direzione della fotografia di Romain Carcanade, le scenografie di Guillaume Deviercy, i costumi di Marité Coutard e le musiche degli Zombie Zombie, L'ultima ora è liberamente tratto dall'omonimo romanzo di Christophe Dufossé, pubblicato in Italia da Einaudi. A spiegare le ragioni dell'adattamento sono state le parole dello stesso regista in occasione della partecipazione al Festival di Venezia 2018: "Ho letto il romanzo di Dufossé quindici anni fa ed ero rimasto sopraffatto dal fascino delle situazioni che sapeva raccontare: un insegnante che si suicida davanti alla sua classe, l'atmosfera di sospetto che circonda gli studenti, un piano indecifrabile che un gruppo di adolescenti sta mettendo in atto… Avrei voluto che fosse il mio primo film, ma sono felice di averlo girato solo molti anni più tardi, quando la situazione politica e ambientale in tutto il mondo, e in Francia in particolare, si è fatta ancora più preoccupante. La realtà diventa sempre più difficile e lo stesso vale per la visione che i ragazzi protagonisti hanno del loro futuro. Credo che le nuove generazioni siano diventate più consapevoli del mondo in cui vivono e, come abbiamo capito mentre facevamo il casting del film a oltre 150 ragazzi, anche più pessimistiche".

"Gli insegnanti - ha proseguito Marnier - giocano un ruolo fondamentale in quello che accade nel film: molti di loro si sono arresi, diventando indifferenti alla sofferenza degli adolescenti che dovrebbero proteggere. C'è un senso di cecità e irresponsabilità nei docenti ritratti in L'ultima ora, c'è il desiderio continuo di mettere la testa sotto la sabbia o, ancora peggio, di razionalizzare la violenza e l'estremismo di cui gli studenti sono capaci. Ho cercato di sfruttare questa tensione e questa ambiguità tra i due gruppi, nella speranza che gli spettatori si chiedano chi siano i veri mostri, se gli adulti o i ragazzi. C'è poi l'aspetto dell'eccezionale intelligenza del gruppo dei sei studenti protagonisti, un'intelligenza e un senso di chiusura al mondo esterno che riescono a essere molto disturbanti, come succedeva in film come Il villaggio dei dannatiIl nastro bianco di Haneke, ma anche nelle celebri graphic novel di Charles Burns, che spesso ho avuto in mente mentre giravo".

"A mio avviso L'ultima ora è un film genuinamente politico e il finale dovrebbe creare un'immagine forte della potenziale risposta al disastro della situazione attuale. Il fatto che l'insegnante, Pierre, diventi parte del gruppo in quel particolare momento trasmette delle emozioni contraddittorie, ma comunque positive. Nel corso di tutto il film, infatti, avevamo visto due generazioni confrontarsi senza mai davvero comprendersi. E lo stesso succede in tutto il mondo, dove assistiamo al succedersi di così tanti segnali drammatici di emergenze ambientali davanti alle quali i leader politici e le lobby economiche sembrano restare completamente indifferenti. Trovo sia insieme terribile e affascinante il fatto che occorra aspettare una vera catastrofe per ritrovare un senso di unità e di consapevolezza collettiva altrimenti impossibile".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

#A dirigere L'ultima ora è Sébastien Marnier, regista e sceneggiatore francese. Nato nel 1979 a Lilas, dopo gli studi di arti applicate a Montreuil e di cinema a Parigi, Marnier esordisce inizialmente come scrittore, firmando tre romanzi tra il 2011 e il 2013: Mimi, Une vie de petits fours, Qu4tre (scritto a otto… Vedi tutto

Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

alan smithee di alan smithee
5 stelle

VENEZIA 75 - SCONFINI "La solitidine dei numeri uno". Un professore tenta il suicidio in classe, dopo aver impartito un compito in classe alla sua scolaresca scelta, la migliore di un celebre liceo della provincia francese che ha voluto procedere ad isolare i numeri uno, riunendoli in una classe elitaria e rendendola beneficiaria di un programma avanzato e speciale in grado di emanciparli… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

2019
2019
Uscito nelle sale italiane il 1 luglio 2019
locandina
Foto
2018
2018

Recensione

alan smithee di alan smithee
5 stelle

VENEZIA 75 - SCONFINI "La solitidine dei numeri uno". Un professore tenta il suicidio in classe, dopo aver impartito un compito in classe alla sua scolaresca scelta, la migliore di un celebre liceo della provincia francese che ha voluto procedere ad isolare i numeri uno, riunendoli in una classe elitaria e rendendola beneficiaria di un programma avanzato e speciale in grado di emanciparli…

leggi tutto
locandina
Foto
locandina
Foto

2018

YuzoAB di YuzoAB

Scrivi un testo introduttivo (potrai sempre editarlo in seguito)

leggi tutto
Playlist
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito